Due pesi e due misure per gli scali calabresi

Riporto da Strill.it:

John Nash ed il codice segreto

Riceviamo e pubblichiamo:

Caro Direttore,
il matematico americano John Nash , inventore della teoria dei giochi, era convinto che dietro le notizie della stampa americana, si celasse un codice segreto, ideato dai sovietici in grado di alimentare complotti e una vasta rete di spionaggio presente su tutto il suolo statunitense. Questa ricerca del codice portò Nash alla follia. Io, da piccolo ingegnere elettronico con qualche modesta conoscenza aeronautica, non so se sono riuscito a decodificare il politichese del nostro Peppe Scopelliti, ma se ho bene inteso le sue affermazioni sui risultati della Sacal prevedo brutti tempi per lo scalo reggino. Da innamorato della mia città non diventerò folle come Nash, ma di sicuro è da quando ho letto la notizia che sono vittima di un gran mal di pancia. Il buon Peppe mi sembra abbia regalato una bella vagonata di milioni di euro per incrementare i voli da Lamezia operati da Ryanair, compagnia quest’ultima che si muove solo se pagata profumatamente. Per il nostro aeroporto nemmeno il becco di un quattrino in quanto i quattro milioni di euro per i voli per Pisa, Malpensa e Torino sono un contributo del Ministero e non un contributo regionale. Come il signor Loiero il nostro governatore sceglie Lamezia in quanto il Tito Minniti “dovrà guardare l’area dello stretto” senza” doppioni di voli con Lamezia”. A questo punto come potrà il nostro scalo intercettare l’utenza dello stretto senza voli e contributi? Lo sa il nostro governatore che il 30% del traffico lamentino proviene dalla nostra città grazie ai contributi regionali che consentono di volare a Roma con 19 euro e a Pisa con 12 (tanto per fare un esempio). Date gli stessi soldi a Reggio e vedrete che i messinesi verranno a nuoto e dalla provincia a piedi per prendere l’aereo al Tito. Avevamo tutti, di destra e di sinistra, delle recondite speranze per un cambio di rotta ma le dichiarazioni di ieri mi sembrano vadano nella direzioni di una ulteriore penalizzazione della più importante infrastruttura logistica della città: E a nulla vale il contentino che si “sta lavorando per poter far atterrare a Reggio e Crotone” Ryanair in quanto tutti e dico tutti gli esperti di aeronautica sanno benissimo che la nostra pista non può essere operativa per i 737-800 NG di Ryanair in quanto hanno bisogno di una lunghezza di atterraggio e decollo (la cosiddetta Tora) di quasi 2300 metri e questa si può ridurre solo con delle forti limitazioni di peso (numero di passeggeri con relativi bagagli). Se il buon Peppe vuole fare venire una compagnia low in grado di attirare passeggeri e valorizzare l’area dello stretto perché non si è rivolto a Easyjet o Blue express (già sul libro paga della Regione come Airberlin) o alla catanese Windjet oppure ancora ad Airone che con i loro aerei possono operare tranquillamente dal Tito Minniti? Certo qualcuno potrebbe obiettare che è compito della Sogas la gestione aeroportuale e che è si è contrari all’intervento pubblico ma oggi nell’aviazione senza soldi le compagnie low non operano e senza di loro non si raggiungono grandi numeri ( basta vedere Trapani passato in un anno da poche centinaia di migliaia di passeggeri ad oltre un milione in un anno). Non chiedo al nostro governatore reggino di favorire il Tito ma almeno una parità di trattamento con Lamezia così finalmente il mio mal di pancia avrà qualche speranza di diminuire

Ing. Francesco Saraceno

Fonte:

—————————————————————————————————

Per maggiori informazioni visita il Forum alla pagina: http://www.aeroporticalabria.com/forum/viewtopic.php?f=20&t=648


Condividi!

Prenota online e risparmia!
AvisBookingBudgetEuropcarExpediaFlixBusMeridianaMomondoRentalcarsSixtSkyscannerTerravisionTrivagoVolotea

77 commenti

  1. Che dire Francesco?
    E’ ovvio che tutti noi di Reggio la pensiamo come te e anzi grazie per aver dato voce al pensiero della città per l’ennesima volta umiliata dal suo stesso ” rampollo “!
    Peggio per noi reggiTani che abbiamo mandato avanti uno così.
    Alla prossima tornata elettorale, spero, per il bene della città, che Reggio la finisca di essere o fare la città di Giufà.

  2. “ma almeno una parità di trattamento con Lamezia”…seee aspetta e spera.
    Dalla “regione straniera” non avremo mai nulla: è anni che lavora per far chiudere Reggio (così Lamezia sviluppa meglio)e noi che ci aspettiamo ?
    I 500mila che partono ogni anno da Reggio sono un miracolo vista la discrepanza di prezzi (pagata con le nostre tasse). Dobbiamo continuare a camminare sulle nostre gambe.

  3. Peppe ha fatto suo in meno di un anno il vessillo di Catanzaro Capitale.
    Bravo.
    I storti purtroppo pi Rriggiu simu noi riggitani cu votammu dopo che ha rovinato l’unica cosa decente che avevamo in città: il lungomare.
    Voglio proprio vedere quanto storti possiamo essere noi reggitani alle prossime elezioni comunali…

  4. sapevo che non avrebbe fatto nulla,ma almeno non l’ho votato e non ho rimpianti

  5. Sono messinese..se Ryanair..atterra e decolla da Reggio..certo che vengo a nuoto!!!speriamo…ciao

  6. Continuasse a fare l’ingegnere che fa figura migliore.
    Non so se l’autore della lettera legge questo sito ma gli vorrei porre una domanda.
    Come vado dicendo da tanto tempo, nell’epoca Fuda il nostro aeroporto ha avuto 13mln di euro di contributi (numeri dichiarati in questi giorni da bova) col risultato di arrivare a 660.000 pax circa.

    Senza alcun contributo (sempre dichiarato da bova)abbiamo chiuso l’anno con scarsi 600.000

    La domanda è: come mai nonostante 13mln di incentivi si sono prodotti solo 50.000 pax in più?
    Siamo davvero convinti che il nostro aeroporto abbia un bacino di utenza maggiore?
    I pax di lamezia sono in uscita o forse, domanda retorica, sono prodotti dall’immensa ricettività turistica presente in zona?

    Ma se nei weekend (giorni tipici per turismo in arrivo e partenza) tutte le compagnie presenti su reggio (airmalta e alitalia) tagliano i voli, ci sarà un perchè?

  7. Dato che si torna sempre sul fatto che Ryanair non vola su Reggio per via della lunghezza della pista riporto i link alle pagine di wikipedia(in inglese) inerenti il boeing 737,gli airbus della serie A320 e del boeing 757:

    http://en.wikipedia.org/wiki/Boeing_737

    http://en.wikipedia.org/wiki/Airbus_A320_family

    http://en.wikipedia.org/wiki/Boeing_757

    Ho messo i link in inglese dato che la tabella finale che si trova quasi a fine pagina è provvista di una piccola vocina(di cui quella italiana è sprovvista) che si chiama Take off run at MTOW che sarebbe la lunghezza della pista richiesta a pieno carico in condizioni atmosferiche standard e al livello del mare!
    Traete le vostre conclusioni!
    Stando ai dati ufficiali non sarebbe solo il 737 NG a pieno carico a non poter operare dal nostro aeroporto,ma in teoria anche i 737 classic,gli airbus a321 e a320 e ovviamente il 757!
    Ciò nonostante sappiamo bene che a reggio sono atterrati e decollati tutti i modelli di aeromobili sopracitati senza questi grandi problemi e sapete perchè?perchè basta non riempire i serbatoi al massimo di carburante senza tuttavia dover rinunciare a bagagli e passeggeri per rispettare i limiti di lunghezza pista e addirittura ridurli!
    Quindi cortesemente anzichè fare gli esperti di aeronautica ricordiamoci che Ryanair non opera da Reggio per motivi semplicemente economici!

  8. Un conto è se dai 13 milioni di euro a compagnie sconosciute e poco serie come Interstate Airlines, Itali Airlines e Club Air (epoca Fuda) ed un conto è se li dai ad una low cost conosciuta e rinomata.
    Poi sai benissimo che i 600 mila passeggeri non li raggiungi ma al massimo puoi fare 550 mila quest’anno.
    Sul fatto che il bacino di utenza sia più ristretto e sul fatto che non c’è turismo mi trovi d’accordo.
    Penso che l’ingegnere abbia voluto mette in evidenza che non è giusto dare il 100% a lamezia e zero agli altri scali.

  9. Ma come è che a Parma con una pista lunga 2100 metri la ryanair vola? Illuminatemi perchè non ci capisco più niente.

  10. Ryanair va dove gli porta il cuore.. Ovvero dai soldi!
    Soldi=Voli! No soldi no voli..
    La pista è solo una scusa.. Perchè a pista ultimata si raggiungeranno i 2400m sufficienti per il decollo ryanair!!

  11. Gabriele lo penso pure io che qualcosa non torna,eppure basterebbero due tre voli di questa compagnia è il milione di passegeri si raggiungerebbe in un batter d’occhio.

  12. Infatti i nuovi 320 di az (enhanced) su reggio non vengono utilizzati per ora.
    In ogni caso FR a reggio avrebbe il problema dell’avvicinamento non strumentale.
    Sul discorso carburante dipende dai contratti.
    Ad esempio la nuova az non ha un buon contratto su reggio ed arriva spesso col carburante per la doppia tratta.

  13. Ragazzi io dico che forse ci sara una sorpresa!! mi posso sbagliare, ma speriamo di nooo. Ciao.

  14. Guarda Marco che se Scopelliti per rimediare si ripresenta di nuovo con Air Malta o qualche piccola compagnia tipo Eagles Airlines, meglio lasciar perdere…

  15. Marco, le sorprese a Reggio si son rivelate sempre delle gran BOIATE: ti dico solo che Alitalia da Lamezia per Roma costa quasi la metà (78euro)della “lowcost” Itali da Reggio per Roma(109euro)… e t ho detto tutto…
    Ormai da Lamezia dov’è che volano a Roma gratis: hanno Easyjet (SUF-FCO 29 euro), Bluexpress(SUF-FCO a/r 39 euro) e dov ‘è che mettono anche Ryanair, ( eh la Madonna ! ), qui a Reggio bene che vada 100 euro minimo se ci dice culo con la ” lowcost” .
    In effetti in quanto abitante di Reggio mi sento di poter dire che viviamo in una città “metropolitana” sufficientemente ricca da non dovermi creare il problema !

  16. certo è che Scopelliti ai tempi in cui era Super Sindaco, invece di sputtanare le casse comunali regalando soldi a Lele Mora, a Valeria Marini e a Costantino Interrante, o ai Duran Duran o a Ricky Martin o a Elton John, in sagre del satizzo, in notti bianche, e altre min***ate su min***ate, poteva finanziare con quei soldini qualcosa di veramente utile per far “decollare ” la sua FAMOSA CITTA’ TURISTICA che adesso s’è risvegliata dai suoi pessimi 8 anni ancora + sgarrupata di prima…ma vabbè ormai la frittata è fatta .
    l’unica cosa che ha lasciato Scopelliti a Reggio sono decine di stupidi cartelli con la scritta Reggio Città Metropolitana. Ma andasse a f**********************, lui e gli allocchi che l’hanno votato !

  17. no soldi no party…!!!!

  18. Credo che la Regione abbia sostanzialmente confermato i finanziamenti degli ultimi anni ad un aeroporto che funziona, che è in attivo, che chiude ormai da anni accordi con i principali tour operator del mondo per assicurarsi i loro charter, che non vive solo per fare assistenzialismo, che si avvale di consulenze reali e non vagonate di inutili studi di fattibilità, che ha investito subito i soldi che ha ricevuto per rinnovare l’aerostazione senza aspettare di poter appaltare i lavori agli “amici”, che ha un numero di dipendenti proporzionale al numero dei passeggeri ecc… speriamo che la Regione continui a dare soldi a chi li sa usare e speriamo che chi di dovere si renda conto che si deve dare in mano un servizio così importante a chi lo sa gestire nell’interesse pubblico!

  19. X Pilota: che io sappia i 320 Enhanced atterrano a Reggio Calabria, dipende dalle rotazioni.Molte volte per esempio l’AZ1159/AZ1160 è operato da questo tipo di aeromobile.

    X Vincenzo: il tuo ragionamento effettivamente non fa una grinza.

  20. Per rispondere a pilota io sono convinto che i bacini sono qualcosa di altamente variabili e, la stessa Sacal nel suo comunicato stampa, tra le righe, chiede aiuto alla regione per i charter (il solito pacchetto per la germania a 350 euro compreso volo e soggiorno con il resto della spesa a carico di noi tutti). per i contributi della gestione Fuda c’è da dire che questo signore li ha speso soli per motivi elettorali:non si è mai visto, per esempio, che si paga una società per gestire le prenotazioni di una compagnia aerea con contratti pazzeschi e si vuole incrementare il traffico aereo con gli atr 42 e i dornier. Non ci dimentichiamo che quando ha fatto il salto della quaglia si è venduto ad esigenze politiche (vedi i charter dei tedeschi che andavano a brancaleone dirottati su suf tranne uno in arrivo da stoccarda). Mi sembra, che caso unico nella storia, sia stata promossa anche un’azione giudiziaria nei confronti dell’operato di fuda. Ora mi sembra ci siano condizioni nuove perchè nessuno si può permettere di vedere l’apt come una fucina di “posti” con stipendi a carico della collettività. Non ci vuole molto per far decollare il tito, faccio solo tre esempi: 24/12 con il volo da bergamo arrivano 10 tedeschi che hanno passato la notte in città per poi andare l’indomani alle eolie (ci vuole molto ad organizzare su larga scala quello che hanno fatto in proprio questi 10 temerari con collegamenti charter più collegamenti al porto come chiede la federalberghi?), 03/01 volo del pomeriggio az da roma operato con 321 per l’alto numero di pax, oggi voli delle 11.15 navette per messina quasi piene (ma di questo abbiamo già parlato). Poi, tornando alla storia, siamo anche sfigati: fuda porta interstate, la sacal porta gli slovacchi (non ricordo il nome della compagnia)con voli per mezzo mondo e questi falliscono prima di iniziare ma appunto per questo non provocano danni.

  21. Non voglio difendere Bova, ma vi ricordo che amministrare uno scalo con una mole di debiti impressionante e con una struttura “elefantiaca” non è da tutti.
    Ovviamente il Presidente ripete sempre che il suo compito è quello di tenere “aperta la baracca” e cercare di colmare il buco di bilancio di precedenti gestioni voraci.
    In questa fase, in cui hai le mani legate (e nella quale anche la semplice ricapitalizzazioni sono un problema, viste le stringenti normative) se vuoi rilanciarti devi avere il sostegno degli Enti soci o altre associazioni.
    A mio modo di vedere tireremo ancora altri 2 anni con le solite discussioni, accontentandoci di qualche “regalo” politico” e una volta risanati i bilanci, avviati i lavori dell’aerostazione, della fermata ferroviaria e convinti in qualche modo gli amici messinesi della bontà dei collegamenti Messina-Porto Rc-Aeroporto, allora si potrà pensare di fare il salto di qualità!!!

  22. @Giuseppe
    Da fonti certe atterra con limitazioni non a pieno carico.

    @mistero64
    Sono d’accordo con te, volevo solo fare notare a tuti quelli che fanno sempre le vittime (a lamezia danno i soldi ed a noi no) che qualche anno fa abbiamo ricevuto 13 dico 13 mln di euro senza alcun risultato; anzi abbiamo anche premiato l’autore dello sperpero con un posto al senato!

    quindi non lamentiamoci come al solito ed accettiamo di vivere la nostra mediocre regginità.
    Ma ti sembra normale che il presidente di una società (bova) se la prenda sempre con il suo miglior cliente, che gli permette di vivere (az)?

  23. Sono daccordo con Fabio S.,la verità purtroppo è questa stiamo ancora pagando la gestione Fuda.

  24. scusate tutti ma mi sta sorgendo un dubbio leggendo giornali e forum in questi giorni.
    La regione ha annunciato fondi POR per infrastruttura aeroportuale di lamezia; perchè si sta parlando di soldi per nuovi voli?

  25. Perche nei vari comunicati stampa si parla di accordi con varie compagnie low cost con avvio di nuovi voli ed è chiaro che se si parla di low cost si pensa a contributi di co-marketing.

  26. Ok Roberto, ma non sappiamo se tali contributi vengono da fondi della sacal o dalla regione sono solo supposizioni.
    Tra l’altro in caso di contributi regionali dovrebbe esserci una delibera.

  27. Alla luce di quanto letto, non sono cosi’ pessimista sul futuro del nostro aeroporto. Stanno andando avanti i lavori di prolungamento della pista ed una volta raggiunti i 2.400 metri, la stessa sarebbe sufficientemente lunga ad ospitare senza particolari problemi aerei di ogni dimensione se solo si abbattessero determinati ostacoli…… (pensate che a Saint Marteen atterrano i boeing 747 e la pista è solo lunga metri 2180). Certo bisognerebbe fare dei lavori strutturali veramente importanti e coraggiosi per far si che nessuno possa trovare più scuse, abbattendo anche alcuni ostacoli. Personalmente, per tanti lo so sarebbe una follia, vedrei di buon occhio anche una nuova aerostazione lato mare, lontana quindi dalla gente che stende i panni o che litiga nei palazzi che circondano l’attuale, o dagli alunni che vanno a scuola ….. . Voglio dire che il futuro dell’aeroporto l’abbiamo organizzato noi con gli scempi edilizi che gli abbiamo costruito attorno. Ma siete mai entrati in una di quelle case che corrono lungo la pista ?? Vi posso garantire che chi abita lì, non solo ha una vista incantevole sulla stessa, ma, volendo, può saltare sulla stessa per un giro turistico… Sull’operato del nostro Governatore, aspettiamo. Anch’io non sono d’accordo su alucune cose del suo operato, ma può darsi che ci saranno delle sorprese positive a lungo termine… sono forse troppo ottimista?

  28. @Pilota75 @Myers
    nel 2006 con 13 mln di contributi l’aeroporto ha fatto 600mila pax contro i 400mila dell’anno precedente. Quindi non si sono prodotti semplicemente 50mila pax in più (l’aumento, sbandieratissimo all’epoca, fu del 60%). E concordo con Myers che sono stati pure spesi male: investendo in compagnie semisconosciute (io vivevo a Roma e presi il primo FCO-REG di Interstate: 120Euro A/R, eravamo in sei, tutti un pò preoccupati).
    Lamezia all’epoca fece 1milione 163mila.
    Nel 2000 (prima che iniziasse l’epopea delle low cost) Lamezia faceva 785mila e Reggio 538mila…..e Lamezia ha sempre avuto i charter.
    Credo che il bacino di utenza di Reggio sia decisamente superiore al milione. Purche prezzi&servizi siano concorrenziali. Non si può paragonare la capacità di marketing di Iterstae/Consulta o della piccola Itali con Ryanair o Easyjet.
    Credo che per avere dei risultati bisogna avere finanziamenti continuativi ed un pesante appoggio politico (oltre ad un serio management).

  29. UNA SOLA COSA E’ CERTA’:::::

    RYANAIR NON ATTERRA PERCHE’ NON VUOLE ATTERRARE A REGGIO…….
    ALTRE COSE PISTA NON PISTA…..SONO COSE SUPERABILISSIME…
    DIAMO TEMPO A SCOPELLITI…SE STA LAVORANDO PER QUESTO ASPETTIAMO……

  30. @marco
    Reggio veniva da un periodo di chiusura ecco perchè fece +60%

    Il dato dei 550.000 è la media storica dei pax dell’aeroporto di reggio.

  31. speriamo che lavori presto…..se no passono anni e saremo sempre qui a parlare delle solite cose..!!!

  32. se ryanair o easyjet fossero qui ,con collegamente degni per le isole eolie e taormina recuperando noi riggitani che purtroppo andiamo a lamezia per la convenienza di prezzo ed il bacino di utenza del messinese,reggio darebbe molto fastidio a lamezia e penso anche a catania.
    sbaglio…????

  33. Le parole di Scopelliti hanno creato panico a Reggio e timori a Catanzaro, copio e incollo dal sito ” Catanzaro nel cuore “, noto per le sue posizioni anti-Reggio in qualsiasi settore .

    “E’ l’Aeroporto il prossimo scippo?

    E’ l’Aeroporto il prossimo scippo per il nostro territorio? Se abbiamo interpretato bene quanto dichiarato dal governatore Scopelliti durante la conferenza stampa tenutasi martedì scorso presso la SACAL, la nostra preoccupazione è ben fondata. Ovviamente speriamo di sbagliarci ma, comunque stiano le cose, chiediamo alla politica locale di non soggiacere a distrazioni di sorta e di fare chiarezza su quello che, per ora, è soltanto un rischio che noi intravvediamo. Alludiamo ad uno specifico passaggio nel quale il nostro governatore ha parlato di “rete aeroportuale calabrese, con una collaborazione tra gli scali di Lamezia, Reggio e Crotone” lasciando intendere ai più che ciò si estrinsecherà “nell’unione delle forze per ottenere migliori risultati, soprattutto per quanto riguarda gli accordi con le compagnie aeree”. Messa così non ci sarebbe nulla da eccepire: chi potrebbe infatti contestare il principio della collaborazione? Nessuno. Anzi, noi stessi siamo convinti fautori che sia questa la strada da seguire per incoraggiare il turismo. Ma….c’è un ma! Chi ci dice che per “collaborazione” fra gli scali aeroportuali si voglia intendere realmente una “collaborazione” – cosa certamente da auspicare – e non già la fusione in un’unica società di gestione degli aeroporti calabresi? In quest’ultimo caso sarebbe un’operazione abominevole, stante gli attuali bilanci di SACAL, COGAS e S.ANNA. Infatti mentre lo scalo catanzarese presenta un bilancio positivo, sotto ogni profilo, quello reggino e quello crotonese sono in fortissimo e drammatico affanno, per usare un eufemismo. Da un punto di vista prettamente tecnico ed imprenditoriale un eventuale accorpamento delle tre SpA significherebbe dunque una cosa soltanto: distruggere fatalmente un’eccellenza (la SACAL) per ripianare gli spaventosi buchi delle altre due società. Se è vero che politiche adeguate hanno il compito di trovare soluzioni per risollevare le sorti della SOGAS e del S.ANNA, per le quali auspichiamo una ripresa, ciò non può tradursi nel danneggiamento di un’azienda che produce ottimi risultati e che – come ribadito proprio durante la conferenza stampa dello scorso 4 gennaio – ha registrato il record nazionale di incremento del traffico (oltre un +16%) con quasi duemilioni di passeggeri. E per Lamezia il trend, sotto ogni profilo, è in crescita. Non si può allora esaltare l’aeroporto catanzarese per i dati, i risultati e i servizi che fornisce all’intera collettività regionale e poi, contestualmente, essere subdoli nel programmarne il suo declino. Né certa politica può pensare che la gente sia ingenua al punto di farsi infinocchiare e zittire – rispetto alla vicenda che noi oggi richiamiamo – con la promessa della realizzazione del nuovo moderno terminal di Lamezia e relativo allungamento della pista: ricordiamo infatti che tale ristrutturazione era già finanziata con i fondi FAS che poi Tremonti (incredibile ma vero!) dirottò al Nord Italia; dunque il restyling dello scalo catanzarese è un atto dovuto per un Aeroporto che ha tutte le qualità per diventare strategico nell’intera area mediterranea, e non essere pesantemente penalizzato dall’eventuale costituzione di una società “unica” di gestione…che come obiettivo “unico” avrebbe solo quello di ripianare i debiti altrui.”

