Aeroporto Reggio Calabria: emendamento Tito Minniti, Battaglia “passo importante”

Riportiamo da Strill.it:

“Potenziare l’aeroporto ‘Tito Minniti’ esaltandone potenzialità e forza strategica all’interno di quel grande progetto che è l’Area Metropolitana dello Stretto ed in una prospettiva di ampio respiro che guarda ai circuiti europei: questa la ratio che ha ispirato il mio emendamento alla proposta di legge ‘Legge di stabilità regionale 2016’, approvato in Commissione Bilancio e licenziato oggi dal Consiglio regionale”. Ad affermarlo è il consigliere regionale del Pd Domenico Battaglia, autore di un emendamento diretto al “rilancio dello scalo aeroportuale e al potenziamento tecnologico dell’infrastruttura”. “Grazie alla modifica da me proposta, 100.000,00 euro di contributo regionale sarà destinato per l’installazione del sistema ILS (Instrument landing system). Un apparato tecnologico già presente in altri aeroporti calabresi, che consentirà l’avvicinamento strumentale di precisione in fase di atterraggio, superando l’attuale avvicinamento a vista. Questa innovazione – spiega Battaglia – garantirà una maggiore attrattività dello scalo reggino per nuove compagnie aeree, anche straniere e low cost, perché consentirà un significativo abbassamento dei costi per la formazione e l’addestramento dei piloti. Per queste ragioni, rivolgo un personale ringraziamento al presidente Oliverio, al vicepresidente Viscomi, al presidente della Commissione ‘Bilancio’, Aieta e al dirigente generale del Dipartimento ‘Bilancio’, De Cello, per aver colto senza esitazione il valore della mia proposta”. “Si tratta di un preciso segnale politico – asserisce l’esponente del Pd – che dovrà necessariamente coinvolgere anche l’Amministrazione provinciale di Reggio Calabria, la futura Città Metropolitana e la Sogas, società di gestione dell’aeroporto ‘Tito Minniti’. Un altro passo importante, dunque, è stato compiuto in direzione di quella visione che assegna allo scalo reggino il ruolo di aeroporto internazionale baricentrico per l’intera Città Metropolitana e per tutta l’area dello Stretto. Una dimostrazione d’impegno e coerenza reali da parte della massima Istituzione rappresentativa calabrese che intende assecondare vocazioni e pregi dell’aeroporto metropolitano anche in termini di pianificazione e programmazione. L’installazione del sistema ILS – conclude Domenico Battaglia – sarà un incentivo per nuove compagnie aeree e dunque per l’aumento dell’offerta, la cui pluralità sarà determinante per la riduzione delle insostenibili tariffe che vedono oggi i turisti spesso costretti a scegliere altri aeroporti”.

Fonte: http://www.strill.it/citta/2015/12/aeroporto-battaglia-pd-su-emendamento-tito-minniti-passo-importante/

Icona AeroportoRC.com Nota di AeroportoRC.com

Chi vi scrive ha discusso la propria tesi di laurea in Ingegneria Elettronica dal titolo: “Accuratezza delle radioassistenze per la sicurezza della navigazione aerea nell’Aeroporto di Reggio Calabria”, ed oltre allo studio mette in sinergia la propria passione in materia di aviazione attraverso questo Sito.
Ho letto il comunicato sopra riportato e mi sembra doveroso verso i lettori di questo Sito fare alcune mie riflessioni.

Si parla di contributo regionale di 100 mila Euro per l’installazione di un sistema ILS.

Per come è concepito un sistema ILS, sia le specifiche di progetto che le specifiche tecniche non lo rendono installabile presso l’Aeroporto dello Stretto a causa dell’avvicinamento curvilineo per Pista 33. Già solo questo aspetto dovrebbe essere sufficiente a chiarire eventuali dubbi ai nostri lettori. Ma intendo soffermarmi su un altro dato riportato, ovvero i 100 mila Euro. Peccato che il costo di tali sistemi supera il milione di Euro ed il solo contributo regionale non sarà sufficiente.

Eh sì, è proprio il caso di dirlo, l’Aeroporto di Reggio Calabria continua ancora a navigare a vista…

Roberto Sartiano
Fondatore di AeroportoRC.com


Condividi!

Prenota online e risparmia!
AvisBookingBudgetEuropcarExpediaFlixBusMeridianaMomondoRentalcarsSkyscannerTerravisionTripAdvisorTrivagoVolotea

44 commenti

  1. @Roberto: se l’ils è possibile almeno per testata 15 in cat 1 magari lo comprano su Ebay di terza mano in africa…

  2. Se è così allora altro fumo negli occhi

  3. @ Antonello:
    Su Pista 15 dovrebbe essere possibile, ma di norma un ILS va installato sulla pista principale, cioè quella che registra nell’arco dell’anno il maggior numero di atterraggi. Per Reggio Calabria il 90 % delle volte viene utilizzata la Pista 33, quindi ha senso impegnarsi per un investimento di questo tipo per poi essere sfruttato al 10 %?

  4. Su questa pagina si fa a gara tra chi demolisce di più il Nostro aeroporto. Continuate su questa strada, da veri riggitani lamentosi.
    Scusate l’intromissione.

  5. @ Claudio:
    Intromissione decisamente fuori luogo. Si sta cercando di affrontare un argomento molto tecnico e che molto probabilmente non è alla portata di tutti. Questo vuol dire forse demolire l’Aeroporto?

  6. @ Roberto Sartiano (Fondatore di AeroportoRC.com):
    Rileggete tutti i post precedenti.
    Critiche mai costruttive o propositive. Non ho mai letto un solo articolo che volesse intervenire concretamente su questo disastrato aeroporto. Anzi una gara per esaltare Lamezia. Credi che i catanzaresi facciano lo stesso per rc o che difendano invece il loro orto?

  7. @ Roberto Sartiano (Fondatore di AeroportoRC.com):
    Concordo pienamente con te, installare un sistema ILS per pista 15 non ha alcun senso, vorrebbe dire che gli aa/mm effettueranno una ILS con circuitazione anziché una VOR con circuitazione per pista 33. D’altra parte, l’installazione dell’ILS per pista 33 è impossibile, a meno che non si decida di abbattere l’intera collina di Mortara…
    Poi, con 100.000 € cosa avrebbero intenzione di acquistare? Nemmeno su ebay riuscirebbero a trovarlo… Eheehheheeh
    In ultimo, credo che la tua analisi sia stata pienamente costruttiva, hai spiegato molto bene che questo emendamento è solo fumo negli occhi, molti purtroppo non hanno idea di cosa si stia discutendo e si lasciano infinocchiare dai soliti proclami politici. Continua così Roberto, vi seguo sempre anche da Linate 😉

  8. @ Claudio:
    Non sono d’accordo, le critiche costruttive sono 7 anni che le facciamo e continueremo a farle. Poi se dobbiamo dire che va tutto bene è un altro discorso. Però io dico solo una cosa, se negli ultimi 10 anni si fosse avverato solo il 10 %, e dico solo il 10 %, di tutte le promesse che ho letto sulla stampa locale a quest’ora il Tito Minniti sarebbe diventato come minimo il terzo Aeroporto Nazionale. Concludo dicendo che in questo Articolo si sta parlando di ILS e che il tuo intervento non è in tema con l’argomento.

  9. @ Gabriele_TWR:
    Grazie Gabriele, la tua testimonianza da “addetto ai lavori” è davvero importante per la crescita di questo Sito e per il rilancio dell’Aeroporto. 😉

  10. Grazie Roberto x aver smascherato questo ennesimo e ignobile tentativo di vendere fumo tipico dei politici in special modo dei nostri politicanti calabresi.
    Quando ho letto 100 mila euro d’ invstimento per l’ ils ho pensato: ma vent’ anni che l’ aeroporto sperpera denaro pubblico e la Sogas non è riuscita ad acquistare un apparato, si importante ma relativamente economico.
    Grazie a Roberto ho capito l’ ennesimo trucco del politichese di turno.
    Nei prossimi giorni si assisterà ad una rettifica da quanto scritto da Battaglia, ma il tentativo di abbindolare il cittadino è chiaro e limpido nel primo articolo.
    In altre parole siamo fermi al palo…
    Come al solito…..

  11. Si dovrebbe scrivere a striscia la notizia per far vedere come si speculano i soldi nel nostro aeroporto…. poi se non ricordo male un strumento per gli atterraggi curvilinei esiste….. anche nn ricordo il nome di tale apparato potevano optare per quello al massimo……

  12. Roberto caro… quando voglioavere contezza sull’aeroporto di Reggio passo sempre da qui… quello che leggo è sempre puntuale e ben argomentato… mai di parte. Non lo dico per piaggeria ma semplicemente per dirti di continuare. I commenti che leggo mi intristiscono e mi schifano… perché fatti dagli ignorantelli di turno che non solo prendono per buone tutte le cavolate dette per racimolare un pacco di voti, ma anche perché frutto dell’ignoranza, sempre più spesso tipica del calabrese, che non lascia spazio all’idea che le cose potrebbero essere diverse dalle cavolate dette in conferenza stampa o affidate ai social network.

  13. Da perfetto ignorante chiedo a tutti voi lumi in materia, ma se ad oggi al 90% si è usata la pista 33,per varie ragioni principalmente climatiche,con un eventuale Ils sulla pista (testata) 15, aumentando così facendo la sicurezza, non potrebbe in qualche modo essere usata di più?
    Grazie per la risposta e mi scuso se ho scritto corbellerie!!! 😀

  14. @ Gabriele_TWR:
    Io credo che non ci siano i margini neanche per pista 15, dubito che a causa degli ostacoli si riesca a stare dentro i 3 gradi di glide, a meno di spostare la TDZ e quindi tutte le distanze.

    Non commento costi e amenità varie visto che lo avete fatto abbondantemente tu e Roberto. Dico solo che con i 100mila euro non ci si paga neanche lo studio di fattibilità e relativi voli.

  15. @ Michele:
    Chi ha detto che con ILS aumenta la sicurezza?

  16. @ Michele:
    La pista in uso viene scelta in base a diversi fattori, principalmente la direzione e l’intensità del vento (gli aerei decollano prevalentemente controvento). A Reggio, il vento prevalente è da Nord/NordOvest quindi si preferisce la pista 33. Inoltre, per pista 15 esistono pesanti limitazioni per quanto riguarda il vento in coda (al massimo 5 nodi in caso di pista asciutta, 0 in caso di pista bagnata) quindi può essere usata solo in assenza di vento o con vento da Sud (SudEst o SudOvest), mentre per pista 33 non ci sono limitazioni così pesanti (resta valida la limitazione per componente di vento al traverso).
    In soldoni, un’eventuale installazione dell’ILS non aumenterebbe di fatto l’utilizzo della pista 15, ma potrebbe solo aumentare la precisione dell’avvicinamento per pista 15. A mio avviso, non ha senso spendere tutti questi soldi per ottenere maggiore precisione per una pista usata il 10% delle volte, ovviamente è un mio personale punto di vista.
    Un altro particolare è che l’ILS, permettendo avvicinamento di precisione anche in condizioni di scarsa visibilità, di norma è presente in aeroporti dove è più frequente nebbia o scarsa visibilità, a Reggio per fortuna (o purtroppo…) c’è quasi sempre bel tempo e ottima visibilità 😉
    Spero di averti chiarito i dubbi, in caso contrario, chiedi pure 🙂

  17. @ Pilota75:
    Sì, probabilmente non ce la farebbero nemmeno per pista 15, così com’è… Spostando la TDZ in avanti si diminuire be ulteriormente la LDA (distanza disponibile per l’atterraggio, lo scrivo per chi non conosce la sigla 😉 ) e probabilmente si renderebbe inutilizzabile la 15…
    E a nulla servirebbe nemmeno aprire la famosa RESA (Runway End Safety Area) 15, ovvero l’area ancora non utilizzabile a fine pista 15 (o inizio 33), perché non si potrebbe usare per l’atterraggio…

  18. Ma la cosa più bella, è la storia della testata 33 che ancora non è stata collaudata: dimenticata da tutto e da tutti. Si parla spesso di abilitazione, ILS e tante dicerie, ma la piazzola di inversione non rientra nei piani di nessuno.

  19. Supponiamo che si abbatte la collina di Mortara. Cosa cambiarebbe? Aumentano le distanze per l’atterraggio? Si potrebbe allungare la pista con reali vantaggi? Cambio manovra atterraggio? Istallazione ils?

  20. @ Fausto:
    Abbattere una collina è pura fantascienza ed in ogni caso non basterebbe, perché siccome l’aereo ha bisogno di iniziare a stabilizzarsi sull’avvicinamento che inizia a circa 10 miglia nautiche dalla pista, vorrebbe dire andare ad abbassare anche le propaggini dell’aspromonte. Poi non dimentichiamoci che esistono zone abitate.

  21. @ Fausto:
    Ti costa meno fare un nuovo aeroporto o andare in elicottero fino a lamezia.

