Aeroporto Reggio Calabria: ieri sera nuova abilitazione per i Comandanti Mistral Air

Come molti di voi sapranno, a Febbraio 2015 Alitalia ha deciso di far operare i voli da Torino diretti a Reggio Calabria e Lamezia alla compagnia aerea Mistral Air che con i propri Boeing 737 – 300 da 148 posti ed i propri equipaggi garantisce 2 frequenze settimanali per Reggio Calabria e 3 per Lamezia.

Mistral Air dopo aver abilitato a fine Gennaio 2015 alcuni Comandanti, è ritornata ieri sera per compiere altri avvicinamenti per Pista 33 effettuando diverse circuitazioni.

Peccato che in vista del periodo estivo ad oggi non sono programmate ulteriori frequenze aggiuntive così come Alitalia ci aveva abituato in passato.


Condividi!

Prenota online e risparmia!
BookingEuropcarExpediaFlixBusLufthansaMeridianaMomondoRentalcarsSkyscannerTerravisionTrainlineTripAdvisorTrivagoVolotea

4 commenti

  1. antonio raffaele

    Va bene Mistral Air, ma non c’è la forza contrattuale necessaria per strappare una terza frequenza settimanale, nemmeno per il periodo estivo? E qualcuno ha lottato o no per convincere Alitalia a ripristinare il secondo volo per Linate per la durata dell’Expo (Pare sia previsto solo per il mese di agosto) ? Molti chiedono perché non si parla più dei voli per Venezia (altra grande città d’arte) e domandano perché sono fermi al palo i bandi per le rotte con Bologna e Pisa. Passa il tempo, i nostri rappresentanti politici sproloquiano sul “Tito Minniti” ma tutto rimane fermo tra le beata incoscienza di chi ha nella mani le sorti di una città sempre più alla deriva. E l’incontro in Irlanda con i dirigenti di Ryanir che effetti ha sortito ? Abbiamo un aeroporto che potrebbe “decollare” con poche ma azzeccate iniziative. Lo capiranno mai? Sono bravi solo a chiacchiere e non hanno le competenze necessarie.
    Rispondetemi per favore.

  2. @ antonio raffaele:
    mistral opera per conto di alitalia, bisogna parlare con loro.
    Tu pensi che se ci fosse stato il traffico suffciente a far aumentare le frequenze del linate sarebbe stato necessario “lottare o convincere” alitalia?
    L’hub di alitalia è fiumicino, venezia non aprirà mai, dubito che alitalia partecipi per bologna e pisa.

  3. @ antonio raffaele:
    Hai già detto tutto tu.
    Noi come Sito in passato abbiamo lottato affinchè l’Aeroporto dello Stretto potesse decollare. Da un bel po di mesi abbiamo deciso di alzare bandiera bianca. E’ inutile lottare contro i mulini a vento, lasciamo che sia il tempo a sancire il futuro (già segnato…) del Tito Minniti.
    I dati di traffico parlano chiaro, si vola sempre di meno e molti passeggeri sono costretti ad utilizzare Lamezia.

  4. antonio raffaele

    Sembra che il disegno sia “scientifico”. Ma forse è solo frutto di incompetenza e di improvvisazione, “doti” che appartengono da sempre al bagaglio della classe politica cittadina. Si lotta contro i mulini a vento perchè sul Tito Minniti non c’è mai stato un progetto. Parlano di tutto ma non hanno idea di nulla. Invece di processarli in piazza li votiamo.
    A Lamezia hanno puntato sulle competenze e sulla programmazione. Cioè hanno semplicemente lavorato. Povera città! @ Pilota75:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Note legali: secondo la normativa vigente ogni utente si assume la responsabilità di ciò che scrive nei commenti. Per richiedere la rimozione di un commento contattare lo Staff attraverso la pagina Contatti.