Video: Atterraggio Reggio Calabria LOC 33

Su YouTube è presente un Video di un Atterraggio a Reggio Calabria con procedura LOC 33. Questo tipo di avvicinamento si differenzia da quello classico che esegue Alitalia (procedura Circling), dove il pilota in manuale ed a vista si allarga sul mare fino a Punta Pellaro per poi compiere una virata continua di 180° che lo porterà fino in pista.

La procedura LOC 33 presente nel Video prevede il sorvolo dell’Aeroporto ad una quota di 6000 piedi con l’ausilio del pilota automatico diretti fino a Melito circa, da quì una virata a destra di 180° per agganciare le antenne del Localizzatore che guidano l’aereo fino all’inizio del sentiero luminoso curvilineo di avvicinamento situato sulla collina di Mortara di Pellaro. L’ultima virata a sinistra per allinearsi alla Pista 33, pochi secondi prima di atterrare, viene effettuata in manuale ed a vista.

La procedura LOC 33 è più lunga e quindi più costosa, ma pone meno stress al pilota alleggerendo il carico di lavoro e diventa particolarmente utile per chi ha poca familiarizzazione con le caratteristiche dell’Aeroporto dello Stretto. Chi sa se questo punto è stato giocato da Sogas per la semplificazione delle limitazioni imposte da ENAC?


Condividi!

Prenota online e risparmia!
AvisBookingBudgetEuropcarExpediaFlixBusMeridianaMomondoRentalcarsSkyscannerTerravisionTripAdvisorTrivagoVolotea

23 commenti

  1. Domanda curiosa: Una volta sono arrivato a Reggio in condizione di maltempo con un aereo della Blu express. Il pilota non ha eseguito alcuna virata, e la cosa mi ha abbastanza sorpreso. E’ la Blu express che atterra sempre così (l’ho usata solo quella volta) o era per colpa del maltempo?
    Grazie, e come si dice, complimenti per il sito 🙂

  2. @ Fabio:
    Sarai atterrato dalla Pista contraria alla 33 che si chiama Pista 15. L’avvicinamento è diretto sorvolando Messina e poi Reggio Calabria.
    Grazie per i complimenti 😉

  3. Questo lo usa la vueling quando atterra dalla 33

  4. Spero proprio che questo video non sia stato usato da Sogas per la semplificazione delle limitazioni pista 33,
    in quanto non rende affatto non si intuisce per niente la procedura da seguire dovrebbero quantomeno
    evidenziare riquadri con altimentro,bussola e distanza Vor e posizionare meglio la telecamera.
    Forse è da catologare tra i filmati dei turisti per caso.

  5. @ Regbmaz:
    forse tu non sai neanche cosa sia una procedura e giochi troppo al sim….

  6. @ Regbmaz:

    La procedura LOC 33 e` molto sicura quindi un’alternativa validissima per i voli diurni. Sogas forse non l’avra` sottoposta ad ENAC ma in ogni caso avrebbe perso tempo poiche` quest’ultima l’avrebbe respinta trovando qualche irrilevante cavillo oltre a quelli che tu hai menzionato…. Purtroppo tra Alitalia, ENAC e i vicini aeroporti di Catania e Lamezia si trovera` sempre un qualcosa o un sistema (politico) per mettere il bastone tra le ruote per far decollare l’aeroporto dello stretto.
    rgds

    @ Roberto Sartiano

    Ottima informazione e un bel video!!!!
    rgds

  7. @ gabs:
    vi ricordo che le procedure sono tutte autorizzate da ENAC….non è che se le inventa qualcuno al mattino.
    il vero problema è se la sogas è al corrente delle procedure in uso sull’apt…

  8. Se non mi sbaglio sono atterrato con questo avvicinamento alcuni anni or sono in un volo Roma-Reggio
    effettuato da Air Malta (ho nostalgia per quella compagnia un servizio puntuale ed efficiente).

  9. @ Pilota75: yr post n.11

    Nooo! fino a questo punto non credo….Di sicuro in sogas c’e` gente preparata su questo. In quanto a ENAC….beh! Fa parte del “sistema Italia”, dopo 27 anni dalla sua formazione e nonostante sia l’Autorita` competente,quindi a conoscenza di tutte le procedure for security and safety, etc per gli aeroporti civili italiani, doveva far includere nl regolamento di scalo dell’aeroporto anche quest’alternativa ma questo sembra che non l’abbia fatto chissà perchè?
    rgds

  10. @ gabs:
    bhe…se porcino crede che la procedura visual sia un video…non credo che sul regolamento di scalo debbano essere elencate le procedure, che possono essere soggette a revisione in qualsiasi momento.

