Foto: Volo Trawel Fly del 18/06/2010

Trawel Fly - Welcome on board

Breve resoconto del volo Reggio Calabria – Bergamo effettuato con Trawel Fly Venerdì 18 Giugno 2010.
Tito Minniti abbastanza pieno (ore 09:00 circa) visto le partenze per Roma Fiumicino con Air Malta e Alitalia a distanza di un ora e mezzo, intervallate dalla partenza per Orio al Serio delle 10:35.
Operazioni di check – in velocissime, così come i controlli di sicurezza. Una volta a bordo dell’aeromobile scoprirò il perchè: siamo circa 30 passeggeri in totale!!!
Aeromobile con interni in simil – pelle nera, abbastanza pulito ma dall’aspetto vecchiotto. Personale di volo (2 donne e 1 uomo, 2 italiani e 1 straniera) molto cortesi che una volta effettuata la dimostrazione di sicurezza e un passaggio con bevande e snack a pagamento, si mettono a nanna.
Pilota e copilota entrambi inglesi, elargiscono spesso comunicazioni ai passeggeri in merito alla rotta e alle previsioni del tempo all’arrivo.
Il volo procede tranquillo e arriva puntuale a destinazione, così come le valigie che in circa 10 minuti sono sul nastro.
L’area arrivi di Bergamo, una volta usciti dall’aerostazione, permette ormai di raggiungere qualsiasi destinazione nel raggio di 100 km dallo scalo.
Imbarazzante l’offerta per raggiungere il centro di Milano, con almeno 4 Compagnie di Autobus che si contendono i passeggeri “vomitati” dalle varie low-cost, facendosi una guerra di prezzi e orari.
Dopo neanche 5 minuti dal ritiro della valigia ero sull’autobus, destinazione Milano (Stazione Centrale) al prezzo di 9 euro per una corsa durata neanche 40 minuti (complice l’orario, a volte se si arriva la mattina presto o la sera tardi per raggiungere Milano serve almeno 1 ora).

Brevi considerazioni su Trawel Fly.

Sinceramente mi sarei aspettato un maggior numero di passeggeri, visto il fine settimana imminente e i prezzi abbastanza contenuti.
Sicuramente l’orario infelice non aiuta il riempimento del volo, specie per coloro che hanno necessità di tornare il fine settimana a casa.
Rimodulare l’orario, anche la sera tardi, sicuramente favorirebbe molti “pendolari”, oltre ad avere un operativo uguale tutti i giorni della settimana.
I passeggeri sbarcati da Bergamo se non ho fatto male i conti dovrebbbero essere circa una cinquantina. Il volo a mio giudizio potrebbe ancora avere successo, specialmente se partirà questa benedetta Metropolitana del Mare.

Buona visione!


Condividi!

Prenota online e risparmia!
BookingEuropcarExpediaFlixBusHertzLufthansaMeridianaMomondoRentalcarsSkyscannerTerravisionTrainlineTripAdvisorTrivagoVolotea

28 commenti

  1. Questo dimostra quello che dico da anni: il bacino dell’apt di Reggio è questo e non si va oltre.

    Nonostante i prezzi bassi trawel viaggia praticamente vuota.
    Normale che dopo una stagione le compagnie scappano.

    Gli abitanti questi siamo, non si possono mica inventare!

  2. Purtroppo più della metà dei nostri abitanti si serve di Lamezia..
    In effetti con easyJet si risparmia sull’aerea milanese..
    E credo che il successo di Lamezia sia proprio dato dai nostri abitanti..

  3. si deve puntare alle low cost estere e portare gente nuova giovane e anziani che si muovono tutto l’anno. con il mercato nazionale non si va da nessuna parte. L’Italia e una penisola e quasi tutti hanno in mare o la montagna vicino casa. I reggini partono solo per necessità mediche o di famiglia purtroppo !! i voli non si completano con loro e ovvio. mentre quelli del nord europa fanno di tutto per qualche giorni di sole/ mare, avete presenti quante miglia di italini sono all estero con le loro famiglie da due o tre generazioni e che potrebbbero tornare in calabria ? quindi sono loro lo “sviluppo”!!

  4. Probabilmente abbiamo perso una buona parte della provincia a causa delle pessime condizioni della A3. Ormai da Gioia ma anche da Palmi si arriva prima a Lamezia che non a Reggio e se poi a questo uniamo tariffe e orari non convenienti allora presto fatto. I bacini di utenza cambiano, vedi Trapani ma questi sono altri discorsi anche perchè è giusto superare il milione di pax con una spesa di 16 milioni di euro?

  5. @ Gabriele
    E’ normale che sia così.
    Tu credi che una persona di Taormina venga a Reggio?
    O pensi che chi sta a Capo d’Orlando vada a Catania? Normale che vada a Palermo!

    E’ una questione di collegamenti.
    da Gioia si arriva prima a Lamezia che non a Reggio, anche a parità di prezzo del biglietto.

  6. Lo so perfettamente..So anche che se verrebbe la sola easyJet su Malpensa,Fiumicno e Stansted saliremmo di 400mila pax.. Il nostro problema è che quei 16 milioni sono stati spesi male.. Si sapeva che easyJet/ryanair sono più competitive a livello tariffario e tutti quei soldi potevano essere dati a loro per 6 rotte.
    Se fosse stato così nel 2006 avremmo superato 1 milione di pax traquillamente..
    Ora il problema è che soldi non ce ne vogliono dare dato he sono stati spesi male..
    La Sacal gli ha spesi e li spende bene ed ecco magicamente il successo dell’aeroporto di Lamezia..
    Per quanto riguarda Taormina finchè non ci sarà un aliscafo che colleghi direttamente Taormina all’aeroporto dubito che un abitante di Taormina venga a Reggio..
    Come dubito che venga un messinese!

  7. io ho sempre viaggiato c con myair e trawel ,certo se trawel volo su reggio avrà la sua convegnenza ,

    anche se a dire la verita tutti voglio la compagnia a costi calmierati e poi l’aereo viaggia vuoto ,io credo che lo stesso giorno il volo alitalia piu caro era pieno ,questi sono i misteri ,di chi chiacchera chiacchera e richiacchera ma poi razzola male.

  8. penso che alcune persone non siano neanche al corrente che ci sia un alternativa a alitalia, non tutti hanno internet e quindi vanno della agenzie (queste anno forse più interessi a vedere questi voli) e chiedono del volo per … e pagano. Gli altri si fanno rimborsare le spese e quindi ecco forse perch’è i voli ZA “sono pieni”

  9. i voli az su Linate sono vuoti! al massimo il 50% del LF!

  10. e gabriele sanno pure vuoti ,se calcoli qunato paga la gente per volare da reggio a linate ,ti rendi conto che alitalia ci guadagna e pure perecchio,riempire un volo a 50€ a persona è una cosa riempirlo a 150€ a cristiano credo sia unaltra

  11. Si lo so che alitalia ci guadagna..
    E fa bene a fare così finchè non ci sarà concorrenza.. IL nostro aeroporto è quello che fruttare di più ad alitalia..
    Il mio discorso era riferito al fatto che il nostro calo pax è dovuto al collegamento su Linate.. Roma è quasi sempre all’80% del LF a vlote anche pieno.. Venezia va bene Genova hga portato cmq qualche passeggero quindi l’unico motivo del calo pax è Linate

  12. giustamente alitalia si cura gli interessi suoi, mica lavora per dare benefici al turismo di reggio calabria. le colpe sono tutte da ricercare nelle discutibilissime capacità professionali della sogas.

  13. Forse il concetto non è chiaro. Non sono le Società di Gestione a finanziare le compagnie Low Cost, ma bensì gli Enti territoriali. Ripeto se volete Ryanair rivolgetevi alla Regione Calabria e chiedete a Scopelliti di dare gli stessi soldi che Ryanair riceve per atterrare a Lamezia.