  22. @ Fausto:
    Fermo restando che abbattere la collina di Mortara sarebbe impossibile, ti posso garantire che l’aeroporto COSÌ COM’È, quindi senza fare nessuna modifica strutturale (parlo di pista e strumentazioni, aiuti visivi, radioassistenze ecc.) sarebbe in grado di sostenere molto traffico, lo dico con cognizione di causa, ci ho lavorato per sei anni 😉
    Se poi vogliamo fare “fantaaeroporto” (passatemi questo termine) allora possiamo parlare di cosa potrebbe realmente servire… Innanzitutto, gli aerei! Senza gli aerei, puoi mettere tutta la strumentazione che vuoi, ma non fai traffico… Eheehheheeh
    Poi, io eliminerei la pista 11/29 (chiusa per lavori da almeno 4 anni, o forse di più) e cercherei di costruire una via di rullaggio parallela alla pista, che ti porti in testata pista 33 (attualmente tutti gli aeromobili devono effettuare il back-track).
    Già con questo, senza ILS, il traffico sarebbe più snello (sempre ammesso che ci siano gli aerei) 🙂
    Ma stiamo sempre parlando di “fantaaeroporto”…

  23. @Gabriele_TWR
    Complimenti per la competenza nei tuoi interventi,finalmente si parla di aviazione.
    Detto questo,che mi sembra doveroso,mi pare, a parte le continue e certificate incopetenze dei politici riguardo tutto il settore aviazione,se ho capito bene, la delibera regionale emanata riguarda solo un contributo per l’installazione del ISL su reggio e non che quest’ultimo costa quanto deliberato.Dico questo giusto per non confondere le cose.
    A questo punto mi chiedo,ma é proprio la mancanza di questo strumento per fare il salto di qualità al Tito?
    Si é chiesto il consigliere regionale quanto costa?Crotone per installarlo a speso 2,5 milioni,si é chiesto quanto costa la manutenzione? Si é mai chiesto che forse la parola chiave non é ISL,ma Territorio Infrastrutture etc etc….?
    Ecco di queste due ultime cose si devono interessare i politici. Territorio/Aeroporto a mio parere,vanno accoppiati sullo stesso livello di massima importanza,l’uno é la fortuna dell’altro e viceversa e haimé mi duole dirlo la classifica dei giornali specializzati sul territorio é da ultimi posti.

  24. Non è possibile chiedere conto al politico di quanto ha affermato? Ci faccia vedere il preventivo da 100.000 euro. Ci spieghi come può funzionare viste queste problematiche tecniche. Scrivete alle redazioni dove hanno accolto il suo comunicato.
    Poi chiedete a Raffa della stretta di mano con quelli della rayanair.
    Tutti i politici ormai si sentono liberi di dire quello che vogliono senza paura di essere smentiti

  25. @ Tony:
    Grazie per il complimento, cerco solo di mettere la mia esperienza a disposizione di tutti 🙂
    Di sicuro i 100.000€ non possono che essere un contributo, ma io resto comunque dell’opinione che l’ ILS, oltre alle difficoltà di installazione, non sia essenziale per lo sviluppo del nostro aeroporto.
    Quello che ci manca è proprio quello che hai detto tu, ovvero infrastrutture e organizzazione del territorio…

  26. Come sempre i politici cercano di far credere al popolo bue che stiano facendo l’interesse della comunità, ma il buon proposito (per se medesimo) si scontra con la realtà. Sarebbe bastato andare a sbirciare questo sito dove anni orsono è stato scritto un articolo sul gas strumento molto più utile dell’ala, vista la conformazione orografica in cui insiste il Tito. Ancora, sia lo staff che pilota75 (vado a memoria) hanno sempre detto in passato che era inutile tale strumentazione non solo tecnicamente ma soprattutto per portare le cd lowcost e si faceva l’esempio dell’aeroporto di Forlì dove a fronte dell’ingente spesa sostenuta le lowcost non si sono avvistate nei cieli di quella struttura.
    In fondo il fatto d’essere ultimi ci aiuta quando bisogna adeguare i vari sistemi infrastrutturali potendo scegliere tra le più moderne apparecchiature e strumentazioni varie, basta solo informarsi adeguatamente!!!

