La disavventura di un passeggero di MetroMare

Riceviamo e pubblichiamo:

Ordinaria follia o altro?

Viaggio con cadenza quasi settimanale tra Messina dove abito e Milano dove lavoro.

Abitualmente sono costretto a partire da Catania sia per l’economicità dei voli che per l’ampia scelta di orari.

A volte riesco a volare su Reggio Calabria che per noi messinesi è sicuramente più comodo a patto poi di poter arrivare in aeroporto o viceversa raggiungere Messina.

Avevo programmato per il 15/11/2010 il volo Reggio Calabria-Milano delle 06,15 e mi sono quindi alzato alle ore 03,00 per prendere l’aliscafo delle 04,45.

Alle 04,23 ( stampigliatura sul biglietto) pago i 9 euro per la tratta Messina-Aeroporto Reggio Calabria e prendo posto sull’aliscafo.

Il mare è una tavola, l’equipaggio è al completo, arriva il comandante e si avviano i motori.

Non partiamo subito, suppongo per i controlli di rito, sono l’unico passeggero e mi appisolo per recuperare un po di stanchezza.

Di fatto non mi addormento, sono in dormiveglia passa un po di tempo e sento l’aliscafo in navigazione, ne passa ancora e mi accorgo che stiamo decelerando, quindi presumendo l’arrivo apro gli occhi, mi alzo, mi affaccio ad un finestrino e vedo……. una diga foranea!

Mi rendo conto che siamo al porto di Reggio Calabria e non all’aeroporto, comincio a chiedere spiegazioni ma i marinai non mi degnano di risposte e “corrono” fuori per la manovra di attracco.

Sono le 06,05 realizzo che ho perso il volo, vorrei spiegazioni ma nessuno risponde, mentre salgo sulla passerella il comandante dall’alto della cabina mi dice “si sbrighi che la stanno aspettando” non chiedo oltre e corro verso un piccolo pulman della ditta Federico che aspetta alla fine della banchina, nel tragitto incrocio due/tre persone che si stanno imbarcando sull’aliscafo.
Verifico successivamente che non esiste a quell’ora un aliscafo Reggio-Messina, chi erano quelle persone, amici del comandante che ha cambiato rotta per fare una cortesia?

Salgo sul pulmino e l’autista parte subito, non facciamo in tempo ad uscire dal porto che il suo telefono squilla e gli sento dire “Buongiorno comandante, si, si, va bene, faccio quello che posso”, l’autista sa come me che non c’è più tempo per prendere l’aereo e comincia a parlare:

“Era il comandante dell’aliscafo che mi chiedeva di fare il possibile per farle prendere l’aereo, ma io come faccio, mica posso volare, i nostri mezzi hanno i limitatori di velocità. Fanno sempre così arrivano al porto anziché all’aeroporto e poi chiedono a noi di fare i miracoli, ma io non posso rischiare la mia vita e quella dei passeggeri”.

Ho i battiti cardiaci a non so quanto, sto impazzendo mi sembra tutto un sogno non è possibile che sto perdendo il volo senza apparentemente nessun motivo.

Il povero autista fa del suo meglio arriviamo in aeroporto alle 06,25 corro a check-in e nonostante il tentativo del personale Alitalia non c’è niente da fare l’aereo si sta già muovendo.

Sto per sentirmi male, ancora non riesco a capire come tutto questo sia successo, parlo con il responsabile Alitalia  il  successivo volo per Roma da cui poi raggiungere Milano è pieno, riesce solo a trovarmi un posto sul volo delle 13,00 dovrò rimanere quasi sette ore in aeroporto.

Vorrei tornare a casa, ricordo che in coincidenza per il volo delle 13,00 c’è un aliscafo alle 11,30 da Messina, ma ricordo anche che tre settimane prima avevo preso l’aliscafo delle 11,30 ed anche in quel caso non ero arrivato in aeroporto ma al porto di Reggio, ero ugualmente arrivato in ritardo, ma riuscii ad imbarcarmi grazie al solo bagaglio a mano, meglio restare in aeroporto.

Coincidenze?

Comincio a pensare, ho sette ore per farlo, che utilità ha Metromare nel pubblicizzare degli orari e delle rotte che poi non rispetta?

