Aeroporto Lamezia: indagato il presidente SACAL Colosimo

Riporto da GazzettadelSud.it:

Dopo la scoperta di cimici e videocamere negli uffici la magistratura acquisisce faldoni e file digitali. Ieri mattina blitz di finanza e polizia nella sede della società mista che gestisce lo scalo di Lamezia Terme.

Il blitz scatta nelle prime ore del mattino all’aeroporto di Lamezia. La sede della Sacal viene praticamente circondata da finanzieri e poliziotti. Sulla Gazzetta del Sud la notizia della scoperta di microspie nel quartier generale della società che gestisce il più importante scalo calabrese. Per gli inquirenti non c’era più tempo per registrare in audio e in video tutto quello che accadeva nelle stanze dei vertici aziendali, e per carpire tutte le informazioni possibili dai computer hanno mandato la polizia postale che ha copiato ogni file. I militari del nucleo operativo della guardia di finanza hanno sequestrato faldoni di materiale su appalti e assunzioni. All’operazione ha partecipato la Polaria. Appalti e assunzioni sono al centro di un’inchiesta coordinata dai sostituti procuratori lametini Marta Agostini e Giulia Maria Scavello. C’è anche un’ipotesi di associazione a delinquere semplice per commettere i reati di abuso d’ufficio e turbativa d’asta. Nonostante la scoperta di cimici e videocamere, avvenuta per caso durante la riparazione d’un climatizzatore da parte dei tecnici, gli inquirenti avrebbero materiale sufficiente per l’inchiesta. Indagato il vertice Sacal. Dal presidente Massimo Colosimo, imprenditore catanzarese, all’ex vice Gianpaolo Bevilacqua poche settimane fa condannato in primo grado per concorso esterno col clan mafioso dei Giampà di Lamezia Terme. Sott’inchiesta anche altri due grossi imprenditori catanzaresi come Floriano Noto nel consiglio d’amministrazione di Sacal, e Giuseppe Gatto ex del Cda ed ex presidente di Confindustria Catanzaro. Tra gli indagati ci sono il direttore generale della società mista Pierluigi Mancuso, i dirigenti Ester Michienzi, Eugenio Sonni e Filippo Malafarina, e il dipendente Antonio Silipo. Sacal è l’unica società partecipata dalla Regione in utile. Controllata al 67% da parte pubblica, l’azienda fattura circa 23 milioni l’anno ed ha 230 addetti fissi. Gli appalti più importanti affidati sono quelli per la vigilanza privata e il completamento della pista allungata. Di recente Sacal ha anche assunto 18 persone con il progetto “Garanzia giovani” gestito dalla Regione con fondi europei. La carica di Colosimo, nominato nell’era Scopelliti, vacilla da quando alla Regione è cambiata la governance. Quella di Mancuso è in prorogatio fino a dicembre. La cosa più spinosa di cui si sta occupando il Cda da un anno è la ricapitalizzazione dell’azienda che secondo le norme europee dev’essere portata dagli attuali 7,7 milioni ad oltre 12 milioni di euro. Ma i partner pubblici (Regione, comuni di Catanzaro e Lamezia, Provincia e Camera di commercio di Catanzaro) per la spending review non possono aumentare le loro quote di partecipazione. E l’aeroporto, come tanti in Italia, potrebbe passare ai privati.

Fonte: http://www.gazzettadelsud.it/news//153840/Aeroporto–indagato-il-presidente-Colosimo.html


Condividi!

Prenota online e risparmia!
AvisBookingBudgetEuropcarExpediaFlixBusMeridianaMomondoRentalcarsSkyscannerTerravisionTripAdvisorTrivagoVolotea

6 commenti

  1. Nessuna novità prima o poi sarebbe successo!

    Mi auguro che la Magistratura faccia il suo naturale percorso e che i responsabili vengano puniti!

    Ecco cosa significa vivere ed operare in questa amatissima Regione!

    Comunque un pensiero va al Nostro Aeroporto che volutamente naviga con un barcone recuperato sotto le coste nordafricane e i Nocchieri Sogas altrettanto volutamente lo guidano!

    ADESSO POSTO AI PRIVATI!

    Fuori la Politica e i suoi sporchi giochi poiché qualsiasi colore politico produce la stessa
    schifezza e la stessa arretratezza!

    Un Saluto a Tutti Voi da Domenico.

  2. Domenico, condivido il tuo commento ma aggiungo purtroppo che i politici e amministratori coinvolti in tutto questo li ha votati il popolo calabrese.

    Un f.t.; Giusto oggi per caso ho trovato quest’articolo che conferma la poca “qualita`” dei politici reggini e amministratori sogas per far valere l’aeroporto dello stretto infatti questo poteva essere incluso nella lista dei pochissimi aeroporti che in Italia sono collegati alla rete nazionale ferroviaria e quindi essere nominato positivamente in questo articolo ma purtroppo anche il CDP non sa che a Reggio Calabria si sono buttati milioni per costruire una stazione che e` quasi in uno stato d’abbandono mentre poteva essere un buon promotional per portare piu` passeggeri al Tito Minniti……
    rgds

    http://www.repubblica.it/economia/2015/08/09/news/cdp_aeroporti-120703034/?ref=HRLV-3

  3. @ GABS Anche io condivido il Tuo commento!

    Però devo evidenziare che purtroppo storicamente in Italia e soprattutto nella Nostra Terra il sistema elettorale e di conseguenza l’espressione del voto da parte del cittadino segue logiche che sovente sfociano in percorsi tortuosi ( ed ovviamente Tutti Noi ne sappiamo i motivi) ed il risultato è sotto gli occhi di tutti ed in tutti settori.
    Per esempio vedasi le alluvioni di questi ultimi tempi: hanno interessato tutti i territori governati da ogni colore politico poiché per ottenere voti si chiude sempre un occhio!

    Ritorniamo adesso ai collegamenti su ferro in riferimento agli Aeroporti Italiani, come volevasi dimostrare il Nostro Aeroporto è sempre più ignorato dalla Stampa Nazionale e pertanto TUTTA L’ITALIA ignora che l’Aeroporto dello Stretto è uno dei primi Aeroporti serviti da una Stazione Ferroviaria RFI !!

    A Catania vi è un fortissimo dibattito su questo argomento e udite udite prendono esempio dell’Aeroporto dello Stretto che è ben servito da una Stazione Ferroviaria.
    Infatti sono stati stanziati fondi pubblici per portare la metro FCE in Aeroporto e FRI promette di fare una Stazione nei pressi di Fontanarossa!

    Quindi mi associo a quanto riportato dai Ragazzi di questo Forum e soprattutto da @ ROBERTO SARTIANO (FONDATORE) nell’articolo del 13 agosto u.s. !

    Un BUON FERRAGOSTO a Tutti Voi da Domenico.

  4. @ DOMENICO:
    Attenta e lucida analisi la tua Dom. Come sempre d’altronde. E anche se mi piacerebbe domandarti quale, a tuo avviso, sia la legge elettorale perfetta, trovo parecchio calzante l’esempio delle alluvioni dove sembra che il soggetto interessato alla “spicciola” speculazione elettorale sia addirittura Nostro Signore.

  5. La settimana scorsa FRAPORT http://www.fraport.com società tedesca d’investimenti e specializzata nelle gestioni aeroportuali ha finalizzato l’investimento con la autorità del governo centrale in Grecia di 14 aeroporti regionali per il prezzo di 1.23 milioni di euro ( in Grecia la situazione gestione aeroportuali penso sia o era molto simile a quella italiana ma adesso il governo Greco sta concretizzando il processo di privatizzazione di vari settori pubblici). La società tedesca assieme alla società greca Copelouzos erano state le uniche a pertecipare alla gara d’appalto bandita dal Governo greco a novembre del 2014.
    Credo che per gli aeroporti calabresi in primis questa sarebbe l’unica soluzione…..Ovviamente il Ministero dei Trasporti dovrebbe prima garantire a Fraport l’esclusione di qualsiasi ingerenza politica e dare una concessione a lungo termine di almeno 30 anni forse anche cosi si potrebbero eventualmente eliminare interferenze con società locali poco “serie” per dirla elegantemente.
    rgds

  6. Commento in attesa di moderazione…?

    Il testo no viene ancora pubblicato nonostante io abbia fatto alcuni tentativi d’invio ma dopo questi tentativi ricevo dal sistema un messaggio di conferma che sembra io abbia gia` inviato lo stesso commento??
    rgds

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Note legali: secondo la normativa vigente ogni utente si assume la responsabilità di ciò che scrive nei commenti. Per richiedere la rimozione di un commento contattare lo Staff attraverso la pagina Contatti.