  27. Errata corrige
    Gbas al posto di gas
    Ils al posto di ala
    Maledetti correttori automatici…..

  28. @ Philos:
    Come ho scritto sulla mia tesi il sistema GBAS é candidato a sostituire in futuro il sistema ILS. Inoltre sono in fase di sperimentazione sistemi GBAS in grado di supportare avvicinamenti curvilinei. Però per il traffico di REG sono sistemi costosi. Al solito si getta la colpa sull’infrastruttura al fine di giustificare la mancanza di compagnie/passeggeri e di strategie per lo sviluppo.

  29. @ Gabriele_TWR:
    Grazie x le precisazioni,ora è tutto molto più chiaro.
    Un piacere parlare ed imparare con persone come te,basterebbe continuare così per far riavvicinare molte altre persone che si sono allontanate da questo sito..
    Auguri a tutti ,,,,

  30. Esatto… mi riferivo proprio all’avvicinamento curvilineo. Il costo può essere ammortizzato in più anni e se le cose andassero bene si potrebbe anche rientrare eventualmente in anticipo. La nota dolente sono l’aerostazione da terzo mondo, e la mancanza di compagnie. In ultimo ma fondamentale ed anche questo è stato scritto più volte, il turista non si può accontentare di pizza e gelato…. ma vuole servizi funzionanti. Anche questo è stato ampiamente scritto e dibattuto sul sito pur con i relativi distinguo. E questo per onor di cronaca.
    È anche vero che la concorrenza è distorta in quanto molte compagnie preferiscono Lamezia non per la centralità dell’aeroporto ma per le sovvenzioni erogate negli anni e forse tuttora.
    Su Milano ho conteggiato sei voli al giorno ed Alitalia utilizza l’embraer.!
    Certo che su Reggio non sono sostenibili due voli in inverno. Senza questa offerta low cost condizionata anche Reggio potrebbe avere tranquillamente il secondo volo giornaliero.
    Inoltre, l’allora governo regionale di Loiero ha fatto (auto) ricorso contro lo stanziamento di somme in favore della sogas in sede europea qualificate aiuto di stato e che a distanza di anni invece tale tesi si è rilevata infondata ma il treno era passato. Per non ricordare la conferenza di servizi convocata con notevole ritardo. Insomma la strategia politico amministrativa è ondivaga e non delle migliori.
    Auguro a tutti voi dello staff ai commentatori ed al Tito un buon 2016!

  31. @ Roberto Sartiano (Fondatore di AeroportoRC.com):

    Bravo Roberto, continua con i tuoi commenti costruttivi e appropriati.
    Seguo ancora questo forum anche se non sono più intervenuto.

    Colgo l’occasione per augurare a te, a chi partecipa su questo forum e anche a chi non lo fa piu` a Happy New year and a prosperous 2016.

    rgds
    Gabs

  32. @ Roberto Sartiano (Fondatore di AeroportoRC.com):
    Una sola domanda.
    Questa é una pagina per una elite di tecnici o tratta di argomenti di comune interesse per il cittadino?
    Nel primo caso, levo il disturbo. Se invece é aperta a contributi COSTRUTTIVI allora mi sia permesso di esprimere una personale opinione che può non essere attinente al tema elitario qui trattato ma quantomeno esprime il desiderio che, al di la di disquisizioni tecniche a me ignote, il Vostro apporto faccia crescere questo aeroporto con azioni concrete e di denunzia, comprensibili a noi poveri ignoranti.

  33. @ Claudio:
    Fin dalla nascita abbiamo scelto di non usare un linguaggio strettamente tecnico proprio perché è nostra intenzione abbracciare ed avvicinare quante più persone possibili al fantastico mondo dell’aviazione. Naturalmente dove non ne possiamo fare a meno entriamo nel tecnico, ma quando lo facciamo cerchiamo sempre di spiegare con parole semplici un qualcosa di complesso. Ci rendiamo benissimo conto che spesso e volentieri non veniamo capiti e purtroppo attaccati, ma va bene, risponderemo a tono per far valere le nostre ragioni.
    Ciò detto, abbiamo preso atto della tua osservazione fatta nei giorni scorsi ed abbiamo risposto che non la condividiamo, ma la rispettiamo. Quando il rispetto è reciproco, pur avendo idee diverse, la discussione può procedere serenamente.

  34. @ Claudio:
    Sentiamo il tuo commento COSTRUTTIVO. Finora hai solo denigrato l’opera di un gruppo di appassionati. Sentiamo la tua ricetta e cortesemente risparmiaci milioni di euro da buttare per fare arrivare ryanair.
    tu, piuttosto, quante decine di voli hai fatto da reggio nel 2015? Un primo modo per contribuire è volarci.