Scopro parlando un po con tutti in aeroporto che il fatto è notorio ma nessuno si interessa.

La gara vinta dal consorzio Metromare prevede, a fronte di un importante contributo pubblico, l’espletamento di un determinato servizio, è evidente che il sistematico cambio di rotta porti dei notevoli vantaggi economici al consorzio, a scapito dell’utente, in quanto il risparmio di carburante si aggira attorno al 30%, mi chiedo se tale comportamento sia legittimo o non siano ipotizzabili una serie di reati.

Lo Stretto di Messina è uno degli specchi d’acqua più monitorati al mondo, volendo sarebbe facile rilevare quando e quante volte le rotte non sono state rispettate.

Vorrei inoltre porre l’attenzione anche sui danni derivati da certe condotte, come tutti sanno L’Aeroporto dello Stretto (ironia anche nel nome) è agonizzante, meritoriamente inserito nella lista degli scali da chiudere, qualcuno si è mai occupato di che fine faranno i lavoratori e l’indotto dello scalo? Da quello che ho sentito non importa niente a nessuno benché meno alla Sogas, se parli della Sogas a Reggio la risposta è “finché la barca và……”

Altro fatto ironico è che mentre sono lì parcheggiato contro la mia volontà leggo sulla Gazzetta del Sud un articolo proprio sul collegamento Messina-Aeroporto e mi tornano le palpitazioni ed il voltastomaco.

Mi sono sentito come Viktor Navorski (Tom Hanks) nel film The Terminal, sette ore in un aeroporto solo che lui era al John Fitzgerald Kennedy ed io al Tito Minniti, tutto in proporzione.

Non si può capire lo stato d’animo in queste situazioni se non le si vive.

Una nota particolare a quel signore che dall’alto della cabina di pilotaggio mi ha detto “si sbrighi che la stanno aspettando”, lei ha acquisito una patente nautica e un’abilitazione alla guida di questi mezzi, ma per me non ha titolo per chiamarsi Capitano, il Capitano si prende cura ed ha la responsabilità dei passeggeri, lei non ha avuto nei miei confronti ne cura ne responsabilità sbarcandomi in una condizione in cui già sapeva che avrei avuto dei danni, sarebbe stato più onesto avvisarmi per tempo, lei è stato disonesto con me ed INDEGNO del titolo di cui si fregia.

Nonostante tutto, non posso e non voglio pensare che si debba vivere così!

Gaetano Silvestro

—————————————————————————————————

Per maggiori informazioni visita il Forum alla pagina: http://www.aeroporticalabria.com/forum/viewtopic.php?f=18&t=10


Condividi!

Prenota online e risparmia!
BookingEuropcarExpediaFlixBusLufthansaMeridianaMomondoRentalcarsSkyscannerTerravisionTrainlineTripAdvisorTrivagoVolotea

19 commenti

  1. che schifo! come possiamo pensare di crescere con situazioni del genere e sopratutto con l’indifferenza di chi dovrebbe controllare!!!

  2. SENZA PAROLE……..
    MA DOVE SONO LE ISTITUZIONI…..
    SCOPELLITI DOVE SEI

  3. Se tutto questo è vero (e non c’è ragione per dubitare), si deve sporgere regolare denuncia. Sarà facile identificare il “comandante” e fargli passare la voglia di agire in quel modo. Oltre al biglietto, servirà il bollettino del mare di quel giorno per sostanziare la querela. La Sogas e i Comuni di Reggio e Messina dovrebbero poi costituirsi parte civile, ma questa è fantascienza.

  4. Sto pezz di mer è da denunciare alla grande.

  5. Giacomo M. da Reggio

    continuo a ripetere che per i messinesi è + economico e sicuro l’aeroporto di catania. fare gli eroi per cosa? per salvare un aeroporto inutile che serve solo ai politici e ai loro amici? ma fatemi il favore. messinesi a catania e reggini a lamezia. forza. inutile perdere tempo con i carrialande. io domani parto da lamezia per orio al serio, me ne frego altamente del tito minniti e di reggio.

  6. Giacomo M. da Reggio

    ma poi scusate, messina – aeroporto di reggio con l’aliscafo quasi un’ora???
    copio incollo dall orario metromare:

    PARTENZA MESSINA ————-04:45
    ARRIVO REGGIO AEROPORTO ——05:40

    55 MINUTI PER PERCORRERE 13 km di mare??? ma com’è possibile???? ma forse usano le bidirezionali dismesse della Caronte& Tourist?????

    ma scusami, caro amico messinese: MA PURU TU TE LA SEI CERCATA…. stai a un’ora e mezza da catania, dove solo di mattina ci sono decine di voli economici per milano…
    ti sei alzato alle 3 per imbarcarti in un’avventura del genere magari pagando anche un biglietto alitalia carissimo, sapendo oltretutto che a reggio i voli per milano sono solo 2 al giorno…
    boh, io non ti capisco…

  7. Caro Sg. Gaetano,mi dispiace tanto per questa tua brutta avventura,ma credimi,secondo me hai commesso 2 errori:
    il primo, é che dovevi denunciare tutto alla polizia aeroportuale! Per quanto riguarda il secondo, beh….ci arrivi da solo a capirlo…
    saluti

  8. E’ scandaloso quello che e’ successo. Spero che questa segnalazione venga fatta a qualche associazione consumatori e che possa portare a una denuncia all’autorita’ giudiziaria.

  9. In condizioni di poca luce (mattina presto, sera tardi) gli Aliscafi non possono aprire le ali e viaggiano quindi lentamente. Ecco perche impiegano più dei normali 35 minuti.
    Inoltre quando vi è Scirocco non è possibile effettuare l’attracco al Pontile perche il mare si è ritirato e non c’è abbastanza fondale.

  10. e quindi l’utilità del servizio metromare da messina all’aeroporto non c è +, perchè credo che per i messinesi il collegamento messina-aeroporto sarebbe prezioso proprio negli orari in cui non ci sono + collegamenti bus tra messina e catania, cioè la mattina presto e la sera dopo le 20.
    allora a sto punto o non usano gli aliscafi e usano invece le motonavi bluvia oppure lasciano proprio perdere, non ha assolutamente senso impiegarci 1 ORA da messina a reggio! forse neanche la vecchia Edra, la bagnarola che veniva usata fino agli anni 90 tra reggio e messina, ci impiegava così tanto !
    comunque metromare è uno scandalo, soprattutto alla luce del fatto che sto schifo di servizio è finanziato con soldi della collettività. vergogna per il ministro e per tutti qui politici calabresi e siciliani che non prendono provvedimenti per porre fine a questo spreco di denaro pubblico !

  11. caro amico messinese, ti chiedo scusa a nome di coloro i quali dovevano tutelarti,fornendoti un servizio decente,e invece hanno pensato solo a loro stessi, scaricando le patate bollenti ad altri (come accade spesso).Come hanno detto altri utenti, forse è meglio partire da Catania,che ti crea meno problemi in fatto di collegamenti,anche se la distanza è maggiore. non so chi abbia messo a punto gli orari di questa Metromare,ma, come ho detto in un precedente post,sicuramente noi ragazzi sapremmo gestire molto,ma molto meglio il nostro aeroporto,anzichè pagare gente che sciupa i nostri soldi.
    Ti suggerisco anch’io,come ha fatto qualcuno,di denunciare l’accaduto; non so quanto si possa ottenere, ma che almeno si sappia in giro che questa Metromare è davvero “un buco nell’acqua”.

  12. Ragazzi, il problema non è tanto Metromare, quanto la Ustica Lines, questi fanno sempre quello che vogliono, trattano i clienti come animali, e non danno conto a nessuno del loro operato, e ve lo dico io che ho usato qualche volta il servizio Ustica da Reggio per le Eolie.
    Anche se minacci denunce alle forze dell’ordine questi se ne fregano altamente, evidentemente sono belli potenti !
    Per questo ribadisco che era meglio tenersi la vecchia Bluvia, lo avete visto che Metromare va avanti per la sua strada e non da conto a nessuno del suo operato, e se ne infischia altamente degli orari sballati, delle lamentele dei pendolari, etc etc.
    Oltretutto, fanno pagare agli allocchi messinesi che usano il collegamento per l’aeroporto 9 euro, quando la tratta è appena 3 km + lunga di quella per il porto di Rc…in pratica Metromare da Messina porto a Reggio porto ( 10 km ) si fa pagare 3, 50 ( già troppo ), mentre per 3-4 km in + se ne fa pagare quasi il triplo….
    Ma dico: ma la gente allora vuole proprio farsi prendere in giro alla grande?
    Allora, visto che i nostri politici non ci tutelano, e che sono sicuro nessuna delle vittime del comportamento strafottente di Metromare sporgerà denuncia, perchè comunque sempre a Reggio e Messina siamo, tanto vale boicottare il servizio.
    Stop.
    Io alle Eolie non ci vado + con Ustica, perchè offrono un servizio pessimo ( una volta s’è rotto un motore, la sera vanno piano, e cazzi e mazzi… tutti iddi l’hannu i problemi ) e vado via Milazzo con Siremar. Ci metto di +, ma preferisco piuttosto che dare i miei soldi a sti carrialande!

  13. Grazie Gaetano della tua importante testimonianza. Almeno adesso sappiamo 2 cose:

    1)che “Reggio Calabria per noi messinesi è sicuramente più comodo a patto poi di poter arrivare in aeroporto o viceversa raggiungere Messina”
    2)il motvo per cui pochissimi messinesi usano il servizio (anche se chiamarlo sevizio è un pò troppo).

  14. solidarietà all’amico messinese non a giacomo da reggio che va a suf quando ha un’ottima compagnia per andare a bergamo dal tito. C’è anche del buono al tito come chi lavora in apt. La testimonianza serve invece a capire che il tito è l’apt naturale dei messinesi, basta mettere questi ultimi in condizioni di servirsene (e non è poi così difficile). P.S. mi sembra che in alcune affermazioni sul tito ci siano dei motivi personali che esulano i contenuti di questi forum

  15. Io credo che i motivi personali per cui molta gente di Reggio odia il nostro aeroporto siano riconducibili ad un solo problema: i prezzi.
    E’ frustrante per la maggior parte della gente che non può permettersi certe tariffe avere un aeroporto in città e non poterne usufruire, e dover affrontare disagi per andare a Lamezia e Catania.
    Non credo ci sia altro. A nessun reggino credo faccia piacere avere un’ infrastruttura cos’ importante nel proprio territorio comunale così pesantemente penalizzata dalle tariffe.

  16. Sono veramente amareggiata 🙁 Ma è mai possibile che nn si riesce a fare le cose x bene?!?!? Il Capitano dell’aliscafo dovrebbe essere rimosso dalli’inacrico!!! O almeno sospeso! VERGOGNA!!!Abbaso tutti quelli del consorzio Metromare, mandiamoli a mare, quale migliore occasione!
    Ma è così difficile risolvere i problemi: catamarano nelle ore di buio,(e non so se ha anche la possibilità di attraccare con lo scirocco, Myers dimmi tu!) ck-in a Messina per guadagnare tempo a RC e imbarcarsi direttamente.
    Se volete che il messinese prenda l’aereo da REG dovete offrire un ottimo servizio (orari e puntualità) e a prezzi modici! 9 euro più 3 euro a bagaglio, ma sono pazzi!!! E poi nn ti portono neanche a destinazione!!!

  17. Cara Gandalf non so se il catamarano è strutturato diversamente da un Aliscafo.
    Ti posso dire che domani pubblicheremo un interessante proposta sul collegamento con Messina.

  18. CONTINUO A RIPETERE.METROMARE FATTA IN QUESTO MODO E’ SOLO SPRECO DI DENARO PUBBLICO.
    SECONDO ME SI SPENDEREBBE DI MENO, FACENDO UNO SCALO AL PORTO E DA LI CON UN PULMINO ANDARE IN AEROPORTO.

  19. secondo mè qui cè qualcosa che non torna, chi erano i tre passeggeri che predevano laliscafo?
    perchè la ditta federico non si è fatta pagare la corsa?

    e perche il comandante ha il numero dell’autista?
    mi spic veramente per il sognore di messina, spero he sporga denucia , e he icomuni di reggio e messina insieme a sogas chiedano pure loro i danni a metromare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Note legali: secondo la normativa vigente ogni utente si assume la responsabilità di ciò che scrive nei commenti. Per richiedere la rimozione di un commento contattare lo Staff attraverso la pagina Contatti.