Aeroporti Calabria: Caruso, “basta Lamezia gli altri due scali sono inutili e insostenibili”

Riportiamo da GazzettadelSud:

Sacal acquisito ufficialmente dall’Enac il “Tito Minniti” di Reggio e lunedì prossimo il Sant’Anna di Crotone. E dopo aver fatto atterrare la compagnia Blue Panorama sullo Stretto, il presidente sta trattando per Crotone con la Austrian Airlines, l’ex compagnia di bandiera austriaca acquisita dal colosso tedesco Lufthansa. <<Di tutto questo noi del cda non sappiamo nulla, apprendiamo tutto grazie a voi della stampa>>, dice con amarezza Renato Caruso alla Gazzetta del Sud.

Da mezzo secolo il suo gruppo industriale si occupa soprattutto di produzione di flipper e calcio balilla, prima del digitale, slot machine. Il suo primo cliente in Europa è Lottomatica. Ma con i suoi figli Davide e Adele, l’Azienda e nel business dell’edilizia e dell’immobiliare in Spagna e nel nord Italia. Caruso è lametino, 73 anni, ma da tempo vive a Firenze. La produzione di macchinette mangiasoldi però rimane nell’area industriale lametina. Si parla di lui solo dopo la sua scalata nella società che gestisce l’aeroporto di Sant’Eufemia.

Alla fine dell’anno scorso ha creato Lamezia Sviluppo con un vecchio socio di Sacal, l’imprenditore lametino Nino Tripodi, ha acquisito il 23% delle azioni versando 3,2 milioni di euro. Ma il mese scorso ha rincarato la dose con un altro milione, sfiorando il 30% delle azioni. <<I comuni di Reggio e Crotone forse stanno spingendo per entrare nel capitale sociale, ma non possono farlo ammesso che abbiano i soldi. L’offerta pubblica d’acquisto lanciata da De Felice è illegittima>>, sostiene. Convinto che un solo aeroporto in Calabria possa bastare, e quello di Lamezia è baricentrico.

<<Vista la fine che hanno fatto quelli scali non mi fiderei granché. Ma quando di mezzo c’è la politica non si combina niente. Oliverio sta solo tentando di fare propaganda a Reggio e Crotone perché scaduto il suo mandato gli resta solo da candidarsi al Parlamento europeo>>. Secondo l’imprenditore c’è un disegno per indebolire Lamezia a tutto vantaggio di Reggio. <<L’Aeroporto dello Stretto non potrà mai crescere per la sua posizione: è pericoloso per le operazioni di atterraggio e decollo, poi i messinesi preferiscono il più vicino scalo di Catania che è il meglio collegato della Sicilia. Chi glielo fa fare a perdere tempo sul traghetto?>>.

Caruso insiste sul rafforzamento dell’aeroporto lametino e dell’area centrale della Calabria: <<presto chiederò un incontro col sindaco di Catanzaro Sergio Abramo, le due città devono fare massa critica per rafforzarsi. Dovrebbe collaborare anche il sindaco lametino Paolo Mascaro, ma è terrorizzato che la commissione d’accesso antimafia possa sciogliere in anticipo il consiglio. Ecco perché il suo rappresentante nel cda, l’ingegnere Manlio Guadagnuolo, ha firmato per l’affidamento di tutte le deleghe al presidente De Felice. Ma credo che il consigliere l’abbia fatto contro la sua volontà.

Sui conti della società aeroportuale calabrese: <<E’ malmessa, lo sappiamo tutti. Credo che ci sia una passività che si aggira attualmente intorno ai 4 milioni di Euro, se non di più. Il problema è che non ci fa vedere i bilanci pur essendo nel consiglio di amministrazione>>. Infine si pente: <<non avrei mai detto sì alla avvicendamento di De Felice, avevo pensato a una ventata di legalità che avrebbe fatto bene alla Sacal. Non avrei mai immaginato una sua chiusura totale della serie “faccio tutto io”. Ho commesso un errore gravissimo. Adesso è cominciata la guerra, perché questa azienda nonostante le perdite può ancora rinascere>>. (v.l.)