  14. la Regione Calabria quando ha finanziato la Sacal per Ryanair, poteva finanziare ugualmente la Sogas, solo che a quanto pare la Sogas ai tempi dormiva beatamente … l’ha dichiarato anche Naccari Carlizzi durante l’ultima campagna elettorale riguardo agli ultimi finanziamenti regionali agli aeroporti ( se non ricordo male l’estate scorsa ). Carlizzi aveva ribadito che la Regione non aveva trattato gli aeroporti in maniera diversa, ha solo dato quello che avevano chiesto, la Sacal ha chiesto tanto e ottenuto tanto perchè ha dimostrato che con quei soldi poteva fare questo, quello e quell altro, la Sogas, giustamente, visto che è una Società Figa, ha chiesto poco perchè in effetti non aveva nessun progetto da presentare ….
    Quindi non prendiamocela con la Regione Calabria, prendiamocela con gli inetti che non sono capaci di fare un minimo di progettazione per la propria crescita. I finanziamenti arrivano se vengono presentati i progetti, si sa. Se la Sogas ha presentato come progetto solo il pontile e nient’altro, ovvio, che la Regione non è che ha anche il compito di occuparsi di suggerire come spendere i soldi che mette a disposizione.
    Credo che su questo sito siate un pò troppo morbidi con la Sogas, se l’aeroporto va male la colpa è solo sua, è inutile ricercare capri espiatori nelle istituzioni, nella geografia etc etc.
    Un’azienda che va male, o chiude, o si cambia gestione. Punto. Sono le basi dell’economia .

  15. In parte è vero quello che hai scritto. Penso che ti riferisci a questo articolo pubblicato tempo fa: http://www.aeroporticalabria.com/sezione-generale/approvati-dalla-giunta-i-programmi-per-i-collegamenti-low-cost-degli-aeroporti-di-lamezia-reggio-calabria-e-crotone/

    Con un milione e 180 mila euro dati a Sacal pensi che si possano finanziare per un anno tutte quelle compagnie e destinazioni che ha avuto Lamezia?
    Non credo, al massimo copriresti una o due destinazioni. Ecco perche sicuramente ci saranno altre entrate sotto diverse voci che noi non conosciamo, o meglio nel bilancio figurano come contributi di co-marketing.
    La Regione Calabria ha ridotto le proprie quote all’interno di Sogas fino al 6% minacciando spesso di voler uscire, ma facendo appunto parte del C.d.A. perchè non finanzia un volo low cost? Grazie alla Regione Calabria i voli del Bando hanno subìto un ritardo di quasi 2 anni. Ma è chiaro che si punti su Lamezia così come è chiaro che la Regione Veneto ha finanziato i voli Alitalia da Venezia a Reggio Calabria.
    La Sogas per carità avrà pure le sue colpe, anzì le abbiamo evidenziate più volte. Non siamo difensori di nessuno cerchiamo solo di dire le cose come stanno. Io non so se fosse bastato presentare un progetto per far si che piovano dal cielo i finanziamenti. Magari fosse così semplice…

  16. Rispondo a ZX.
    Non si tratta di essere morbidi con Sogas piuttosto che essere duri con la Regione Calabria.
    Ripeto per l’ennesima volta che il compito PRIMARIO di una Società di Gestione Aeroportuale è quella di occuparsi della gestione diretta di uno scalo a livello operativo.
    Negli ultimi anni si occupano anche di aspetti economici legati alla “promozione” del proprio prodotto presso le compagnie aeree.
    Dopo l’epoca Fuda, dove con 16 milioni di passivo alle spalle, abbiamo provato l’emozione di avere collegamenti nazionali e internazionali ci troviamo con le pezze al cxxo. Non andava bene allora il concetto di sperperare milioni di euro per le low-cost e non va bene adesso e ti spiego il perchè. L’obiettivo attuale della Sogas è quello di dotare lo scalo di tutte le infrastrutture necessarie all’incremento dell’accessibilità, al recupero del bacino di utenza e una dotazione infrastrutturale migliore (pista volo, piazzali, aerostazione).Passo al punto da te criticato.
    A chi dobbiamo ringraziare se il Pontile e l’area attigua sono in pessime condizioni?Comune e Provincia.
    A chi dobbiamo ringraziare se da 4 anni siamo in attesa dei soldi per il rifacimento dell’aerostazione?La Regione. I famosi voli del Bando, perchè partono adesso e non 2 anni addietro?Colpe a metà della Regione e metà Enac.La pista che non viene mai ultimata?Il famoso parcheggio multipiano?Etc, etc…..
    E’ facile prendersela con chi, sicuramente ha delle colpe, ma in misura minore rispetto ai tanto amati Enti soci.

