Aeroporto dello Stretto, il rilancio arriverà dal mare

Riporto da GazzettadelSud.it:

Aeroporto, il rilancio arriverà dal mare.

Bova: chiederemo l’aumento delle corse con le navette veloci da 4 a 10 in vista dell’incremento dei voli.

Tonio Licordari
Aeroporto e metromare sono in perfetta relazione: l’uno chiama l’altra risponde. Le ultime notizie sono più che positive perché c’è la grande volontà degli enti messinesi di istituire il check-in dall’altra parte dello Stretto, sul pontile galleggiante di Capo Peloro. Un’idea questa fortemente voluta soprattutto dal presidente della Provincia regionale di Messina, l’on. Nanni Ricevuto e che ha avuto luce verde da parte di Enac. Adesso è la Sogas che dovrà valutare nel corso del prossimo Consiglio di amministrazione la possibilità di realizzare il servizio. Le prospettive sono incoraggianti. D’altro canto lo si è sempre detto e scritto: il rilancio del “Tito Minniti” passa solo attraverso il pieno recupero dell’utenza messinese che da tempo si è orientata verso lo scalo catanese. I numeri non si discutono: per garantire una gestione attiva il numero dei passeggeri annuali deve superare quota 800 mila, quelli attuali non raggiungono quota 500 mila.
Ottimista è il presidente del Consiglio di amministrazione, il dott. Pasquale Bova, che ha sempre guardato all’altra sponda. «Le prospettive – dice – per centrare i nostri obiettivi ci sono tutte. Stiamo soffrendo ancora, ma ci sono programmi in corso che, una volta realizzati, consentiranno all’Aeroporto di esprimersi al cento per cento per diventare uno dei volani di sviluppo dell’Area metropolitana».
Cominciamo ad approfondire questi programmi, partendo dal collegamento diretto Messina-Aeroporto che dovrebbe partire dal primo marzo. Dice il dott. Bova: «La prossima settimana metromare comincerà a fare le prove di approdo sul nostro pontile che è già stato completato da circa un anno, nei tempi previsti. Le prove serviranno per capire se sarà necessario fare qualche intervento in modo che il primo marzo il servizio possa essere avviato. Nell’accordo sono previste quattro corse al giorno. Ma ci rendiamo conto che sono poche, soprattutto in vista della sviluppo dell’attività volativa».
Quattro corse al giorno per cominciare, ma il presidente del Cda assicura: «Il prof. Michele Limosani, che è consigliere di amministrazione in rappresentanza degli enti messinesi, si sta impegnando per predisporre un progetto in modo che si possa arrivare almeno a dieci corse al giorno. Questo è il nostro obiettivo, faremo di tutto per raggiungerlo. Devo dire che ci stanno dando un mano il parlamentare messinese Garofalo e il reggino Nino Foti, i quali fanno parte della commissione competente della Camera».
Infatti bisogna guardare avanti. Finalmente nel novembre scorso, la Conferenza dei servizi ha “liberato” i quattro milioni di euro che serviranno a incrementare le rotte. L’Aeroporto dello Stretto sarà collegato con Torino, Milano Malpensa, Pisa, Bologna e Venezia. Ma quando si partirà? «L’Enac – dice Bova – ha già effettuato tutte le procedure per i relativi bandi di gara diretti alle compagnie aeree. I tempi fissati erano in 180 giorni. Credo che entro maggio si potrebbe dare il via a questi voli con le città più importanti del Nord Italia. Reggio sarà collegata, quindi, in maniera capillare e sarà più vicina al resto del Paese».
L’altro obiettivo riguarda la ricostruzione dell’intera aerostazione, costo previsto circa 12 milioni di euro. Su questo punto, il presidente Bova rallenta: «Ci mancano 2 milioni e mezzo di euro circa che devono arrivare dalla Regione. Stiamo sollecitando da qualche tempo l’ufficio competente, ma non abbiamo avuto ancora risposte. Il mio pensiero è il seguente: non apro cantieri se non ho in mano l’intera somma perché una volta che si parte si deve completare l’opera. Un’aerostazione non può restare incompiuta proprio in una fase in cui esistono tutti i presupposti per un rilancio effettivo del nostro scalo».
Sin qui, il dott. Pasquale Bova, che è stato anche abbastanza chiaro. C’è molta attesa per la metromare che dovrebbe risolvere la questione dei pendolari e assicurare un sistema di trasporto razionale nello Stretto. Da qui al primo marzo mancano ancora circa 80 giorni che non debbono trascorrere invano. Ci sono due punti essenziali da chiarire: il tipo di servizio e le tariffe. Gli enti interessati, i tre comuni (Reggio-Villa-Messina) e le due Province dovranno ripristinare quel tavolo interistituzionale per affrontare con il Consorzio metromare e, quindi, con Bluvia e Ustica Lines, le due questioni. Il bando di gara parlava di linea circolare che è assolutamente improponibile perché i tempi di traghettamento si raddoppiano. C’è in atto un’azione politica, da parte di Garofano e Nino Foti, per superare l’ostacolo burocratico: il bando iniziale di gara prevedeva due punti di partenza da Messina, dal Papardo e da Capo Peloro. Siccome il pontile del Papardo ancora non esiste, si potrebbe, in attesa della sua costruzione, dare il via alle corse dirette (o a “pendolo”). Nel frattempo si dovrebbe provvedere a modificare l’aspetto burocratico. Per partire con il piede giusto, il servizio deve assicurare collegamenti diretti Messina-Reggio e viceversa e Messina-Villa e viceversa. Per l’Aeroporto sono già previste le corse finalizzate.
Il secondo punto riguarda le tariffe. Gli enti debbono trattare con il Consorzio. Si era pensato ad un certo punto al biglietto unico, collegando la metromare alla metropolitana di superficie e alle due ex municipalizzate, Atam e Atm. Certo è che il Consorzio avrà dallo Stato un contributo di circa dieci milioni di euro all’anno, per cui bisogna tenere conto anche di questo nel momento in cui verranno stabilite le tariffe. Per quanto riguarda gli enti reggini, il vice presidente della Provincia Costantino e l’assessore comune Imbalzano dovranno prendere l’iniziativa per aprire con il Consorzio della metromare un confronto su questi due argomenti (tipo di servizio e tariffe) che dovrebbero determinare la riuscita o meno del progetto.

Fonte:

Per maggiori informazioni visita il Forum alla pagina: http://www.aeroporticalabria.com/forum/viewtopic.php?f=20&t=465


Condividi!

Prenota online e risparmia!
BookingEuropcarExpediaFlixBusHertzLufthansaMeridianaMomondoRentalcarsSkyscannerTerravisionTrainlineTripAdvisorTrivagoVolotea

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *