Sentite condoglianze alle famiglie Macrì e Fava

Apprendo solo adesso della scomparsa di un caro amico, socio dell’Aero Club dello Stretto. Con immenso dolore, ciao Gaetano!

Riporto da GazzettaDelSud.it:

Oggi l’estremo saluto agli sfortunati coniugi morti in autostrada Incredulità e sdegno per l’assurda fine di Gaetano Macrì e di Sonia Fava. La presenza del romeno ubriaco sull’A 3

Paolo Toscano
Due morti che gridano vendetta. È assurdo perdere la vita in un incidente provocato da un romeno ubriaco che, in una tranquilla serata di sabato, non trova di meglio da fare che attraversare l’autostrada in uno dei punti più pericolosi, a causa dei lavori in corso.
La tragica fine di Gaetano Macrì e della moglie Sonia Fava, bancario lui, insegnante lei, ha provocato in città, dove la coppia viveva e lavorava, sdegno e dolore. Stessi sentimenti provati a Scilla dove vive la madre di Macrì e dove nel pomeriggio saranno celebrato i funerali.
Alle 15, nella Chiesa Madre del centro della Costa Viola, ci saranno anche Pietro e Roberto, i figli di 14 e 8 anni degli sfortunati coniugi. I ragazzi hanno appreso la terribile notizia solo ieri mattina, quando una zia materna li ha raggiunti in un campo scout dove si trovavano dalla mattinata di sabato. Con i figli fuori casa, la coppia aveva deciso di trascorrere la giornata di sabato a Scilla. Intorno alle 19 Gaetano Macrì è salito sulla sua enduro Bmw insieme con la moglie ed è partito in direzione della città. Senza saperlo la coppia è andata incontro al suo tragico destino.
Contemporaneamente una telefonata giunta alla sala operativa del comando provinciale della Polstrada segnalava la presenza sulla carreggiata Nord, nei pressi dello svincolo di Campo Calabro, di un uomo, apparentemente ubriaco. La pattuglia che stava percorrendo la corsia Sud dello stesso tratto ha raggiunto lo svincolo di Catona, è uscita per poi immettersi immediatamente sull’autostrada in direzione Nord. Gli agenti non hanno fatto in tempo a raggiungere il posto indicato perché il romeno ha attraversato la strada nel tratto a doppio senso di circolazione proprio mentre sopraggiungeva la moto con i due coniugi in sella. Gaetano Macrì ha provato a evitare l’inaspettato pedone, rimasto ferito in modo non grave, andando a schiantarsi contro un pullman che stava giungendo in direzione opposta. Nel terribile impatto la coppia ha trovato la morte. Gaetano Macrì faceva parte del Lions Club Castello Aragonese: «Un uomo di grandissime qualità morali, etiche – così lo ricorda la presidente Francesca Pizzimenti anche a nome di componenti del club –, dedito alla famiglia e al servizio del prossimo. Grande sportivo, faceva parte dell’Aeroclub di Reggio, amava la vita nella sua grande semplicità, dolcezza ed equilibrio. Uomo di pace, con il sorriso sempre sulle labbra. È morto un grande del Lions Club».

Fonte:


Condividi!

Prenota online e risparmia!
BookingEuropcarExpediaFlixBusLufthansaMeridianaMomondoRentalcarsSkyscannerTerravisionTrainlineTripAdvisorTrivagoVolotea

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Note legali: secondo la normativa vigente ogni utente si assume la responsabilità di ciò che scrive nei commenti. Per richiedere la rimozione di un commento contattare lo Staff attraverso la pagina Contatti.