  34. Io vedo che chi ha i comandi, conosce nella vita una sola teoria ing.Francesco, ed é l’accoppiata POTERE/INTERESSI! Quest’ultimi sono nella città delle aquile,non certo a Reggio,di conseguenza, resta chiaro il fatto, che vogliono fare di Lamezia un super aeroporto,e non é certo il Presidente di Giunta Calabrese a impedire tutto questo in favore del nostro aeroporto!
    Reggio ha quello che merita,non per colpa dei Reggini,ma di chi li Governa,destra o sinistra che sia!
    Bastava un medio investimento Regionale,dei manager professionali ai comandi della Sogas, e il definitivo rilancio del nostro aeroporto era certo!
    Ha dimenticavo..nulla di tutto questo, sarà solo un sogno, ci manca la materia prima… POTERE/INTERESSI

  35. Ahahaah speriamo che sia vero!!!

  36. @pilota75
    L’aeroporto fu chiuso 3 mesi nel 2004 e non nel 2005. In più, in quel periodo (2003-2004-2005) il Tito Minniti ebbe un sensibile calo rispetto alla media storica (al netto dei tre mesi di chiusura del 2004).
    L’aumento del 2006 fu un risultato importante nel contesto di quegli anni.
    Il fatto che il Minniti non cresca oltre la sua media storica è dovuto in gran parte alla differenza di prezzi, di qualità (o notorietà) e di continuità delle compagnie che vi operano. Vi è un abisso tra quello che offre il Minniti e quello che offrono gli aeroporti limitrofi. Ora se questo abbisso è dovuto a capacità imprenditoriale, tanto di cappello. Ma se è fatto con i soldi pubblici, bè ci incazziamo un pochino.

  37. Il successo di Catania è dovuto a capacità imprenditoriale che può contare su una zona densamente popolata ( la Sicilia orientale ), produttiva e ricca di turismo, quello “relativo” di Lamezia è ovviamente dovuto a uso massiccio di soldi pubblici ( regionali ) perchè non mi si venga a dire che Lamezia serve una zona densamente popolata come può essere invece quella dello Stretto, nè tantomeno + produttiva o + turistica.
    Lamezia oltre i 2milioni ( sempre se ci arriva ) non può andare perchè la Calabria quella è e quello offre, ma è anche vero che Lamezia supera il milione grazie a Reggio e alla sua provincia. Ovvio che a Catanzaro cercano di affossare come possono l’aeroporto di Reggio, perchè senza Reggio e provincia, Lamezia se ne scende tranquillamente sotto il milione.

  38. MA allora che la classe dirigente politica si attivi a fare valere le C A P A C I T A di Reggio e che i reggini non se ne stiano mano in mano aspettando che un altro lo faccia (cu non si movi e persu)

  39. il problema è proprio la classe politica incapace reggitana purtroppo, ovviamente se fosse stata capace non staremmo qui a parlare di tutte queste belle cose .

  40. come mi brucia questa situazione…..!!!! parlo per tutti i riggitani

  41. arkan tigre dei balcani .
    ma ti rendi conto di che cavolate scrivi, ma veramente sei convinto che lamezia possa diventare il fulcro del trasporto aereo del mediterraneo , ti dimentichi di palermo catania e bari. che senza offesa hanno piu’ economia di lamezia.

    a quanto pare il governatore prima ha incantato e riggini, adesso i catanzaresi.

  42. Partendo dal presupposto che il Tito Minniti è stato il primo aeroporto calabrese e che Lamezia è nato dopo e per un bel pò di tempo è stato dietro al nostro aeroporto.. sarebbe interessante analizzare i dati nel tempo e capire quando come e perchè Lamezia ha operato il sorpasso su Reggio per poi distanziarla in maniera abissale per non farsi riprendere più.. Si scoprirebbe che magari Scopelliti (che mettetevi tutti bene in testa è l’unica e forse anche l’ultima possibilità per far fare un salto di qualità all’Aeroporto dello Stretto!!)non c’entra nulla su anni e anni di disastri sogas fatti di gestioni clientelari e amministratori incompetenti che hanno creato l’attuale vergognoso stato di cose.. Comunque qualcosa di grosso bolle in pentola e il nostro Governatore ha creato una vera e propria task-force con l’incarico di rilanciare il tito minniti.. ma non ha la bacchetta magica.. e quidi c’è bisogno di tempo.. ma le prime novità ci saranno presto.. e anche molto interessanti..

  43. siamo tutti curiosissimi di vedere cosa bolle nella grande caddara di peppe dj ! speriamo bene, ormai i reggitani si sono assuefatti talmente tanto ai suoi effetti speciali che bisogna inventarsi qualcosa di veramente strabiliante per lasciarci a bocca aperta!

  44. dome doc- mmmmmmm magari con i sukio superjet?

    troppa politica fa solo del male.

    i sukio superjet sono una mia semplice intuizione.

  45. @DomeDOC:Mi piacerebbe conoscere la composizione di tale task-force e gli studi che effettuano.Si parla di un possibile interessamento di Eagleas per altre rotte da/per il Tito, confermi?

  46. aiofb che troppa politica faccia solo del male sono perfettamente daccordo con te visto che è proprio per la politica e i suoi interessi che il tito minniti è combinato com’è combinato.. però da uno stato semicomatoso del genere puoi (forse!) uscirne solo con un’azione politica efficace.. visto che i soldi per attrarre eventuali compagnie un privato non li metterebbe mai.. nè tantomeno quelli che servono per ripianare il bilancio disastrato della Sogas.. A Milano si dice piuttosto che niente meglio piuttosto.. e io credo che peggio di quanto si è fatto finora sia difficile fare.. e quindi confido in Peppe perchè so quanto ci tiene realmente alla città e allo sviluppo dell’aeroporto.. e mi fido ciecamente di lui.. ed eventualmente anche dei sukio superjet!! Bye!

  47. @Fabio eagles ha in tutto solo tre aerei e altre rotte non riuscirebbe a farle a meno che non integrasse la flotta, cosa che per il momento non penso intenda fare.. La task-force esiste già da maggio ma non viene pubblicizzata per ovvi motivi di discrezione.. è composta da tecnici e professionisti del settore che stanno studiando il tutto a 360°.. senza fermarsi ai semplici contatti per avere nuove tratte che pure ci sono e sono pressochè quotidiani.. L’idea è che quando si partirà con il progetto si deve partire con il vento in poppa.. sperando che poi tenga e soprattutto facendo in modo che subito dopo non cambi direzione..

  48. @DomeDOC: ero a conoscenza del team di esperti, ma sinceramente non conosco la composizione e pertanto non mi sento di esprimere giudizi.Una cosa però mi incuriosisce…perchè non interpellare Sogas?E’ possibile che si debba fare un azione disgiunta da quanto previsto dalla Società di Gestione/Enac/Enti Soci?
    Non abbiamo bisogno di collegamenti con tutte le città d’Italia e d’Europa ma di voli SENSATI fatti da Compagnie che garantiscano il giusto APPEAL anche per il passeggero (non certo Danube o simili).
    Questo dimostra ancora una volta come l’azione di un Socio (Regione) sia distaccata dall’Azione del CdA Sogas e dagli altri Soci (Provincia e Messina).
    Questo è il vero danno per il Tito!!!

  49. @DomeDOC: Perche non interpellare anche noi di AeroportoRC.com? 🙂

  50. E’ proprio il Sukio l’aereo che ci salverà!!!!magari con due k invece di una!!!=D

  51. Benvenuti nella sukkio airlines…!!!!

  52. DomeDOC potremmo sapere qualcosina in più?? Non lasciarci con la suspance!!
    Mi spiegate cosa c’entrano i sukio superjet?

  53. @Fabio dipende da chi e cosa intendi per Sogas, visto che già all’interno della stessa c’è una scollatura netta ed evidente tra soci, CDA e, soprattutto, Amministratore. Le persone (soci e non) operative all’interno della Sogas, così come gli enti che stanno dimostrando serie intenzioni e volontà di cambiare le cose, sono tutte parti integranti di questo progetto, e sono puntualmente informati sulle varie evoluzioni. Vuoi un esempio pratico..?? L’ormai famoso uovo di Colombo del dott. Ricevuto (servizio navetta gratuito porto-aeroporto per l’utenza messinese dotata di biglietto e check-in effettuato direttamente a Messina) altro non è che una vecchia idea (semplice e banale) della task-force appena visto che metromare non andava, che per l’attuazione immediata della stessa (così come per il cambio degli orari degli aliscafi, che stanno per essere cambiati e saranno finalmente davvero funzionali agli arrivi e alle partenze degli aerei) ha chiesto già alcuni mesi fa il suo intervento, prontamente arrivato e pubblicizzato (sempre di politico si tratta!!). A breve, e cioè quasi certamente entro gennaio, partirà questo servizio, anche se le navette gratuite non saranno della sogas (che non avrebbe avuto neanche i soldi per la benzina!!), come riferito in conferenza stampa dal Dott. Ricevuto, ma dell’ATAM, che si è subito attivata in questa direzione e le ha già messe a disposizione GRATUITAMENTE. Discorso a parte merita l’attuale Amministratore che, purtroppo, rappresenta al momento uno dei problemi principali, avendo non solo già manifestato palesi incompetenze e totale incapacità (ma non è colpa sua, ma di chi l’ha messo lì) ed essendo in grado soltanto (cosa rimarcata anche in questo forum) di lamentarsi e prendersela ora con uno e ora con l’altro, per poi venire fuori, ad esempio, con le perle modello “stazione marittima”. Tra le altre cose il dott. Bova estende il suo vittimismo e lo eleva a mania di persecuzione ogni volta che qualcuno cerca di fare o propone qualcosa che non è scaturita dalla sua “geniale” mente.. ed in quel caso, temendo di perdere la poltrona, puntualmente si mette addirittura di traverso e rema contro in ogni direzione possibile. Sia ben chiaro che gli amministratori precedenti (indipendentemente da chi ha avuto più o meno soldi) non erano sicuramente meglio di lui e se dovessimo fare un concorso di chi tra loro è stato il più arrogante e presuntuoso sarebbe difficile trovare il vincitore.
    @Myers sinceramente anche io ignoravo l’esistenza di questo sito.. e l’ho trovato per puro caso.. cmq, se capiterà l’occasione, farò presente, anche se al momento la parola d’ordine è “lavorare in silenzio, con discrezione assoluta e totale!”

  54. @DomeDoc: Grazie per le preziose informazioni. Peccato che ci conosci da poco e credo che ti sarai perso buona parte degli Articoli scritti. Sulla barra laterale destra del Sito trovi lo spazio dal titolo “Il meglio di AeroportoRC.com” che è una lista dei nostri migliori Articoli da quasi 3 anni. Magari potrebbero servire…
    Sono d’accordo sul silenzio e riservatezza delle informazioni, non mi resta che augurarvi buon lavoro.

  55. domedoc, siamo seri ,

    tutto questo mistero , per dire cose gia conosciute, e criticare l’operato di bova,
    quando lamezia si becca 16 milioni di finanziamento e nell’orario invernale ha solo 7 destinazioni nazionali.
    se l’impegno della regione deve portare all’isolamento di crotone , il semisolamento di reggio e le super finanziate 7 destinazioni di lamezia .
    io mi tengo bova.
    pio quando il banbo sara affettivo reggio avrebbe le stesse destinazioni di lamezia SENZA SPENDRE MILIONI DI EURO.
    ps gira voce che itali ha distetto i 10 sukoi, alitalia ne vuole ordinare 30, ed eagles?!!!!!

  56. @aiofb:
    Per ItAli non risulta nessun ordine.
    Eagles si dice voglia acquistare i Superjet 100, ma ancora non c’è nulla di concreto.
    Alitalia poche settimane fa ha raggiunto un accordo con Embraer per l’acquisto di 20 aeromobili tra E175 (da 75 posti) e E190 (da 90/100 posti).

