Aeroporti Calabria: Lamezia internazionale, Reggio Calabria city airport e Crotone turistico

Icona AeroportiCalabria.com Nota di AeroportiCalabria.com

Con il lancio del nuovo sito web dell’Aeroporto di Reggio Calabria è possibile conoscere le intenzioni della SACAL in merito allo sviluppo degli scali calabresi.

Lamezia Terme grazie ai vettori low cost e di linea continuerà a sviluppare traffico sui principali hub nazionali e internazionali, ma punterà anche allo sviluppo del traffico intercontinentale.

Reggio Calabria manterrà la sua naturale vocazione di city airport (aeroporto regional) con collegamenti verso i principali hub nazionali.

Crotone svilupperà traffico turistico attraverso vettori low cost e charter.

Siamo del parere che tali valutazioni possono piacere come possono non piacere, ma se si analizzano le infrastrutture e tutti quei dati oggettivi che stanno dietro ad un piano di sviluppo non si può certo dire che non si sta fotografando la realtà attuale. Ciò non vuol dire negare sviluppo verso alcuni territori, ma vuol dire che questa sarà la base di partenza per costruire un sistema unico regionale che possa stare sul mercato.

Vorremmo ricordare che il Piano Nazionale degli Aeroporti traccia delle linee ben chiare in merito agli scali minori. Per farla breve, se Reggio Calabria e Crotone un domani dovessero chiudere, al Ministero dei Trasporti non ne farebbero un dramma. Oggi è lo stesso Ministero a mettere Reggio Calabria e Crotone di fronte ad una scelta: chiudere o sistema unico regionale?

Lo Staff di AeroportiCalabria.com

Riportiamo dal sito SACAL reggiocalabriairport.it:

Chi è Sacal

S.A.Cal è la società di gestione degli scali aeroportuali di Lamezia Terme, Reggio Calabria e Crotone.

La fusione tra i tre scali calabresi è il passaggio fondamentale per la realizzazione di un unico sistema aeroportuale in linea con quanto previsto dal Piano Nazionale Aeroportuale approvato dal Ministero dei Trasporti Italiano. Grazie alle sinergie tra i tre aeroporti ed alla complementarità dell’insieme di offerta del Sistema, sarà, possibile, incrementare il numero delle destinazioni raggiungibili dagli scali calabresi e delle compagnie aeree presenti.

Lo sviluppo degli aeroporti sarà attuato in modo complementare, non concorrenziale ma sinergico, esaltando le specificità di ciascuno.

L’aeroporto di Crotone continuerà a sviluppare il traffico turistico e leisure attraverso vettori low cost e charter, l’aeroporto di Lamezia Terme privilegerà non solo i vettori low cost ma anche i full service carrier collegando i principali hub europei e punterà anche allo sviluppo di voli intercontinentali, l’aeroporto di Reggio Calabria manterrà la sua naturale vocazione di City Airport, quale alimentatore dei principali Hub.

Gli aeroporti dovranno costituire la “porta di accesso al territorio” e innalzare in tal senso i livelli di qualità per ricettività, accoglienza e funzionalità.

La Calabria potrà così contare su un importante sistema aeroportuale, in grado da costituire un volano di sviluppo economico del territorio all’altezza di una delle regioni più note e amate al mondo e di competere con i principali scali nazionali ed europei.

Grazie all’integrazione di queste realtà, la Calabria potrà contare su un importante sistema aeroportuale, in grado da costituire un volano di sviluppo economico del territorio all’altezza di una delle regioni più note e amate al mondo e di competere con i principali scali nazionali ed europei.

Il Nostro Business

SACal SpA è una Società a capitale misto. Il 50,75% delle azioni è infatti detenuto da Enti Pubblici e il rimanente da investitori privati. La Società ha un capitale sociale pari a € 13.920.225,00.

In qualità di gestore aeroportuale, SACAL coordina e gestisce gli aeroporti, pianifica e coordina lo sviluppo infrastrutturale degli scali, cura la manutenzione e la pulizia; gestisce i controlli di sicurezza sui passeggeri in partenza, le aree parcheggio e la fornitura di servizi commerciali e pubblicitari attraverso concessione a terzi.

La Nostra Mission

Sviluppare l’attività aeroportuale nel pieno rispetto degli standard di sicurezza, assicurando la massima efficienza e la migliore qualità di servizio ai clienti, con l’obiettivo di accrescere la propria produttività e redditività e di contribuire allo sviluppo socioeconomico della Calabria.


Condividi!

Prenota online e risparmia!
AvisBookingBudgetEuropcarExpediaFlixBusMeridianaMomondoRentalcarsSkyscannerTerravisionTripAdvisorTrivagoVolotea

23 commenti

  1. Mi sembra che sia una cosa già nota.
    Il Piano Nazionale Aeroporti prevede la stessa cosa.
    Reggio è un aeroporto regionale, il termine “city airport” non esiste nella codifica di un aeroporto. Non vuol dire nulla, se non la smania di usare male l’inglese.

