Aeroporto Reggio Calabria: ENAC ha deciso la decadenza di SOGAS

L’Ente Nazionale per l’Aviazione Civile rende noto che durante il Consiglio di Amministrazione che si è svolto il 26 ottobre 2015, tra i vari punti all’ordine del giorno sono state assunte le seguenti determinazioni e delibere e trattati i temi qui riportati.

  • GESTIONE AEROPORTO DI REGGIO CALABRIA

Poiché la società Sogas, affidataria della gestione dell’Aeroporto di Reggio Calabria, non ha fornito, entro il termine del 15 ottobre 2015, le evidenze concrete richieste dall’ENAC in termini di rispetto dei requisiti economico-finanziari necessari al mantenimento della gestione dello scalo, il Consiglio di Amministrazione ha preso atto dell’avvio del procedimento di decadenza della concessione affidata alla Sogas S.p.A.


 Nota di AeroportoRC.com

Ci auguriamo che la data del 26 Ottobre possa rappresentare il rilancio dell’Aeroporto dello Stretto. Rilancio che passa necessariamente da una completa rottura con gli schemi del passato e con le modalità di gestione fin qui messe in campo.

Lo Staff di AeroportoRC.com


Condividi!

Prenota online e risparmia!
AvisBookingBudgetEuropcarExpediaFlixBusMeridianaMomondoRentalcarsSkyscannerTerravisionTripAdvisorTrivagoVolotea

33 commenti

  1. vaiiiii alla grande! Grazie ENAC
    speriamo adesso arrivi una società in grado di rilanciare l’aeroporto.

  2. @ Pilota75:
    Ma cosa festeggi! Non è una revoca! È solo l’avvio della procedura, che sicuramente avrà anche delle condizioni e altri tempi

  3. @ Giuseppe79:
    infatti non è una revoca ma una decadenza.
    Non c’è più appello, fine, lo capisci?
    La procedura è necessaria, ma non si torna indietro.
    Ora liquidazione della sogas, passo necessario checchè ne dica raffa che ha ampiamente dimostrato la sua ignoranza e incapacità in materia.

  4. @ Pilota75:
    Su Raffa condivido, sulla decadenza aspetterei prima di festeggiare.
    Sai può sempre spuntare una proroga oppure altra opportunità data a Sogas.
    Bisognerebbe conoscere l’atto inviato da Enac a Sogas

  5. Infatti ha ragione Giuseppe : già si parlava non poco tempo addietro che la Sogas avrà sicuramente una proroga finché non si farà avanti una società che vorrà gestire lo scalo. Ma figuriamoci se qualche pazzo o qualche cordata di fuori di testa vorrebbero complicarsi la vita per un bel po di milioni di………….debiti.
    Se fossimo ancora ai tempi del grandissimo sindaco Beppe Scopelliti, magari ci scappava una già ben collaudata compartecipata, e quindi gli ultimi soldi rimasti verrebbero consumati definitivamente. Se casomai ce ne fossero ancora. E i debiti ovviamente alla collettività stile Alitalia.
    Insomma Cittadini e Passeggeri, non abbiate dubbi, continua la lenta agonia che permette ancora di rubacchiare qualche spicciolo . Vedi la serenità del furbastro di Raffa.
    Aspetto con ansia le osservazioni del grande e immenso Chizzoniti

  6. Che farsa.
    ma che razza di imbroglioni.
    Nel video si vedono chiaramente la facce di b………da tramandare ai posteri @ Porcino Funghetto:

  7. Mi sembra di capire che ormai la SOGAS appartiene al passato. E’ intenzione di ENAC affidare la gestione ad una NUOVA Società. La SOGAS continuerà ad operare nel periodo di transizione (6 – 12 mesi) tra la vecchia e la NUOVA.

  8. Forse non è chiara per molti la procedura.
    Non è che enac dall’oggi al domani caccia la società di gestione.
    Devono garantire il servizio pubblico.
    Ora enac comunicherà a sogas che è iniziato il procedimento di decadenza che avverrà con la nuova gestione, a meno che non intervengano nuovi fatti (fallimento di sogas).
    Nel frattempo la sogas è obbligata alla gestione ordinaria, coadiuvata da enac.
    Nel frattempo si fa il bando e si ricomincia.

    Io mi auspico, per il bene dei lavoratori, che la sogas venga posta in liquidazione e successivo concordato così da evitare di lasciare in mezzo ad una strada le persone. Hanno tutto il tempo (raffa in primis se davvero vuole il bene della città) per gestire il personale.
    Ma siccome a reggio i politici vivono sulle tragedie delle prsone, vedrete che li porteranno in ginocchio dal papa per avere ciò che gli spetta.

  9. Ok, si fa un nuovo bando. E chi partecipa? Imprenditori o cordate di imprenditori non ce ne sono. Vedasi la fine della Reggina.
    Quindi alla fine verrà costituita.una.nuova società da regione,provincia e comune. Quindi gestita dai soliti politici.
    Non vedo come.le cose.in futuro possano cambiare più di tanto. E.diranno l’alternativa era chiudere l’aeroporto.

  10. @ Fabrizio:
    L’Aeroporto non è una squadra di calcio. Gli investitori possono venire da fuori, non è detto che devono ricadere nell’area compresa tra Gallico e Pellaro.

  11. La politica ci salverà. Viva ReggiodiCalabbrrria, erumu i serieA

  12. @ Roberto Sartiano (Fondatore di AeroportoRC.com):
    Chi investirebbe soldi propri in un aeroporto che serve una città turistica senza idee su cosa sia il turismo, senza collegamenti decenti per la sponda messinese, con i sindacati che per tutelare il diritto di un singolo a 10 minuti in più o in meno di lavoro farebbero fallire tutto. Per non dimenticare le abilitazioni specifiche per i piloti.. i lavori sulla pista fermi da non so quanti anni. Più che imprenditori servono filantropi, meglio ancora se anche visionari.

  13. @ Fabrizio:
    E allora la SAC, Miro Radici, e le altre di cui non ricordo i nomi, che avevano manifestato interesse addirittura per il 35 % di SOGAS come li definiresti? Pazzi totali?
    A maggior ragione che adesso SOGAS non ci sarà più, gli investitori dovrebbero aumentare.
    Altrimenti quale sarebbe l’alternativa? La chiusura dall’Aeroporto?
    Nuova gestione, vuol dire appunto nuova gestione, rottura con il passato e con le prese in giro colossali. Il privato che ha interesse che l’Aeroporto funzioni, vedrai che lavorerà per raggiungere degli obiettivi e non per fare solo parole come è avvenuto fino ad ora.

  14. @ Roberto Sartiano (Fondatore di AeroportoRC.com):
    Non so fino a che punto la Sac che oggi gestisce oltre Catania anche in compartecipazione Comiso, possa avere interesse a puntare sul Tito Minniti. L’80% dei messinesi viaggia già su Catania, credo che l’interesse era solo per qualche lustro fà, prima che le low cost che lavorano su Catania attirassero i viaggiatori della provincia di Messina

  15. forse è questa l’occasione giusta per puntare alla società unica regionale ed introdurre SACAL a Reggio. Posto che anche SACAL è schiava degli interessi e delle inefficienze politiche, che soprattutto recentemente la stanno logorando, la presenza e l’esperienza di ADR tra i soci privati, però, potrebbe rappresentare una buona opportunità per il rilancio di REG.
    L’ingrediente, per ognuno dei 2 aeroporti, è sempre lo stesso: la politica deve fare un passo indietro.

  16. @ Fabrizio:
    sicuro SAC e SACAL parteciperanno, meglio poterci gestire che diventare concorrenti.
    il problema non si porrà proprio, un aeroporto se ben gestito (parliamo della totale 20nnale minimo) porta soldi.

  17. antonio raffaele

    A me sembra che la farsa stia tragicamente continuando. La Sogas non poteva offrire in pochi giorni all’Enac garanzie che mancano da anni. La paralisi non è di oggi e nemmeno di ieri. Il destino sembra segnato anche se il nuovo presidente dottor Bagnato è persona degnissima. Lo ripeto : bisogna ripartire dalle competenze e dalle capacità. Negli ultimi venti anni la politica ha sempre messo persone sbagliate nei posti sbagliati premiando figure di secondo piano ed insignificanti. Non sono d’accordo con chi osanna Scopelliti. Per dieci anni ha avuto la Calabria in mano e non mi pare che abbia fatto granchè per il Tito Minniti che rimane uno scalo strategico. I suoi hanno fatto una guerra strisciante al presidente della Provincia. Nello stesso periodo -sempre con Scopelliti prima sindaco e poi presidente della Regione- l’aeroporto di Lamezia ha beneficiato di sostanziosi incentivi economici (milioni di Euro per far arrivare Ryanair). Adesso la SACAL annuncia l’aumento dei voli con Torino e l’incremento dei collegamenti internazionali. Mi pare normale.
    E’ di oggi, inoltre, la notizia che i comuni del Marchesato (Capo Rizzuto, Cutro, Strongoli etc…) hanno messo a disposizione tre milioni di euro per salvare l’aeroporto di Crotone, per il quale domani 31 ottobre scadrà la proroga concessa dal curatore fallimentare. A qualcuno fischieranno le orecchie ? Per anni il comune di Reggio, la Camera di Commercio, gli enti locali messinesi e gli altri soci hanno abbandonato al suo destino lo scalo dello stretto senza nemmeno versare le quote. La storia dice questo anche se nessuno si sogna di discutere i disastri avvenuti in Sogas, dove anche il sindacato ci ha messo del suo. Nei comunicati delle varie sigle si è parlato sempre di questioni spicciole (assimilabili alle liti condominiali) e mai si è capito se le organizzazioni dei lavoratori hanno o no una visione strategica del trasporto aereo.
    Possibile che nessuno si renda conto che è ora di mettere da parte le guerre tra fazioni politiche e di far spazio alle capacità ed alle competenze? Che Dio ce la mandi buona.

    PS : qualcuno ha notizie dei bandi per i collegamenti con Bologna e Pisa?

  18. @ antonio raffaele:
    Grazie per il tuo intervento.

    Secondo un’indiscrezione apparsa questa settimana sulla Gazzetta del Sud, nessuna offerta è stata ancora presentata per i voli verso Bologna e Pisa. Il termine ultimo scadrà il 12 Novembre.

  19. @ antonio raffaele:
    veramente scopelliti da presidente della regione ha messo a disposizione di sogas quesi 6 mln..la domanda è: perchè non li hanno usati?
    Dimentichi forse la reazione di porcino ogni volta che la regione attivava i voli (russia, volotea, ecc.)? Insofferenza, faceva l’offeso che non gli avevano chiesto il permesso ecc. ecc.
    I comuni non hanno versato nulla, sono le royalties per l’estrazione del petrolio anticipate dalla regione.
    La regione, oliverio (quindi di altro colore politico) ha messo a disposizione i soldi anche per l’aerostazione di reggio…sono 3 mesi che la provincia (raffa) non fa il bando e quindi sono andati persi.
    Qui il problema è solo uno: la provincia.
    Bagnato sarà degnissimo ma non è adatto a gestire una società aeroportuale. punto.

    Dubito che qualcuno possa avere interesse ad operare pisa e bologna.

  20. @ Pilota75:
    Scopelliti da presidente della Regione ha stanziato 5,8 milioni di Euro, ed ha detto che questi soldi vanno spalmati su più anni, mi pare 3. Però questi soldi la Regione li poteva impegnare solamente facendo i Bandi per attirare le compagnie. SOGAS invece pretendeva di avere questi 5,8 milioni di Euro dicendo “ce la vediamo noi”. Secondo te/voi con una mossa del genere che fine avrebbero fatto questi 5,8 milioni di Euro, sapendo che già i soldi destinati all’Aerostazione sono stati distratti ed utilizzati per altro?

  21. @ Roberto Sartiano (Fondatore di AeroportoRC.com):
    ecco, ricordavo bene. La domanda può quindi essere riformulata: perchè la sogas non ha mai fatto un bando nonostante ci fossero i fondi?

  22. @ Pilota75:
    Penso che i Bandi li poteva fare solo la Regione. Li ha fatti per un anno, ma poi vi è stato il cambio del Governatore e successivamente le elezioni.

  23. @ Roberto Sartiano (Fondatore di AeroportoRC.com):
    ok

  24. Come al solito in Italia abbiamo i penultimatum….
    Rinviato l’avvio della decadenza al 15.12.2015…….

  25. Peraltro la motivazione è una arrampicata sugli specchi…

  26. Due notizie:
    Raffa continua a diffondere la falsa notizia della mitigazione delle limitazioni;
    Raffa finalmente, dopo viaggi a spese nostre a dublino, ha capito quello che su questo sito diciamo da anni: FR non viene a Reggio a causa della pista. Almeno non vedremo più foto e messaggi elettorali.
    http://www.strill.it/citta/2015/11/nuova-speranza-per-la-sogas-raffa-ce-tempo-fino-al-15-dicembre/

  27. evito di commentare i 450 piloti che volano tutte le destinazioni…ahahah

  28. @ Pilota75:
    Hai visto? Ti avevo detto di non festeggiare! La proroga è arrivata, anche se breve!
    E tu hai dimostrato per l’ennesima volta di non conoscere come funziona il sistema….

  29. @ Giuseppe79:
    tu hai letto il contenuto della comunicazione? e’ solo per ultimare i documenti ma la valutazione è negativa.
    Hanno preso tempo perchè devono elaborare il bando.

  30. @ Pilota75:
    abbiamo letto, forse, entrambi la stessa cosa: articolo stampa fonte Gazzetta del Sud.
    Di fatto c’è una proroga fino al 15 dicembre per dimostrare quanto fino ad oggi promesso, ripiano perdite 2014, piano investimenti e piano economico finanziario.
    Adesso sta ai Soci decidere se chiudere sogas o salvarla!
    Questa è la mia lettura, forse sbagliata ma credo che adesso siamo al termine.
    Se il 15 Enac non avrà quanto richiesto, allora si che si avvierà alla decadenza e partirà l’elaborazione del bando come dici tu.

  31. @ Giuseppe79:
    Io vorrei sapere se è mai possibile che SOGAS riesca in 2 mesi a presentare tutto ciò che ENAC chiede da 10 anni. Come farà ad esempio a presentare il piano degli investimenti ed il piano economico-finanziario per il periodo 2016-2045 che ENAC richiede?
    Voglio pensare che sia solo un temporeggiare per capire meglio come muoversi successivamente.

  32. @ Giuseppe79:
    no, non ho letto l’articolo della gazzetta ad essere sincero.
    Non vengono richieste solo quelle cose (non attuabili in 2 mesi) ma altre che dovevano essere eseguite mesi fa (ricostituzione capitale sociale).
    siccome non è possibile tornare indietro nel tempo, la proroga resta un escamotage di enac a suo vantaggio per prendere tempo e pubblicare il bando.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Note legali: secondo la normativa vigente ogni utente si assume la responsabilità di ciò che scrive nei commenti. Per richiedere la rimozione di un commento contattare lo Staff attraverso la pagina Contatti.