  57. Grazie delle delucidazioni DomeDOC.
    Il mio intervento di prima era finalizzato a specificare che di talune iniziative (collegamenti da e per il Tito, Aerostazione, etc) sia opportuno che sia la Regione o gli Enti Soci o le commissioni di esperti ad occuparsene.
    La mia paura invece riguarda l’aspetto inerenti nuovi possibili voli. L’operazione Eagleas ha il benestare della Regione, mentre Italì dovrebbe avere il benestare della Sogas. Non vorrei che a Marzo la Regione decida di “aiutare” Reggio con contatti con compagnie aeree che già operano (vedi Airmalta) mentre la Sogas tira verso altri lidi.
    Posso chiederti una cosa?Ti risulta che a Sacal un eventuale fusione-accorpamento delle 3 società di gestione vada bene, mentre Sogas e Sant’Anna (o comunque gli Enti Soci, Regione esclusa) preferirebbero la situazione attuale?
    Grazie per il contributo che apporti alle discussioni, e quando ti senti in dovere di correggere le eventuali inesattezze che vengono riportate da noi tre, fallo liberamente!!!

  58. @aiofb per quanto le cose potessero essere conosciute non mi sembra che fino ad oggi siano state messe in pratica.. I finanziamenti all’aeroporto di Lamezia (o per meglio dire alla SACAL) non sono quelli che dici tu e comunque sono rapportati al numero di passeggeri transitati ed anzi, in rapporto a Reggio, Lamezia dovrebbe avere ben più di quello che ha. Per anni anni ed anni la Sogas ha avuto molto più di Lamezia.. e non ha saputo far altro che far crescere il passivo a dismisura.. Fosse per me alla Sogas non darei più una lira fino a quando non riuscirà a presentare un progetto serio e credibile, visto l’uso che fino ad oggi è stato fatto della pioggia di milioni di euro letteralmente buttati dalla finestra nelle mani dell’incompetente di turno. Tieniti pure il dott. Bova, anzi magari preparati pure ad ospitarlo, visto che mi sa che il suo tempo sta inesorabilmente scadendo. ItAli non ha ordinato nessun aereo (anzi ne ha uno bloccato all’aeroporto di Londra..) e non è al momento in condizione di ordinarli e lo sarà ancora meno dopo la boiata del RC-GE con l’MD82. Eagles pensa realmente di acquistare almeno un aereo, ma perchè tutti i tre di cui attualmente dispone non sono di proprietà ma con accordo di wet-lease, cosa che l’enac ti consente di fare al massimo per due anni dalla nascita di una nuova compagnia, dopodichè ti obbliga all’acquisto di almeno un aeromobile. Le eventuali rotte di questo nuovo aereo sono comunque ancora sconosciute ad eagles stessa.. anche se la compagnia veneta ha dimostrato di credere abbastanza sul Tito Minniti.

    @Fabio c’è effettivamente lo studio di un progetto teso a creare un’unica società di gestione di tutti e tre gli aeroporti calabresi, sul modello di quella che opera in Puglia e che ha portato al lancio di Brindisi (aeroporto nelle medesime condizioni logistiche ed economiche di Reggio, ma con un bacino d’utenza nettamente inferiore) da scalo secondario che fino a 5 anni fa faceva meno passeggeri di RC a aeroporto da un milione di passeggeri l’anno.. Ma la Sogas, anzi il dott. Bova in prima persona, non ne vuole proprio sapere.. e il perchè è facilmente intuibile..

  59. Penso che l’unica cosa senzata sia quella di avere RYANAIR A Reggio una low cost – seria – e che puo’ fare arrivare i tanti sperati turisti ed aprire a tutta l’Europa – (anche che si sà che i compensi li vuole, almeno qualcosa si ottiene) e rilanciare alla grande tutta la citta.

  60. anna ma tu sei d’avvero convinta che con ryanair si rilancia la città e il turismo??????????????????????????????????????????

    se guardi il telegionale ti renderai conto , che quando parlano di palermo e catania , parlano di bel tempo sole e primavera a gennaio , invece reggio viene menzionata solo per fatti di omicidi arristi di mafiosi ecc ecc,
    quando dico ad un lombardo o ticinese ( svizzera italiana ) che a gambarie si può sciare ed è una località bellissima mi guardano male e pensano che li prendo in giro.

  61. reggio deve fare sistema con catania e non con lamezia. lamezia non si può permettere di avere un terminale low a reggio altrimemti sparirebbe, catania invece potrebbe gestire un apt low ad esso collegato e dirottare i charter per le eolie senza perdere alcunchè e, anzi guadagnarci come società di gestione andando a fare concorrenza a suf. Eliminare la sac dal bando per la privatizzazione è stato un errore enorme.

  62. Ma io non riesco a capire perchè a Reggio non riesca ad arrivare una compagnia decente, con prezzi decenti! Spero seriamente che questa task-force ne porti una seria.. Se mai la porterà.. Secondo me l’aerostazione non sarà mi ristrutturata!

  63. gabriele perche la regione ha puntato tutto su lamezia, e di conseguenza non puo’ portare compagnie a basso costo a reggio .
    secondo me’ lunica ragione è questa.

    a reggio cè trwelfly che ha prezzi più che onesti.

  64. Si d’accordo che ha prezzi onesti.. Ma non si può avere una “low” solo su Bergamo, che tra l’altro è anche sconosciuta al 50% della popolazione reggina. Il problema è che ormai si sa che a Lamezia ci sono ottimi prezzi per Roma e Milano e si va lì, com’è giusto che sia.. Secondo me Lamezia va forte grazie ai voli low su Roma,Milano e Pisa.. Perchè i voli di alitalia per Venezia,Bologna e Torino non sono così low, ma sono pur sempre voli che noi difficilmente avremo durante tutto l’anno daily..

  65. Ma dove vivete …. non è la gente che viaggia in Italia a farà partire il TITO, bensi quella estera…
    quanti abitanti di Reggio, oltre ai poveri malati obligati a fare il giro degli ospedali e medici, gli studenti fuori sede, quelli che per lavoro si devono spostare, ditemi quanto sono i reggitani che vanno in giro, sia perche non ci sono i soldi, sia che grazia a Dio a Reggio siamo al mare et neanche à un’ora della montagna quale bisogno c’è di andare .. e con la publicita -che giustamente – aifob -dice qui sopra- che ci ritroviamo nei telegiornali e cronache varie quelli del Nord preferiscono andare in Spagna.

