Messina-Minniti: Metromare non lascia, raddoppia

Riporto da GazzettaDelSud.it:

Riccardo D’Andrea
La Metromare corregge il tiro sul futuro del tanto discusso servizio tra la città dello Stretto e l’aeroporto Tito Minniti. E lo fa attraverso il suo sito internet: «Si comunica che a partire dall’11 aprile 2011 il collegamento da e per l’aeroporto di Reggio Calabria non sarà più effettuato, ma sarà incrementato il numero di corse in partenza da Messina. Il servizio shuttle verrà assicurato da Sogas». La news si differenzia da quella pubblicata avant’ieri, in cui non c’era alcun riferimento al potenziamento della tratta. Una decina di giorni, quindi, e l’annunciata rimodulazione potrà partire. La speranza, a questo punto, è che la montagna non partorisca un topolino. Anche se presto si saprà se la soluzione, per la quale il presidente della Provincia di Messina, Nanni Ricevuto, si è battuto in prima persona, sarà vincente. Tra sette giorni è programma una conferenza stampa, a Palazzo dei leoni, in cui verranno illustrati i contenuti della nuova offerta. Ufficialmente, passerà agli archivi il collegamento diretto tra il porto peloritano e l’aerostazione reggina (complici le difficoltà di attracco al pontile di Ravagnese). Che continuerà ad essere garantito dai mezzi veloci di Ustica Lines e Rfi fino alla sponda calabrese. Toccherà poi ai bus messi sul piatto dalla Sogas assicurare la parte restante del viaggio.
La prima novità saranno le coincidenze tra gli orari degli aerei in arrivo e in partenza dal Tito Minniti, del servizio gommato e di quello marittimo. Come spiegato dal primo inquilino di Palazzo dei leoni, dall’11 aprile su questa tratta sono previste 15 corse, 7-8 delle quali perfettamente “tarate” sui voli. La prima partirà alle 5 dalla città dello Stretto. L’ultima alle 23.55 da Reggio Calabria. Catamarano, monocarena o aliscafo che sia, attenderà al molo i passeggeri sbarcati dagli aeromobili provenienti in tarda serata da Roma e Milano. Quindi si accenderanno i motori per una nuova corsa verso la porta della Sicilia. Seconda “new entry”, il mantenimento dei collegamenti (con piccole variazioni di orario) anche nel weekend. Non si tocca, comunque, l’ultima corsa poco prima della Mezzanotte da Reggio. In via di definizione, inoltre, l’accordo con altre compagnie low cost. Altro passaggio fondamentale per catturare l’utenza messinese, facendole preferire l’infrastruttura aeroportuale calabrese allo scalo catanese di Fontanarossa è, infatti, l’abbassamento delle tariffe.
Intanto, dal 18 febbraio scorso, giorno in cui le unità navali del Consorzio Metromare possono attraccare nella prima invasatura del porto di Villa San Giovanni, a pochi passi dalla stazione ferroviaria (prima il pontile era ubicato in una posizione tanto scomoda quanto lontana), il numero dei passeggeri su questa linea è raddoppiato. Il Consorzio, invece, si attendeva risultati migliori dalla formula, lanciata di recente, che prevede abbonamenti scontati a beneficio dei tanti studenti che ogni giorno attraversano lo Stretto con i mezzi di Rfi e Ustica Lines. E mentre dall’inaugurazione di giugno 2010 ad oggi il Consorzio ha superato il non trascurabile traguardo di un milione di viaggiatori a bordo delle proprie navi, restano deficitari i numeri relativi al collegamento tra Messina e il Tito Minniti. I dati ufficiali parlano di una media che si attesta tra i tre e i quattro passeggeri per ciascuna corsa. La foglia di fico era stata trovata nella mancanza di coordinamento tra i “timetable” delle navi e degli aerei. Dall’11 aprile la musica dovrebbe cambiare, almeno stando alle previsioni di chi (Ente di corso Cavour in testa) scommette ad occhi chiusi sulla buona riuscita dell’operazione. Ma, come sempre, saranno le cifre a stabilire se, effettivamente e non più a parole, l’aeroporto di Reggio Calabria potrà considerarsi anche “di Messina”.

Fonte:

—————————————————————————————————————————

Per maggiori informazioni visita il Forum alla pagina: http://www.aeroporticalabria.com/forum/viewtopic.php?f=18&t=645


Condividi!

Prenota online e risparmia!
AvisBookingBudgetEuropcarExpediaFlixBusMeridianaMomondoRentalcarsSixtSkyscannerTerravisionTrivagoVolotea

2 commenti

  1. Vedremo se è la volta buona che il Minniti decolli definitivamente con altre nuove rotte durature nel tempo e che evitino il cambio a Roma nell’interesse dell’Alitalia.
    E’ possibile che non si capisce che Alitalia non crea altri collegamenti con il nord perchè trova più interesse ad obbligare i reggini ad effettuare un cambio a Roma? Ed è possibile che i reggini non capiscano ed accettano passivamente questa imposizione?
    Boicottiamo il cambio a Roma per che deve raggiungere altre destinazioni non utilizzando più Alitalia ed allora vedrete che ci sarà un cambio di tendenza da parte della compagnia di bandiera.W Trawelfly ed Air Malta.
    Come mai su Venezia Alitalia a messo un diretto senza scalo a Roma? Forse perchè ha notato che un’altra compagnia si è proposta e continua a volare da Venezia a Reggio? SVEGLIATEVI REGGINI…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Note legali: secondo la normativa vigente ogni utente si assume la responsabilità di ciò che scrive nei commenti. Per richiedere la rimozione di un commento contattare lo Staff attraverso la pagina Contatti.