Approvati dalla Giunta i programmi per i collegamenti low-cost degli aeroporti di Lamezia, Reggio Calabria e Crotone

Riporto un Comunicato Stampa dal sito della Regione Calabria:

Approvati dalla Giunta i programmi per i collegamenti low-cost degli aeroporti di Lamezia, Reggio e Crotone

La Giunta regionale, nella seduta di ieri presieduta da Agazio Loiero, su proposta dell’assessore al Turismo Damiano Guagliardi ha approvato i programmi presentati dalle società aeroportuali “Sacal” di Lamezia Terme, “Sogas” di Reggio Calabria e aeroporto “Sant’Anna” di Crotone per l’attivazione di collegamenti aerei low-cost.
Nello specifico alla Sacal, per l’attivazione, negli anni 2008/2009, di voli a basso costo, l’Esecutivo ha assegnato 1 milione e 180 mila euro. Le destinazioni sono quelle tedesche, inglesi e del Nord Italia.
All’aeroporto Sant’Anna di Crotone, per l’attivazione negli anni 2008/2009, e alla Sogas di Reggio Calabria, per l’attivazione nell’anno 2009, sono stati destinati, invece, 260 mila euro per i collegamenti con il Nord Italia.

Fonte: http://www.regione.calabria.it/index.php?option=com_content&task=view&id=3423&Itemid=136

—————————————————————————————————

E’ da tempo che sottolineamo la diversità di trattamento dei tre aeroporti calabresi da parte della Giunta Regionale e oggi ne abbiamo conferma, dal comunicato riportato che afferma di aver stanziato le somme indicate a favore dei 3 aeroporti calabresi, con un palese squilibrio ai danni degli scali di Reggio Calabria e Crotone, ai quali sono state destinate le briciole (260 mila Euro) in confronto al milione180 mila euro destinato a Lamezia.

E’ ormai risaputo che tali somme sono necessarie per attrarre nuovi flussi (sia essi charter che di linea) sotto le svariate forme (attraverso veri e propri contratti, sotto forma di pubblicità, ecc…) ma bisogna sottolineare come i meriti dello scalo di Lamezia, vadano attribuiti essenzialmente ai copiosi elargimenti di denaro pubblico che lo scalo ha beneficiato da molti anni a questa parte, riuscendo sempre a sopperire alle crisi dei vari vettori (vedi Alitalia), con l’arrivo di compagnie del calibro di Ryanair, Easy Jet, Air Berlin, ecc…

Quindi, attenzione quando si afferma che a “Lamezia si vola con pochi Euro” oppure “Lamezia è il volano per lo sviluppo turistico della Regione”.

Se un domani, gli scali di Reggio Calabria e Crotone, potessero avere lo stesso trattamento economico e lo stesso appoggio Regionale che “l’aeroporto di Catanzaro” ha avuto in questi anni, sicuramente leggeremo un altra storia.
Oppure basterebbe smettere di “drogare” il mercato aereo calabrese, riuscendo a dare una giusta dimensione a ciascuno dei 3 aeroporti per poter affermare almeno una volta di aver fatto il bene per la comunità.

Per maggiori informazioni visita il Forum alla pagina: http://www.aeroporticalabria.com/forum/viewtopic.php?f=20&t=452


Condividi!

Prenota online e risparmia!
AvisBookingBudgetEuropcarExpediaFlixBusMeridianaMomondoRentalcarsSkyscannerTerravisionTripAdvisorTrivagoVolotea

14 commenti

  1. E’ semplicemente una vergogna. Ma con quale coraggio la giunta regionale continua ad elargire fondi generosi solo all’aeroporto lametino? Ognuno ha il suo bacino d’utenza ed una giusta ripartizione dei costi farebbe in modo di accontentare tutti, attivando nuove linee. Ma dove sta scritto che da Reggio non possiamo volare a costi vantaggiosi anche per le capitali europee? Certo che chi ci rappresenta …..

  2. Scusa, ma vergogna di cosa?
    I fondi sono riferiti a voli già effettuati.
    I soldi sono queli richiesti dalle singole società, SOGAS ha chiesto 260.000 € per collegarsi solo con il nord Italia (presumo sia il volo my air, poi diventato trawel fly) e tanto gli hanno dato.
    Non comprendo la polemica.

    Sulle capitali europee, reggio è stata collegata con Madrid tutta l’estate, non mi sembra ci sia stato tutto questo piglia piglia; ora sarà attivo Parigi, vediamo quanto dura…

  3. Ovviamente si tratta di somme che sono state corrisposte a fronte delle richieste avanzate da parte delle singole Società di gestione.
    Naturalmente, come sottolinea Pilota75, la somma destinata a Reggio, sembra che vada a coprire il collegamento con Myair e quello con Trawelfly (che in un modo o nell’altro, dal Comune e quindi dalla Regione, godono di “sussidi” per il mantenimento del volo).