    Gli aeri li riempiano i turisti : inglesi, tedeschi, belgi… che a costi bassi partono loro che non hanno, ne il mare caldo ne le montagne…..e che non seguono le cronache nostrane.

  66. Ma il turista ammesso che arrivi a Reggio Calabria sta massimo un giorno. E’ inutile che si parla di Città Turistica che non esiste. Adesso vediamo quanti Turisti Esteri porterà Sky Train da Londra, Francoforte, Praga e Vienna. Ma dai…
    Il volo per i turisti solo in modalità Charter potrà funzionare ma non di Linea.

    Se andate sul Sito di Trawel Fly e cliccate sul menù Altri Servizi -> Vacanze a Reggio Calabria
    Offrono due soluzioni:

    1) Alla Scoperta dei Borghi Reggini
    (Reggio Calabria, Scilla, Chianalea)
    Volo + 2 notti in Bed & Breakfast — da Milano Orio al Serio a partire da 259 Euro.

    2) Alla Scoperta della Magna Grecia
    (Reggio Calabria, Pentedattilo, Amendolea, Bova)
    Volo + 2 notti in Bed & Breakfast — da Milano Orio al Serio a partire da 289 Euro.

    Fine della Città Turistica.

  67. questo il punto. si possono creare altri servizi, avete pensato alle eole, ai piccoli borghi al nord di Reggio penso a S. ALESSIO à PODARGONI etc… che nel loro piccolo potrebbero essere Grande, à Gambarie estate/inverno…. (che si pensi a finire al più presto il terzo lotto della strada veloce )
    volete una citta turistica, allora fate quello che i turisti vogliono… E il turista non sta un giorno, sta almeno tre à sette giorni se l’offerta è economica.
    ognuno si deve rimboccare le maniche e finirla con l’assistenza. Ci vuole creatività a tutti i livelli

  68. Non credo che la chiave di volta sia solo il turismo: devo accompagnare due studenti alla finale nazionale della gara di robotica a Pisa e mi tocca fare 21 ore di treno tra andata e ritorno (rigorosamente di giorno dato che hanno abolito i treni notte) alla modica cifra di 513 euro per tre persone (senza alcun tipo di freccia). E’ difficile prevedere un collegamento competitivo con il treno? Il tito potrebbe essere la chiave di volta per la movimentazione di tutta l’area dello stretto dato che trenitalia non è più un’alternativa valida ed economica. P.S. con noi in albergo c’è l’itis di marsala, non vi dico quanto hanno speso per fare trapani pisa in aereo perchè mi vergogno.

  69. hanno speso 39 euro a/r 😉
    e trapani fino a 2 anni fa era uno degli aeroporti da chiudere: non faceva nemmeno 300mila pax. adesso a trapani grazie a ryan ci vanno anche da palermo e da catania ( per non dire da messina… ).

  70. voglio ryanair…!!!

  71. la cosa sconvolgente per Reggio è che anche andare a prendere un volo lowcost a Lamezia è un’impresa, non ci sono praticamente + treni regionali…solo IC o ES, che nella tratta RC-Lamezia costano minimo 20 euro… che città sfigata che siamo, siamo proprio tagliati fuori da tutto !

  72. … e se vogliamo uscire fuori dall’isolamento dobbiamo sempre pagare tanto ( troppo ) ! forse sono + fortunati a Messina che almeno hanno la Sais che li porta ogni ora a Fontanarossa…

  73. anna e i bronzi di riace dove sono finiti ?, i berluscones oltre a scipparci l’aeroporto che vogliono chiavare pure i bronzi, reggio ha un ottimo museo, sapete che a lazzaro ci sono mosaici di ville romane ??????????
    per attrarre turisti baterebbe organizare un tur di bellezze che pochi conoscono.
    reggio potrebbe vivere di turismo per il patrimonio che ha , ma evidentemente cè chi pensa che gli investimenti sono i gazebo in via marina e magari fare 2 discoteche in spiaggia , dimenticandosi la cultura e le bellezze che nessuno ha, a reggio ce’ cultura arte dellezze panoramiche , una cucina fantastica e il bergamotto. se solo che investire in cultura e belle arti non va di moda.

  74. Reggio avrebbe un bacino d’utenza (Reggio e Provincia, Messina e Provincia tirrenica) tale da poter garantire oltre 1.000.000 di passeggeri l’anno già senza flussi turistici particolari.. ma è un avrebbe grosso quanto una casa.. perchè Messina preferisce andare a Catania per le tariffe, l’ampia dispnibilità di rotte e compagnie e soprattutto i disagi per arrivare all’aeroporto di Reggio.. e la provincia di Reggio si ferma a Bagnara da un lato e Condofuri/Bova dall’altro.. visto che l’A/3 da Gioia a Lamezia è praticamente un tappeto da biliardo a 3 corsie mentre i 60 km da Gioia a Reggio sono un incubo che spesso dura anche più di un’ora e mezza.. il turismo sarebbe un di più.. ma prima dovremmo cercare di portare a Reggio chi ci dovrebbe già venire da solo..

  75. RIPETO

    RYANAIR NON E’ STIMOLATA A VENIRE…….A REGGIO…BASTA STIMOLARE….STIMOLARE….E A REGGIO VIENE

    PISTA O NON PISTA BAGAGLI O NON BAGAGLI
    STIMOLARE.STIMOLARE

  76. sono convinta anch’io che RYAN AIR verrà à REGGIO se gli argomenti sul tavolo sono validi.
    una adeguata publicità (buona e seria) farebbe il resto.
    basterà un inizio di collegamento e poi le cose cominceranno a mettersi a posto da sole.
    i messinesi con prezzi stracciati verranno e come …

  77. antonio dato che sia la regione, sogas e provincia non hanno i soldi per stimolare e lunico stimolo sono gli euro,che si fà.

    pio se passa il federalismo alla padana , in meridione cè bel poco da stimolare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Note legali: secondo la normativa vigente ogni utente si assume la responsabilità di ciò che scrive nei commenti. Per richiedere la rimozione di un commento contattare lo Staff attraverso la pagina Contatti.