  11. @ Pilota75:

    Non intendevo il video ma i dati e la tecnica da applicare per questa procedura. Escludendo il dr Porcino su questo punto…..se non si puo` mettere sul regolamento di scalo perche` non includerlo nella scheda tecnica dell’aeroporto?
    Se bisogna fare delle revisioni su questa procedura dovute al progresso tecnologico o altro che problemi puo` comportare? Anzi!!
    rgs

  12. @ Pilota75:
    Simpaticissimo Pilota75,
    certamente come dici tu, senza conoscermi, io non ho idea della procedura per pista 33. E pensare che fino ad oggi sono stato convinto di sapere anche quella per pista 15 e financo anche per quella per 11, fino a quando è stata in uso, oltre a saper leggere l’ Aip, le carte Jeppesen etc.
    Ma tu, con la tua incommensurabile perspicacia, in poche righe hai demolito le mie certezze frutto di oltre 30 anni di compagnia aerea ed hai usato la tua immaginifica intelligenza dandomi qualche altro consiglio.
    Mi permetto quindi di ricambiare, con la mia modestissima intelligenza, suggerendoti sommessamente di contattare
    un bravo psicologo perchè penso, leggendo anche le risposte degli altri ai tuoi post, che tu possa avere qualche problema di relazione sociale; forse non te ne sei accorto, come è successo a me per le procedure.
    Clear to land,ciao.

  13. @ gabs:
    Mi riferisco al video non alla procedura che esiste da quando su Reg è stato installato il Vor/Dme.

  14. @ Regbmaz:
    Applausi!!!!!!!!!!!!

  15. @ Regbmaz:
    ecco un altro frustrato da simulatore….vabbè….ma hai capito che la loc 33 è una procedura pubblicata a conoscenza di tutto il mondo? hai capito che questo è un video amatoriale messo da un (tuo visto che ti dichiari comandante) collega solo per mostrare una procedura inusuale?

  16. Pilota75,
    Essere sempre caustico e offensivo non aggiunge credibilità a ciò che dici. Non c’è bisogno.
    Rilassati.

  17. @ Fabrizio:
    non sto offendendo nessuno, qui si sta facendo confusione tra procedure pubblicate, in vigore da almeno 10 anni e video di familiarizzazione.
    Ma cosa centra criticare un video messo da una persona su youtube?

  18. Sempre in tema di ricordi, per quella che è la mia esperienza, questa rilassante procedura (rilassante intendo per noi passeggeri) era sempre praticata da Air Malta. Una delle prime volte che l’ho presa (si arrivava all’imbrunire), mi sono fatto quattro risate perchè alcuni, vedendo il faro di Capo d’Armi, hanno pensato -ad alta voce- che si stesse andando a Malta !!!
    Poi una volta sola, dalla spiaggia di Lazzaro, l’ho vista fare a un aereo Blu-express: ma non so perchè.
    L’ho vista spesso fare da Volotea.
    L’ho fatta di recente su Vueling.
    Ed una volta sola, a bordo di un Alitalia. Ma non so perchè: posso solo dire che c’erano nuvoloni neri e bassi proprio a Nord di Reggio (tant’è che non abbiamo visto lo stretto) mentre da sud e fino all’aeroporto il tempo era incredibilmente sereno, ma non so se sia stato questo a condizionare la scelta del pilota.
    Cmq non è una procedura così inusuale.

  19. @ Marco:
    infatti esiste da almeno 20 anni; il fatto è che durando circa 11 minuti fa aumentare i costi alle compagnie.

  20. Buongiorno a tutti, vorrei chiarire un punto fondamentale a proposito delle procedure LOC (A e C).
    Ogni pista ha delle procedure di avvicinamento associate, alla pista 33 sono associate le procedure LOC (A e C) e NDB-B, quindi se la pista in uso è la 33 (vento prevalentemente da nord) all’aereo in arrivo verrà assegnata una delle procedure associate alla pista 33. Ciò non esclude che il pilota possa richiedere una procedura diversa da quella prevista…e, se nulla osta, possa essere autorizzato alla procedura richiesta
    La circuitazione effettuata dall’Alitalia non è una procedura pubblicata, ma è l’interruzione di una procedura strumentale (in questo caso la VOR) con completamento A VISTA dell’avvicinamento e dell’atterraggio (in pratica esegue un circuito di traffico, come fosse un volo VFR). Il fatto che l’Alitalia effettui (quasi) sempre la VOR con circuitazione induce a pensare che sia quella la procedura standard, quando di fatto non lo è, è una richiesta del pilota.
    Chiudo con una curiosità: la Air Malta era l’unica compagnia che richiedeva la NDB-B, in quanto molto simile alla procedura indicata nel loro GPS di bordo.
    Saluti a tutti, spero di essere stato di aiuto

  21. @ Gabriele_TWR:
    Infati…ancora non hanno capito, visto i discorsi che fanno, che la procedura prevista dal provvedimento ENAC è proprio quella in video….

  22. @ Gabriele_TWR:

    Grazie per aver sintetizzato il tutto in un modo semplice e chiaro che i meno esperti hanno apprezzato.

    rgds

  23. @ Pilota75: purtroppo non tutti hanno ben chiara la situazione…

    @ gabs: di nulla, il mio intento era proprio quello di cercare di chiarire anche a chi se ne intende di meno 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Note legali: secondo la normativa vigente ogni utente si assume la responsabilità di ciò che scrive nei commenti. Per richiedere la rimozione di un commento contattare lo Staff attraverso la pagina Contatti.