Dipendenti Sogas proclamano stato di agitazione

Riportiamo da Strill.it:

Di seguito la nota diffusa dall’ufficio stampa: I lavoratori delle società SOGAS e SOGAS Service, che gestiscono l’Aeroporto dello Stretto di Reggio Calabria, si sono riuniti in assemblea ieri 25 ottobre.
Nel corso dell’assemblea i lavoratori hanno evidenziato che i ritardi nel pagamento degli stipendi da parte delle Società sono diventati insopportabili e che la mancanza di progetti di ristrutturazione e di individuazione di vie d’uscita dalla crisi che attanaglia le Aziende aeroportuali da anni non consente di prevedere soluzioni.
Per queste ragioni i lavoratori hanno manifestato il proprio disagio ed hanno proclamato lo stato di agitazione, segnalando che si atterranno rigidamente alle prestazioni previste dal Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro.
È stato anche stabilito di inviare al Consiglio d’Amministrazione delle Società una richiesta di convocazione con espressa avvertenza che si intendono attivate le procedure di raffreddamento previste dalla legge sul diritto di sciopero nei servizi pubblici essenziali.

FILT CGIL    FIT CISL    UILTRASPORTI    UGL TRASPORTI
A. Scali        G. Larizza           M. Muto              F. Cozzucoli

Fonte:


Condividi!

Prenota online e risparmia!
BookingEuropcarExpediaFlixBusHertzLufthansaMeridianaMomondoRentalcarsSkyscannerTerravisionTrainlineTripAdvisorTrivagoVolotea

22 commenti

  1. Dai la soluzione si troverà, al governatore Scopelliti non piacciono situazioni del genere vista la sua politica per gli aeroporti calabresi……. Allego un’articolo interessante che ho letto stamane su uno dei tanti quotidiani calabresi on-line.
    rgds
    http://www.ilfattoquotidiano.it/2013/10/27/aeroporti-debiti-e-guai-giudiziari-per-societa-di-gestione-e-pagano-enti-pubblici/757742/

  2. intendevo dire: quotidiani on-line .

  3. Se finissero di pomparlo, l’aeroporto di Lamezia avrebbe un ridimensionamento clamoroso. Se invece il nostro fosse gestito bene e diventasse realmente l’aeroporto dell’area dello stretto parleremmo di uno dei più importanti aeroporti del sud.

  4. @ pindo:
    Non farti sentire da Pilota75

  5. @ pindo:
    Condivido in parte il tuo commento ma quanto tu dici non potrà mai avvenire poichè bisognerebbe prima eliminare la lobby politica con i suoi interessi e questo, considerando il contesto economico calabrese e la scarsa popolazione, non avverrà. Comunque non scoraggiamoci, l’aeroporto di Lamezia e quello dello Stretto continueranno ad esistere grazie all’ossigeno dei soliti contributi e grazie anche ai tempi lunghi di percorrenza dovuti alle scadenti vie di comunicazioni stradali e servizi ferroviari da e per la Calabria.
    rgds
    rgds

  6. secondo voi come fa un aereoporto a rimanere dalle 8.50 alle 18.35 senza ne un arrivo ne una partenza? ma speriamo sempre bene

  7. @ franco41:
    Non ti preoccupare del mio pensiero…volenete o nolente la fine della sogas sta arrivando…siamo passati dai proclami di settembre sul bilancio in utile, file interminabili di società pronte ad acquisirla, risanamento, voli per romania, germania, ecc. ecc. alla triste realtà: pax in calo, non c’è una lira, non si pagano gli stipendi e le limitazioni non saranno MAI tolte…aspettiamo adesso gennaio con lo scioglimento delle province e speriamo che entro giugno passi tutto alla sacal…

  8. Ti ricordo che la sacal è per circa il 70% pubblica con azionisti maggiori la Provincia di Catanzaro ed il Comune di Lamezia…

  9. @ xxx:
    quindi? sono infatti la dimostrazione che quando ci sono le capacità si hanno ottimi risultati.
    per la cronaca ancora settembre in calo per reggio….forse se si sommano 2 anni si riesce a fare i famosi 800.000 pax che porcino aveva previsto per quest’anno…non si capisce in base a cosa…

  10. @ Pilota75:
    ma quali capacità e capacità , vorrai dire pila a getto continuo / babbo morto , ma non hai ancora capito che se a lamezia la regione non da più soldi la sacal sarebbe la fotocopia di sogas .

  11. @ aiofb:
    Pilota75 è sicuramente molto attento e preparato, pertanto certe cose le capisce bene. Ha un solo, chiamiamolo così, difetto: stravede per Lamezia ed odia a tal punto la Sogas (che non fa assolutamente nulla per farsi amare) che pur di vederla dissolta nel nulla pianterebbe patate su tutto il sedime aeroportuale di Reggio.

  12. @ aiofb:
    ma davvero sei convinto della cosa? tu pensi che tutte le compagnie siano pagate per volare da lamezia?
    analizza il loro traffico e poi, forse, sarai in grado di dibattere con me…forse…

  13. @ franco41:
    forse non è chiaro che io non stravedo per lamezia…semmai stravedo per il nostro aeroporto e mi mortifica e fa incazzare vedere il tipo di gestione che ha.
    onestamente non me ne frega nulla di chi gestirà dall’anno prossimo il minniti, l’importante è che lo faccia con criterio.

    Ma scusa, se i primi sono i lavoratori a fottersene…ma dico io…

  14. @ Pilota75:
    Finalmente sei tornato ad essere il Pilota75 che conosco. Così mi piaci! 😉

  15. Solo Alitalia non prende soldi per volare da Lamezia.

  16. @ PAOLO:
    Anche da reggio, torino escluso perchè per quel volo li prende.

  17. @ Pilota75:
    perche’ ha partecipato ad un bando, non e’ stata contattata e offerti dei soldi per effettuare la tratta, come è successo per bologna e pisa.

  18. Così Pilota piace anche a me. Sono contento.

  19. @ PAOLO:
    mi puoi fornire gli estremi della proroga del bando visto che non è pubblicata da nessuna parte?
    O forse a questo incontro scopelliti disponeva di risorse europee?

  20. @ Pilota75:
    parlavo del bando precedente.

  21. @ PAOLO:
    il passato è passato…ad oggi tute le compagnie (alitalia compresa sul torino) volano solo se pagate da reggio….

  22. Diciamo che il Torino Reggio e’ stato salvato da Sagat,e poi e’ una vita che scrivo che le compagnie sono pagate per volare qui da noi e in tutti e 2 altri scali calabresi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *