MetroMare, domani decide il Consiglio di Stato

 

Riporto da ReggioTV.it:

Reggio Calabria. Metropolitana del mare, ecco le 24 ore più lunghe…

E’ attesa per domani l’udienza della quarta sezione del Consiglio di Stato – il giudice amministrativo di secondo grado – che dovrà pronunciarsi sull’appalto da 29 milioni di euro per l’attraversamento veloce dello Stretto. La gara, il 6 novembre 2008, aveva premiato il Consorzio Metromare (frutto della joint venture tra Ustica Lines e Rfi, azienda del gruppo Ferrovie dello Stato).

Il consorzio aveva prevalso sia per i profili tecnici che per l’offerta economica. Ma nell’aprile successivo il Tar del Lazio aveva accolto il ricorso avanzato dalla Snav, annullando quindi l’aggiudicazione a Metromare.

Verdetto di primo grado impugnato dall’organismo consortile come dal Ministero dei Trasporti.

Ora, tutte le parti in causa hanno chiesto concordemente e ottenuto che il Consiglio di Stato mettesse insieme tutti i ricorsi, per poterli trattare unitariamente e sciogliere l’ormai annoso nodo che attiene al servizio circolare di trasporto marittimo veloce tra Messina, Reggio e Villa San Giovanni, la cui attivazione (in origine) era prevista per il primo gennaio di quest’anno, inizialmente per un triennio sperimentale, rinnovabile su richiesta ministeriale.

In conferenza stampa, lo stesso comandante Giuseppe Massa (amministratore delegato del consorzio) aveva spiegato i tratti distintivi dell’offerta: 5 mezzi veloci (da almeno 250 passeggeri ciascuno) avrebbero effettuato un servizio marittimo circolare orario da 30 miglia (Messina Porto-Villa San Giovanni-porto di Reggio) che come seconda tappa avrebbe incluso anche Messina Papardo appena pronto il pontile di collegamento; un servizio circolare antiorario (22 miglia); un servizio di rinforzo (col collegamento diretto tra i 2 capoluoghi di provincia e tra porto di Messina e Aeroporto dello Stretto) e un mezzo veloce di riserva (cui lo stesso Consorzio ha aggiunto un’ulteriore nave veloce, la sesta, per eventuali necessità).

Alla fine, 2 navi veloci le avrebbe messe a disposizione Rfi (Selinunte Jet e Tindari Jet), 3 (Acquarius, Federica M. e Ferdinando M., più quella di riserva) Ustica Lines.

Stando allo schema di servizio approntato, 20 corse giornaliere per il servizio orario, 24 per quello antiorario, 16 per il servizio Reggio-Messina (weekend escluso) e 8 per il servizio diretto Aeroporto.

E già s’erano levate le lamentele per gli orari (con ampia scopertura, in particolare dopo le 20) e soprattutto per le tariffe: un abbonamento per la tratta Reggio-Messina sarebbe destinato a costare 120 euro al mese, al di là dei 5 milioni di euro già previsti dal ministero per ritoccare le tariffe verso il basso.
[] Mario Meliadò

Fonte: http://www.reggiotv.it/news.php?id=11720

Per maggiori informazioni visita il Forum alla pagina: http://www.aeroporticalabria.com/forum/viewtopic.php?f=18&t=310


Condividi!

Prenota online e risparmia!
AvisBookingBudgetEuropcarExpediaFlixBusMeridianaMomondoRentalcarsSkyscannerTerravisionTripAdvisorTrivagoVolotea

Un commento

  1. buongiorno a tutti, speriamo che finalmente questo scempio
    finisce presto e che ci siano collegamenti veloci e soprattutto con una buona frquenza tra aeroporto e messina, che ritengo importantissimo per lo sviluppo del nostro aeroporto. dateci notizie.
    saluti dalla francia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Note legali: secondo la normativa vigente ogni utente si assume la responsabilità di ciò che scrive nei commenti. Per richiedere la rimozione di un commento contattare lo Staff attraverso la pagina Contatti.