Aeroporto Lamezia: SACAL, per la nuova aerostazione 34 milioni di euro in autofinanziamento

Riceviamo da SACAL e pubblichiamo:

Sacal, per la nuova aerostazione 34 milioni di euro in autofinanziamento

Lamezia Terme 2 agosto 2016 – Dopo un lungo iter burocratico è arrivato, nei giorni scorsi, il parere favorevole della Comunità Europea per l’utilizzo delle risorse del fondo unico PAC per la costruzione della nuova aerostazione. La struttura, che avrà una superficie di circa 20 mila metri quadrati e una capacità di 3.500.000 passeggeri, avrà un costo di circa 51 milioni di euro, 17 milioni la quota parte garantita da finanziamento pubblico e 34 milioni quelle a carico della Sacal, società di gestione dell’Aeroporto di Lamezia Terme. Un incremento di spesa di 9 milioni di euro, rispetto ai 25 milioni previsti in autofinanziamento, a cui la Società di gestione dovrà far fronte.

Il lungo e articolato iter burocratico, propedeutico all’ottenimento dell’ultimo nullaosta da parte della Comunità Europea, ha visto la Sacal impegnata già dal 2008 con il concorso europeo di progettazione del nuovo terminal a cui hanno fatto seguito la rimodulazione del progetto preliminare e la successiva approvazione di Enac, la valutazione positiva di impatto ambientale ed una ulteriore approvazione dell’intervento in seno al master plan e al piano quadriennale degli investimenti. Un lungo iter che si è concluso con l’ultimo tassello mancante, l’autorizzazione della Commissione europea all’erogazione dei fondi pubblici pari a 17 milioni, dunque i rimanenti 34 a carico della società di gestione.

 “Una enorme mole di lavoro svolto dalla direzione generale e dal’intero management aziendale a cui va il mio ringraziamento, ma comincia adesso una fase ancora più complessa e impegnativa per Sacal che dovrà individuare altre risorse economiche per far fronte all’incremento di spesa” dichiara il presidente della Sacal, Massimo Colosimo. “In attesa delle decisioni della Commissione europea, lo scorso anno mi ero attivato per ottenere l’accensione di un mutuo bancario ventennale per sostenere la spesa di 25 milioni a carico della società. Ma la nuova normativa europea sugli aiuti di Stato ha ritenuto ammissibile solo il 33% della spesa prevista, motivo per cui Sacal dovrà sostenere oneri economici pari al 77% del costo totale. Dunque, ai 25 milioni di euro si aggiungono 9 milioni, una cifra considerevole per la quale confido nella collaborazione e nel supporto economico dei Soci proprietari con l’obiettivo della realizzazione di questa grande infrastruttura calabrese.”

La nuova aerostazione sarà realizzata in un’area di circa 20.000 mq e avrà una capacità di 3.500.000 di passeggeri all’anno. L’edificio avrà una pianta rettangolare di 135 m x 80 m, alto 24 m, con accentuato e prevalente sviluppo di pareti continue a vetrate. Saranno utilizzate le tecnologie più evolute di cogenerazione e di sfruttamento di fonti di energia rinnovabile quale il fotovoltaico e la geotermia. Il progetto sarà modulare e predisposto per successivi lotti funzionali di ampliamento per soddisfare ulteriori esigenze di capacità e sviluppo.

S.A.CAL. SpA

Immagine1nuovo terminal


Condividi!

Prenota online e risparmia!
AvisBookingBudgetEuropcarExpediaFlixBusMeridianaMomondoRentalcarsSixtSkyscannerTerravisionTrivagoVolotea

4 commenti

  1. bene, avanti così

  2. @ Pilota75:
    Mercoledì 03 Agosto 2016 – 18:33
    Nei giorni scorsi i consiglieri provinciali del gruppo “Insieme per la Provincia” Emilio Verrengia, Francesco Mauro, Battaglia Marziale, Gianfranco De Vito, Francesco Ruperto, Marco Polimeni hanno incontrato il Presidente della Sacal Massimo Colosimo e il Direttore Generale Pierluigi Mancuso.

    E’ stata ribadita da parte degli amministratori provinciali l’importanza strategica della SACAL per lo sviluppo socio-economico non solo della provincia catanzarese ma dall’intera regione e dell’intero paese. I dati registrati in quest’ultimo anno di un incremento di passeggeri che superano oltre 2.500.000 di presenze rappresentano le potenzionalità dello scalo aereoportuale e sottolineano i giusti investimenti che la Sacal ha messo in campo per migliorare l’infrasturuttura che sarà in grado di accogliere oltre 3.500.000 di utenti.

    La Provincia di Catanzaro che ha una quota di partecipazione importante e di riferimento (20 % del capitale sociale) dovrà sottoscrivere entro il mese di ottobre 2016 l’aumento di capitale necessario per affrontare il nuovo investimento infrastruttuale finanziato solo in parte dalla Commissione Europea e che per la restante parte dovrà essere sottoscritta dai Soci della Sacal che vede enti locali importanti oltre alla Provincia di Catanzaro, il Comune di Lamezia Terme, il Comune di Catanzaro e la Regione Calabria.

    Il capogruppo di Insieme per la Provincia Emilio Verrengia ha rappresentato le difficoltà economiche che le Province stanno attraversando per i tagli destinati nel decreto legge sugli Enti Locali votato alla Camera dei Deputati (il Governo ha chiesto la fiducia) e che prevede un taglio per la Provincia di Catanzaro di oltre 20 milioni di euro.

    Il Gruppo Consiliare Insieme per la Provincia si è impegnata a rappresentare al presidente Enzo Bruno la necessità che nel bilancio preventivo 2016 si possano trovare le risorse necessarie (considerato le entrate dovute per l’alineazione dei beni immobiliari di proprietà dell’Ente) per consentire la ricapitalizzazione della Sacal.

    Il Gruppo Consiliare infine si è fatto carico di sensibilizzare il presidente Oliverio ed Il Consiglio Regionale per destinare delle risorse (cosi come previsto per alcuni scali aereoportuali calabresi) che possano dare le giuste risposte ai cittadini calabresi che si spostano sia per motivi di lavoro e di salute e che sono penalizzati rispetto alle politiche tariffarie delle compagnie aeree che in altre Regioni trovano delle coperture da parte dell’Ente Regionale.

    a proposito di finanziamento privato , a reggio se la provincia investe un milione di € tutti si inalberano invece a Catanzaro tutto è legittimo , qui di privato forse ci sarà la quota di ADR ma forse…………………………………

  3. @ diavolo:
    perchè lo dici a me?

  4. @ Pilota75:
    ha ragione non volendo ho risposto a lei.
    cordialmente le chiedo perdono .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Note legali: secondo la normativa vigente ogni utente si assume la responsabilità di ciò che scrive nei commenti. Per richiedere la rimozione di un commento contattare lo Staff attraverso la pagina Contatti.