Firmato protocollo di intesa per gli scali Calabresi

Sito Ufficiale ENAC

Riporto un Comunicato Stampa Enac:

FIRMATO IL PROTOCOLLO D’INTESA TRA MINISTERO INFRASTRUTTURE E TRASPORTI, ENAC, ENAV, REGIONE CALABRIA E SOCIETÀ DI GESTIONE DEGLI AEROPORTI CALABRESI PER OPERE INFRASTRUTTURALI PER UN TOTALE DI CIRCA 180 MILIONI DI EURO

(Roma, 16 marzo 2011) Questa mattina, a Roma, presso la sede della Regione Calabria, il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, l’Enac, l’Enav, la Regione Calabria e le società di gestione degli scali calabresi hanno firmato un Protocollo d’intesa per investimenti destinati a opere di adeguamento e potenziamento funzionali degli aeroporti di Crotone, Lamezia Terme e Reggio Calabria.
Il Protocollo odierno, che aggiorna le risorse disponibili e riunisce in un unico documento due precedenti accordi del 2009, è stato firmato da Luciano Novella per il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti; per la Regione Calabria dal Presidente Giuseppe Scopelliti; per l’Enac dal Presidente Vito Riggio; per l’Enav S.p.A. dal Direttore Generale Massimo Garbini; per la Sacal S.p.A. dal Presidente Vincenzo Speziali; per la Sogas S.p.A. dal Presidente Pasquale Bova, per l’Aeroporto S. Anna Crotone S.p.A. dal Presidente Roberto Fortunato Salerno.
Le risorse comunitarie, nazionali e regionali disponibili per interventi aeroportuali nella Regione Calabria, per un totale di circa 180 milioni di Euro, saranno destinate agli interventi oggetto del presente Protocollo di Intesa secondo la seguente ripartizione:

Aeroporto di Crotone: 44.985.061 Euro per interventi di messa in sicurezza del sedime aeroportuale; ristrutturazione ed ampliamento dell’aerostazione; riqualificazione e prolungamento della pista di volo 17/35; adeguamento normativo, riassetto funzionale e distributivo dell’aerostazione passeggeri; completamento della nuova torre di controllo; installazione ADS-B; interventi di adeguamento e potenziamento infrastrutture di volo; Installazione di nuove radioassistenze (ILS, VDF); implementazione Data Link VDL 2.

Aeroporto di Lamezia Terme: 69.288.978 Euro per Center Line e apparecchiature AVL; ampliamento piazzali aeromobili; bretella collegamento via di rullaggio con testata 28; completamento impianti pista di volo testata 28; adeguamento strip; adeguamento impianti smistamento e controllo bagagli da stiva 100% alla normativa di riferimento; opere complementari alla riqualifica area di manovra; nuova aerostazione passeggeri – 1° lotto funzionale; installazione di nuove radioassistenze (acquisto nuovo ILS); adeguamento dei sistemi meteo relativi agli emendamenti Icao; installazione ADS-B; implementazione Data Link VDL 2.

Aeroporto di Reggio Calabria: 52.092.554 Euro per potenziamento ed ammodernamento delle apparecchiature elettriche installate; interventi di miglioramento safety e security aeroportuale; interventi di miglioramento safety e security aeroportuale – II fase; interventi di potenziamento, ammodernamento e riqualificazione delle infrastrutture di volo; interventi di spostamento della viabilità perimetrale; implementazione infrastrutture di volo; implementazione dell’impianto smistamento bagagli; prolungamento pista di volo; riqualifica aree adiacenti piazzali di sosta aeromobili; segnaletica interna e arredi per la nuova aerostazione passeggeri; adeguamento dei sistemi meteo relativi all’emendamento 73 Icao; installazione di nuove radioassistenze (acquisto nuovo ILS); lavori di ristrutturazione riguardanti la TWR, blocco tecnico, siti remoti, ex palazzina meteo e sistemazioni esterne; realizzazione WAM-GS; copertura radio TBT; implementazione sistemi meteo aeroportuali.

• A ciò vanno aggiunti 11,5 milioni di Euro a carico dell’Enav per interventi di rilevanza regionale quali la fornitura del radar ‘Calabria’, opere civili e installazione radar.

Gli interventi saranno eseguiti dall’Enav S.p.A. e dalle società di gestione aeroportuale Sacal S.p.A., Sogas S.p.A., Aeroporto S. Anna Crotone S.p.A. che si impegnano ad attuarli nei tempi previsti dalla regolamentazione di riferimento per le diverse fonti finanziarie e si impegnano altresì a garantire la disponibilità della propria quota di finanziamento.
L’ENAC e la Regione Calabria, ognuna per la propria competenza, definiranno e sottoscriveranno con le società di gestione le convenzioni di finanziamento necessarie per avviare, con la massima urgenza, la realizzazione delle opere finanziate.
Il Presidente della Regione Calabria Giuseppe Scopelliti ha dichiarato: “C’è grande soddisfazione per la firma di questo protocollo d’Intesa, una risposta importante del governo Nazionale e locale per tutti i calabresi. L’intenzione è quella di puntare a migliorare l’intero sistema aeroportuale della nostra Regione, contribuendo notevolmente allo sviluppo economico dell’intero territorio. L’entità dello sforzo profuso è testimoniata dall’importo complessivo degli investimenti pari a circa 180 milioni di euro, 52 mln di euro per l’aeroporto di Reggio Calabria, 69 mln per quello di Lamezia e 45 mln per lo scalo di Crotone. Gli interventi messi in campo, in gran parte immediatamente cantierabili, consentiranno all’intero sistema aeroportuale regionale di essere competitivo ed efficiente, non solo su scala nazionale ma anche internazionale”.
Il Presidente dell’ENAC Vito Riggio ha evidenziato: “Questo Protocollo d’intesa aggiorna il precedente documento con nuovi e importanti investimenti, come il sistema meteo previsto nell’Aeroporto di Reggio Calabria, a ulteriore garanzia della sicurezza del volo e della qualità dei servizi offerti ai passeggeri, contribuendo, al contempo, allo sviluppo economico del territorio di cui gli aeroporti costituiscono un volano”.
“Questo accordo – ha dichiarato Massimo Garbini, Direttore Generale di ENAV – nato da una grande collaborazione di tutti i soggetti interessati, permette di realizzare importanti investimenti infrastrutturali e tecnologici, che consentiranno agli scali calabresi di modernizzarsi e di affrontare la sfida del mercato dei prossimi anni. Per ENAV significa implementare infrastrutture fondamentali quali torri di controllo, sistemi meteo, radioassistenze e sistemi di sorveglianza in linea con la nuova piattaforma tecnologica di gestione del traffico aereo coerente con la regolamentazione sul Cielo Unico Europeo”.

Roma, 16-03-2011

Fonte:

————————————————————————————————————–

Per maggiori informazioni visita il Forum alla pagina: http://www.aeroporticalabria.com/forum/viewtopic.php?f=20&t=672


Condividi!

Prenota online e risparmia!
AvisBookingBudgetEuropcarExpediaFlixBusMeridianaMomondoRentalcarsSkyscannerTerravisionTripAdvisorTrivagoVolotea

18 commenti

  1. Ora non installiamo neanche il nuovo ils perchè sennò c’è il rischio che le onde elettromagnetiche danneggino la popolazione!E neanche il radar meteo!Giusto per non saper nè leggere e nè scrivere!!
    Ma smettiamola con ste tesi campate in aria!C’è qualche esperto in merito che può smentire in maniera clamorosa che il radar wind shear sia dannoso per la popolazione??
    Se si,si faccia avanti e fornisca dati concreti per controbattere!

  2. L’invito è valido anche per la controparte!

  3. Direi che finite queste opere avremo tutte le strutture sufficienti per esempio per ryanair

  4. Il radar ws emette le stessa potenza di quello attualmente presente in apt della prociv.

  5. La pappa è pronta: a tavola.

    Buon Appetito Sogas.

  6. ammettendo per un attimo che tutto qusto verrà realizzato,(penso a tutte le lungaggini burocratiche,liti fra politici per assegnazione lavori alle ditte,probblematiche in corso d’opera,etc..)manca sempre la materia prima,cioé le tratte dei voli!
    Tutto tace,nessuno ne parla piu’! Vogliono costruire una Ferrari ma probabilmente ci sarà pochissima benzina per farla muovere….

  7. mi sembra ancora + azzeccato parlare di una vera e propria ” cattedrale nel deserto “. ma tanto non faranno in ogni caso nulla, è da anni che sul sito sogas c ‘è il progetto dell’aerostazione…però chissà come mai i finanziamenti poi se li pappano lo stesso…

  8. Possono costruire il migliore aeroporto del mondo, ma fin quando mancheranno le tratte(come qualcuno giustamente sopra ha già osservato)e un apolitica tariffaria competitiva non si andrà da nessuna parte

  9. se lo stato spende questa cifra per ammodernare tecnicamente lo scalo, significa che l’apt non è più completamente abbandonato o che lo si vuole chiudere. Per le tratte oltre alle politiche di comarketing ci vuole un potere contrattuale che sogas, ad oggi, non ha per la debolezza della politica. Non sono andato al convegno di ieri ma sono andato alla conferenza della provincia: un elenco di buone intenzioni da parte di tutti, in particolare da confindustria di reggio e messina ma nessuno che ha prospettato un piano industriale nè tirato fuori il becco di un quattrino, salvo poi proclamare il giorno dopo sui quotidiani: “confidustria entra all’aeroporto” (ma quando mai!). Per potere contrattuale intendo parlare, per esempio con i vertici di airone e portare il psa (pagato dalla regione toscana) a reg in modo da fare concorrenza a ryan invece che a suf (dove verrà massacrato da ryan) e inserire qualche rotta stagionale (visti i risultati del verona e del genova degli anni passati). Ma siamo ancora fermi ai voli del bando che, paradossalmente sta impantanando ancora più la situazione (esempio bologna fuori dal bando ma visti i prezzi se si prenota oggi mi sembra un successo di eagles per una rotta ampiamente richiesta e che non costringe più ai pellegrinaggi a suf). quindi ben vengano le opere ma che si dessero una mossa per i voli magari con una società di gestione gestita da un vero manager

  10. scusami, mistero, il paradigma ” se lo stato spende significa… ” in italia non vuol dire proprio nulla. l’italia è piena di opere costate una vagonata di soldi e mai entrate in funzione, un esempio la maddalena per il g8, oppure tanti ospedali, carceri, scuole, strade, stazioni, porti, aerostazioni, costate tanto ma mai entrate in funzione. quindi di cosa stiamo parlando? anche se faranno l’aerostazione nuova, a cosa servirà? a nulla, perchè la classe dirigente di sogas e di tutta reggio è quella che è. quindi visti i risultati sarebbe meglio spendere quei soldi per fare qualcosa di utile per la città…ma già dimenticavo… qui a reggio non si bada all’utilità, quanto a far mangiare ai potenti di turno.

  11. Vi faccio leggere come si fà pura campagna politica!
    Ma di che cosa parla questo sg.Agliano….
    potenzialità turistiche del territorio,di tanti voli nazionali e internazionali recentemente attivati,di attrarre nuove compagnie…
    Ma stiamo dando i numeri?
    Ma questo signore lo sà che c’é un solo villaggio turistico in tutta la fascia ionica della provincia?
    Ma dove sono questi tanti voli nazionali e internazionali recentemente attivati? Forse si riferiva a Skytrain? Falliti prima di iniziare i voli!
    Sg. Agliano per attrarre nuove compagnie ci vogliono gli incetivi,dategli i soldi,perché solo cosi’ verranno a Reggio.

  12. è quello che “a Reggio abbiamo il chilometro più lungo d’italia” e che “assessore facciamo un concerto per archi? risposta: si ma anche per Gallico sennò si incazzano”. purtroppo,anche se è una brava persona, è questo il livello della politica reggina: proclami bizantini mentre gli altri fanno i fatti! lasciate l’aeroporto libero da voi e mettete un manager!

  13. Ecco a voi il nuovo amministratore della sogas il signor tony che pagherà le compagnie aeree per venire a Reggio Calabria! Ma finiscila mi rici cazzati! Le compagnie quelle con la C maiuscola non vogliono soldi ma una politica turistica seria votata al vero turismo! Quindi pubblicizzare la nostra Regione nelle maggiori capitali europee attraverso network capaci e affidabili. E’ così che si attrae il turismo e di conseguenza le maggiori low cost europee! Ciao e leggi un poco!

  14. pescara ha fatto una politica turistica? a me sembra che abbia solo pagato ryan: le low se ne fregano del turismo vogliono i soldi! sapete quanto costa un treno reggio firenze con varie frecce e freccette? 171 euro a/r: è questa la sfida spostare con dei voli nord/sud utenza dal treno all’aereo (per questo non servono i villaggi) e poi noi potremmo benissimo servire le eolie!

  15. @logan634, con tutti i soldi dati al “network” Radio RTL tu hai visto Turismo?
    Con la pubblicità della Nazionale Italiana di Calcio hai visto Turismo?

    Per avere Turismo prima di tutto ci vogliono strutture (che non abbiamo) e un sistema di trasporti all’avanguardia (a Lamezia c’è a Reggio e Crotone no).

  16. ma quale radio rtl parlo di londra parigi francoforte monaco etc. etc. qui si fa la pubblicità non a RTL o sulla Gazzetta del Sud

  17. pallonariiiiii

    hahaahahahahh ultima mega cazz….. sogas skytrain rinvia nuovamente i voli hahahaahah ke massa di pagliacci ahahahahahah solo loro possono trovare sti carria lande ahahahaha

  18. Di protocolli di intesa ce n’è stato un altro ma tutti sanno come é stato utilizzato da Reggio . Anche questa volta ci sarebbero i soldi per RC ma solo per giustificare i soldi da dare a Lamezia ed all’insensato scalo di Crotone .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Note legali: secondo la normativa vigente ogni utente si assume la responsabilità di ciò che scrive nei commenti. Per richiedere la rimozione di un commento contattare lo Staff attraverso la pagina Contatti.