  35. @ Claudio:
    Infatti a mio avviso, la nota dello staff a questo articolo è un commento MOLTO costruttivo, perché fa capire di più a chi ha poca conoscenza delle varie strumentazioni e di argomenti più tecnici. In poche parole, Roberto ha smascherato una “supercavolata” del politico di turno, quindi lo ritengo molto costruttivo 😉
    Chiedo scusa se sono stato troppo tecnico, cerco sempre di esprimere concetti nella maniera più comprensibile possibile, se non ti è chiaro qualcosa chiedi pure 🙂
    Saluti e buon anno!!

  36. @ Pilota75:
    In passato ti avevo invitato a presentarti con nome e cognome e avevo preannunciato a roberto in pvt che non gradisco la tua presupponenza e arroganza nei miei confronti . Pertanto ti invito ancora una volta ad ignorarmi e a fare lo spiritoso altrove. Due sberle non le nego a nessuno…sempre se riuscirai a uscire dal tuo pomposo Pilota75 e a comportarti da uomo

  37. @ Pilota75:
    Giusto per non lasciare la tua curiosità insoddisfatta, viaggio abbastanza frequentemente da reg per lin. E ho pure fatto atterrare un aereoambulanza privata per consentire a mio padre di morire a casa. Ti basta o vuoi che compri pure delle azioni sogas?

  38. @ Claudio:
    Se vuoi comprare le azioni sogas ci sono sul mercato quelle della provincia di messina.
    Alla fine, oltre a minacciare, offendere me e chi ti permette di scrivere le tue cretinate, vuoi scrivere questo intervento COSTRUTTIVO che risolverà i problemi dell’aeroporto?

    Mi sa che a Reggio abbiamo tutti sti geni inespressi, prima avevamo Branson nascosto tra noi che finalmente ci ha dato la possibilità di uscire dall’isolamento e portarci la luce (pardon la nebbia) di bergamo, torino, stoccarda e udite udite mostar .
    Ora abbiamo te che finalmente spiegherai a tutti come si gestisce un aeroporto.
    Siamo tutt’orecchi.

  39. @ Pilota75:
    Sei talmente pieno di te che non hai neppure capito il mio post.
    Fattelo spiegare da Roberto che con molto rispetto – reciproco – ha dialogato e dialoga con i non addetti ai lavori come me.
    Resto sempre in attesa di incontrarti de visu per spiegarti come ci si comporta tra persone. Detto questo, ti rinnovo l’invito (invito, ancora per poco) a ignorarmi.

  40. @ Claudio:
    Hai chiesto di poter fare un intervento COSTRUTTIVO da non addetto ai lavori.
    Lo hai scritto tu questo, giusto?
    “Se invece é aperta a contributi COSTRUTTIVI allora mi sia permesso di esprimere una personale opinione che può non essere attinente al tema elitario qui trattato ma quantomeno esprime il desiderio che, al di la di disquisizioni tecniche a me ignote, il Vostro apporto faccia crescere questo aeroporto con azioni concrete e di denunzia, comprensibili a noi poveri ignoranti.”

    Ti è concesso fare l’intervento.
    ci vuoi dire o no? grazie

  41. @ Pilota75:
    Ma perché non mi permetti di prenderti a schiaffi?
    Chiedi a Roberto visto che non sei in grado né di leggere ciò che non é opera della tua mente di piccolo aeromodellista né di scorrere i commenti precedenti.
    Non credo che interverró più su questa pagina di Unti dal Signore dell’Aviazione ma se dovessi ancora leggere offese gratuite non ti basterà venderti i tuoi giocattoli per pagarmi i danni.

  42. @ Claudio:
    Aspetta che mi riprendo dalle risate…AHAHAHA

  43. @ Pilota75:
    @ Claudio:
    E’ evidente che siete incompatibili l’uno con l’altro. Fate cosa buona e giusta se continuate ad ignorarvi reciprocamente. Grazie.

  44. @ Roberto Sartiano (Fondatore di AeroportoRC.com):
    Lo stavo già facendo…ahahahah

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Note legali: secondo la normativa vigente ogni utente si assume la responsabilità di ciò che scrive nei commenti. Per richiedere la rimozione di un commento contattare lo Staff attraverso la pagina Contatti.