Aeroporto Reggio Calabria: speciale “Tito Minniti”, un aeroporto da salvare

Riportiamo il servizio di Italia Inchieste:


Condividi!

Prenota online e risparmia!
AvisBookingBudgetEuropcarExpediaFlixBusMeridianaMomondoRentalcarsSkyscannerTerravisionTripAdvisorTrivagoVolotea

15 commenti

  1. Liotta si sarà pure interessato all’aeroporto, ma con quali competenze?
    Mah.

  2. @ Pilota75:
    Ma perché chi è questo Liotta! Che fa nella vita.

  3. Liotta, se non erro, è stato a lungo titolare di un’agenzia di viaggi e ha poi fatto una legislatura in consiglio comunale.
    Ma non mi sembra sia questo il problema. La partita per il futuro del “Tito Minniti” si gioca su due tavoli : quello degl’investimenti (e dunque della destinazione di nuove risorse con il conseguente varo di un piano industriale) e quello delle competenze specifiche. Sono aspetti strettamente collegati e passano attraverso l’incisività o meno dell’azione politica. Occorre vigilare sulla volontà effettiva di prevedere fondi per il co-marketing (necessario per invogliare nuove compagnie e attivare altre rotte), per il miglioramento degli apparati tecnologici e delle infrastrutture, ragionando in termini di sistema. Parallelamente vanno ricercate e valorizzate tutte le professionalità possibili. Basta dunque con i criteri della vecchia Sogas, monumento di incapacità, di clientela e di sprechi. Parlavano tutti a ruota libera di trasporto aereo (anche i rappresentanti sindacali) senza fare mai nemmeno un viaggio l’anno.
    Sacal, pur con il peso di vecchie contraddizioni, sta dimostrando di avere almeno le competenze giuste per scongiurare la chiusura dello scalo. Del resto una unica società di gestione degli aeroporti c’è anche in Toscana e in Puglia e lì tutto funziona. Per impedire quello che paventa Liotta, il resto dovranno farlo le città di Reggio e Messina, con una rinnovata strategia che possa mandare in soffitta quelle vecchie logiche che ci hanno portati sull’orlo del burrone. Spazio alle competenze dunque e via i cialtroni.

    P.S. Si sa qualcosa sulle trattative con Alitalia per la programmazione dei voli da ottobre in poi? Secondo me resta uno dei nodi principali da sciogliere.

  4. @ Antonio 64:
    Quale trattativa e/o comarketing? La sacal prima di dicembre non può far nulla. Al bando della regione non mi risulta abbia partecipato qualcuno per Reggio. Non c’è interesse.

  5. @ Pilota75:
    E allora siamo a zero o quasi. So che il co-marketing ha permesso a Ryanair di prosperare e di consolidarsi su Lamezia e su altri scali. L’interesse andrebbe stimolato. Ma il bando è ancora aperto?

  6. @ Antonio 64:
    Siamo…chi?
    Il bando scadeva a luglio.

  7. @ Pilota75:
    Siamo come aeroporto e come città, intendevo dire. Se il bando è scaduto e non c’è stata alcuna manifestazione d’interesse, ci hanno rifilato solo chiacchiere.

  8. @ Antonio 64:
    Rifilato chi? il bando era pubblico, rivolto a qualsiasi società europea.
    io mi porrei qualche domanda se nessuno ha partecipato, è evidente (come già si sapeva) che reggio non è una destinazione appetibile.

  9. Mi riferivo alle dichiarazioni di Oliverio e soci. Ma non capisco perchè ti agiti tanto, amico. Chiedevo solo di capire e di essere meglio informato. Anche a me stanno a cuore le sorti dello scalo. Tutto qui.

  10. @ Antonio 64:
    Che competenza ha Oliverio e soci? A che titolo parla? Io non mi scaldo, solo mi stupisco che nel 2017 ci siano ancora persone che danno credito ai politici.

  11. @pilota75 come fai a dire che non ha partecipato nessuno al bando ? Per quello che so io il termine per la presentazione delle domande era il 10 luglio, ma la Regione non ha reso pubblico nulla a riguardo ne i partecipanti ne per quali scali abbiano partecipato, non hanno nemmeno detto che la gara sia andata deserta, quindi o tu hai queste notizie da fonti regionali oppure stai solo supponendo che nessuno abbia partecipato al bando.

  12. @ Vincenzo:
    Per Reggio intendo.

  13. @ Pilota75:
    Infatti come sai che nessuno ha partecipato per Reggio ? Ancora la Regione non ha dato notizie, una cosa che si sà e che Alitalia per partecipare a questo bando ha dovuto modificare lo statuto della società per includere anche la possibilità di fare Marcketing pubblicitario e non solo compagnia aerea. Quindi se ha fatto questa modifica per partecipare a questo bando probabilmente ha partecipato, possiamo sperare che abbia partecipato anche per l’ aeroporto di Reggio il bando era per tutti e tre gli aeroporti mica solo per Lamezia.

  14. @ Vincenzo:
    Cosa dici? Il bando non era rivolto alle compagnie, Alitalia non ha modificato nulla, non può essendo in AS.
    Alitalia chiude Reggio dal 1 ottobre.
    Non ha partecipato per Lamezia.

  15. @ Pilota75:
    Ti sbagli esiste un email inviata dalla signora Claudia Bugno responsabile rapporti istituzionali alitalia al comitatoproaeroporto dello stretto il 09 giugno 2017 e l’azienda era già in AS, dove la dottoressa Bugno afferma : ” La regione ha recentemente pubblicato il bando di gara per la concessione di contributi per la promozione del territorio calabrese che rientrava tra le misure che la regione stessa si era impegnata ad adottare per consentire una più forte e sostenibile partecipazione delle compagnie aeree su reggio calabria. Ma la stesura del bando ha escluso che potessero partecipare compagnie aeree, essendo aperto solo a soggetti che svolgono da statuto sociale servizi di promozione marketing. Nonostante tali criticità stiamo lavorando con non poche difficoltà al fine di modificare lo statuto della compagnia e garantire la nostra partecipazione a tale procedura, a dimostarzione del nostro interesse sul territorio calabrese.”
    Per leggere questa mail basta andare sulla pagina del comitatoproaeroporto ed in un post pubblicato dal presidente del comitato il 28 agosto c’è la foto della e-mail e tutto il testo.
    Aggiungo che Alitalia è riuscita a modificare lo statuto e a partecipare alla Bando, quello che invece la Regione non rende è il risultato dell’apertura delle buste di questo bando.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Note legali: secondo la normativa vigente ogni utente si assume la responsabilità di ciò che scrive nei commenti. Per richiedere la rimozione di un commento contattare lo Staff attraverso la pagina Contatti.