Metromare, un buco nell’acqua il collegamento con l’Aeroporto

Riporto da GazzettadelSud.it

Metromare, un buco nell’acqua il collegamento con l’Aeroporto.

Giovedì vertice a Roma per adeguare il servizio. Intanto quella fogna….

Tonio Licordari
Primi tentativi della Metromare di collegare l’Aeroporto di Reggio. Il servizio ufficialmente è partito ieri, ma si tratta solo di prove tecniche e comunque di corse poco funzionali agli orari delle corse degli aeri. Come dire: giacché siamo in tema è il classico “buco nell’acqua”. Pensate in tre corse hanno viaggiato 20 persone. Intanto il servizio non era stato neanche pubblicizzato. E poi così non va proprio.
Sconsolato il dott. Pasquale Bova, presidente della Sogas, scuote la testa: «Il Consorzio ha voluto imporre i propri orari che non rispondono alle esigenze dello scalo. Mi auguro che nei prossimi giorni ci possano essere interventi dall’alto, altrimenti non è opportuno neanche istituire il check-in a Messina».
Per far cambiare idea al Consorzio (Rfi (Bluvia)-Ustica Lines), giovedì prossimo è previsto un incontro a Roma a piazza della Croce Rossa, sede del Ministero delle Infrastrutture. L’incontro che vedrà presenti le massime istituzioni dello Stretto (i comuni di Messina, Reggio e Villa e le due amministrazioni provinciali) servirà per due ragioni: ridefinire tutti gli aspetti organizzativi della Metromare alla luce delle esperienze dirette di questi primi venti giorni di servizio (sono tante le cose che non vanno, segnalate da pendolari e rappresentanti delle istituzioni), valutando l’opportunità di modificare il cronoprogramma e rivedere soprattutto gli orari con l’Aeroporto».
Il sindaco di Messina, Giuseppe Buzzanca, ha dichiarato alla “Gazzetta”: Dobbiamo cambiare gli orari per venire incontro alle esigenze dei pendolari e dei messinesi che utilizzano l’Aeroporto dello Stretto». Il presidente della Provincia regionale di Messina Nanni Ricevuto, che sta facendo veramente una crociata per la funzionalità di questo servizio, propone addirittura l’idea di fare ricorso ad un nuovo vettore, nel caso in cui il Consorzio continui a volere imporre orari che non sono utili alla causa del collegamento con l’Aeroporto.
Questi sono i punti di discussione che giovedì verranno posti sul tappeto durante l’incontro con il responsabile del settore del ministero delle Infrastrutture Enrico Puia, il quale sta seguendo da tempo la questione, cercando di mediare le posizioni tra Consorzio e Istituzioni che per adesso sembrano distanti. «La questione del check-in che si vuole istituire a Messina – sottolinea Nanni Ricevuto – è legata alla fasce orarie delle corse. Quelle attuali non funzianano». E aggiunge Pasquale Bova questo collegamento non può fallire, altrimenti tutto il nostro impegno è andato perduto. Si tratta di modificare gli orari, non di raggiungere la luna».
Al momento la situazione è la seguente. Da Messina le corse partono (tra parentesi l’orario di arrivo) alle 5.10 (5.45), alle 8.30 (9.05), alle 11.40 (12.15), alle 14 (14.35) e alle 17 (17.35). Dall’Aeroporto, invece, partono: alle 6.30 (7.05), alle 9.30 (10.05), alle 13 (13.35), alle 15 (15.35) e alle 19 (19.35).
Secondo la Sogas, invece, almeno in questa fase il servizio da Messina dovrebbe osservare il seguente orari: 5.15 (5.55), 10 (10.40), 11.50 (12.30), 13.50 (14.30) e 18.05 (18.45). E dall’Aeroporto per Messina: 11 (11.40), 13 (13.40), 15 (15.40), 19 (19.40) e 23.35 (0.10). «Con i nostri orari – dice Bova – è possibile, in attesa del potenziamento delle corse, i venire incontro all’utenza messinese. Con gli orari imposti dalla Metromare si rischia il flop. Mi auguro che giovedì a Roma prevalga il buon senso».
Paradossalmente quasi nessuno dei passeggeri messinesi sapeva che oggi sarebbe entrato in funzione in collegamento diretto. Una signora ha detto: «L’ho appreso in aereo che c’era questo servizio».
La Sogas ha provveduto a creare il collegamento, con un pulmino, tra il pontile e l’aerostazione e viceversa. «Le operazioni di approdo sono state perfette», ha detto Bova. Piuttosto non è mancato il solito problema della solita fogna che ieri è esplosa, provocando fetore e degrado. Il dott. Bova ha chiamato il sindaco Giuseppe Raffa, che ha fatto subito intervenire gli addetti. Ma anche questo è un problema da risolvere. Chiaramente la questione principale è dare ordine e funzionalità al servizio. Gli orari delle corse non possono essere adeguati alle esigenze del Consorzio ma a quelle dell’utenza messinese. La falsa partenza deve spingere le istituzioni a intervenire con la dovuta energia, soprattutto nella riunione di giovedì a Roma. Altrimenti questo collegamento non ha senso, così come pure il check-in a Messina.


Condividi!

Prenota online e risparmia!
AvisBookingBudgetEuropcarExpediaFlixBusMeridianaMomondoRentalcarsSkyscannerTerravisionTripAdvisorTrivagoVolotea

10 commenti

  1. ma i tizi di metromare dove pensano di voler arrivare col loro atteggiamento mafioso da ” si fa come diciamo noi e basta ” ?

    ma l’hanno capito che gli sono stati regalati 30 milioni di euro per attivare un SERVIZIO all’ area metropolitana dello stretto, o pensano che gliel hanno regalati per le loro belle facce?

    se era per me con 30 milioni di euro, piuttosto che foraggiare sti scasacani, compravo 2 aliscafi nuovi di zecca, e non riciclati come ce li propina il consorzio metromare, e il gioco era fatto, un aliscafo ogni ora da reggio e messina, dalle 5 di mattina fino alle 11 di sera.
    siccome siamo nelle mani di una classe politica che a parte le dichiarazioni stampa non sa fare altro, non è che possiamo aspettarci chissà cosa in fin dei conti !

  2. A questo punto,non mi stupirei se si ricorresse a un altro vettore (facendo restituire i 30 milioni a questo pseudo consorzio, più le penali ovviamente)

  3. perchè a reggio come a messina, si fanno sempre le cose alla caXXo di cane ?
    che metromare non andasse bene non era possibile accorgersene già al tavolo romano delle trattative ?
    tanto ormai questi i soldi se li sono intascati, sai che gli frega di offrire un buon servizio ormai, poi tra 3 anni di servizio pessimo, se ne tornano ognuno a casa, ustica lines a trapani, e bluvia ritornerà con le sue misere 8 corse giornaliere, che perlomeno costavano molto meno, a parità di servizio !

  4. Il collegamento metromare aeroporto-messina era l’asso nella manica della sogas. giocato male anche questo, che si gioca ora la sogas ?
    mi sembra che stia collezionando flop dopo flop, che si aspetta a fare qualcosa nelle alte sfere ? o vogliamo continuare a buttare soldi pubblici così ?
    in +, e sottolineo in +, la sogas ( già incapace di suo ) s’è messa insieme ad altre istituzioni messinesi ( notoriamente incapaci da secoli ), il risultato non poteva essere diverso da quello che amaramente possiamo constatare tutti quanti .
    diciamo la verità: reggio e messina unendo le loro incapacità a tutti i livelli non potevano di certo fare una bella figura, e a sto punto, visto che sono incapaci a gestirsi un aeroporto comune, tanto vale chiuderlo, piuttosto che consentire a certi personaggi il campare coi soldi della comunità…

  5. dissento totalmente dalle voci catastrofiche di chi vuol chiudere tutto. Se malgrado la voragine lasciata da Fuda, se malgrado i pasticci della metromare, le tariffe alte, la mancanza di fondi pubblici (non siamo noi a dare 2,5 milioni ad airberlin)esistiamo ancora ed anzi a giugno con qualche voletto in più miglioriamo allora veramente abbiamo un grande potenziale. stringiamo a quelli della metromare e non facciamo più cose allucinanti come cracovia o zurigo a settembre ma portiamo delle compagnie serie a tariffe ragionevoli che tutto il resto viene da solo (vedi LF del VCE). D’altronde il traffico nostro è reale, quello di qualche altro aeroporto vedi trapani ma anche qualche nostro vicino, in parte, è del tutto drogato. Aspettiamo notizie dall’incontro di oggi sulla metromare che diventa veramente importante

  6. io non capisco cosa debba fare sogas? giuseppe la dipinge cone il peggiore di tutti i mali, io penso invece che sogas sta oprando bene , certo non e’ colpa di sogas se sie reggio che messina non hanno industrie ,certo non e’ colpa di sogas se i comuni scaricano fogna nel mare ,non e’ colpa di sogas se esiste la mafia e l’andrangheta ,sicuramente non e’ colpa di sogas se il consorzio metro mare boicotta l’aereporto.
    molte persone qui srivone dando dei ladri ai dirigenti di sogas ,invece devono pensare e valutare dove e in che contesto socio economico vivono.
    con questo non sostengo che sogas sia immune da colpe ,io non vivo a reggio e da fuori gli sforzi di sogas per invogliare i messinesi ad usare l’aereoporto mi senbrano giusti .

  7. Sono daccordo con Mistero e aiofb.

  8. x aiofb: ma ti sembra professionale il silenzio di SOGAS su ogni servizio o novita’ che riguarda l’aeroporto? Nessun servizio e’ mai stato pubblicizzato (nuovi voli, servizi Metromare, nuovi negozi o servizi dell’aerostazione, Linea Jonica Federico o servizi bus Atam, etc.) all’utenza. Nessuna campagna promozionale,nessuno spot pubblicitario, nessuna pubblicita’. Comunicazione zero! Nessuno sa niente su questi servizi. L’unico sito che informa l’utenza e’ questo Aeroportorc.com ed io elogio l’operato di chi lo gestisce.
    Le comunicazioni all’utenza sono attivita’ fondamentali per una societa’ che vuole offrire servizi. Non scaricate la colpa su mafie, contesti economici o comuni con depuratori malfunzionanti se questi di SOGAS di managerialita’ non capiscono niente. Se questo aeroporto perde passeggeri di mese in mese la colpa e’ loro E BASTA.

  9. e si bizantino hai ragione ,difatti io non ho detto che sogas và premiata per efficenza , avevo solo risposto a giuseppe ,certo che sogas deve operare meglio e produrre di più.
    ma non va demonizatta ogni volta.

  10. dico questo ammesso e non concesso che la metromare boco nell’acqua ma uno straccio di comunicazione lo vogliono fare o si parla a vanvera bisogna fare publicità anche con cartelli luminosi dentro l’aeroporto con indicazione della navetta di collegamento da aeroporto e pontilegia siamo rovinati ma poi ci mettiamo anche del nostro criticando tutto e tutti ma si sa il reggio è cosi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Note legali: secondo la normativa vigente ogni utente si assume la responsabilità di ciò che scrive nei commenti. Per richiedere la rimozione di un commento contattare lo Staff attraverso la pagina Contatti.