Mitigate le limitazioni tecnico-operative per l’Aeroporto dello Stretto

Riceviamo e pubblichiamo da SOGAS s.p.a. :

Soddisfazione in casa Sogas. I ringraziamenti alle strutture Enac. Notevolmente mitigate le limitazioni tecnico-operative, anche sul fronte addestramento piloti.

AEROPORTO DELLO STRETTO: OGGI FINALMENTE PIÙ EASY TO FLY

Il Presidente Porcino: sarà possibile il training a distanza per i piloti tramite specifica piattaforma e learning e apposito visual che forniremo alle compagnie.

REGGIO CALABRIA – La Società di Gestione dell’Aeroporto dello Stretto esprime assoluta soddisfazione circa gli esiti dell’incontro svoltosi in data 30 ottobre presso la sede della Direzione Centrale dell’Ente Nazionale per l’Aviazione Civile.  Oggetto della riunione, promossa già da tempo da parte di Enac, la valutazione finale in ordine all’istanza formulata da Sogas SpA per il superamento delle c.d. limitazioni tecnico operative sull’Aeroporto dello Stretto.

“Siamo andati oltre ogni più rosea aspettativa”. Questo il commento a caldo del Presidente Sogas, dott. Carlo Alberto Porcino.

“Grazie alla disponibilità dimostrata dalle strutture Enac siamo pervenuti alla mitigazione delle attuali limitazioni esistenti sull’Aeroporto. – dichiara soddisfatto Porcino – Personalmente, non ho mai dubitato, nemmeno per un istante, della qualità e della autorevolezza dello studio prodotto e presentato in Enac. Una attività che racchiude in sé due lunghi anni di sacrifici ed impegno quotidianamente profuso per raggiungere questo importante obiettivo. Con perseveranza e fiducia ci abbiamo creduto fortemente – sottolinea Porcino – siamo andati fino in fondo e, alla fine, così anche questo risultato é stato raggiunto. Per questo non posso che ricordare quanti, in questi ultimi ventiquattro mesi, si sono resi parte diligente producendo un intenso lavoro realizzato da parte degli uffici tecnici di Sogas spa, coordinati dal Post Holder Progettazione Ing. Giuseppe Visicaro, impreziosito dal fondamentale ausilio fornito a tale scopo dalla società T Consulting con sede in Roma, e perfezionato dall’ineccepibile studio condotto dal comandante pilota Giancarlo Molteni e dallo storico comandante Antonino Pugliatti.  A tutti loro va il mio personale ringraziamento”.

“La sostanziale mitigazione e le importanti modifiche decise da Enac sia in materia di prescrizioni a terra (ground) sia in riferimento alle limitazioni in volo – precisa Porcino – rappresentano sicuramente dei fattori altamente positivi per il futuro operativo dell’Aeroporto dello Stretto. Ferma restando la necessaria garanzia ed il rispetto degli standard di sicurezza internazionali, adesso le compagnie aeree potranno finalmente decidere le modalità di addestramento ritenute più congeniali, convenienti ed idonee. L’addestramento dei piloti sarà, infatti, reso possibile sia tramite le sessioni di adattamento tradizionali, sia ricorrendo al simulatore di volo oppure, importantissima novità, anche a mezzo di apposito visual che sarà reso disponibile da parte del Gestore Sogas su una specifica piattaforma informatica WBT (Web based Training) così da rendere agevole e facilmente accessibile questa modalità di training a distanza”.

“Adesso – conclude Porcino – tutto sarà sicuramente molto più semplice in particolare per tutte le compagnie aeree ed i tour operator che intendano realmente promuovere nuove iniziative di tipo charter nonché operare nuovi collegamenti di linea da e per l’Aeroporto dello Stretto, oggi finalmente più easy to fly (facile da volare)”.


Condividi!

Prenota online e risparmia!
BookingEuropcarExpediaFlixBusLufthansaMeridianaMomondoRentalcarsSkyscannerTerravisionTrainlineTripAdvisorTrivagoVolotea

20 commenti

  1. Non “calate la pasta”!?

  2. “… apposito visual…” Ma lo sa cosa significa “visual” in aviazione? Forse voleva dire “audiovisivo” (chissà se sono diapositive o cartoni animati?)