  2. @ Pilota75:
    Severo ma giusto

  3. É una prospettiva seria e concretamente perseguibile.

  4. Pasquale Amato: In sintonia con il ragionamento di Fernand Braudel, il più grande storico del XX Secolo, sostengo che
    IL CAMMINO DELLA STORIA CI INSEGNA CHE LE INFRASTRUTTURE VIARIE, FERROVIARIE E AEREE SONO DECISIVE PER DETERMINARE LO SVILUPPO O L’EMARGINAZIONE DELLE COMUNITÀ IN QUALSIASI PARTE DEL MONDO.
    CHI LE POSSIEDE SE NE AVVANTAGGIA.
    CHI NE VIENE ESCLUSO È DESTINATO AD ESSERE TAGLIATO FUORI DAI PROCESSI DI SVILUPPO, A INESORABILE EMARGINAZIONE E A SICURA DECADENZA.
    PER QUESTI SOLIDI MOTIVI MI SONO OPPOSTO E MI OPPORRÒ A TUTTE LE MANOVRE PALESI E OCCULTE DI COLONIZZAZIONE E RIDIMENSIONAMENTO DELL’AEROPORTO DELLO STRETTO.

  5. @ Pasquale Amato:
    Non è necessario urlare.
    Non mi sembra che l’aeroporto sia stato ridimensionato…3 voli aveva prima e 3 voli ha adesso.
    Se non ci sono passeggari non è certo colpa delle compagnie o del gestore.

  6. Magari diventiamo un City Airport.
    Il City Airport per eccellenza è London City ed in Italia si potrebbe definire Milano Linate.
    Il termine City Airport significa che l’ aeroporto e comodo perchè si trova vicino ad un centro città quindi un comodo aeroporto cittadino.
    I city Airport sono limitati essendo vicini ai centri abitati ma questo non vuol dire che sono collegati solo con gli HUB come dice SACAL, anzi spesso sono aeroporti che sviluppano un traffico molto elevato per destinazioni internazionali ed altri City Airport in Europa ed in genere non hanno collegamenti intercontinetali sono spesso limitati anche perchè possono atterrare è decollare aeri poco rumorosi limitando l’inquinamento acustico.

  7. @ Vincenzo:
    scusa ma questa definizione dove l’hai trovata?
    Il London City Airport è l’unico a chiamarsi così perchè il quartiere di Londra si chiama appunto City, come dire Linate airport.
    E’ questione di una virgola: London City (nome di Londra), Airport e non London, city airport.
    L’italiano medio che non sa l’inglese è convinto che significhi aeroporto cittadino.
    Il termine city airport che dici tu (quali sarebbero gli altri city airport?), si traduce come aeroporto regionale, secondo la classificazione europea.
    Reggio è un aeroporto regionale, piaccia o meno.

  8. @ Pilota75:
    Quì ci sono i 10 City Airport, http://cityguide.guru/blog/cities-close-to-airports-in-europe
    Cmq sò benissimo che London City oltre ad essere un vero city Airport è l’ aeroporto di Londra lavoro nel trasporto aereo da 18 anni , è ti dico anche che il volo LIN- LCY adesso lo fà AZ ed anche British ( però il vettore regional con gli ERJ).

  9. @ Vincenzo:
    sarai pure nel trasporto aereo da 18 anni, ma questo è inglese.
    Intanto in quel sito, solo tu li chiami city airport. Io leggo un elenco di aeroporti vicino le città.
    London City è un sostantivo, tu lo usi come aggettivo, lo vuoi capire?
    LCY non è un vero city airport perchè è in città ma perchè è il suo NOME!
    Roma Fiumicino airport come lo traduci in inglese, curiosità….

  10. @ Pilota75:
    Mi sembra che anche SACAL nel suo sito ha scritto ” …. manterrà la sua vocazione di City Airport…”
    È un modo di dire per chiarire che è un aeroporto cittadino , forse avresti capito meglio se in quel post come esempio non avrei citato proprio London City.
    Poi se mi vuoi fare la lezione d’ inglese , grazie non sono molto bravo e mi farebbe comodo.

  11. @ Vincenzo:
    sacal ha sbagliato, deve averlo scritto qualcuno che non conosce l’inglese come te.
    Oltre all’inglese mi sa che anche in italiano stentiamo….

  12. @ Pilota75: fai una cosa chiama SACAL, gli spieghi tutto come hai spiegato a me, vedrai che correggeranno il testo.

  13. @ Pilota75:
    3 voli ad orari inutilizzabili sia in andata che ritorno da Roma e Milano, con grossi disagi per i viaggiatori che sono costretti a volare da Lamezia o Catania .
    1 giorno di lavoro a Milano = 3 giorni persi.

  14. Eduardo Lamberti Castronuovo

    Bene . Tutto chiaro . Allora perché Reggio dovrebbe versare 2 milioni di Euro per entrare in Sacal col 10% ?
    Spenda queste risorse per migliorare la città . Al’aeroporto ci pensare la Sacal: comunque !
    Eduardo Lanberti-Castronuovo

  15. Ecco dove si doveva arrivare…..
    Speriamo nel futuro …..

    La Storia e il Tempo ci diranno perchè siamo arrivati a questo punto….dolente non solo per l’AEROPORTO dello STRETTO (Termine che include anche la sponda siciliana e in particolare MESSINA) ma sopratutto TUTTO il COMPARTO MOBILITA’ METROPOLITANO delle DUE Sponde dello STRETTO..

    Dott. E. LAMBERTI CASTRONOVO Lei ha avuto il coraggio di ristabilire la verità su quanto è stato fatto e disfatto sul Nostro Aeroporto …. mentre gli ALTRI, indossando la Casacca del proprio partito, stanno affossando la Nostra Città … questo è un male atavico di Reggio Calabria.

    FRANCESCO pensi tu che i vecchi voli con gli orari soliti saranno mai ripristinati? Pensi Tu che saranno cosi sprovveduti ? Pensi Tu che SACAL farà gli interessi della più grande vasta aerea metropolitana della Calabria?

    Saluti da DOMENICO

  16. @ Francesco:
    non so che orari tu desiderassi, ma un volo al mattino, uno al pomeriggio ed uno la sera mi sembra che siano i periodi migliori.
    Per altri orari puoi affittarti un jet privato.

    @ DOMENICO:
    senza bisogno di scomodare tempo e storia, le cause si sanno già e si chiamano sogas (tutti i dipendenti tutti che sapevano come era l’andazzo), raffa, falcomatà, oliverio.
    Gli orari sono già i soliti.

    @ Eduardo Lamberti Castronuovo:
    Esatto, che senso ha versare soldi per avere il 10%? Esiste forse un accordo che garantirà a falcomatà (persona non sindaco) di sistemare qualche suo compare?
    i 2 milioni si potrebbero spendere per un servizio navetta Reggio-Lamezia.

  17. Ottima suddivisione come da molti auspicato
    Lamezia voli internazionali e nazionali
    Reggio voli nazionali
    Crotone voli turistici più inserirei per esigenze del territorio un Crotone Roma almeno 5 giorni su sette

  18. @ giuseppe:
    E’ previsto dal PNA e di fatto è una vocazione naturale specifica di ogni aeroporto.

  19. @ Pilota75:
    Infatti nulla di nuovo or d’inaspettato. I vari responsabili (politici e amm.vi) che in passato sono stati responsabili nel gestire l’aeroporto dello stretto hanno commesso molti errori tipici di chi non e` all’altezza di occupare determinate posizioni principalmente dovuto all’ignoranza in materia.

  20. @ Pilota75:
    re: la tua risposta a Vincenzo per quel che riguarda la definizione di : London city airport…; che io sappia l’aeroporto si trova nel “quartiere” di Newham (Borough of Newham) il motivo perche` l’aeroporto venne chiamato cosi` e` perche` agli inizi degli anni 80 il centro finanziario di Londra(City of London) a circa 7 miles dall’aeroporto cresceva vertiginosamente d’importanza e si apprestava a diventare il centro nevralgico della finanza mondiale e per la sua vicinanza alla “City” l’aeroporto risultava conveniente per i magnate, presidenti e management del mondo della finanza e multinazionali che potevano permettersi il lusso di usare i loro jet privati in un piccolo aeroporto convenientemente locato a pochissima distanza dalle loro sedi. Anche per questo aereoporto il futuro e` incerto perche` e` cresciuto molto e troppo in fretta creando grossi problemi d’inquinamento e le proposte politiche sono quelle di chiuderlo o ridurre di circa la meta` il traffico attuale.

  21. @ Gabs:
    Perfetto.
    Convieni anche tu che City in questo caso è sostantivo e non aggettivo; quindi è sbagliato definirlo aeroporto cittadino di londra?

  22. @ Pilota75:
    Si se si considera la grammatica ma credo che Vincenzo nel suo commento abbia preferito continuare con il significato di “city airport” come “aeroporto cittadino” riferendosi alla definizione usata erroneamente dalla sacal. In effetti oggi l’uso improprio o esasperato, come dici tu, di metterci ad ogni costo una parola inglese in un testo espresso in italiano molte volte puo` creare confusione a chi non conosce l’inglese..

    p.s.
    La Nostra Mission…mi ha fatto ridere a meno che non sia un errore di battitura….

  23. @ Gabs:
    no no, sono convinti si scriva maiuscolo perchè finalità significa che è importante se scritto in inglese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Note legali: secondo la normativa vigente ogni utente si assume la responsabilità di ciò che scrive nei commenti. Per richiedere la rimozione di un commento contattare lo Staff attraverso la pagina Contatti.