Aeroporto Reggio Calabria: Ryanair adesso ha l’aereo per operare su piste corte

Il 26 Maggio 2017 è stato consegnato a Ryanair un nuovo Boeing 737 – 800 marche EI-FZX progettato per atterrare e decollare su piste corte.

Sostanzialmente si tratta di una serie di migliorie aerodinamiche in grado di aumentare le performance e che consentono al Boeing 737 – 800 da 189 posti di operare in tutta sicurezza su piste di circa 1.500 metri ed anche meno.

Come sostenuto più volte dallo Staff di AeroportiCalabria.com il problema del fattore di carico sull’Aeroporto di Reggio Calabria per Ryanair diventa facilmente gestibile scegliendo di effettuare voli su rotte medio-brevi, come ad esempio i collegamenti sul Nazionale, oppure limitando il carico di carburante ove possibile.

Con questo nuovo aeromobile per l’Aeroporto di Reggio Calabria non si aprono comunque le porte a Ryanair, poiché il problema principale rimane quello dell’abilitazione del Comandante per cui la low cost irlandese non intende per il momento farsi carico. In futuro magari ci potrebbero essere dei ripensamenti.

C’è poi da tenere in considerazione gli immancabili contributi di co-marketing senza i quali Ryanair non potrà permettersi di vendere i biglietti a 14,99 Euro, ed anche su questo aspetto l’Aeroporto Tito Minniti non è in condizioni di soddisfare tali richieste.

In merito ai fantomatici quanto tanto decantati “sistemi satellitari” in grado di risolvere tutti i problemi dell’Aeroporto dello Stretto, ci eravamo già espressi sulla loro poca utilità e difficoltà di realizzazione. Per chi se lo fosse perso vi lasciamo il nostro articolo di approfondimento:

In conclusione se Ryanair decidesse di rivedere le proprie regole interne di compagnia apportando magari delle eccezioni, allora potrebbe tenere in considerazione anche l’Aeroporto di Reggio Calabria, a patto però che si creino le condizioni.

Lo Staff di AeroportiCalabria.com


Condividi!

Prenota online e risparmia!
BookingEuropcarExpediaFlixBusLufthansaMeridianaMomondoRentalcarsSkyscannerTerravisionTrainlineTripAdvisorTrivagoVolotea

20 commenti

  1. Forse è una cosa stupida, però ho notato che Reggio è l’unica città tra quelle inserite per i colloqui di reclutamento dove Ryanair non atterra.

  2. TRADOTTO: Se si paga Ryanair viene. Se non si paga non viene. è molto semplice. Dare moneta, vedere cammello.

  3. @ Flyreg:
    Mi sembra normale, è sempre stato così.

  4. Io penso che, anche con questo nuovo aeromobile, Ryanair non verra’ mai a Reggio per una volonta’ superiore (Leggasi Regione Calabria….. )

  5. @ Francesco:
    Se la Regione appunto, non sgancia i quattrini, anche avendo un aereo che possa atterrare da noi, Ryanair non verrà

  6. Magari x me sarebbe comodo visto che devo andare sempre a Messina…. scendere a Catania e molto scomodo… speriamo in bene

  7. @ Cristina

    Chissa’ perche’ i quattrini ci sono sempre per Lamezia…

    Anche il recento bando regionale di 9,8 milioni sembra fatto apposta per SUF…

    Chiudo qui.

  8. Con i soldi che dovremmo versare alle compagnie per farle atterrare qui si può costruire un altro aeroporto con la pista più lunga e meno ardua per i piloti più giovani…

  9. @ Francesco:

    Ci vorrebbe un nuovo governatore indigeno.
    Possibilmente DJ.

  10. @ Emigrato:

    Ahahahah magari di nome Giuseppe

  11. @ Francesco:
    Purtroppo, da ignorante in materia quale sono, anch’io ho avuto la stessa sensazione,leggendo il bando. Spero che,nel tempo,i fatti mi smentiscano

  12. @ Francesco:
    Non è fatto a posta, è proprio per SUF, lo dice chiaro, rotte da/per aeroporto di Lamezia.

  13. @ Pilota75:
    dove hai letto rotte da/per Suf.

  14. http://www.ttgitalia.com/stories/trasporti/132219_ryanair_ecco_perch_non_apriremo_nuove_basi_in_italia/

    Almorante non esclude un’apertura Ryanair su Reggio. Magari con un po’ di “marketing” si può fare.

  15. @ rbrvrc:
    L’avevo letto, solo che quando Alborante dichiara: “È poi possibile anche un’apertura su Reggio Calabria, aeroporto molto interessante e ora accessibile anche per noi dopo gli ultimi aggiornamenti tecnici.” non vorrei fosse stato tratto in inganno con la storia del “sistema satellitare” GBAS, poiché di aggiornamenti tecnici non ve ne sono stati negli ultimi mesi.

  16. @ Roberto Sartiano (Fondatore di AeroportiCalabria.com):
    Io ho inteso invece si riferisse ai nuovi aerei.

  17. @ rbrvrc:
    O può darsi che finalmente la regione cacci i soldini (una buona parolina da parte di SACAL ci può stare)?! Sarebbe finalmente un sogno.

  18. Quindi riassumendo, sia la trattativa per ripristinare i voli precedenti di Alitalia, sia la nuova trattativa con blu panorama sono fallite ! Quindi le cavolate (già note per altro) del sindaco ad aprile sul fatto che i voli sarebbero tornati “normali” entro breve, sono state finalmente smascherate. Mi dispiace dirlo (anche perché non mi è mai piaciuto) ma se c’era l’altro peppe questo non sarebbe accaduto..sono riusciti a farsi togliere anche l’impensabile!

  19. Anzichè pensare alla fallimentare Alitalia e alla limitata Blu Express, bisogna pensare ad attirare nuove compagnie serie, da lì può avvenire il rilancio dell’aeroporto.
    C’è poco da prendersela col sindaco visto che la gestione è stata della provincia. Ci si può solo augurare che la politica esca fuori dalla gestione di questo scalo e che i nostri soldi non vengano ancora risucchiati da cattive gestioni aeroportuali.

  20. @ Anthony:

    Sono d’accordo.
    Come minino una nuova pista nell’area ex italcitrus l’avrebbe realizzata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Note legali: secondo la normativa vigente ogni utente si assume la responsabilità di ciò che scrive nei commenti. Per richiedere la rimozione di un commento contattare lo Staff attraverso la pagina Contatti.