Aeroporto Reggio Calabria: il Consiglio metropolitano approva mozione sull’acquisizione di quote in SACAL

Seduta del Consiglio della Città Metropolitana di Reggio Calabria con all’ordine del giorno una importante tematica relativa all’Aeroporto dello Stretto, ossia la possibilità per la Città Metropolitana di partecipare al bando di acquisizione di quote della SACAL SPA.

Il Consiglio metropolitano ha approvato a maggioranza la mozione sull’acquisizione di quote in SACAL.

Link Video: https://www.youtube.com/watch?v=vWhWiwI9u5M


Condividi!

Prenota online e risparmia!
AvisBookingBudgetEuropcarExpediaFlixBusMeridianaMomondoRentalcarsSkyscannerTerravisionTripAdvisorTrivagoVolotea

7 commenti

  1. Presumo, a questo punto, che qualcuno sappia già cosa deciderà il Consiglio di Stato!

  2. @ Giuse79:
    Ma cosa dici.
    A parte che dobbiamo tutti sperare che resti la sacal,a ltriemntii lgiorno dopo si chiude.
    La scadenza per presenatre offerte è il 30 ottobre.

  3. @ Pilota75:
    Il Presidente De Felice è stato chiaro, la gestione unica è stata fortemente voluta dalla Politica sia a livello nazionale che locale, ma io aggiungerei anche da ENAC logicamente. Questo lo scriviamo da anni. Poi qualcuno si scandalizza per 2 milioni di Euro per entrare in SACAL, quando la Provincia di Reggio Calabria ha versato oltre 30 milioni di Euro in 8 anni in SOGAS. Il Consiglio di Stato una prima decisione l’ha già presa e credo che il 5 Dicembre il Bando non sarà annullato.

  4. E’ chiaro che il Comune cerchi di entrare in SACAL per difendere l’Aeroporto dello Stretto. Come è chiaro che la Provincia, invece, continuando a buttare una marea di soldi in una SOGAS chiaramente incapace, seguisse fini ben diversi da quelli di sviluppo dello scalo a beneficio della comunità. Erano solo fini politici, economici (per qualcuno) e di potere (in tutte le sue forme).

  5. @ Demetrio:
    E’ sempre la Provincia che entrerebbe in sacal (con una piccola quota). Ora si chiama città metropolitana.

  6. Io spero che il consiglio di stato faccia chiarezza su un bando cucito ad arte per la Sacal,inibendo di fatto gli altri concorrenti che si sono presentati ed scoraggiando a non presentarsi altri che non hanno presentato nessuna offerta.E’ da pazzi e’ sciagurati entrare come citta’ metropolitana in sacal con il 10% ,regalando,sopratutto se la sentenza dovesse dare torto al bando,due milioni di euro,restando di fatto soci della SACAL Lamezia ed ripianando i debiti della stessa.Ad oggi non ho visto un incremento dei voli, cosi’ restando i Messinesi continueranno ad andare a Catania ed i Riggitani a Lamezia stessa, dove i voli sono quintiplicati rispetto a Reggio.Viva la sana concorrenza fra i vari aeroporti,ma i soldi della ristrutturazione dell’aerostazione che fine anno fatto?Sacal non dara’ lo svilippo a Reggio ed a Crotone perche’ se lo facesse lei stessa ne perderebbe in volumi.Poi io dico hanno presentato un non piano di sviluppo che durera 30 anni, senza fare nulla affossando sempre piu’ la citta’. I POLITICI REGGINI sono corrotti ed accettano tutto quello che dice CATANZARO ed ROMA.

  7. @ Pilota75:
    ah ,già! confondevo. In effetti ad oggi non ho mai capito bene competenze e prerogative di questa “città metropolitana”.

    @ Pepecosimo:
    Immagino l’idea “ufficiale” abbia una direzione diversa da quella prospettata. La Città Metropolitana entra in SACAL per cercare di fare aumentare il peso dell’aeroporto reggino, non è che entra a seguito di un aumento dei voli. E’ la collocazione nel tempo degli eventi a cambiare (quale sia conseguenza dell’altro).
    Ovviamente potrei essere d’accordo con te se si sapessero le logiche secondo cui sia stata fatta questa scelta, i rapporti costi-benefici, ecc. Cose che non credo sapremo mai semplicemente per il fatto che – se va bene – saranno stati buttati giù due numeri di fantasia per arrivare a quel totale di 2 milioni giustificati dal nulla.
    Non sarei così pessimista tuttavia, magari qualcosina ne esce fuori. I piani sono fatti per essere cambiati 😀

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Note legali: secondo la normativa vigente ogni utente si assume la responsabilità di ciò che scrive nei commenti. Per richiedere la rimozione di un commento contattare lo Staff attraverso la pagina Contatti.