Condividi!

Prenota online e risparmia!
AvisBookingBudgetEuropcarExpediaFlixBusMeridianaMomondoRentalcarsSixtSkyscannerTerravisionTrivagoVolotea

40 commenti

  1. Non che abbia tutti i torti riguardo Reggio.. Però è un’ammazzata spostarsi verso SUF o CTA da qui..

  2. Nessuno ha costretto Sacal a partecipare al bando per i due aeroporti di Reggio e Crotone, anzi, avrebbe fatto meglio a non partecipare proprio.

  3. Se Sacal non avesse partecipato al bando pilotato avrebbe fatto la stessa fine di Sogas e Sagas, ancora non lo hanno capito i nostri “amati cugini di secondo grado” che si vantano tanto di essere nel baricentro della Calabria.

  4. Economicamente Reggio e Crotone sono e saranno sempre in perdita.
    Aziendalmente parlando ha ragione, chi ha una società in perdita fa altriinvestimenti in perdita?
    Follia pura!

  5. @ Pilota75:
    Ma Caruso sapeva che andava ad investire in una Società (la SACAL) a maggioranza pubblica dove il disegno politico che si prospettava era quello dalla gestione unica degli scali calabresi. Se non gli sta bene se ne può comunque uscire.

  6. Comunque io vorrei capire una cosa.
    Come è possibile che da Reggio Calabria si alza il coro che si vuole potenziare Lamezia e contemporaneamente da Lamezia si alza il coro che si vuole potenziare Reggio Calabria? Lo stesso vale per Crotone.
    Cioè in questa regione si deve fare del campanilismo proprio su tutto?

  7. Ma questo da dove è uscito ora ??? Tornasse a fare il pensionato in toscana e non rompesse

  8. Gli aerei da Crotone erano sempre pieni. In questo territorio non ci sono treni o autostrade e l’aereo è l’unico mezzo moderno per viaggiare. La vecchia società aeroportuale è stata gestita male da amministratori nominati dalla classe politica locale. È stata già costituita una nuova società che doveva gestire l’aeroporto di Crotone, la Sagal, ma la Sacal si è messa di mezzo ed ha vinto il bando per la gestione degli aeroporti di Crotone e Reggio. Per quale motivo ha fatto tutto ciò se non era conveniente???

  9. Eugenia D'Africa

    Anche Sacal è in perdita e gestendo solo Lamezia, mi pare, perché si preoccupano di Reggio e di Crotone? Forse chiudendo i due scali si sperava di raddrizzare Lamezia? Belle politiche di sviluppo… Allora abbiamo un responsabile dei due strani fatti? Dico delle chiusure, assurde e mortificatorie del popolo calabrese. Lasciamo stare Reggio che almeno ha uno straccio di autostrada ma i crotonesi che per andare a Lamezia rischiano la pelle? E la Calabria, senza infrastrutture come si può mai risollevare? Forza De Felice.
    E poi basta Lamezia a chi e per che cosa? E con quali analisi aziendali?

  10. @ Roberto Sartiano (Fondatore di AeroportiCalabria.com):
    Caruso è entrato in Sacal con la precedente gestione. Evidentemente vi erano degli accordi.
    Resta che De Felice è abusivo, incapace a gestire e che questo non toglie che l’analisi sia realistica.
    I fatti parlano chiaro.

  11. @ Pilota75:
    Vuoi dire che il disegno di Colosimo era quello di chiudere Reggio Calabria e Crotone e quindi andava bene a Caruso, ed invece il disegno di De Felice è quello di avere 3 Aeroporti in Calabria e quindi a Caruso non va bene?

  12. @ Roberto Sartiano (Fondatore di AeroportiCalabria.com):
    No, intendo che probabilmente con Colosimo avevano parlato di probabili deleghe (es la gh) e identità di visione.
    Io non mi fermerei alla frase di Caruso, magari intende che De Felice sta spendendo energie e risorse per Reggio mentre trascura Lamezia.