  3. @francesco65
    Scusami che significa”non calate la pasta”? Spiegati meglio…
    Aspetto l’ufficialità sul sito Enac, quali limitazioni sono state rimosse o modificate,e quando saranno operative.

  4. da quanto dichiarano non è stata eliminata alcuna limitazione…sono solo cambiate le modalità per avere l’abilitazione; oltre alla “tradizionale” esiste anche il simulatore e quella web based che da perfetto ignorante porcino chiama visual (che per inciso è una parte di procedura IFR).
    quindi le limitazioni permangono; prova sarà che non verrà alcuna nuova compagnia a reggio.

  5. Grazie Presidente.

  6. @ Pilota75:
    Ti arrampichi sugli…specchi!?

  7. Ora fatti non…

  8. @ antonio:
    …..esatto. Non ci sono piu’ alibi.

  9. Se è vero sicuramente abbiamo fatto un passo in avanti..ora servono le compagnie serie

  10. @ francesco65:
    Io? nO…sei a conoscenza che sono state eliminate o mitigate le limitazioni di vento per pista bagnata e asciutta così come la necessaria abilitazione per atterrare a reggio?
    Io leggo che è sono state introdotte 2 nuove modalità per ottenere l’abilitazione.
    Se ho letto male ti chiedo di spiegare a me ed a tutti il pezzo in cui si parla di una cosa diversa.

  11. Si potrà parlare di Low Cost dietro l’angolo?

    Minchia c’è a fila ravagnisi!!!

  12. Beh! In effetti credo che questa piccola concessione data dall’ENAC non cambierà di molto lo status quo. Si è un piccolo passo in avanti ma per ottenere degli sviluppi reali ci vogliono anche sinergie ben coordinate per completare velocemente gli altri lavori e gli altri servizi essenziali quali collegamento veloce via mare con la Sicilia direttamente dalla darsena/molo dell’aeroporto, servizio ben coordinato con la stazione ferroviaria ed una aerostazione che sia il biglietto da visita per attrarre più passeggeri e “eventualmente” anche altre compagnie aeree.
    rgds

  13. @ Pilota75:
    “…….sono state introdotte DUE NUOVE modalita’ per ottenere l’abilitazione…”. Nel merito cosa sostenevi!!??

  14. @ Pilota75:
    … E chissà quanto è costato questo WBT

  15. @ francesco65:
    Io quello che dici tu, chiedo a te che mi hai accusato di arrampicarmi sugli specchi….di fatto le limitazioni restano.

  16. @ Gabs:
    Infatti nn cambierà nulla, aumenteranno solo i costi per realizzare la piattaforma che dovrà essere certificata. Cmq parliamo di un qualcosa che entrerà in vigore non prima di un anno

  17. Ottime notizia per il nostro scalo….a cuo si si aggiunge la conferma di volotea su Venezia anche per qursta estate. ….

  18. Un piccolo passo per un grande balzo in avanti!

    Occorre lavorare sodo per ottenere risultati.

    Un Saluto a Tutti Voi da Domenico.

  19. Quindi,in definitiva la Sogas in questo momento si trova con le limitazioni attenuate,con quasi 6milioni di eurini “piovuti dal cielo” in cassaforte,e con i conti societari in ordine da 2 anni(almeno cosi’ hanno dichiarato)..cosa dire..apettiamo le prossime puntate per vedere come và a finire…
    Personalmente mi colpisce l’ultima parte della dichiarazione di Porcino(sui T.O.e su possibili nuove tratte) perché mi vengono in mente le famose frasi”nui simu cà cu voli ndi cerca”
    In conclusione, piu’ che”easy to fly”io direi”Seeing is Believing”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Note legali: secondo la normativa vigente ogni utente si assume la responsabilità di ciò che scrive nei commenti. Per richiedere la rimozione di un commento contattare lo Staff attraverso la pagina Contatti.