Aeroporto Reggio Calabria: FILT-CGIL, “bando servizio controlli sicurezza? Ennesimo errore SOGAS”

Riceviamo da FILT-CGIL e pubblichiamo:

Apprendiamo dalla stampa che il Consiglio d’Amministrazione della Sogas ha deciso e ha messo in bando l’affidamento, per un anno ed al costo di 1.155.000 eruro, del servizio dei controlli di sicurezza dei passeggeri, dei bagagli a mano da stiva e delle merci, un servizio che, fino ad oggi, è stato svolto dalla società Sicurcenter. Si tratta dell’ennesimo errore che costerà caro alla Sogas. L’unica scelta del precedente Consiglio d’Amministrazione della Sogas che la FILT CGIL ha sempre condiviso è stata quella di internalizzare i servizi, cioè di svolgere con proprio personale un’attività anziché appartarla ad una ditta esterna. Porcino, a suo tempo, aveva internalizzato il servizio di pulizia, quello di assistenza alle persone con ridotta mobilità ed anche quello cosiddetto handling e, tutt’e tre volte, siamo stati favorevoli a tale scelta.
L’internalizzazione del servizio di sicurezza, cioè del controllo passeggeri e bagagli a mano e del controllo bagagli da stiva avrebbe consentito in passato un rilevante risparmio economico alla società, quantificabile in più di 300.000 euro e non abbiamo mai contrastato questo progetto.
Nel 2014 è stata espletata la procedura di selezione di personale qualificato per lo svolgimento di questo servizio e, addirittura, il personale selezionato, venti persone, ha ricevuto una formazione in azienda, ed ha conseguito la certificazione Enac per svolgere tale servizio in aeroporto, ma inspiegabilmente l’assunzione non è mai stata deliberata perché è stata bloccata dal voto contrario di membri del consiglio d’amministrazione, un voto contrario espresso sia prima che dopo il cambio di gestione.
Recentemente le persone selezionate si sono rivolte alla FILT per essere sostenute nella legittima richiesta di essere finalmente assunte dalla Sogas.
Più sopra dicevamo che si sarebbero risparmiati 300.000 euro? Ebbene oggi la convenienza è aumentata, perché prima il servizio veniva pagato alla Sicurcenter circa 900.000 euro, mentre oggi si parla di un ulteriore costo di altri 200.000 euro!
Inoltre, siccome la sicurezza degli aeroporti richiede anche altri servizi di controllo di sicurezza ai varchi carrai ed entrate in aree protette che non possono più essere sorvegliati dagli organi di polizia, il personale necessario nel settore sarebbe stato ben superiore, come numero, rispetto alle persone selezionate nel 2014 e ci sarebbe stata anche la possibilità di recuperare qualcuno del personale dipendente della Sogas che è stato dichiarato in esubero, con ulteriori risparmi.
Quindi neanche i dipendenti della Sogas avrebbero avuto nulla da eccepire nella realizzazione di tale progetto di internalizzazione.
Il prossimo 8 aprile scadrà il contratto stipulato negli anni scorsi con la Sicurcenter per l’effettuazione del servizio di sicurezza, non sarebbe oggi il momento di concludere la procedura di assumere queste persone che attendono da due anni di lavorare e che farebbero risparmiare alla Sogas (o alla società che dovesse eventualmente sostituirla) centinaia di migliaia di euro? Perché si decide, invece l’esatto contrario? Per tutte queste ragioni la FILT fornirà tutta l’assistenza, eventualmente anche legale, a questi lavoratori.

Attilio Scali FILT CGIL Reggio Calabria – Locri


Condividi!

Prenota online e risparmia!
AvisBookingBudgetEuropcarExpediaFlixBusMeridianaMomondoRentalcarsSixtSkyscannerTerravisionTrivagoVolotea

Un commento

  1. signor Scali mi chiedo se la pagano per emettere comunicati …………………….

    se sogas è decaduta e in futuro non gestirà più l’aeroporto mi spiega a cosa servirebbero altri 20 dipendenti?

    se lei e i sui amici sindacalisti avreste firmato la cassa integrazione forse la sua battaglia aveva un senso , adesso a me personalmente mi viene da chiederle se lei è solo una persona che ha perso il contatto con realtà o altro .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Note legali: secondo la normativa vigente ogni utente si assume la responsabilità di ciò che scrive nei commenti. Per richiedere la rimozione di un commento contattare lo Staff attraverso la pagina Contatti.