Il 2010 sarà finalmente l’anno della svolta per l’Aeroporto dello Stretto?

Archiviato il 2009, con un saldo passeggeri di poco superiore alle 500 mila unità, entriamo nel 2010 carichi di aspettative per lo scalo aeroportuale.
A dire il vero, l’anno appena trascorso, ha registrato un innegabile andamento negativo (che si registra a partire dal 2006, con un “emmorragia” di passeggeri valutabile nelle 100 mila unità) ma registriamo dei segnali che valutiamo positivamente in chiave futura, quantomeno sotto l’aspetto societario.

Partiamo dalla Sogas. Finalmente dopo anni di promesse e tentativi, la Società di gestione finalmente ha “partorito” un CdA che sulla carta dovrebbe accontentare tutti i soci e quindi essere espressione di tutti gli attori coinvolti nel rilancio dello scalo di Ravagnese.
A partire dagli Enti Messinesi che seppur con quote minime (per adesso) hanno più volte ridabito la necessità di un maggior coinvolgimento nelle scelte programmatiche per poter finalmente avere uno scalo a servizio anche dell’utenza sicula.
Da segnalare anche la riconferma di Bova, manager apprezzato che ha rotto la discontinuità del passato, fatta di promesse faranoiche o inquietanti silenzi.
Interventi mirati e qualificati, coadiuvato anche dagli altri attori Sogas che spesso lavorano all’ombra, hanno permesso di riaquisire quel minimo di credibilità ad una Società che per anni è stata tacciata di malagestione.
Rifacimento aerostazione, prolungamento pista, nuovi piazzali aviazione generale, pontile, collaborazione con i soci Messinesi per facilitare l’uso dell’aeroporto all’utenza siciliana, ottenimento della gestione totale, bando per ripresa dell’attività volativa, bando per la ricerca del Socio privato e tanto altro, sono le questioni aperte sul tavolo Sogas che Bova si è impegnato a risolvere senza mancare di mandare frecciatine e/o chiarimenti a chi usa la carta stampata o internet per criticare senza conoscere.
Un appunto o meglio un consiglio che ci sentiamo di rivolgere (ovviamente si tratta di un punto di vista “amatoriale”) è quello di cercare di migliorare l’aspetto comunicativo ancora di più e soprattutto di avviare quel processo di rinnovamento necessario per stare al passo con i tempi.
Oggi come oggi le Società di gestione aeroportuali vanno viste e “vissute” come vere e proprie Società private quindi è necessario un processo di rinnovamento che porti ad una Società capace di interloquire con le Compagnie aeree e di trarre utili e profitti da qualsiasi attività non collegata con l’aviazione.

Sin qui l’aspetto societario, veniamo adesso alle prospettive future del Tito che più interessa l’utenza, ovvero i voli.

Dal 31 Marzo di quest’anno, si volerà verso Bologna (e probabilmente verso Bratislava, come prosecuzione) con la Compagnia Slovacca Danube Wings. Prezzi competitivi (a partire da 55 Euro), frequenze minime (due volte alla settimana) ma pubblicità del volo prossima allo zero. Sarebbe auspicabile che Danube e Sogas provvedessero insieme a far conoscere meglio questa opportunità.

Dal 04 Maggio invece Air Malta (due volte alla settimana) collegherà Reggio Calabria con Genova. Si tratta di un collegamento che probabilmente rientrerà nei futuri progetti di Passaporto per l’Europa, ma che in questa prima fase potrebbe riscuotere un discreto successo, vista l’alta domanda esistente sulla direttrice Nord – Sud.
Sempre Air Malta collega Reggio Calabria con Parigi, sino alla fine della winter 2010. Nei prossimi mesi conosceremo i dettagli del progetto Passaporto per l’ Europa che dovrebbe coinvolgere nuove città oltre all’ormai consolidato rapporto con la Spagna.
Qualche novità possiamo aspettarci dalla Compagnia Maltese sia con il bando per i nuovi voli (magari su Milano Malpensa, Bologna, Torino) sia per quanto riguarda qualche destinazione Internazionale al di fuori del rapporto con l’iniziativa Passaporto per l’Europa.

Capitolo Alitalia. La Compagnia di bandiera ormai è una certezza e permette da sola di mantenere lo “zoccolo duro” dei 400 mila passeggeri annuali.
Solito aumento di frequenze sulla direttrice Reggio Calabria – Roma Fiumicino nel periodo estivo, non escludiamo che entro Marzo si possa attivare il volo per Venezia (richiesto dalla Regione Veneto!!!) e che una volta espletate le formalità del bando, possa risultare la Compagnia che effettuerà tutti o in gran parte i voli previsti (Milano Malpensa, Venezia, Bologna, Torino e Pisa).

Per quanto riguarda Trawel Fly, superata anche dal Tito Minniti la fase di start – up, ormai è una realtà. Dimostra quanto è fondamentale il volo per Bergamo e si è fatta apprezzare per la puntualità e le offerte destinate anche alle fasce “deboli”. Previsti aumenti di frequenze durante la summer 2010.

Fin qui le novità “note” che potranno finalmente dare un impulso allo scalo. Se veramente la Metropolitana del Mare, dovesse partire i primi di Marzo, con un servizio puntuale e ineceppibile, senza problematiche alcune (soprattutto in termini operativi e di servizi resi, tra i quali spicca la possibilità di effettuare il check – in a Messina), allora l’Aeroporto di Reggio Calabria sarebbe davvero appettibile a molte Compagnie aeree.
Messina e parte della sua Provincia, assieme alle Isole Eolie diventano inevitabilmente fondamentali per il rilancio.
Senza dimenticare che sul piano politico, i nuovi assetti Regionali che si profileranno (Scopelliti viene dato come indiscusso vincitore) potranno finalmente portare ad un trattamento equitario tra i 2 maggiori scali Calabresi.

 Per maggiori informazioni visita il Forum alla pagina: http://www.aeroporticalabria.com/forum/viewtopic.php?f=20&t=483


Condividi!

Prenota online e risparmia!
AvisBookingBudgetEuropcarExpediaFlixBusMeridianaMomondoRentalcarsSkyscannerTerravisionTripAdvisorTrivagoVolotea

Un commento

  1. buongiorno
    mi chiedo: ma tutti questi soldi per questi interventi mirati chi é che li mette? il cda? la regione? il comune?
    i soci di messina?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Note legali: secondo la normativa vigente ogni utente si assume la responsabilità di ciò che scrive nei commenti. Per richiedere la rimozione di un commento contattare lo Staff attraverso la pagina Contatti.