  13. Perdonatemi la seconda intrusione, metto subito le mani avanti e dico che di aviazione non ne capisco nulla, parlo solo da reggino e utente del Tito Minniti. Fino a tre quattro anni fa, quando usavo l’aeroporto di Reggio per recarmi a Roma o Milano non ricordo mai di aver visto aeromobili vuoti, forse neanche pieni, ma i reggini volavano e anche a caro prezzo. E’ indubbio che avere uno scalo efficiente nella nostra città è una grande comodità. Lamezia, per quanto possa sembrare vicina, è sempre a due ore di strada da Reggio ad andatura tranquilla. Lo scorso anno per recarmi all’estero ho lasciato la macchina nel posteggio dell’aeroporto lametino per due settimane, settore A quello più costoso perchè stranamente il settore B era chiuso e mi è costato 90 euro (non proprio low cost!!!) più il prezzo del carburante (ma è meglio dire costo chilometrico) per andare e tornare da Lamezia.
    Se il nostro caro aeroporto dello Stretto ha accumulato negli anni debiti su debiti credo che la responsabilità sia solo manageriale. Con una gestione oculata, come orari di partenza, servizi pubblici efficienti da tutta la provincia di Reggio e dalla città di Messina, prezzi concorrenziali ecc. il nostro aeroporto può generare anche utili alla società di gestione.
    Riguardo la centralità di Lamezia nella regione, vorrei dire al Sig. Caruso che se avessero ragionato così in Lombardia, il nuovo aeroporto internazionale non lo avrebbero fatto a Malpensa ma a Treviglio.

  14. La Calabria non può permettersi di avere un solo aeroporto. E’ una regione troppo marginale rispetto al resto d’europa e i treni della speranza non bastano di certo ne all’utenza locale ne all’ipotetico salto di qualità turistico.
    Ricordo che avete la presenza il loco dei Bronzi di Riace che generano ogni anno migliaia di presenze(molte straniere) che se adeguatamente sfruttati porterebbero grande ricchezza in loco.
    Per il messinese è più comodo Catania solo per chi si muove in macchina (circa 60 minuti di tragitto salvo traffico in tangenziale a Catania), ma in pullman se va bene il tempo di percorrenza è di circa 90 minuti.
    Direzione Reggio C., aliscafo più navetta Atam circa 45 minuti per un costo di €5,00. Peccato manchino i voli…

  15. Non è mai facile dare giuste soluzioni a tutto ciò, ma di certo di una cosa sono convinto, che, non possiamo pensare che sopprimendo gli aereoporti di Reggio e soprattutto Crotone la Calabria tutta possa ripartire economicamente, culturalmente e socialmente, la speculazione dei poteri forti e occulti faranno retrocedere sempre di più questa nostra martiorata terra.

  16. Vi siete mai chiesti perchè chi ha un impero di slot machines (in calabria) entra in una società con quasi il 30% di quote?

  17. Salve a tutti parlo da utente che viaggia per motivi di salute su roma e milano fatemi capire come potremo sopportare un viaggio di due ore fino a lamezia per essere li 2 ore prima dell’imbarco praticamente per arrivare a linate ci metterei quasi 6 ore il treno e improponibile …penso che se accadra’ che ci sarà la chiusura del tito minniti sarà una sconfitta per tutti …chiusura del museo perché nessuni si imbarcherebbe in un viaggio di tante ore per fare una visita al museo reggio citta morirebbe

  18. Ma un dato su quanti siano i turisti che vengono appositamente in città per visitare i bronzi esiste?
    Non so perché, ma qualcosa mi dice che il crescente numero di visitatori stranieri sia composto da studenti e/o turisti che usufruiscono di qualche escursione offerta in una delle tante strutture alberghiere dove trascorrono le vacanze. Strutture, meglio precisarlo, siciliane e calabresi ma non “riggitane” e “reggine” per la nota mancanza capacità ricettiva
    Se, come penso, i visitatori del museo dovessero far parte di quel Target,
    di che parliamo?

