Anteprima Reggio Calabria Scenery per FSX

Il bravissimo Fabio Scopelliti ( http://fafylela.altervista.org/ ), il 30 Ottobre 2010, inserisce su YouTube l’anteprima dello Scenario di Reggio Calabria per FSX che sta realizzando.

Dalla visione del Video, si nota chiaramente che si è scelto di utilizzare texture fotorealistiche ad alta risoluzione, rinunciando all’autogen (Edifici, Alberi ed oggetti vari). Ci sembra davvero un ottimo lavoro, soprattutto per gli amanti del volo a vista VFR.

Gli auguriamo di finire presto, perche la grande comunità di volo simulato non aspetta altro!

http://www.youtube.com/watch?v=1ehWH8ryRCQ

Per maggiori informazioni visita il Forum alla pagina: http://www.aeroporticalabria.com/forum/viewtopic.php?f=22&t=675


Condividi!

Prenota online e risparmia!
BookingEuropcarExpediaFlixBusHertzLufthansaMeridianaMomondoRentalcarsSkyscannerTerravisionTrainlineTripAdvisorTrivagoVolotea

5 commenti

  1. mi pongo da tempo il presente quesito: da che cosa differisce l’Aeroporto di Reggio Calabria da quello di Lametia Terme perchè sia necessario per i piloti un brevetto speciale ??
    E’ proprio necessario questo obbligo o ne si potrebbe farne a meno, considerati le ultime modifiche apportate o in via di ultimazione ???
    gradirei una risposta da parte di una persona qualificata che non abbia l’obbligo di far mantenere queste assurde divisioni fra delle strutture che,invece, mantenute efficienti, ognuna per il territorio che deve coprire, servirebbero a far crescere una Regione che, fino al momento, ancora non ha dato segni tangibili di concreto desiderio di cambiamento !!!

  2. Non sono una persona qualificata ma da appassionato seguo da tempo questa vicenda, che a volte mi ha portato a parlare anche con i diretti interessati, ovvero i Piloti.

    Il problema dell’Aeroporto di Reggio Calabria è che si ritrova immerso nella realtà cittadina. Le distanze di sicurezza tra un ostacolo e l’area libera sono ridotte al minimo. Aggiungiamo anche la presenza delle propaggini dell’Aspromonte che non consentono avvicinamenti diretti lungo l’asse pista.

    In parole povere l’Aeroporto rimane limitato dal contesto in cui si trova.

    Sulla questione del Brevetto, il motivo principale per cui viene richiesto è quello di far familiarizzare il Comandante con il territorio. Il Comandante deve essere a conoscenza di quali sono i limiti, le procedure e gli ostacoli.

    Sulla possibilità di ottenere una semplificazione mi trovi pienamente d’accordo. Sarebbe secondo me un grande successo poter abilitare il Comandante con solo la sessione informativa a terra visionando la videocassetta ed eventualmente aggiungere una prova al simulatore anzichè effettuare la prova in volo vera e propria.
    Il tutto naturalmente non deve avvenire a discapito della sicurezza.

    In conclusione Lamezia è un Aeroporto normale con grandi possibilità di sviluppo, Reggio Calabria è invece un Aeroporto particolare con prospettive di sviluppo limitate.

  3. Esprimo il mio parere, limitandomi alle carte lette e alle “chiacchere” fatte con Piloti ed esperti del Settore.
    L’orografia del territorio, il particolare regime dei venti e il dilagante abusivismo, sono le cause principali che “impongono” il Brevetto.
    Gli addetti ai lavori lo considerano (come detto da Myers) un elemento di sicurezza ulteriore, per meglio familiarizzare con lo scalo, e addirittura considerano la sessione in volo superflua.

  4. da Lamezia Terme a Barcellona Girona(Costa Brava) € 30,99 A/R
    Da Reggio Calabria ——–) € 261,00
    che cosa bisogna fare per adeguare le tariffe a quelle di Lamezia, siamo nel Burundi(con tutto il rispetto) oppure con le nuove prossime modifiche anche Reggio Calabria avrà la possibilità di collegarsi adeguatamente con il resto del mondo???

  5. Non è un problema di Pista, è un problema di soldi. Se Ryanair riceve i contributi di Co-Marketing dalla Regione Calabria allora è in grado di farti pagare 30 Euro. Se per Reggio Calabria non c’è nessuno che finanzia le compagnie aeree allora i vettori sono costretti ad applicarti le tariffe in grado di coprire i normali costi di gestione.

    Ricordo a tutti che il trasporto aereo è il mezzo di trasporto più costoso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *