MetroMare: Ennesimo dirottamento al Porto

Riporto da TrasportiSulloStretto.it:

Racconti di viaggio. Metromare: diretto all’aeroporto ma “dirottato” sul porto di Reggio

Riceviamo e pubblichiamo il raccono di un utente diretto con la Metromare all’aeroporto “Tito Minniti” di Reggio e poi, ancora una volta, “dirottato” sul porto reggino.

“L’orario di partenza dell’aliscafo era previsto alle 4:45, il mio volo alle 06:15. Mi presento in biglietteria a Messina alle 4:20 circa e subito il bigliettaio mi dice che ‘con questo mare l’aliscafo non può attraccare all’aeroporto ma al porto’, mi assicura che lì c’è la navetta ma non mi può assicurare che riuscirò a prendere il volo. Per la cronaca il mare era calmo, ed infatti nessun problema c’è stato durante la traversata. Siamo partiti in ritardo di circa 5 minuti, penso semplicemente per la strafottenza di quei quattro marinai, o come cavolo si chiamano, che c’erano a bordo. L’aliscafo sembrava del dopoguerra, ma visto uno così vecchio. Per tutta la traversata ho avuto il timore di perdere l’aereo, ma per fortuna alle 5:30 circa siamo arrivati al porto.

Qui in effetti ci aspettava la navetta. Mi sono rivolto all’autista, un ragazzo, dicendo che avevo il volo in meno di 45 minuti. Lui mi ha assicurato che ce l’avremmo fatta (‘volava’ letteralmente in autostrada) e poi abbiamo scambiato due parole sul fatto che l’aliscafo venga spesso ‘dirottato’ al porto per il mare mosso, o meglio con la scusa del mare mosso.

Alla fine ho presto l’aereo, l’importante è questo, ma la sensazione è quella di un servizio fantasma su cui non c’è assolutamente da fare affidamento, organizzato male, gestito peggio fra l’incompetenza e la strafottenza. Non ne usufruirò nemmeno se il volo costa, come in questo raro caso, molto meno rispetto Catania. Nulla di nuovo insomma, ma se prima erano parole che potevano anche essere considerate in quanto tali, ora ho avuto dai fatti la conferma”.

Fonte:

—————————————————————————————————

Per maggiori informazioni visita il Forum alla pagina: http://www.aeroporticalabria.com/forum/viewtopic.php?f=18&t=10


Condividi!

Prenota online e risparmia!
BookingEuropcarExpediaFlixBusLufthansaMeridianaMomondoRentalcarsSkyscannerTerravisionTrainlineTripAdvisorTrivagoVolotea

42 commenti

  1. senza parole 🙁

  2. che delusione

  3. le solite porcate all’italiana!tipo che uno non se ne accorge che il mare è una tavola!per curiosità quanti erano i passeggeri a bordo dell’aliscafo?

  4. Dal contenuto dell’articolo traspare che gli equipaggi operino in malafede . A nessuno sfiora il dubbio che anche in condizioni meteomarine poco avverse il pontile sia non agibile? C’è qualcuno che possa dimostrare la perfetta agibilità del pontile ? La durata della traversata nei periodi di oscurità quant’è ? 40 minuti per arrivare al porto non sono un po troppi? Forse l’aliscafo ha scontato la imposta ridotta velocità durante i periodi buio ?

  5. Siamo sulla soglia del sabotaggio.

  6. ce la stanno mettendu tutta , vogliono boicottare l’aeroporto , bisognerebbe denunciare il capitano del carrettono ( aliscafo)

  7. Ma quando finirà questa pagliacciata della metro mare? Solo soldi dei contribuenti buttati al vento…..anzi in mare!

  8. a Reggio si usa tutto tranne la logica: abbiamo un porto che ha sufficienti collegamenti con messina: usiamolo, senza costruire cose inutili, fatte tra l’altro male come il pontile.
    il collegamento rc-me porto a porto è + veloce, + economico e + frequente, che senso ha ancora usare metromare per l’aeroporto? è da stupidi. mi spiace per gli amici messinesi, pochi a dire il vero, che si ostinano ancora a pagare ben 9 euro per questo schifo di servizio.

  9. io l’ho usato due volte da reggio a messina e vi assicuro che è comodo arrivare a casa dopo circa un’ora dall’atterraggio dell’aereo invece di caricarsi la valigia sul bus, scaricarla al porto, aspettare 20-30 min, caricarsi la valigia sull’aliscafo e farsi la traversata… il problema è spingere perchè il servizio sia fatto con professionalità!
    p.s. due mesi fa eravamo sull’aliscafo in 2, dieci giorni fa in 9… forse comincia ad ingranare… speriamo!

  10. emilio , molti a reggio sono autolesionisti , pensano che l’eroporto sia solo della loro città, ti basta leggere quello che ha scritto piotta e masino, spero che da nove passino almeno a 15 o 30 i passeggeri, perchè sia messina che reggio non possono permettersi da perdere uninfrastuttura nevralgica per il loro futuro, quali il tito minniti.

  11. Metromare un Successone !

    beh mi sembra un successone se 2 mesi fa sull’aliscafo c’erano solo 2 pax e oggi ben 9…!
    di questo passo per averne almeno 30 o 40 dovremmo aspettare almeno il 2012…

  12. …mi sfugge il problema… ma voi di reggio tifate contro questo servizio? a me sembra sicuramente migliorabile, ma non da eliminare!

  13. ma come si fa ad essere a casa dopo un’ora dall’atterraggio ? Tempi di sbarco, ritiro bagagli, carico su pulmann fino a pontile, 45 min di traversata se mare buono e di giorno, sbarco dall’aliscafo ed tragitto fino a casa . Neanche Superman . Aspettavano tutti Te. Certamente servizio utile ma a quali costi? Per funzionare veramente ci vorrebbe un aliscafo x ogni volo. 20 mln di euro l’anno, comunque sia a parte i biglietti, chi li pagherebbe (10 mln per il servizio attuale)?

  14. Nel mio caso: Aereo Alitalia arrivato alle 12:15, aliscafo partito alle 12:55, arrivo a messina alle 13:35… ovvero 1 ora e 20 minuti dopo l’atterraggio. Non conosco gli altri orari con esattezza, ma nel mio caso (per due volte) è andata così. In passato ci mettevo solo un’ora ad arrivare al porto…Per completezza i bagagli te li caricano e li sistemano i “marinai”, per quello che ho potuto vedere io, molto gentili!

  15. emilio, il problema non è che io reggino tifo contro metromare, il problema è che questi si sono fregati soldi pubblici – miei, tuoi, dei reggini, dei messinesi, dei romani e dei milanesi – per fornire un servizio pessimo.
    i soldi li hanno incassati, quindi non hanno nessun interesse a riempire le loro corse, siano esse per villa, messina, aeroporto o reggio.
    in particolar modo, il collegamento messina-aeroporto è un inno allo spreco di benzina, vale la pena anche a soldi incassati, sprecare carburante per portare 2 o 3 passeggeri a corsa? vale la pena spendere 9 euro e impiegare un’ora per compiere un tragitto di neanche 13 km, quando il tragitto messina-reggio porto che è di 9 km si fa in meno di mezzora a soli 3 euro e 50 cents?

    oltretutto con il rischio di essere presi in giro, sapendo di partire per l’aeroporto e approdando invece al porto?

    allora la logica impone che FORSE è + economico e veloce fare Messina-Reggio porto e dal porto prendere una navetta per l’aeroporto.
    siccome sappiamo che sia a Reggio come a Messina, i soldi si buttano nel cesso senza problemi, l’importante è che mangi il compare o l’amico di turno, e allora teniamoci sto bel servizio, tanto l’abbiamo pagato, che ce frega.

    oltretutto, mi chiedo: ma io, se fossi un messinese, ma mi alzerei mai e poi mai alle 4 di mattina per prendere un aliscafo che ci impiega 1 ora e non si sa nemmeno se arrivo a destinazione? col patema d’animo di poter perdere il volo?

    Metromare è un monumento allo spreco di denaro pubblico, ecco cos’è.

    E la Sogas s’è resa complice di tutto questo sprecando ulteriormente soldi PUBBLICI per ristrutturare un pontile il cui giusto destino è quello di fare da piattaforma per i pescatori e niente +.

  16. Che cosa c’entra il pontile con i disservizi di Metromare ? Era giusto provarci: con un collegamento serio sarebbe molto interessante per i cittadini di Messina (e anche x le Eolie, ad es. d’estate con un servizio tipo charter). Ma manca la serietà e la logica aziendale.

  17. Come si vede le notizie bisogna darle correttamente ;
    1) non a casa ma al porto ;
    2) non un’ora ma quasi 1 ora e trenta ;
    3) hai pensato ai poveretti, se ci sono stati, arrivati da Roma alle 10,30 o ancor meglio alle 9,25 ?
    5) con mare mosso o con il buio te li scordi questi tempi .
    4) i tempi si dilaterebbero inevitabilmente nel caso di più utenti ;
    5) i costi di questo spreco ripeto chi li paga ;
    6) all’andata com’é stato il viaggio ?

  18. Le persone che hanno trovato utile il pontile fino ad oggi secondo il mio insignificante punto di vista:

    1) la ditta che lo ha costruito anni e anni fa.
    2) la ditta che l’ha riverniciato un paio di mesi fa
    3) i pescatori di san gregorio

  19. @ Aurelio
    Io non ho dato notizie, ho descritto la mia esperienza!
    1) Per chi parte da Varese arrivare a Messina è come dire “arrivare a casa” ;
    2) ho detto e confermo di averci messo circa un’ora ;
    3) ho detto e confermo che ho descritto la mia esperienza
    5) in qualche modo e da qualche parte bisognerà attraversare lo stretto di notte e col mare mosso ;
    4) intendi dire che in base al numero di passeggeri modificano gli orari? ;
    5) i costi li pagano tutti i contribuenti, che quindi si aspettano servizi, come in tutti gli ambiti della vita sociale ;
    6) ti farò sapere il 10 gennaio

    …potremmo andare a leggere un elenco da Fazio e Saviano…

  20. e’ inutile emilio purtroppo i reggino son così , vogliono risparmire soldi pubblici ,dell’aeroporto dei messinesi se ne fregano , vogliono andare e tornare da milano a 50 euro , perche pensano di esser furbi, non riescono a capire l’utilità di metromare , il ragionamento del reggino firbo è, perche spendere soldi e avere metromare?
    con quei soldi finanzi una compagnia a basso costo e io co pochi soldi vado e vengo quando voglio!
    i messinesi se si risparmia vengono a nuoto!
    il pensiero è più o meno questo, io prego che metromare riesca a partire e far aumentare l’utenza messinese, perche volenti o nolenti il futuro del tito minniti passa dal pontile e da messina , che i 4 furbetti si mettano l’anima in pace.

  21. la tratta messina-aeroporto per me è fondamentale per attirare i nostri amici messinesi,ma si devo migliorare solo ed esclusivamente il servizio. hanno preso i soldi..!!! allora devono fare questa tratta anche senza nessuno a bordo.

  22. aiofb, purtroppo i problemi sono due o meglio ce ne sono tanti ma due sono fondamentali, mi spiego meglio:

    1) Il Pontile evidentemente non è una infrastruttura ancora completa ed al 100% fruibile. Quando vi è scirocco l’Aliscafo non può attraccare. Il mare si è ritirato e l’Aliscafo rischia di toccare il fondale. Il Pontile andrebbe chiuso ed allungato. Fin quì ci siamo? Ma con quali soldi? Ed in quanto tempo?

    2) MetroMare deve offrire le 5 corse in coincidenza con i principali voli compresi Sabato e Domenica. Non è possibile che la corsa per il Porto che sono 10 Km costi 3,50 Euro e che per soli 5 km in più si deve pagare 9 Euro.

    In un articolo noi di AeroportoRC.com avevamo proposto la soluzione più semplice ed immediata. Ovvero nel frattempo che vengano risolti i problemi al Pontile e che la MetroMare aggiusti le coincidenze con i voli, ci si può fare riferimento ai collegamenti che avvengono con maggiore frequenza tra Messina e Porto di Reggio Calabria dove quì ci sarà la navetta per l’Aerostazione.

    Trovi tutto quì:

    http://www.aeroporticalabria.com/infrastrutture-aeroportuali/la-proposta-di-aeroportorc-com-per-il-collegamento-con-messina/

  23. no mi spiace roberto , il pontile va utilizzato ,se va migliorato e allongato va programmato il lavoro , credo sia rimasto troppi anni inutilizato , se reggio crede nel rilancio del proprio aeroporto deve credere anche nel pontile, perchè il turismo e’ alle eolie e nel messinese, quindi il minniti deve offrire un servizio funzionale alle esigenze dell’utenza messinese, reggio garantisce circa quattrocentomila pax e messina altrattanti , quindi se davvero l’area dello stretto vuol dire la sua reggio e messina devono pensare in sinergia, e la metromare diventa fondamentale.
    pio l’articolo scritto da tè lho letto gia a suo tempo, ma non trovo sia una giusta soluzione.

  24. Ma vedi che io sono d’accordo sul fatto che il Pontile venga utilizzato e che sia un tassello fondamentale per lo sviluppo.
    Sto solo dicendo che è necessario che vengano superate le criticità e per fare questo è necessario che venga per il momento chiuso e sistemato a dovere.

    Se la soluzione proposta nell’articolo ritieni che non sia giusta, tu cosa proponi?

    Tenerci un’infrastruttura che funziona a metà non è possibile. Poi se vogliamo questo servizio allora non stupiamoci che viaggiano 5 persone su un Aliscafo.

  25. sono una massa di incapaci dal piu piccolo al piu grande quello che fanno lo fanno per forza in parte la scarsa utenza deriva da una mancanza di affidabilità (tanto lo stipendio arriva lo stesso)

  26. la capacità imprenditoriale di Bova esce fuori anche da queste ” piccole e insignificanti ” cose, il pontile non funziona come dovrebbe? metromare funziona come gli pare e piace a lor signori? bene, se Bova era un manager con una testa così, invece di piangersi perchè il Fato ( metromare ) è avverso, si ingegnava un attimo, e per esempio poteva istituire una navetta da reggio porto a reggio aeroporto in coincidenza con ogni arrivo e partenza di metromare. capisco che istituire un servizio navetta è davvero una cosa dell’altro mondo per la sogas, che invece i soldi per pu**anate ben + costose li trova eccome.

    qui viene fuori l’incapacità di Sogas, dal primo all’ultimo: quando le cose vanno male si piangono addosso invece di trovre soluzioni. Metromare non serve ad un emerito ca**o? Bene, allora vai col bus navetta Porto-Aeroporto, magari alza il telefono e chiama Atam, e si mettono d’accordo sui ricavi. Ci vuole tanto?
    Intanto fai così, poi quando Metromare metterà la testa a posto, allora si vedrà, intanto rendi un servizio UTILE a quei poveri messinesi che per arrivare all aeroporto una volta sbarcati al porto devono aspettare botte i mezzora per vedere arrivare uno schifo di autobus atam che fa linea ordinaria. Il bello è che il collegamento porto-aeroporto già esiste, solo che fanno orari completamente sballati rispetto a metromare, insomma, diciamoci la verità, siamo in mano a gente palesemente INCAPACE o MALANDRINA.
    ci sono arrivato io a questa soluzione, non vedo perchè non ci arriva il DOTTOR Bova che sarà sicuramente laureato ( almeno spero ).

  27. ognuno dei commenti,contiene un lato drammaticamente vero del problema,e ognuno di questi offre spunti di riflessione davvero interessanti. Forse andrò fuori tema,ma ammetto che, leggendo le impressioni di tutti, in particolare per quanto riguarda l’Atam, non posso esimermi dal fare quest’osservazione: se già l’Atam ha l’orticaria,quando si fà notare che le corse urbane normali degli autobus sono poche e hanno tempi d’attesa biblici, vogliamo poi che senta,quando si parla di una semplice navetta dal porto all’aeroporto? Qualcuno giustamente ha fatto notare che il pontile dev’essere migliorato,ma purtroppo nessuno di chi dovrebbe occuparsi di questo, ha indicato i tempi di realizzazione

  28. il pontile per essere usufruibile con ogni condizione meteo, deve essere buttato giù e ricostruito secondo i canoni dell’ingegneria ! quello che vediamo a san gregorio è una struttura creata ” a’ nzurrare ” in fretta e furia, senza tener conto delle leggi che governano il mare, il cielo e la terra.

  29. poi io dico: la carta del pontile è stata già giocata una volta e non ha funzionato, perchè insistere?
    possibile che non ci sono altre idee? idee + economiche e + logiche?

  30. Filippo Campolo

    Vorrei farvi notare che con la stazione marittima adiacente alla stazione di metromare, raggiungere l’aeroporto in navetta ferroviaria vorrebbe dire si e no 5 minuti. Che aspettano a costruire la fermata ferroviaria che serva l’aeroporto.

    al di là di tutto, rfi sta dismettendo la stazione marittima. quindi una navetta non ci sarà mai. e come sarebbe comodo anche solo una navetta che ti porti alla stazione centrale..

  31. Le idee semplici e concrete fanno fatica a decollare…. E’ vero. Se questa benedetta fermata aeroporto delle RFI venisse realizzata, si potrebbe effettuare un collegamento dal porto così come esiste a Fiumicino o in altre realtà altrettanto civili… Ma ci vuole così tanto? Andare a spendere soldi inutili invece di inseguire idee concrete, continua a far gola a molti…

  32. io ancora non capisco perche sul fatto pontile viene crocefisso bova e sogas , io leggendo questo forum ho segiuto le varie fasi della vicenda ,
    prima dovevano utilizzare navette veloci , poi dei catamarani , in fine senza preavviso hanno tilizato degli aliscafi, l’ultimo articolo scritto da un messinese dice che sono aliscafi vecchi e scassati ,
    pio sinceramente io non sono un marinaio , ma non penso che utilizando inbarcazioni vecchie e fatiscenti si possa offrire un servizio adeguato , credo che metromare si prende dei soldini dallo stato e dai biglietti , perchè non opera solo con l’aeroporto , quindi deve dotarsi di mezzi in grado di superare le avverse condizione del mare.

  33. ragazzi, siamo seri:

    fare la fermata ferroviaria aeroporto quando non esiste neanche + il servizio metropolitano rosarno-melito cadenzato?

    siamo in periodo di vacche magre, l’unica compagnia che costa relativamente poco è la Italia, al momento e se dura, non c’è bisogno di creare ex novo cose costose, abbiamo un porto collegato ogni ora con quello di messina, usiamolo!
    la sogas, invece di pagarsi stipendi d’oro, noleggia un ( 1 ) piccolo bus e gli fa fare avanti indietro tra porto e aeroporto, in concomitanza con arrivi e partenze delle navi. ci vuole tanto?
    ah, no vero, vi vuole troppo poco e non potrebbe mangiarci su nessuno, che sciocchezza che ho detto.

  34. la fermata del treno non e’ una sciocchezza servirebbe buona parte della jonica , i soldi se vogliono ci sono , roberto vai a vedere quanti soldi le ferrovia hanno buttata tra bocale e lazzaro e pio impallidisci.

    hanno radoppiato la ferrovia , hanno fatto le opere collaterali strade sottopassi, e per finire siccome cè anche il mare hanno messo die massi frangiflutti in mare ed è pure spuntato un poccolo porticciolo .

  35. Con rammarico continuo a leggere qui di gente che si lamenta e accusa altri senza saper mettere bene 2 congiuntivi!si parla di incapacità, di stipendi, di pareri manageriali di alto borgo!
    Si, siamo proprio reggini!
    Chi scrive di sogas come società dovrebbe informarsi adeguatamente, dovrebbe prendere carte e analizzare il percorso storico economico-finanziario della società!diversamente parleremmo di aria fritta.
    Per quanto riguarda il pontile ritengo ridicolo e quantomeno strumentale attaccare chi adesso è in capo….il pontile è un infrastruttura iniziata da gestioni precedenti e completata circa 1 anno fa !dopo metromare ,chissà forse io caso o forse no, ha giocato fra diatribe varie e consigli di stato a fare giochi burocratici al quanto discutibili!
    Adesso l’infrastruttura completata è utilizzata male, perché?chi offre il servizio?chi inventa questioni di rotte e fantomatiche correnti e mare forte?chi cambia idea su catamarani per poi tornare ad aliscafi vecchi malfunzionanti?
    Bhe’ a me pare che purtroppo non si vuole fare sviluppare l’aeroporto !alla luce dei nuovi voli,più passeggeri,infrastrutture completate mi sembra che le cose stiano molto meglio di 3 anni fa…quanto si facevano falò di soldi pubblici (circa 14 mln)!tutto questo con 0 soldi pero’…
    Sono concorde con chi dice di cacciare tutti se non c’è aiuto e collaborazione di tutti…per qualsiasi motivo (politico..forse) e mettere una sostenuto dall’alto che non abbia problemi per svolgere attività gestionale lottando contro tutti!
    Credo si possa dire tutto tranne accusare quello che c’è adesso che a mio modo di vedere ha fatto più di quanto poteva fare.Tanto lavoro e poche chiacchiere.
    Siamo tutti bravi ad esprimere giudizi gratuiti senza sapere neanche le cose che si sanno scrivendo, ma immagino sarebbe molto più utile per la nostra città parlare stando ai fatti e basta!più onesta intellettuale e meno accuse gratuite…
    Auguri a tutti amici del sito…buon natale

  36. x Maria:
    chi scrive pareri su questo forum sbagliando congiuntivi non è certo pagato per scrivere correttamente in italiano, chi gestisce la Sogas è strapagato per far funzionare bene un’infrastruttura che invece, guarda caso, funziona malissimo.
    Può anche essere che il Dr Bova sappia usare benissimo i congiuntivi, ma dirigere un aeroporto a quanto pare non è cosa sua.
    E poi sempre sta cosa tipica italiana di dare la colpa a chi c’era prima…la Sogas con questo organigramma opera da 2 anni, dobbiamo aspettarne ancora quanti prima di poter avere dei collegamenti decenti a prezzi accessibili non dico con tutta italia, ma almeno con Roma e Milano?
    Invito tutti a rileggere i ” Comunicati Stampa Sogas” sul sito dell’aeroporto dello Stretto e a farsi 4 grasse risate col senno di poi.

  37. cerchiamo come sempre di fare chiarezza. Il pontile è in un ottica di ampliamento dell’offerta agli amici messinesi e delle eolie: l’idea è buona ma è gestita malissimo dalla metromare in quanto utilizza dei mezzi con molte limitazioni per l’attracco e per la navigazione ( non si può pensare di una sopravvivenza dello scalo senza messina). Per attirare utenza e recuperare i reggini che vanno a lamezia ( e questo è l’ostruzionismo di suf: quasi il 30% del loro traffico proviene dalla nostra provincia e se lo riacquistiamo…) vanno portate delle compagnie che facciano tariffe da low o simili (il voto itali di ieri da lin era uno spettacolo e considerate che è praticamente partito senza pubblicità e con il solo passa parola) ma per farlo ci vogliono soldi; la regione calabria paga fr, air berlin, easyjet per i voli su suf e la sacal non fa pagare le tasse aeroportuali nei voli interni alle stesse compagnie ( la sogas questo non può farlo). la regione calabria è socio di maggioranza della sacal mentre con loiero ha abbandonato la sogas: il problema che l’unico ente che può foraggiare è la regione calabria e lo stesso peppe ( ha la delega ai trasporti) mi sembra si stia facendo fregare dalle lobby catanzaresi ( ha dato sembra 16 ml a fr e niente a reg dato che i 4 milioni di euro vengono dal ministero dai tempi di Bianchi quindi non c’è alcuna sovvenzione per il nostro apt). Quindi è inutile lodare le abilità di suf ( e a parer mio andarlo a foraggiare) in quanto nel tavolo degli apt è quello che si siede con le carte truccate ( date gli stessi soldi a reg e poi vediamo). Bova sta solo cercando di sopravvivere anche alle prese con il baratro lasciato da fuda ( dovrebbe rimettere quest’ultimo i soldini che ha dilapidato) ma malgrado tutto l’apt esiste ( chizzoniti, per esempio, non dice che windjet è vero che voleva venire a reg ma voleva essere pagata) e credo che sia esclusivamente merito delle potenzialità che ha perchè, parliamoci chiaro, è l’unica struttura che consente la movimentazione nell’area dello stretto ( e non mi venite a dire che suf è al centro, che serve le province, che ci sono i vilaggi perchè il nord calabria non lo usa, se ci sono le tariffe la ionica e la tirrenica reggina tornano al tito, come ho fatto un reg goa di km con almeno trenta vibonesi e nei villaggi ci vanno prevalentamente napoletani e laziali dato che il turismo internazionale va verso altre zone del mediterraneo più economiche). Quindi un consiglio: non facciamo sempre i riggitani che sono bravi a distruggere tutto e a piangersi addosso (esempio c’è il lin di itali a tariffe eccezionali e la gente ha preso mxp suf perchè era convinta che non partisse come ancje testiomoniato nei vari forum perchè a suf sono seri noi invece…..)

  38. Non capisco questa storiella della necessità degli utenti messinesi. Basterebbe innanzitutto recuperare la consistente utenza locale jonica e tirrenica che negli anni ha preferito Lamezia . Ma questo non interessa nessuno perchè a costo zero . Non c’è alcuna opera da finanziare e quindi …… . Perchè non smetterla di dare finanziamenti a Lamezia drogando il mercato ? Guardiamo in casa invece di aspettare che si muovano i siciliani comunque ben accetti .

  39. filippo campolo

    comunque, sul sito dell’italferr la stazione aeroporto non è nemmeno nominata. non esiste nemmeno un progetto preliminare, evidentemente. questo vuol dire che se anche domani ci si decidesse finalmente, passerebbero almeno 5-6 anni prima che sia pronta

  40. la storiella delle necessità degli utenti messinesi infatti è stata costruita ad hoc per fare mangiare anche chi di dovere nell’altra sponda. i messinesi non hanno bisogno di navette, check in dedicati etc etc, prova ne è il fatto che continuano ad andare a catania anche con pulman scassati pur di poter volare risparmiando. sanno benissimo anche loro che il collegamento messina-aeroporto è una colossale bufala, perchè 9 euro e 1 ora di aliscafo per percorrere 10 km è solo una presa per i fondelli che neanche metromare riesce + a portare avanti.
    perciò mr sogas, invece di pensare a tutte ste belle fesserie, pensasse a qualcos’altro!

  41. giuseppe , che colpa ne ha sogas se metromare truffa la gente?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Note legali: secondo la normativa vigente ogni utente si assume la responsabilità di ciò che scrive nei commenti. Per richiedere la rimozione di un commento contattare lo Staff attraverso la pagina Contatti.