Aeroporto Reggio Calabria: Messina sbatte la porta in faccia alla SOGAS

Riporto da GazzettadelSud.it:

29/03/2015
Clamorosa azione giudiziaria della Provincia peloritana contro la Sogas. L’ente non si considera socio della società che gestisce lo scalo: «Da annullare il bilancio 2013»

Sembra incredibile ma è così. La Provincia regionale di Messina non ha alcun interesse per l’aeroporto dello Stretto e non lo vuole nascondere ma nessuno della Sogas, società di gestione del “Tito Minniti”, sembra accorgesene. E c’è di più. Si chiedono soldi all’ente peloritano che non solo non vuole dare ma che non si considera più socia e che reputa inesistenti nei documenti. Per questi motivi è partito un nuovo scontro giudiziario davanti al Tribunale per le imprese di Catanzaro chiedendo l’a nnullamento dell’assemblea dei soci del 23 luglio scorso. Lo si evince da una delibera del commissario straordinario della Provincia di Messina che recita: «Con deliberazione adottata dall’assemblea ordinaria dei soci del 23 luglio 2014 della Sogas si è deciso di approvare il bilancio di esercizio della società stessa, con una perdita di esercizio pari complessivamente a 2 milioni e 800 mila euro. Con precedente deliberazione era stata decisa la fuoriuscita di questo Ente dalla compagine societaria della Sogas. Evidentemente ritenendo che questa Provincia fosse ancora socia, ma, tuttavia, non avendola neppure convocata a detta assemblea, la Sogas ha chiesto il versamento dell’importo 429.740,73 euro ai fini dell’ennesimo ripianamento della perdita d’esercizio della società di gestione dell’Aeroporto dello Stretto». La Sogas inoltre aveva indicato un ulteriore credito di 927 mila euro, a titolo di quota parte spettante alla Provincia di Messina, per il prestito obbligazionario deliberato nel 2012 «di cui, tuttavia, non si rinviene menzione, né nel Bilancio 2012 della Sogas, né nella relativa nota integrativa; a tal proposito, mette conto osservare che il primo riferimento a detto prestito obbligazionario, si trova nella nota integrativa la bilancio 2013, con la precisazione che lo stesso non è stato sottoscritto. Alla luce di ciò – si legge ancora nella delibera del commissario Romano – emerge, non solo la violazione, nel bilancio 2013 e nell’assemblea ordinaria dei soci del 23 luglio scorso dei principi di verità e chiarezza ma, soprattutto, l’assoluta non dovutezza da parte di questa Provincia delle somme pretese dalla Sogas». Per questo la Provincia di Messina ha proposto un ricorso, e pure urgente alla sezione specializzata per le imprese del Tribunale di Catanzaro: «Si appalesa necessario e urgente proporre azione giudiziaria per chiedere la declaratoria di nullità e inefficacia della deliberazione adottata dall’assemblea ordinaria dei soci della Sogas del 23 luglio 2014 nonché del Bilancio 2013 della medesima società». E alla luce di questa dura presa di posizione rispetto all’attività portata avanti dalla società di gestione dello scalo non possono sicuramente fare scalpore le decisioni di opporre i decreti ingiuntivi promossi dalla stessa Sogas nei confronti della Provincia relativi sia al pagamento del ripiano delle perdite di bilancio del 2013 che quelli per la realizzazione della nuova aerostazione. Insomma un vero colpo di mano mentre tutti si affanno di voler unire le due sponde dello Stretto per creare la conurbazione. E c’è da capire anche il destino del pignoramento deciso dal commissario nominato dal Tar di quasi 400 mila euro. I fondi erano stati già anticipati dalla provincia di Reggio. Ora questi soldi chiesti da Sogas dovranno essere girati all’amministrazione Raffa?

Alfonso Naso

Fonte: http://www.gazzettadelsud.it/news//135050/Messina-sbatte-la-porta-in-faccia.html


Condividi!

Prenota online e risparmia!
BookingEuropcarExpediaFlixBusLufthansaMeridianaMomondoRentalcarsSkyscannerTerravisionTrainlineTripAdvisorTrivagoVolotea

7 commenti

  1. Normale….il codciv dice che nel momento in cui non ricapitalizzi decadi da socio…non ricapitalizzano da anni, automaticamente sono decaduti.
    Tutte le assemblee passate sono da considerarsi nulle.
    speriamo intervenga la magistratura.

  2. Credo che prima di scrivere sarebbe stato utile che ti rivedessi il codice che nn dice quanto tu affermi proditoriamente!
    Certo che l’ odio verso la Sogas ( che neanche io amo!) acceca al punto di fare affermazioni gratuite. Mah!,,,

  3. @ Luigi:
    sono pronto a fare ammenda, mi dici in quale punto del codciv dice che se io recedo volontariamente o se in caso di non adesione alla ricapitalizzazione sono considerato socio per le obbligazioni future?
    grazie.

  4. Se la Prov. Regionale di Messina sia fuori dalla Sogas per normativa prevista dal codice civile passa in secondo piano, la cosa rilevante a mio avviso è che la Sogas abbia chiesto quasi 1 milione di euro di soldi pubblici per un prestito obbligazionario mai sottoscritto.
    Cosa ancora più grave, sempre secondo il mio modesto parere, è che la Sogas sta per incassare la somma di euro 400 mila, vantandosene mediaticamente come se fosse una imminente liquidità, invece sembrerebbe che debba essere restituita alla Provincia….. a meno che l’Ente visto che è in dismissione non stia diventando ISTITUTO DI CREDITO…..

  5. @ michele44:
    è un problema che ho sollevato più volte.
    Il mio ragionamento era: se la provincia ha anticipato i soldi (per la regione, comune, chiunque) la sogas è formalmente pagata e questi enti devono restituire alla provincia…mi sembra chiaro, no?

  6. Bene questa vertenza civilistica sarà risolta dalla competente ‘Autorità Giudiziaria !

    Una piccola divagazione chiedendo venia agli “AMICI” di questo Forum.

    Evidenzio a beneficio di TUTTI i REGGINI che NOI NON abbiamo il TRIBUNALE DELLE IMPRESE !

    Ecco cosa significa quando si è rimbambiti e disinteressati del proprio Territorio e pensare che il TAR Sezione di Reggio Calabria stava per essere soppresso se non si fosse mossa l’Avvocatura Reggina e poi per grande rossore
    i soliti politici !
    Ah dimenticavo che la resistenza ha avuto esito positivo solo perché Reggio Calabria è sede di Corte di Appello così come nelle altre sede di TAR sopprimende !

    Adesso ritornando all’argomento.

    Ecco come dice l’articolista altro che Zona Area dello Stretto Integrata!

    Quando si tratta di aprire il portafoglio tutti ci pensano, ecco perché la SOGAS doveva e deve essere
    privatizzata altrimenti altri Soci cercano di defilarsi!

    Un Saluto a Tutti Voi da Domenico

    !

  7. Ma alcuni politici provinciali anziché fare gli “eroi” perché non vanno ad impastare panini e raccogliere “porcini”…!?!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Note legali: secondo la normativa vigente ogni utente si assume la responsabilità di ciò che scrive nei commenti. Per richiedere la rimozione di un commento contattare lo Staff attraverso la pagina Contatti.