  17. Se Sogas fosse stata una società con gli attributi, avrebbe tampinato sti famosi enti per fare ciò che rientrava nelle loro competenze. Siccome si dorme beatamente, questi sono i risultati. E fanno bene a dormire, tanto le poltrone sono ben incollate sotto, a prescindere dai risultati conseguiti, a differenza di quello che succede nel mondo reale, dove una società che va in perdita, anno dopo anno, chiude.

  18. ZX PRESIDENTE DI SOGAS ,ABBIAMO TROVATO IL SUCCESSORE DI BOVA.

  19. Mi sembra che ciclicamente si parli sempre delle stesse cose.
    Già nel 2009 avevamo affrontato questo argomento: quei fondi sono a consuntivo e non a preventivo.
    se si vola e si rientra in quella categoria si possono avere i soldi; altrimenti no.

    @ ZX
    gli enti non centrano nulla, lo vogliamo capire che a Reggio, oltre i 600mila pax non si va per motivi già evidenziati?
    Hanno attivato il volo per Genova e l’hanno chiuso; quello per Venezia se vola al 30% è pure tanto…

    Ma mi spiegate chi dovrebbe volare ogni giorno da e per Reggio?
    Industrie non ne abbiamo; HQ di aziende idem; disoccupazione ai max livelli e il 40% della popolazione impiegata nella PA.
    Caccia i minorenni e vediamo cosa resta…..

  20. per potere avere della gente che vola.
    una sola cosa. ATTIVARE DEI VOLI LOW COST. AVERE UNA RETE DI SERVIZI CHE FUNZIONI (autobus ogni 5′ verso la città, organizzare transferte verso le isole e giornate in montagna, una rete alberghiera efficiente e a costo contenuto, una pubblicità mirata… NORD EUROPA) e in poco tempo la gente verrà ! ma solo se c’è serietà e rigore nel fare le cose, ma questo …

  21. Anna, mi sembra che stai chiedendo robe da fantascienza, non vedi come sono combinati tra Sogas, Metromare, Comune, Provincia e Regione ? in 5 enti non sono riusciti a coordinarsi in maniera tale da rendere operativo un misero micro-pontile per oggi 28 giugno, vuoi che riescano a far partire un processo così complesso come quello che hai descritto tu?

    purtroppo la verità è che siamo nelle mani di “peracottari”, gente messa al comando di enti importanti per lo sviluppo di un territorio non per oggettive capacità, ma chissà per quali misteriosi motivi…

    purtroppo fin quando ci sarà sta gente nelle stanze dei bottoni, Reggio farà sempre pena.

  22. @anna
    Mi spieghi in poche parole cosa intendi per : attivare voli low cost (tralasciando il fatto che lc sono le compagnie e non i voli)?
    Ma gli alberghi, gli autobus ogni 5 minuti (nenache a new york ci sono) organizzare le gite in montagna (?) lo dovrebbe fare la sogas?
    E perchè?

    Poi, giusto per capire; tu quante volte voli in un anno?

  23. PILOTA. Viaggio 3 o 4 volte anno ma potrei farlo di più solo se ci sarebberemo collegamenti decenti con reggio.
    io come moltissimi con cui ne parlo !