  19. @ Francesco:
    Questo. Signore si lamenta del fatto che blu panorama ha potenziato i voli su reggio in accordo con la regione …………

    Povero la regione investe il miniti produce fatturato e lui si lamente . e’ mormale tutto cio’?
    Allucinante………….

  20. Lascio stare le panzane sui turisti che visitano il museo, vorrei fare a tutti una domanda.
    Dove avrebbe dichiarato Caruso che Reggio e Crotone sono da chiudere?
    Ha detto che non hanno margini di crescita.
    Non è forse vero?
    Se le società di Reggio e Crotone sono fallite ci sarà un motivo? Se avessero fatto 1 mln di pax saremmo a questo punto?

    Quindi rilassatevi e accettate la verità.
    Oppure ancora a cedere all’assessore Marino ed il suo sistema satellitare…ahahah

  21. @ Pilota75:
    Le Società di Reggio e Crotone sono fallite per una cattiva gestione e lo sappiamo benissimo. Detto questo REG con una gestione pessima fatta di clientelismo e soldi rubati da 20 anni si mantiene a 500mila pax senza uno straccio di pubblicità e di crescita infrastrutturale, e con qualche volo in più nel 2006 siamo arrivati a 600 mila
    Nessuno dice che lamezia non deve essere l’aeroporto centrale ma se arriva uno che dichiara “il messinese che lo prende a fare il traghetto?” quando in ogni altro posto ci sarebbe una gestione quando meno accettabile e con un pontile funzionante con un planning di rifondazione serio di un aeroporto, saremmo qui con numeri magari vicini al milione (nessuno pretende voli internazionali).
    Chiediamoci piuttosto perchè uno che fino a ieri commercializza slot si prende il 30% dell’aeroporto e cerca pure di fare il competente. E soprattutto sembra come se non sapesse che la Sacal avrebbe partecipato al bando e lo avrebbe vinto.
    Mi sembra che il campanilismo stia avvenendo da lamezia e non da Reggio dove da più anni dichiariamo che è quello l’aeroporto principale e che Reggio con una crescita infrastrutturale può attestarsi discreti risultati.

  22. @Luigi
    Le società sono fallite principalmente per mancanza di pax.
    I 500.000 non esistono più da almeno 3 anni.
    Il pontile non serve a nulla.
    Fanno bene i messinscena a prendere il pullman per Catania, lo prendo io da Reggio, figuriamoci loro!

    Il planning serio lo fai tu? Pensi che le compagnie non siano in grado di valutare da sole?

  23. @ Pilota75:
    gli ultimi due anni 490 e 483 vedi tu. ed i precedenti supera i 500.
    Come fai a dire che sono fallite per mancanza di pax, quando abbiamo sperperato 20 milioni e con assunzioni di dirigenti con contratti esosi.
    Se esiste il planning le compagnie valutano l’interesse per un aeroporto, ma se non esiste nulla che devono valutare
    Io faccio il mio lavoro e chi di competenza fa il planning.
    Il reggino pendolare non credo vada a Catania, poi se devo partire per una destinazione internazionale ci vado anch’io ma se devo andare a roma o milano di certo non vado a catania, senno prendo un freccia bianca ed in 5 ore sono a roma

  24. @Luigi
    Avete sperperato 20 mln di euro in contratti per dirigenti?
    Hai evidenza di ciò? Dai bilanci non risulta.
    Quindi Alitalia ha cancellato i night stop per incapacità del management Sogas? Ce la spieghi questa?

    Con 500.000 pax un aeroporto è destinato alla chiusura, figuriamoci con 480000.
    Se non fai almeno 800.000 devo cambiare il tuo modello di business. Ma i reggini non lo vogliono capire.
    Quando chiuderà realizzeranno.
    Anche io credo che per Roma, ormai, convenga il treno.
    Lo hanno capito anche le compagnie aeree, infatti Alitalia sbaracca da Reggio tra 20 giorni.