    L’aspetto che mi fa riflettere è il seguente: assodato che ormai qualunque Compagnia aerea per volare richiede (o per meglio dire pretende) soldi alle Società di Gestione, le somme destinate a Lamezia mi fanno pensare che il suddetto sostegno economico sia abbastanza oneroso, viste anche le somme elargite nel tempo (qui i riferimenti: , e molti altri, dati con molta celerità e tempismo).
    Soldi dati sia a Ryanair, sia alle varie Compagnie aeree charter per lo sviluppo turistico della Calabria (???).
    Perchè la stessa celerità non si è registrata per Reggio? Perchè per una volta, non pensare alla colletività e al diritto alla mobilità di quest’ultima?La Regione, dopo la batosta economica della gestione Fuda, ha ovviamente chiuso i cordoni della borsa, ben sapendo che Comune e Provincia non sono in grado di gestire lo scalo.

  4. Scusa ma mi sembra che qui si faccia il solito discorso del reggino secondo il poeta Giunta….

    Anzichè stare a guardare cosa ha fatto la SACAL (sono fondi regionali accessibili a CHIUNQUE presenti un valido piano); perchè non guardiamo cosa NON ha fatto SOGAS?

    Perchè SOGAS non ha presentato richiesta per finanziare voli?
    Perchè SOGAS non chiama gli albergatori (è così che fa lamezia) e gli dice: c’è una legge regionale che prevede contributi per i gruppi che dormono almeno 3 giorni in calabria.
    Quando contattate i TO ci sentiamo così concordiamo insieme gli aerei?

    Sai cosa ti dicono alla SOGAS sul fatto di attivare nuove linee?
    Noi siamo qui, chi vuole sa dove trovarci!

    Vi ricordo che Reggio, come Crotone, ha diritto all CT da almeno 6 anni; hai mai sentito farne richiesta?
    Secondo voi, Alitalia lo permetterà mai?

  5. Volevo rispondere a pilota75 che parla di una mia polemica. Non so dove tu viva e non mi interessa.Salto il discorso dei finanziamenti che lascia sicuramente il tempo che trova (considerato che evidentemente nella gestione ci sono delle falle incomprensibili) e che pochi possono comprendere…. Il discorso delle capitali europee si riferiva a ben altro. Madrid e adesso anche Parigi sono state concepite per le settimane di studio in quelle città ed il volo ha dei costi certamente non economici. Cosi’ come sono stati concepiti, non avrebbero mai potuto avere il piglia – piglia. Per Parigi, per esempio, si partirà il lunedi’ mattina, con rientro qualche ora dopo della stessa giornata….. Il volo è riservato proprio a chi parte e sta una settimana con quel programma di studio. Io intendevo ben altro e cioè quei meravigliosi week-end che si possono organizzare per i fine settimana nelle varie capitali europee, specie sotto i periodi natalizi o delle altre festività o ponti in genere….. Per chi fa questo tipo di mini vacanze ( e c’è molta domanda su questo versante), si deve partire sempre da Lamezia o Catania…. Per non parlare poi della programmazione dei collegamenti che deve essere fatta molto, ma molto tempo prima (vedi Lamezia) con altrettanta pubblicità. Tanti reggini non sapevano, per esempio, neanche dei collegamenti a suo tempo effettuati con Bologna e Torino, proprio per l’abitudine consolidata di lanciare i collegamenti qualche settimana prima della loro operatività. Niente polemiche quindi, solo delle semplici considerazioni. In quanto alla parola usata “vergogna”, non mi sembra che sia stato un termine inopportunamente usato considerata la storia del nostro scalo e quanti lo osteggiano (compresi i cittadini che hanno costruito le loro belle case nella prossimità dello stesso, impededone uno reale sviluppo.)

  6. Bruno, non cercare di girare la frittata; tu hai detto:
    “E’ semplicemente una vergogna. Ma con quale coraggio la giunta regionale continua ad elargire fondi generosi solo all’aeroporto lametino?”

    Come vedi la vergogna e la polemica è nei confronti della giunta regionale.
    Niente di più sbagliato!

    La vergogna e la polemica deve essere nei confronti di SOGAS e di quanti permettono che esista ancora così come è strutturata ed organizzata.

    E’ colpa della SACAl se loro chiedono 1mln e la regione glielo da?
    La sogas ha chiesto 200.000 euro e tanti gliene hanno dati, è colpa della regione?

    Sulle capitali europee continuo a non capire la polemica; siamo collegati con fiumicino e linate che a loro volta ti portano in tutto il mondo….

    Dimenticati Ryanair, a reggio non verrà mai.

  7. @Pilota75: I soldi da parte della Regione, non vengono chiesti e non vengono dati per un semplice motivo:

    1- Eravamo in attesa dei 4 milioni di euro promessi (che abbiamo aspettato per tanto e troppo tempo);
    2- La continuità territoriale che accennavi fa parte dei fondi stanziati dal Governo Prodi, che aveva congelato la realizzazione del Ponte sullo Stretto. Non so se adesso questi fondi siano di nuovo disponibili.

    Su un aspetto almeno siamo d’accordo: l’incapacità gestionale della Sogas.

    Per questo io mi chiedo: dopo aver appoggiato Fuda, detenendo il 50% del capitale sociale, visti i danni prodotti, vista l’incapacità manageriale degli stessi che sia prima che adesso, stanno in Sogas, perchè non intervenire?
    Alla fine la Regione continua i debiti prodotti dall’allegra gestione 2006 e conoscendo i polli (Comune e Provincia) perchè non intervenire direttamente anziche defilarsi (6% del capitale sociale) e fregarsene allegramente?

    Questione T.O. se mi leggi sul Forum, sai quanto ho a cuore la questione e sai benissimo come sono in totale disaccordo con la linea tracciata dal Comune per questi fantomantici “Passaporto per L’Europa”.
    Comunque ti rinnovo l’invito ad iscriverti sia a te che a Bruno sul Forum.

  8. Trasportista, le tue affermazioni mi convincono sempre più che il Grande Inganno ha funzionato!

    I famosi 4mln sono quelli della CT che esiste su Reggio dal 2003.
    Quindi non sono soldi diversi ma sono gli stessi che si riportano di anno in anno.

    Il Grande Inganno vuole cercare di far sembrare( e sembra ci stia riuscendo) che tra qualche mese nelle casse della SOAG andranno 4mln per attivare nuovi voli; non è così!

    Esiste una procedura ben definita dallo Stato (enac-italia.gov) che spiega che i soldi andranno DIRETTAMENTE alle compagnie che si aggiudicheranno tali tratte.

    Alla fine, paradossalmente, ci troveremo che pagheremo un REG-FCO con AZ a 150€ senza godere delle varie promozioni.

    Fuda non è stato appoggiato solo dalla Regione, ma da tutti i cittadini.
    Hai sentito qualcuno dire: ma sono cretini a far un REG – Perugia – Torino con AT72?
    Noo tutti a dire: che bravi, finalmente…..ma per favore!

  9. Pilota ti riferisci a quelli portati evidenziati in Finanziaria 2004 articolo 4 comma 206 e 207?Se non erro erano validi sino al 2006.
    Poi è stata studiata la “proroga” tramite i fondi per la mancata realizzazione del Ponte.
    Quelli fino al 2006 mi pare siano stati usati tutti (con molti danni..).
    Adesso si useranno quelli elargiti da Bianchi.

  10. Per favore, non confondiamo la Continuità Territoriale – Oneri di Servizio con altre forme di contribuzione.

    La CT- OdiS sono gestiti dall’ENAC e dall’APT di Reggio non sono mai stati utilizzati, benchè disponibili fin dal 2003.

    Di seguito la convocazione per la CT di Reggio in cui candidamente dice che tali fondisono disponibili dal 2004
    http://www.regione.calabria.it/trasporti/allegati/news/aeroporto_rc/convocazione_conferenza_di_servizi.pdf

  11. E’ un mio pensiero che la politica stia dietro la gestione del nostro aeroporto ma do un taglio a questo discorso e non intendo proprio rientrarci. Quello che invece non riesco a comprendere è la “rassegnazione”. Un aeroporto che si rispetti, tra l’altro di una città metropolitana, deve offrire al suo bacino di utenza una varietà di collegamenti a prezzi anche competitivi. Che c’entra dire ” siamo collegati con fiumicino e linate che ci portano in tutto il mondo”. E’ come dire : lasciate fare agli altri quello che voi non sarete mai in grado di fare.

  12. Bruno, non è questione di rassegnazione; ma di presa di coscienza.

    La posizione dell’apt di Reggio non consente, con la tecnologia attuale, di fare atterrare gli aerei di Ryanair.
    Non mi dilungo perchè sarebbe troppo complicato in questa sede.

    sulle capitali lasciamo perdere non avendo tu, evidentemente, cognizione su come funziona il traffico aereo in itala.

  13. @Pilota75:

    – Ma stiamo dicendo la stessa cosa? Ti ho citato la legge che istituisce la CT su Reggio (Finanziaria 2004) riportata anche nella lettera che hai postato destinata a Sogas e con la quale si evince che tali soldi ammontano a 4 milioni di euro (non si sa se sono somme che coprono il 2004, il 2005 o il 2006 o alcuni di essi o tutti).
    Comunque 4 milioni di euro disponibili per merito di tale legge.
    La Finanziaria del 2004 pone come data ultima il 2006.

    Adesso questi soldi arrivano ma sarebbero dovuti arrivare già in passato e non adesso…

  14. Buongiorno a tutti,
    mi permetto d’intervenire sulla questione.
    Io posso dire solo questo: faccio in media 60.000km l’anno in aereo,ho atterrato in tanti aeroporti nel mondo,il mio primo volo su reggio é stato nel lontano 82, mi/reggio 180.000lire e non ricordo di aver mai visto un aeroporto piu’ disastrato del Tito! Da allora nulla o poco é cambiato, ancor’oggi, le piu’ piccole cose banali per migliorarlo diventano enormi probbemi e voi mi discutete di voli internazionali!! Finisco col dire “maledetta politica”
    saluti dalla francia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Note legali: secondo la normativa vigente ogni utente si assume la responsabilità di ciò che scrive nei commenti. Per richiedere la rimozione di un commento contattare lo Staff attraverso la pagina Contatti.