Adesso è colpa dei passeggeri

Riporto da ReggioTV.it:

Voli per Fiumicino, Linate e Genova sospesi. La Sogas denuncia: “A volte pochissimi passeggeri a bordo” 

Aeroporto dello Stretto, l’addio di Itali Airlines

Reggio Calabria. Al primo atterraggio di un MD82 con la livrea di Itali Airlines, appena qualche settimana fa, il popolo reggino, incuriosito e soddisfatto, era certo che sarebbe stato l’inizio di una nuova era per il trasporto aereo in riva allo Stretto. Un’inedita, straordinaria stagione di progresso e sviluppo. E ammirava quegli aerei, il popolo reggino, con uno stupore degno delle macchine volanti di Leonardo da Vinci.

Oggi, a un mesetto appena dall’inizio di quella nuova e straordinaria e stupefacente stagione di tanti voli a basso costo, degli aerei di Itali neanche l’ombra. I cittadini si interrogano, si lamentano, ci rivolgono email di protesta, di preoccupazione e – perché no – anche di delusione. Motivo dell’addio a Reggio? Gli uffici di Itali, più volte contattati da parte nostra, non hanno mai risposto.

Sul sito della compagnia, dagli appositi menu a tendina, si possono ancora cercare voli da e per Reggio. Peccato non sia possibile selezionare una data utile… da qui all’eternità. Il sito della Sogas è più preciso: i voli per Roma Fiumicino, Milano Linate e Genova Sestri del vettore abruzzese sono stati tempestivamente rimossi dalla pagina dei collegamenti stagionali. Senza, però, fornirne una spiegazione, che comunque ci arriva dall’amministratore della società di gestione dello scalo. Secondo Pasquale Bova, la verità è che “Itali Airlines” «ha voluto tastare il mercato di Reggio Calabria e, purtroppo, si è resa conto che il mercato non è redditizio. Semplicemente, una compagnia non può volare andando in perdita perché sugli aerei s’imbarcano sette o dieci passeggeri alla volta. Da parte nostra abbiamo fatto il massimo – prosegue Bova -. Abbiamo fornito i servizi a terra di handling a prezzi bassissimi e ultracompetitivi. Ma se non ci sono passeggeri non è certo colpa della Sogas».

Intanto il piazzale del “Tito Minniti”, raramente popolato, è tornato ad essere un monopolio di livree a bande tricolori: quelle dell’Alitalia, che dall’uscita di scena di Itali potrà trarre ulteriore vantaggio. E che propone ai nostri passeggeri le solite, convenientissime tariffe. Provare per credere: 484 euro e spiccoli per andare e tornare non a New York, ma semplicemente a Linate.

Giampaolo Latella

Martedì 18 gennaio 2011 Ore 18:01

Fonte: http://www.reggiotv.it/notizie/cronaca/18104/aeroporto-stretto-addio-itali-airlines

—————————————————————————————————

La filosofia resta sempre quella, è sempre colpa di qualcuno. Sapevamo benissimo i problemi della Itali Airlines da mesi e mesi e non sono stati certamente i passeggeri a decretare l’insuccesso delle rotte proprio perche i famosi passeggeri reggini hanno riempito gli aerei in concomitanza delle festività natalizie, guarda caso in quel mesetto di attività. Come se non bastasse alcuni avevano prenotato voli anche a Gennaio ed ora sono costretti ad aspettare il rimborso.

Tutte le compagnie aeree in fase di lancio di una rotta hanno bisogno di mesi prima di raggiungere un buon riempimento.

Perche non viene detta la verità?

Se Itali Airlines ha chiuso è per problemi finanziari che avevano già precedentemente.

Ci domandiamo. Ma si vuole far passare il messaggio che da Reggio Calabria non vola nessuno? che da Reggio Calabria non c’è un adeguato bacino di utenza?

Invece di andare avanti andiamo indietro?

Lo Staff di AeroportoRC.com

Per maggiori informazioni visita il Forum alla pagina: http://www.aeroporticalabria.com/forum/viewtopic.php?f=17&t=652


Condividi!

Prenota online e risparmia!
BookingEuropcarExpediaFlixBusLufthansaMeridianaMomondoRentalcarsSkyscannerTerravisionTrainlineTripAdvisorTrivagoVolotea

27 commenti

  1. Ogni giorno che passa mi rendo conto di quanto può essere bestia quest’uomo!

    Cioè ditemi voi chi si imbarcherebbe da un giorno all’altro su un volo di una compagnia semisconosciuta che al massimo ha affisso due tre cartelloni in città. Cioè stiamo parlando di ItAli Airlines, non di Easyjet!
    Poi si parla tanto di attirare la clientela, ma di certo non è attirata da compagnie con il proprietario in carcere oppure gestite da truffatori albanesi. Questo a dimostrazione del potere contrattuale SOGAS, solo con i bancarottieri può trattare.

    Bova russigghiti e per colpa di incompetenti come te se siamo combinati così! Va vindi frutta a piazza Carmini, o fallisci pure con il banchetto, il più rudimentale sistema di commercio!?

    Ahh dimenticavo una cosa…..INCOMPETENTI!

  2. Aggiungo.
    Ma se qui le compagnie tengono 2 settimane e poi vanno via, chi è quello che prenota biglietti uno due o tre mesi prima???? per poi dover rischiare di spendere più soldi per il rimborso di quelli spesi per i biglietti.
    Una, ma solo una compagnia seria su 3/4 aeroporti importanti la riescono a portare??? se no deve chiudere!

  3. Questa persona non si rende conto di rivelarsi sempre più ridicolo agli occhi della gente, e nonostante tutto, nonostante i suoi clamorosi e regolari insuccessi continua nello scarica barile… E’ ormai una persona senza dignità al quale non interessa il suo lavoro, ma solo i proventi che ne derivano… Bisogna togliere di mezzo questo persone, ma siamo a Reggio Calabria, dove ogni cambiamento viene osteggiato… Complimenti signor Bova, lei si che ha capito tutto!!!

  4. Io rimetterei o pirilli o fuda!

  5. E’ inutile mettere politici, non sanno come far funzionare un aeroporto… La cosa migliore è sperare che si faccia la nuova società ed in fretta!

  6. era ironica modafix

  7. che peccato che un aeroporto nella posizione in cui si trova quello dello stretto sia amministrato in forma così “pedestre” come sta avvenendo, ci si dovrebbe vergognare di non voler fare alcunchè per far “decollare” l’Aeroporto dello stretto” per ciò che la civilissima gente del luogo merita ampiamente !!!

  8. Scusa Cris, ma conosco persone che davvero vorrebbero di nuovo quei due… il solito immobilismo

  9. cris, io metterei un manager che capisca di aviazione,
    licenzierei il personale in esubero.
    perchè credo che 52 dipendenti siano una vergogna assoluta .

  10. stavolta bova è indifendibile: itali l’ha scelta lui e l’ha prospettata come la chiave della svolta e, poi, un’altra menzogna: i voli per milano erano pieni e quelli per roma stavano iniziando ad andare quindi non è colpa dei passeggeri

  11. Be secondo me non ha detto nulla di nuovo.
    Compagnia venuta per trarre profitto dal periodo natalizio, dopo iniziano a diminuire i pax e quindi vola via.
    In perdita non vola nessuna e se aggiungiamo che la società era in crisi è normale conseguenza il blocco dei voli.
    Qui non è questione di scegliere in quanto non siamo nella condizione di farlo!Qui siamo nella condizione di cercare di accogliere chi vuole venire al tipo per offrire un servizio!
    L’articolo non mi pare abbia il fine di dire che la colpa è dei passeggeri bensì dice le cause che hanno portato itali a volare via.
    Ovviamente poi gli articoli li si possono leggere e riportare come si vuole.
    Ma io mi chiedo: ma secondo voi il nostro bacino di utenza (senza incentivi) è ben superiore ai 600000pax che abbiamo adesso?
    Io credo che la gente vola da reggio,ma ,certamente, vola meno o non vola a prezzi altissimi alitalia!
    Il nostro aeroporto è in condizione di rifiutare compagnie che si propongono per volare senza incentivi?
    Tutto questo pare strano.Quasi assurdo.
    In questo caso non mi sento di fare critiche in quanto quello che è stato detto mi pare sia una normale spiegazione delle cause che hanno portato itali ad andar via , ma certamente se non si prende una decisione di base dall’alto la questione andrà a finire male male.
    Vogliamo incentivi, vogliamo i fondi dati a Crotone,Lamezia.
    Sarebbe più utile avere collegamenti adeguati per il messinese che aumenterebbero radicalmente la quantità di pax del nostro aeroporto.
    Anche qui non si capisce come mai metromare continui a giocare e fare giochi strani.
    Speriamo in bene.

  12. Dopo questa dichiarazione di Bova, voglio vedere se c’è qualcuno che lo difende.

  13. Bova conferma ancora una volta la sua incapacità comunicativa.
    Magari è vero che Itali è andata via anche a causa dei pochi pax, però non è questo il vero motivo.

    Come già previsto itali ha approfittato delle feste per fare cassa e truffare le persone, ma questo lo avevo scritto a novembre quindi niente di nuovo.
    Bova però deve spiegare come mai itali ha cancellato tutti i voli in tutta italia, colpa di reggio? Non credo proprio.

    Ma anche se fosse vero che DA reggio volavano in pochi, come mai non c’era nessuno nei voli VERSO reggio?
    Anche a roma non c’è utenza? o a Genova o a milano?

    ma perchè non ammette che non capisce una mazza di aviazione e ha la dignità di dimettersi?

  14. Assolutamente allucinante..!!!! Il dott. Pasquale Bova sapeva benissimo già da quando l’ha accolta a braccia aperte che ItaliWEB aveva serissimi problemi economici nonchè un’aereo bloccato all’aeroporto di Londra per debiti ammontanti a circa 800.000 euro e cercava disperatamente un’aeroporto che accogliesse i suoi aerei per cercare di arraffare ancora qualcosa prima di chiudere.. Ma lo sapete chi è l’amministratore di ItaliWEB..??? Nuccio Intrieri.. e per chi lo conosce non penso ci sia bisogno di aggiungere altro.. Chi non lo conosce invece.. beh.. si informi e poi mi faccia sapere.. GRANDE PASQUALE BOVA.. NON FINIRAI MAI DI STUPIRMI!!!!

  15. Germania made in Calabria

    Mi ritengo fortunato di vivere lontano dalla Calabria. Le mie radici reggine non si cancellano e vorrei vedere un miglioramento delle condizioni di vita della mia terra di origine, premesso questo devo dire che questa sceneggiata dell’aeroporto di RC e’ davvero spassosa e comica.
    Ogni giorno si arricchisce di un nuovo particolare esilarante. Sembra un film commedia all’italiana degli anni ’60 alla Ettore Scola o Mario Monicelli. Purtoppo e’ un riso amaro per chi vive ancora in Calabria, ma chi legge da lontano rimane basito e meravigliato.
    Appuntamento alla prossima puntata dell’Armata Brancaleone SOGAS!

  16. Lo vada a dire a qualcun’altro Bova…Itali era una compagnia già in fallimento, prima di iniziare a reggio non effetuava voli già da un bel pò x carenze finanziarie e con i vertici della compagnia in galera. Quindi si sapeva che non poteva dare continuità è stata fatta venire a reggio solo x il periodo natalizio e i voli sopratutto quello x linate andava benissimo.

  17. una cosa è riportare una notizia in un modo “è colpa dei passeggeri”, altra cosa è sentire la stessa notizia da altra fonte e riportata in altri termini.
    Italì airlines ha dato la sua versione a quanto pare e pare sia in linea con quanto detto dalla sogas.
    Boh

  18. @Salvo: Non mi risulta che la Compagnia abbia dato spiegazioni.

    C’è ancora bisogno di spiegare il perchè Itali Airlines sia andata via?

    Spiegami allora perche ha sospeso anche i voli Genova – Fiumicino e Genova – Parigi CDG.
    Spiegami perche stava per aprire Reggio Calabria – Genova diretto a 95 Euro.
    Spiegami perche Enac gli ha concesso la licenza provvisoria fino a Maggio.
    Spiegami perche hanno un aereo fermo per un guasto al motore e non lo possono riparare per mancanza di soldi.
    Spiegami perche pare che non avessero nemmeno i soldi per fare il carburante.

  19. Sicuramente centra molto che la compagnia è in crisi, ma io leggevo l’articolo per come è scritto.
    Il messaggio è diverso! in quanto non si dice che la sogas dà la colpa ai passeggeri ,ma si spiega il motivo per cui l’itali è volata via:era in crisi, ha fatto profitto ,ha offerto un servizio a basso costo finchè c’è stata domanda e poi è andata via.Siamo in condizioni di rifiutare compagnie che vengono a volare senza incentivi?
    Se si vogliono voli low-cost a lungo termine poi ci vogliono $!
    Ma Scopelliti dice che ci sono tanti soldi quindi staremo a vedere.
    In piu’ dà un dato fin ora mai scritto su pax ragg senza incentivi.
    Ti ripeto io mi riferivo all’articolo di newz e quello che dice, non mi riferivo al fatto che itali è andata via solo per mancanza di pax (che è una causa ,ma non la principale).

  20. Giuseppe Caserta

    Gli aerei da Reggio Calabria durante le feste erano tutti pieni e non si trovava un posto …. tutti tranne quelii dell’Itali airlines … ma la colpa non era sicuramente dei passeggeri che facevano i biglietti con il rischio di restare a terra per la cancellazione dei voli programmati ….

  21. @Salvo: Guarda che il messaggio che si è voluto fare passare è quello che gli aerei hanno volato semi vuoti, quando sappiamo che non è vero.
    Non è possibile che si dica questo, anche perche così dicendo non si incoraggiano altre compagnie a venire.
    Poi rimane un mistero del perchè si vuole far arrivare questo messaggio?
    Cioè capisci che è un modo come un’altro per volersi tirare la zappa sui piedi?

  22. @pilota75
    ciao a tutti…. come al solito pilota sono d’ accordo con te….. ti vorrei svelare anke un altra cosa su itali e magari sapere se è vera…. cioè ke tra i manager di italli ci sia AZZARONE ovvero il titolare di CONSULTA ke come ben sappiamo offre servizi a terra presso il nostro scalo… quindi mi sorge spontaneo pensare ke tutto ciò è stata una truffa premeditata dai soliti sciacalli di turno ke amministrano SOGAS…..be ke dire “POVERI NOI” ke subbiamo tutto questo consapevoli di quello ke accade e stiamo li a guardare immobili aspettando ke qualcosa cambi…. ma dico io come mai non si è mai aperta un indagine su sogas x sapere come fa a bruciare milioni di € e lamentarsi ke è senza soldi? addirittura mi hanno detto ke, come avevo riferito in un altro post, non hanno soldi x riparare il nastro trasportatore dei bagagli ed il servizio viene effettuato manualmente, ma dico io dove siamo arrivati? penso proprio alla frutta!!!!!!!!!!!!!!!

  23. Giuseppe Caserta

    Se tutti i Reggini che prendono l’aereo a Lamezia volassero da Reggio , non so se il traffico dell’aeroporto lametino sarebbe maggiore di quello dell’aeroporto dello Stretto !!!

  24. sì purtroppo noi reggini che voliamo spesso e che non spendaccioni preferiamo andare a Lamezia causa prezzi umani.

  25. Non ho letto tutti i messaggi precedenti. Comunque io ci sono rimasto male dell’abbandono di Itali. Ho dato fiducia alla compagnia tanto da aver utlizzato l’aereo A/R per Fiumicino il primo giorno il 17/12/2010 (29 passeggeri) e poi ancora il 2 ed il 6/1/2011. Ma la sera del 6, sul volo delle 19.10 eravamo in 9 su un aereo da 160 posti. Insomma qualcosa di vero c’è sul fatto che la tratta non si è dimostrata redditizia.

  26. Che tristezza!!! io sto ancora aspettando il rimborso per un volo acquistato per febbraio. Li recupererò mai questi soldi?!? Oltre il danno, anche la beffa! Mi toccherà viaggiare, purtroppo, da Lamezia. Ogni volta che devo percorrere quel tratto di A3, mi vengono i brividi e mi chiedo: “PErchè io che abito a Reggio Calabria, sono costretta a vivere e vengo considerata come un cittadino di serie B????”

  27. ti consiglio di prendere il treno da reggio a lamezia, in meno di un’ora e 20 arrivi alla stazione di lamezia dove c’è sempre una navetta ( mi sembra ogni 20 minuti ) per l’aeroporto che comunque è vicinissimo . io evito di fare l’A3 perchè non si sa mai che imprevisti puoi trovare, magari arrivi a lamezia con un ritardo di appena 5 minuti che comunque ti fa perdere l’aereo !

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Note legali: secondo la normativa vigente ogni utente si assume la responsabilità di ciò che scrive nei commenti. Per richiedere la rimozione di un commento contattare lo Staff attraverso la pagina Contatti.