  25. Figghioli ma questo a 80 anni che cxxxx deve capire di aeroporti non scherziamo dai Ahahahah fanno ridere

  26. @ Anthony:
    Sta parlando da un punto di vista aziendale.
    Mi puoi spiegare, tu che lo critichi, perché nessuna altra società di gestione ha presentato per Reggio e Crotone?
    Sto aeroporti che macinano pax e utili non li vuole nessuno?

  27. @ Pilota75:
    Non é come dici tu, per la gestione del Minniti ha partecipato anche la ASE S.p.a.

  28. @ Filippo:
    Ah beh… L’avr….e li ti andava bene…. Certo per un cesso di aeroporto ci volevano i monnezzari! Ahahah

  29. @ Pilota75:
    Era solo per “ricordarti” che per la gestione del Minniti non ha partecipato solo Sacal.
    P.s. voglio volare da Reggio anche se é un cesso d’aeroporto.

  30. @ Filippo:
    Io parlavo di società di gestione aeroportuali.
    Sappiamo tutti perché avr ha partecipato, chi ci stava dietro e perché.
    Vola pure, te lo impedisce qualcuno?

  31. @ Pilota75:
    Con “voglio volare da Reggio” penso di esprimere il sentimento di tutti i reggini, è scontato che non me lo può impedire nessuno.

  32. @ Pilota75:
    Alitalia ha tolto il night stop prima perchè aveva dei costi di gestione alti e sappiamo tutti il perchè ed infine andrà via perchè ormai è al collasso.
    Che abbiano sperperato i soldi in assunzioni pilotate e consulenze vergognose non lo trovi nel bilancio mi pare ovvio.
    E poi non capisco dici che avr era una società di spazzatura ( che ci può stare) però dai per oro colato quello che dice caruso che non mi pare sia nel campo dell’aviazione civile, eppure possiede il 30%.

  33. Caro Pilota 75 i “messinscena”, almeno per i voli nazionali sono costretti ad andare a Catania pur avendo un aeroporto a soli 45 minuti di distanza…

  34. @ Filippo:
    L’aeroporto è aperto, voli ce ne stanno, non capisco chi ti impedisce di farlo.

    @ Luigi:
    Alitalia perdeva perché non ci stavano passeggeri.
    Stai affermando che il bilancio è falso?
    Cosa c’entra avr con caruso?

  35. @ Pilota75:
    Sei tanto esperto nel settore dell’aviazione quanto nel polemizzare.

  36. @ Filippo:
    Perchè non mi rispondi?
    Chi ti impedisce di volare da reggio?
    @ giuseppe:
    dal 18 settembre vedremo se sono stati costretti o se lo trovano più comodo a prescindere.

  37. @ Pilota75:
    Alitalia perdeva perchè aveva dei costi di gestione alti e lo sai anche tu.
    Poi mi chiedo,mi fai delle domande tipo avvocato.
    Stai dichiarando il falso in bilancio? Sai benissimo come lo sappiamo tutti le precedenti gestioni come sono andate.

  38. @ Luigi:
    il falso in bilancio lo hai dichiarato tu e te ne assumi le responsabilità.
    Se fosse come dici tu sarebbe bastato, ad alitalia, mandare in cassa integrazione il personale e mantenere lo stesso i voli, come fa in tutti gli altri aeroporti.

  39. @ Pilota75:
    Siamo maggiorenni e vaccinati e ognuno si prende la propria responsabilità.
    Ti copio ed incollo il comunicato stampa di alitalia di marzo dove dichiara il motivo per cui stava andando via
    http://corporate.alitalia.it/static/upload/534/534b4d162a0e23b05a49f6edf2c27a5f.pdf

  40. @ Luigi:
    Io non lo leggo il motivo, dice altro il comunicato.
    Resta sempre da capire come faccia dalle altre città allora….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Note legali: secondo la normativa vigente ogni utente si assume la responsabilità di ciò che scrive nei commenti. Per richiedere la rimozione di un commento contattare lo Staff attraverso la pagina Contatti.