    Ti spiego -nella città in cui vivo – c’era un aeroporto in cui si faceva qualche volo a destinazione di LOURDES o qualche charter sperduto, per altro serviva solo a fare esercitazioni. La città nessuna vocazione turistica, alto tasso di disoccupazione, nessuna rete collegamento.. Il meno di 10 anni ci sono quasi 90 destinazioni. il “nuovo” l’aeroporto innagurato solo 2 anni fà è già saturo si stà già pensando ad un nuovo ampliamento….I voli verso il mediterraneo quasi tutti pieni e tutti i giorni dell’anno ..
    adesso un autobus ogni 15′ minuti parte verso il centro città (prossimamente ferrovia arrivera direttamente in aeroporto) altri collegano Bruxelles, Lussembourgo, Bruges ….
    La direttrice dell’ente di gestione dell’ epoca (ero presente) ha fatto mettere tutti davanti alle loro risponsabilità : politici, banche, commercianti ed evidentemente Cie Low Cost.
    la sogas non deve “organizzare” la gita. Ma deve aiutarla a sponzorizarla. quando un turista arriva deve trovare c’io per il quale è venuto, e deve soppratutto avere la voglia di tornarci !!!
    quando c’è la volontà e la tenacia si puo arrivare te lo assicuro…..

  24. Anna, ma quale volontà e tenacia vuoi che abbia un amministratore unico che dice che l’aeroporto è al massimo delle sue possibilità e che oltre quello non può andare vista la sua collocazione geografica … qui pensano solo a tirare a campare, altro che… tanto lo stipendio mensile assicurato ce l’ hanno, l’ambizione non sanno manco dove sta di casa. Del resto chi ha ambizione e voglia di lavorare di certo non rimane a vivere a Reggio.

  25. anna tu stai parlando di europa ,in italia ci sono i berluscones ,per lo sviluppo del sud c’erano dei fondi denominati fas ,il governo li ha spesi tutti e non ha fatto niente per il sud,adesso che il governo ha tagliato fondi importanti alle regioni ,il presidende scopelliti per non dare contro a berlusconi sta zitto ,
    i politici qui non si prendono le responsablità,io mi chiedo cosa debba fare sogas per sviluppare l’ereoporto?

    quando indistri non esiste ,l’economia della zona è depressa ,e il turismo piurtroppo se lo giocano lamezia catania e palermo .
    E TROPPO CHIARO CHE IL GOVERNO CENTRALE NON VUOLE LO SVILUPPO DI REGGIO ,BASTA VEDERE COSA STANNO COMBINANDO CON LA METROPOLITANA DEL MARE ,
    VI RENDETE CONTO CHE DANNO FAREBBERO A CATANIA PORTANDO L’UTENZA MESSINESE A REGGIO ,MEGLIO RITARDARE LA PARTENZA ,POI OFFRIRE UN SERVIZIO SCADENTE ,
    TANTO SIA REGGINI E MESSINESI SONO RASSEGNATI , MAGARI COME ZUCCHERINO PORTANO I POHOO IN CONCERTO GRATIUTO E VISSERO TUTTI FELICI E CONTENTI .

  26. manco i soldi per portare quelli son rimasti….

  27. @pilota
    Venezia fa in media il 65 % del LF..
    Genevo non è chiuso ma vola normalmente..
    No il massimo di Reggio non è 600mila..
    Può arrivare sopra il milione.. Il problema è sempre il solito la gente vola dove si risparmia.. a Reggio non si risparmia! Una compagnia low-cost non sempre porta vantaggi all’aeroporto.. Ma a Reggio ci farebbe arrivareal milione perchè ormai si vola con le low-cost anche quando i prezzi sono peggiori delle major..
    Volare con le low-cost è ormai una MODA!!

  1. Pingback: Foto: Volo Trawel Fly del 18/06/2010 | AeroportoRC.com – Aeroporto … : Volo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *