Aeroporto Reggio Calabria: SOGAS – In Aeroporto assunzioni sponsorizzate ed assenteisti

Riporto da Strill.it:

Il dossier dell’ex dipendente Sogas in Procura: in aeroporto assunzioni sponsorizzate e assenteisti

di Stefano Perri – Ci sono dipendenti Sogas che ”usufruiscono della benevolenza di qualche complice che timbra per conto terzi i tesserini. In particolare un dipendente che percepisce lo straordinario senza effettuarlo. In alcuni turni serali non si vede nessuno mentre qualcun altro frequenta palestre durante il turno di servizio”. C’è questo e molto altro nel dossier presentato alla Procura di Reggio Calabria dall’ormai ex dipendente della Sogas, Società di Gestione dell’Aeroporto dello Stretto, Angelo Di Bua, licenziato tre mesi fa dopo una lunga vertenza con Sogas.

Lo scorso 15 gennaio la Società di gestione dell’Aeroporto dello Stretto aveva comunicato il licenziamento del dipendente, sottolineando da parte sua un ”comportamento recidivante” che aveva comportato in passato ”due sospensioni dal lavoro e dalla retribuzione”, in virtù del fatto Di Bua Giancarro non avrebbe ”osservato alcuno dei turni di lavoro assegnati per il mese di dicembre 2013 e nei giorni in cui è stato presente in Azienda ha ritenuto di non svolgere neppure in parte le prestazioni che avrebbe dovuto espletare in tali turni”.

Pochi giorni dopo, in una lettera a firma dello stesso Di Bua, che è anche componente della segreteria regionale e provinciale dell’UGL Trasporto Aereo, la risposta a Sogas seguita da una corposa denuncia presentata in Procura.

Ed è proprio a seguito di quella denuncia che oggi Di Bua ha voluto integrare il dossier inviando in Procura un corposo carteggio con l’obiettivo di ”segnalare diversi aspetti gestionali considerati penalmente rilevanti”. Nell’esposto presentato da Di Bua alla Procura di Reggio Calabria, il contenuto di una lunga serie di telefonate, da lui stesso registrate, con alcuni degli attori principali dell’universo Sogas. In una telefonata ”emerge che il capoturno di un ufficio che doveva montare di servizio alle ore quattro, alle cinque ancora non era arrivato in aeroporto, sottolineando che qualcuno gli aveva già timbrato il tesserino, concludendo la conversazione affermando che è uno schifo”.

Ma non è tutto. Tra le carte del dossier presentato da Di Bua eloquente è la conversazione registrata tra lo stesso ex dipendente Sogas e il Presidente della Provincia Giuseppe Raffa che – come si legge nel dossier – ”definisce Porcino un c… , richiamando anche l’assunzione del portaborse dell’Onorevole Nino Foti, Vincenzo Minniti, invitando lo stesso Di Bua, a non parlare con Minniti e criticando anche l’Avvocato Aurelio Chizzoniti perché intervenuto a mezzo stampa in difesa dello stesso Di Bua”.

Ed ancora, sempre lo stesso dossier presentato in Procura da Di Bua, fa riferimento ad un altro sindacalista, Francesco Cozzupoli, che ”si dichiara in procinto di ottenere, tramite un amico giudice, un incontro con il Procuratore”.

”Non meno rilevante” – secondo la denuncia presentata da Di Bua – ”è il riferimento ad un colloquio fra taluni dipendenti Sogas che riguarda un ritenuto falso in bilancio ascrivibile a Porcino che per far capire che era bravo ha portato i conti a zero”. Affermazione, quest’ultima, secondo il dossier di Di Bua, riconducibile all’ingegnere Luca Federico, marito dell’Ingegnere Domenica Catalfamo, dipendente dell’Amministrazione Provinciale ma anche componente del Consiglio d’Amministrazione”.

Le conversazioni registrate e presentate in Procura da Di Bua, contengono anche ”chiari riferimenti all’assunzione in Sogas Service – tramite Raffa – di una signora il cui marito sarebbe stato sottoposto alla misura di sorveglianza speciale. Lo stesso – si legge nelle conversazioni – poiché si recava spessissimo in aerostazione assumenti atteggiamenti spavaldi essendo geloso della moglie ha avuto uno scontro con taluni elementi delle forze dell’ordine operanti in aerostazione”.

Di Bua conclude l’esposto chiedendo di essere sentito personalmente, ma non prima di aver stigmatizzato ”il comportamento del Consiglio Provinciale e segnatamente dei Consiglieri di minoranza che consentono – tacendo – a Porcino di assumere personale ben sponsorizzato defilandosi a fronte delle ingenti risorse finanziarie erogate alla Sogas governata dallo stesso Consiglio d’ Amministrazione che produce ingenti debiti”.

Accuse pesantissime quelle presentate dall’ex dipendente Sogas, inviate al Procuratore capo Federico Cafiero de Raho, al Procuratore Sara Amerio e al Comandante della sezione di polizia giudiziaria della Guardia di Finanza presso la Procura della Repubblica di Reggio Calabria. Saranno loro adesso, a stabilire se la denuncia presentata da Di Bua, è abbastanza per aprire un fascicolo sui conti e sulla gestione della Sogas.

”Sto per finire le poche risorse economiche che con sacrificio avevo messo da parte – scrive Di Bua rivolgendosi alla Procura – tra poco mi ritroverò a non poter più far fronte a quanto un genitore è obbligato a fare per i propri figli, ed il mio pensiero va al Porcino Carlo Alberto e al Calarco Vincenzo, i quali – conclude Di Bua – malgrado tutti i reati da loro commessi, continuano ad essere al loro posto, continuando ad usufruire di risorse pubbliche”.

Fonte: http://www.strill.it/citta/2015/03/reggio-il-dossier-dellex-dipendente-sogas-in-procura-in-aeroporto-assunzioni-sponsorizzate-e-dipendenti-assenteisti/


Condividi!

Prenota online e risparmia!
AvisBookingBudgetEuropcarExpediaFlixBusMeridianaMomondoRentalcarsSkyscannerTerravisionTripAdvisorTrivagoVolotea

85 commenti

  1. il clima inizia a farsi pesante….

  2. Ma è davvero pietoso….. non ho parole

  3. Mi domando??? Chi gestisce l’azienda non è al corrente di quel che accade??

  4. Spero che questo ennesimo “Comunicato Denuncia” faccia ancora di più capire agli utenti “Fabrizio” e “Ciccio” che le attività di questo Sito e del suo Staff non possono rappresentare uno strumento per combattere l’illegalità, ma è necessario rivolgersi presso le sedi opportune.

  5. @ giuse79:
    Porcino disse che mollava perchè ci stava illegalità diffusa in azienda, ora c’è da capire se ne è vittima o complice visto che è rimasto.

  6. @ Roberto Sartiano (Fondatore):
    Caro Roberto non ho mai detto che NOI dobbiamo combattere l illegalità! Mi dispiace che mi attribuisci frasi mai dette… io ho detto semplicemente di dare un segnale (raccolta firme o sit in davanti l aeroporto) perché siamo stanchi di essere presi in giro almeno io…tu non lo so! Hai risposto che era “scenografico” bene… allora continuiamo a subire come al solito Aspettando che prima o poi qualcosa cambi!!

  7. @ ciccio:
    Non ti attribuisco frasi ma cerco solo di fare avere a tutti un quadro chiaro della situazione così da poter eventualmente avanzare delle idee percorribili. I problemi dell’Aeroporto nascono da una serie di fattori tra cui l’illegalità ed a mio avviso ne le firme ne il sit in riusciranno a mettere a posto le cose. Tutto quà. Magari potrei anche sbagliarmi e potresti avere ragione tu! Ma non è questo il punto.
    Credo che sia la Procura che ENAC debbano dare delle risposte. Quindi non aspettiamo che qualcosa cambi prima o poi ma dobbiamo pretendere una loro risposta, cosa ben diversa.

  8. @ Roberto Sartiano (Fondatore):
    E la risposta ti aspetti che te la mandino via posta a casa?? Se non ci facciamo sentire continueranno a farsi i fatti loro come è sempre stato!! potrà anke non cambiare niente col sit in ma almeno si incomincia a far capir loro che non è più solo una questione politica ma è il popolo che stanco di essere preso in giro Perché il disagio, lo sperpero di denaro le false promesse le paghiamo e subiamo noi cittadini Caro Roberto! Ma non sono qua x convincerti ho espresso la mia idea solamente visto che siamo in democrazia!

  9. La risposta la devono dare ad un’intera comunità, non a me. E’ giustissimo che ognuno esprima le proprie idee siamo quì per questo.
    Però cerco di spiegare meglio. Tu fai il sit in per ottenere uno scopo cioè che l’Aeroporto funzioni.
    Adesso io ti domando. Se esiste l’illegalità in Aeroporto come può essere che funzioni? Si risolve tutto con il sit in?

    Spero inoltre che questi “Comunicati Denuncia” a cui stiamo assistendo in questo periodo facciano un po di chiarezza anche a chi scrive che è sempre colpa di Catanzaro o di Lamezia e che noi siamo sempre quelli “immacolati”.

  10. @ ciccio:
    ok, abbiamo capito la tua idea, inizia a organizzare il banchetto per la raccolta di firme e vengo a mettere la mia.

  11. Condivido naturalmente quanto detto, ma mi domando: chi fa la denuncia nn era, almeno stante a quanto di legge, un sindacalista regionale e provinciale di una sigla? Che faceva stava zitto pur a conoscenza di queste gravissime denunce? Meditate gente direbbe Domenico……….

  12. @ Luigi:
    se è stato licenziato mi viene da pensare che forse, dico forse, non stava tanto zitto…

  13. Pilota: ottima osservazione! Ma vorrei, provocatoriamente, riflettere su altro. E se fosse stato licenziato xche sono sa,tati alcuni apparati che anche lui copriva? Naturalmente chiariamo è solo una ipotesi ed una opinione, la verità potra scoprirla solo chi indaga…….

  14. @ Roberto Sartiano (Fondatore):
    Roberto se tu ci pensi bene vedi che quello che propongo io è la stessa cosa che fai tu da anni su questo sito da te fondato…con la sola differenza di metterci la faccia, coinvolgendo piu’ gente per dire BASTA a questo schifo!
    @Pilota75
    ne terro’ conto!grazie!

  15. @ LUIGI Grazie per la citazione!

    E’ ovvio che è in atto una “GUERRA” tra due schieramenti!

    Mi auguro che se saranno avviate le Indagini Preliminari questi saranno a 360° e soprattutto
    dovranno saltare fuori “TUTTI” gli sponsor di ogni cosa che esiste in Sogas e nel Nostro Aeroporto!

    Poi non è dato sapere perché solo adesso tutto questo polverone ed invece negli anni scorsi solo silenzio
    assordante e complice!

    Forse forse uno ” schieramento” mira ed ha inconfessabili interessi per una Società Unica Regionale? Bho?

    Non conosco il Sig. Di Bua ma credo che anche Egli sia stato assunto in Sogas come tutti gli altri dipendenti e per giunta essendo una parte importante in un Sindacato doveva “illo tempore” fare il patriottico gesto, perché lo fa adesso? Bho?

    Ora la Torta è acida e tutti la vogliono schivare!!

    Un Saluto a Tutti Voi da Domenico.

  16. Oggi il volo da torino e cancellato,come mai???

  17. @ Xxx889:
    Sciopero. Sempre a pensar male…

  18. @ DOMENICO:

    Guerra il cui campo di battaglia pare assomigli molto ad una cloaca caro Domenico.
    E quando in palio non c’è l’uscita dalla stessa ma il potersi posizionare meglio al suo interno, quando per cercare di difendersi non si cerca lo spiraglio di luce del tunnel ma solo, o prevalentemente, badili più grandi per spalare la fogna addosso agli altri, vuol dire che abbiamo perso.
    TUTTI.
    O, almeno, alla fonte di luce non ci potranno certamente portare questi guerrieri che, come gli stolti, quando gli si indica la luna guardano il dito.
    … e, tanto per parafrasarti, chi ha orecchie intenda.

    PS – A mio avviso la torta non è acida poiché sulla tavola della pubblica utilità in una qualche maniera continuerà a essere servita. Caso mai lo è diventata per i guerrieri che, invece dei fucili, hanno imbracciato le più utili allo scopo vanghe o, come i topi quando la nave affonda, cercano la salvezza scappando in ogni direzione possibile.

  19. @ Luigi:

    Concordo Luigi, le opzioni possono essere molteplici anche perché, e mi riferisco al passaggio del comunicato di quella OS dove dichiarava che avevano di recente cambiato modo di agire, non si capisce questi come interpretassero il loro ruolo prima. Almeno a me non è ancora chiaro e a precisa domanda non è stata data esaurente risposta in quel topic.
    OS che, credo sia utile rammentarlo per le nostre future analisi, ha una sensibilità politica molto vicina
    alle forze che esprimono il consiglio d’ amministrazione e il suo presidente.

  20. Questa è solo una campana, bisogna sentire anche l altra.

  21. Dimenticavo questo tizio registra le telefonate senza autorizzazioni!!

  22. @ PAOLO:
    Forse quello è il reato minore…

  23. Mi correggo. Secondo la Cassazione registrare le conversazioni è legale e può essere usata come forma di autotutela.

  24. @ PAOLO:
    autorizzazione di chi? se mi telefonano con minacce vuoi che non registro?

  25. senza autorizzazioni non puoi registrare nessuno almeno che non denunci alla polizia e sotto autorizzazioni dei giudici o magistrati, lo stesso che la polizia viene in casa tua e senza mandato vuole perquisire.

  26. @ PAOLO:
    Nei commenti non bisogna andare a “sensazioni”, ma bisogna cercare di dare delle informazioni che più si avvicinano alla realtà o verità, altrimenti diventano chiacchiere da bar.
    Io ho fatto una ricerca su Google ed ho letto questo:
    Tu fai la tua ricerca e quando trovi qualcosa che avvalori la tua tesi ne riparliamo.

  27. @ Roberto Sartiano (Fondatore):

    E anche qui bisogna vedere se di tutela o altro si tratta.

    Comunque, quando per derimere le problematiche inerenti l’attività sindacale una o + OS si rivolge a soggetti terzi (la magistratura) invece di risolverli nel luogo deputato per eccellenza (il “tavolo”), vuol dire che ha abdicato dal ruolo per il quale, per definizione, è chiamato.
    … Emblematica poi l’accusa di utilizzo improprio del badge (ricordo che è un reato penale) nei confronti di coloro che avrebbe dovuto difendere…e a meno che, leggendo, non mi sia perso qualcosa.

  28. Stupendo anche questo passaggio.

    “Di Bua conclude l’esposto chiedendo di essere sentito personalmente, ma non prima di aver stigmatizzato ”il comportamento del Consiglio Provinciale e segnatamente dei Consiglieri di minoranza che consentono – tacendo – a Porcino di assumere personale ben sponsorizzato defilandosi a fronte delle ingenti risorse finanziarie erogate alla Sogas governata dallo stesso Consiglio d’ Amministrazione che produce ingenti debiti”.

    Non so voi, mai io lo leggo come un’ accusa al morto per non essersi difeso abbastanza dal suo assassino.
    Mah!

  29. vediamo cosa diranno i diretti interessati.

  30. Per intanto tu che ne pensi?
    Una considerazione, un’analisi su quello che qui è stato reso noto, un’idea? …. un qualcosa utile al confronto?

  31. Seconde me
    1. Il capo ufficio doveva montare alle 4 e nn ci stava, qui lo deve dimostrare.
    2. La registrazione telefoniCà con Raffa, violazione di privacy.
    3. Il falso in bilancio, che sei della finanza,
    4. Perché non ha chiamato prima le autorità competenti e solamente quando è stato mandato a casa?

  32. @ PAOLO:

    Sui punti 1 e 3 son d’accordo con te
    Sul punto 4 la riflessione è legittima
    Sul punto 2 io mi sarei posto una domanda.

  33. una volta esisteva il giudice del lavoro .
    e dire che un sindacalista dovrebbe saperlo , volevo vedere se licenziavano un dipendente sfigato si infervorava tanto ed emetteva comunicati stampa .

    mi spiace perchè è un padre di famiglia , ma il buon padre di famiglia non va a fare comunicati stampa dichiarando che tizzio ha detto che caio è c——-. siamo a livelli ridicoli .

  34. @ aiofb:

    Infatti, anzi poco sopra gli avevo data un’altra definizione.

    Poi come, e a che titolo, un uomo delle Istituzioni possa lasciarsi andare a quegli sfoghi e/o confidenze con un semplice dipendente sindacalista per me rimane un mistero inesplorabile… e sempre se sia vero.

  35. @ Emigrato:
    che domanda ti saresti posto?

  36. @ PAOLO:

    L’ho esposta subito sopra.
    Tu, sulla curiosa circostanza non ti eri proprio soffermato?

  37. Ragazzi ma vi lamentate perché qualcuno ha denunciato dei fatti? Che sia presto o tardi poco importa, l’importante è farlo. Se avete letto bene l’articolo stampa il DiBua ha integrato il dossier, ciò vuol dire che aveva già presentato denuncia, e quindi non si è ricordato dopo il licenziamento.
    @ emigrato
    Quanto agli sfoghi di Raffa, non conosciamo i suoi rapporti, di certo se la registrazione esiste non si può negare o porsi interrogativi del perché un uomo delle Istituzioni parli così. Evidentemente esiste un rapporto che va oltre il ruolo istituzionale e sindacale. Poi cosa ti meraviglia? Questi sono i ns. politici.
    @ aiofb
    prima di tutto credo che né tu né nessuno possa stabilire come si sarebbe comportato in caso di un licenziamento di uno sfigato dipendente, a meno che tu non lo conosca e quindi già sai.
    Quanto al rendere pubblico i fatti accaduti sono responsabilità sue. Bene invece che i cittadini siano al corrente di ciò che accade e ciò che pensa il Raffa che ricordiamo è il maggiore azionario dell’azienda. Se la Sogas cadrà a capofitto è anche per colpa di chi non ha saputo gestire e non ha saputo mettere in piedi un serio piano industriale che illustri le vie d’uscita dai problemi. Sempre che esistano vie d’uscita….. Se fosse stato un management serio non avrebbe di certo fatto politica, ma avrebbe detto come stanno davvero le cose senza nascondere le difficoltà. Hanno scelto di fare politica e non gestione quindi oggi raccolgono ciò che hanno fin qui seminato.

  38. Correggo: non è Raffa il maggiore azionario bensì la Provincia da lui però rappresentata.

  39. @ mimmo82:

    No, non ci si lamenta di quello (la denuncia in se) ma del clima di commistione prima, e del muoia Sansone con tutti i suoi filistei che adesso emerge.
    Clima dove i ruoli degli attori in campo non sono ben definiti che produce uno sconfinamento nel terreno altrui e dove, per forza di cose, non si capisce ben chi sia il nocchiere e chi sta al timone.
    Viceversa, rispetto te non ho ancora perso la capacità di indignarmi né mi sento di far mia la seguente celebre frase di Leonardo Sciascia:
    Ad un certo punto della vita non è la speranza l’ultima a morire, ma il morire è l’ultima speranza.
    ….
    ….

    Leggendo bene questa parte del comunicato:

    “Pochi giorni dopo (inteso dopo il licenziamento aggiungo), in una lettera a firma dello stesso Di Bua, che è anche componente della segreteria regionale e provinciale dell’UGL Trasporto Aereo, la risposta a Sogas seguita da una corposa denuncia presentata in Procura.

    mi spiace contraddirti ma mi pare che ci sia poco da interpretare: quindi non è vero che aveva presentato denuncia prima del licenziamento come tu hai affermato anche perché nel gioco del muoia Sansone…. la tempistica ha una sua valenza.

    Nel caso specifico a meravigliarmi non sono i politici (minuscolo) ma bensì l’emergere di un rapporto che nel rispetto dei ruoli non ha ragione di esistere e che può ragionevolmente presupporre un condizionamento del loro agire che, sempre ragionevolmente supponendo, può essere una delle tante motivazioni che hanno portato l’aeroporto nella situazione in cui si trova.

    Inoltre, e considerando che in tanti altri luoghi le cose pare funzionino meglio ad attori invariati, mi pare ci siano tutte le condizioni per allargare il raggio della tua affermazione.
    Chisti simu e chistu ndi meritamu

    Per chiudere, rispetto al tuo ultimo paragrafo credo si possa sinteticamente affermare che, da che mondo è mondo, i manager devono (anche) rispettare il volere degli azionisti (leggere “azionari” per ben due volte fa più male di un pugno allo stomaco) e quindi va da se che le colpe di questo (s)fascio sono ben distribuite.
    Il tutto, beninteso, sempre a mio umile parere.

  40. @ Emigrato:
    Ti riferisci al comunicato qui riportato, io mi riferisco a ciò che ho letto sul Quotidiano “denuncia già presentata a gennaio” ed integrata con queste registrazioni. Come vedi lo aveva già fatto.
    Comunque non c’è da dispiacere nel contraddire, stiamo solamente esprimendo i ns. modestissimi pareri.

  41. @ mimmo82:
    Anche in questo comunicato c’è scritto. Basta leggerlo.

    – 15 gennaio licenziamento.
    – Pochi giorni dopo, in una lettera a firma dello stesso Di Bua……….la risposta a Sogas seguita da una corposa denuncia presentata in Procura.

    E pochi giorni non credo siano da interpretare come più di due settimane.
    Non per farne una questione di principio, ma solo per amor di verità rispetto a quanto reso noto.
    Che almeno questo sia chiaro.

  42. @ Emigrato:
    Infatti, caro Emigrato, qui è tutto un gioco delle parti.
    Fin quando stava bene a qualcuno era tutto ok (come hai evidenziato nel comunicato del “prestigioso” centro studi).
    Ora escono fuori tutti i problemi.
    Riguardo l’azionario credo fosse un lapsus; intendeva dire (mal)azionario…ahahah

  43. Cmq i responsabili di un azienda si alzano la mattina e licenziano un dipendente, bisogna vedere che ruolo occupava cosa gli hanno offerto e se lui ha accettato, oggi come oggi sono tanti i cambiamenti interni di molte aziende.

  44. Non si alzano(ho dimenticato il non).

  45. Si certo, soprattutto le azioni intraprese da quel presidente sempre onesto e leale. Bravo Paolo, vedo che sei bene informato.

  46. @ PAOLO:
    cmq un’azienda “normale” sarebbe già fallita, quindi non parliamo di normalità in sogas. grazie

  47. @ michele44:
    Il presidente deve fare quello che gli dicono.

  48. @ Pilota75:
    mi dici quale azienda in Italia a livello aeroportuale senza aiuti regionali statali starebbe in piedi?

  49. @ PAOLO:
    adr, adf, sat, sea giusto per citare le maggiori che sono quotate in borsa.

  50. Aggiungo a parte sacbo, partecipata da sea, per la capacità gestionale, che di UTILE fa quanto perde in un anno sogas:

    http://it.wikipedia.org/wiki/SACBO
    Rispetto a quelle praticate da altre società aeroportuali, politica di SACBO è stata quella di non richiedere aiuti pubblici, puntando piuttosto ai proventi da traffico, motivo per il quale la riforma riforma europea del settore, presentata dal commissario alla Concorrenza Joaquin Almunia il 3 luglio 2013 e che prevede una riduzione di questo tipo di aiuti, non risulta destinata a impattare sui bilanci aziendali[2].

    Nel 2012 la situazione economica e finanziaria risultava positiva, con ricavi in crescita di 8.069 milioni di Euro rispetto all’esercizio precedente (+8 %). Il margine operativo lordo è risultato pari a 32.287 milioni di Euro. L’utile di esercizio al netto delle imposte è risultato pari a 15.012 milioni di Euro[3].

  51. @ michele44:

    Noi, comprendendo anche le osservazioni di Paolo, si tenta di ragionare sulla base di queste notizie:

    Lo scorso 15 gennaio la Società di gestione dell’Aeroporto dello Stretto aveva comunicato il licenziamento del dipendente, sottolineando da parte sua un ”comportamento recidivante” che aveva comportato in passato ”due sospensioni dal lavoro e dalla retribuzione”, in virtù del fatto Di Bua Giancarro non avrebbe ”osservato alcuno dei turni di lavoro assegnati per il mese di dicembre 2013 e nei giorni in cui è stato presente in Azienda ha ritenuto di non svolgere neppure in parte le prestazioni che avrebbe dovuto espletare in tali turni”.
    ……..
    ……..

    Notizie che in ogni luogo sono sufficienti per accompagnare alla porta un dipendente.
    Se tu ne hai altre ben per te, ma rimane il fatto che se si ritiene di non esporle
    credo che la cosa migliore da fare sia tacere.
    Il, io so cose che voi umani non conoscete, non aggiunge nulla alla nostra discussione.

  52. @ Emigrato:
    esatto.
    Aggiungiamo che la sigla sindacale del licenziato coincide con quella del turino che “si sveglia” a gennaio, fonda un “importante e riconosciuto” centro studi e pontifica contro sogas (che nessuno difende giusto per essere chiari).
    A me le denunce improvvise e a convenienza non sono mai piaciute.

  53. Mi pare che le denunce anche a mezzo stampa siano partite da quasi un anno e che le sigle sindacali, una in particolare, abbiano denunciato questo ed altro. Poi le notizie che no umani non conosciamo, io cerco di apprenderle dagli addetti ai lavori, solo ascoltando tutte le campane si può capire la realtà. E’giusto licenziare il dipendente che non rispetta orari turni e lavoro ma è pur vero che ai suoi compari il presidente libero li ha messi in condizione di fare il c… che vogliono.

  54. @ Pilota75:

    Io sento un insopportabile tanfo a cui non sono abituato. Non è il mi habitat naturale.
    Qualcuno mi ha suggerito di non farci caso; dopo un pò ci si abitua e non lo si avverte più mi ha detto.
    Fatto sta che, ahimè, ancora non mi sono assuefatto nonostante il non poco tempo trascorso.

  55. @ Emigrato:
    parli di questo sito?

  56. @ Pilota75:

    E come potrebbe??
    Assolutamente no!!! (triplo punto esclamativo)
    …. e non riesco a capacitarmi sul come una simile ipotesi ti possa essere passato per la testa. 🙁

    Per essere ancora più chiari, l’oggetto rimane sempre quanto si discute
    e solo da li può derivare quel personale senso di sgradevolezza. di cui parlavo.

  57. @ Emigrato:
    ok, credevo ti riferissi al tuo esordio, quando ti dissi che avresti trovato strane situazioni qui dentro; come testimoniano i precedenti interventi.

  58. @ Pilota75:
    Se tutto fosse esposto in maniera conforme al nostro “pensare” verrebbe meno la motivazioni principe che ci spinge a scrivere. Il confronto.
    Ergo, se si prova a guardare le situazioni “strane” da più angolazioni, si potrà scoprire che magari lo sono per tutti. 🙂
    Tolto quello resterebbe un puro luogo di informazione che non pare sia l’indirizzo che il fondatore ha dato a questo spazio.
    Almeno questo mi è parso di capire. Spero di non sbagliarmi.

  59. @ michele44:

    Quindi, prendendo per buona quest’ultima affermazione, ci stai dicendo che se ad altri è stato, per gentile concessione, permesso di fare quello che più li aggrada, anche io devo mi sentire autorizzato a fare altrettanto?
    Non so tu, ma come ipotesi a me sembra quantomeno bizzarra come penso che agli occhi di qualsiasi disinteressato osservatore non possa non apparire tale.
    E poi, ma se questo veramente avveniva, perché aspettare il licenziamento per denunciare tutte quelle malefatte, che suppongo avvenissero ben prima del gennaio scorso, e contemporaneamente abdicare al proprio ruolo di rappresentante sindacale?

    Invero io penso che sia giunta l’ora che il proprietario del bar la smetta con il trastullamento quotidiano sul come soddisfare i gusti di quella pletora di dipendenti … e per giunta con i quattrini di tutti noi.

  60. @ PAOLO:
    almeno hai letto? si sta parlando di una ricapitalizzazione e cmq ti sei informato come è andata a finire?

  61. @ Pilota75:
    360 milioni in 8 anni di ricapitalizzazione!!! Minkia!!!! come è andata a finire leggi più in basso delle articolo, come cercare di non tornare più i soldi.

  62. @ PAOLO:
    ma tornare a chi? sai cosa è una ricapitalizzazione? se pensi che la sogas costa 15 milioni l’anno in ricapitalizzazioni secondo te l’handling di milano (linate e malpensa) quanto vuoi che costi?

  63. @ Pilota75:
    questi 360 milioni da dove arrivano secondo te!!!

  64. @ PAOLO:
    li ha messi la SEA, hai letto?

  65. @ Pilota75:
    ma scusami sai quanti sono 15 milioni ci € in un anno .
    forse ti confondi con i contributi che da la regione a ryanair per volare si lamezia e crotone .

  66. @ aiofb:
    tu sei disconnesso….

  67. saro anche disconesso ma il post n 63 lo hai scritto tu , ripeto 15 milioni all’anno di ricapitalizzazione mi sembrano un pò tanti,

    comunque a me pare che i 360 milioni erano una multa che l’europa aveva dato a sea handling .

  68. @ aiofb:
    e spiegaci il perchè della multa ed il nesso con questa frase:”mi dici quale azienda in Italia a livello aeroportuale senza aiuti regionali statali starebbe in piedi?” post n.48

  69. @ Pilota75:
    Mi spieghi se i soldi sono di Sea, come mai la Ue ha aperto un inchiesta?

  70. @ PAOLO:
    perchè, stai mettendo in dubbio siano stati messi da sea?
    sul perchè devi chiedere alla UE….

  71. @ Pilota75
    ma guarda che io non sto dando ragione a paolo , ho solo notato che si sparavano cifre astronomiche , in sea ci lavora un mio conoscente, gli ho chiesto e mi ha spiegato i 360 milioni sono una multa data del’europa .

    15 milioni di ricapitalizzazione all’anno per la sogas lo hai dichiarato te , ma 15 milioni sono 15 milioni . se dici che nell’arco di tre anni sogas ha bruciato 15 milioni lo trovo quasi plausibile ma in un anno no . voglio sperare che tu abbia sbagliato a scrivere , non voglio far polemica .

  72. @ aiofb:
    a me sembra che qui si parli tanto per fare, poi quando si chiede di spiegare la si butta in caciara.
    Paolo ha chiesto di nominare almeno una società di gestione che va avanti senza aiuti statali.
    Ne ho nominate ben 4, le più note e quotate in borsa.
    Per non ammettere che avevo ragione, mi cita un’indagine della UE riferita a 10 anni fa sulla ricapitalizzazione che sea (società di gestione) ha fatto in sea handling (una società del gruppo che non si occupa di gestione).
    Tutto ciò per dimostrare cosa?
    Boh!

  73. @ Pilota75:
    ma hai letto tutto bene o no , si parla di aiuti statali altrimenti l unione europea che se frega di quello che fanno in casa loro, e poi il periodo è riferito dal 2002 al 2010 ben 8 anni.

  74. @ Pilota75:
    Ah Pilotè ma fatte na vita! Ma che palle!

    Sul Di Bua stendiamo un velo pietoso… Leggo da tanti commenti che finalmente anche gli utenti che usano il cervello in modo ponderato stanno riuscendo a comprendere che il problema di REG non è fuori, ma all’interno. Ciascuno con le sue responsabilità: SOCI, CDA ed O.S., mi sento di dire con equa distribuzione.

    Ma ripeto il tempo sarà galantuomo con tutti.

    Ad majora

  75. @ PAOLO:
    leggi leggi…studia studia….
    @ Pino56:
    per fortuna che sei arrivato tu a spiegarci tutto…non lo avevamo capito!

  76. @ PAOLO:
    ancora….ma hai capito che l’andling non ha nulla a che vedere con la gestione?
    la gestione aeroportuale fa utili!

  77. @ Pilota75:
    Vabbe lasciamo perdere va!!!!

  78. @ PAOLO:
    ecco bravo..ti conviene chiuderla qui.

  79. @ Pilota75:
    Guarda la chiudo perché quando leggo la gestione aeroportuale fa utile vuol dire che nn capisci una mazza di gestioni di aziende.

  80. @ PAOLO:
    simpatico!
    Poi ci dici cosa dovrebbe succedere il 28 marzo….

  81. @ Pilota75:
    cambia l’ orario devi spostare le lancette 1 ora avanti.

  82. @ PAOLO:
    tutto questo era il mistero? avevamo capito che eri un sola e un millantatore, ma non fino a questo punto!

  83. @ Pilota75:
    Può darsi!!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Note legali: secondo la normativa vigente ogni utente si assume la responsabilità di ciò che scrive nei commenti. Per richiedere la rimozione di un commento contattare lo Staff attraverso la pagina Contatti.