La puzza del depuratore!

Riporto da DemetriDelfino.it:

Raccolgo le voci di protesta dei lavoratori ed impiegati dell’Aereoporto dello stretto ma anche dei residenti del popoloso quartiere di Ravagnese.Tutti lamentano l’impossibilità di poter lavorare e abitare in quella zona a causa dei cattivi odori sprigionati dall’ormai famoso depuratore di Ravagnese. Il problema ,come al solito, torna a riproporsi puntualmente con il primo caldo che “esalta” gli olezzi provenienti dall’interno della struttura.Il grandissimo numero diabitazioni che la struttura deve servire risulta essere ormai spropositato rispetto ad un congegno che ha bisogno di continue manutanzioni, potenziamenti e verifiche quotidiane. Cose queste che non sempre avvengono nei tempi e nei modi più consoni. Bisogna impegnare nuove somme per il potenziamento e l’ammodernamento del depuratore. Non è AMMISSIBILE costringere le famiglie a chiudersi in casa o dentro gli uffici senza poter uscire a prendere una boccata d’aria.In più è incalcolabile il danno subito dalle attività commerciali presenti lungo la strada. Centri sportivi, frequentati da bambini di ogni età, Pub, pizzerie, farmacie, veterinari etc.. etc.. insomma un variegato mondo di gente che con il proprio lavoro vive.Tutti mortificati e lesi dall’incositente impegno dell’Amministrazione che dopo annunci e promesse non riesce a risolvere un problema che pregiudica la quotidiana vivibilità e arreca danni alla salute dei residenti. Infine ,vorrei ricordare, che la tassa sulla depurazione viene puntualmente chiesta ai cittadini ma in seguito non viene puntualmente spesa per la manutenzione ed il potenziamento dello stesso. SE L’aereoporto è il primo approccio dei “forestieri” alla città non è sicuramente una cartolina edificante constatare che la città ,subdolamente, chiamata della gioia è invece la città della puzza! Chiedo ,quindi, al Sindaco, all’Ufficio tecnico del Comune e all’Assessorato competente un immediato sopralluogo per verificare di persona lo stato di cose ed intraprendere fin da subito le iniziative preposte a risolvere il problema definitivamente.

Fonte: http://www.demetriodelfino.it/2012/06/la-puzza-del-depuratore/


Condividi!

Prenota online e risparmia!
AvisBookingBudgetEuropcarExpediaFlixBusMeridianaMomondoRentalcarsSkyscannerTerravisionTripAdvisorTrivagoVolotea

18 commenti

  1. Frequent Traveler

    Ma perchè stare a preoccuparsi per un pò di cattivo odore dovuto dal caldo…suvvia, quanto so esagerati taluni!!!

    Avete visto la nuova campagna pubblicitaria per il rilancio dell’immagine della prov. di Reggio Calabria e dei prossimi collegamenti con la Germania????

    http://inchieste.repubblica.it/it/repubblica/rep-it/inchiesta-italiana/2012/06/21/news/euro_ndrangheta-37666889/?ref=HREC1-1

  2. Piccione viaggiatore

    l’odore proveniente dal depuratore mi sembra perfettamente coerente con quello che è l’odore proveniente dal mare su cui la città si affaccia, è giusto che l’eventuale turista prenda subito confidenza con gli odori delle terre della fata morgana. ed è anche giusto che gli emigrati di ritorno appena scesi dall’aereo ricordino subito i motivi per cui se ne sono andati…

  3. @ Piccione viaggiatore:
    Semplicemente fantastico il tuo messaggio!

  4. La puzza è in linea con la merda che ormai ricopre una città moralmente nel baratro.

  5. Sono contento di aver lasciato la Calabria, ogni volta che leggo queste notizie si rafforza il mio convincimento!

  6. Frequent Traveler

    …anche se…ad onor del vero: a puntare il dito siamo tutti bravi!
    Il punto è che se una persona non è dotata di autonomia critica di pensiero o non ha mai avuto modo di stare fuori reggio per lungo tempo, difficilmente riuscirà a capire la differenza tra il viver civile e il vivere alla “riggitana”!
    Proprio la scorsa settimana fui tra i primi a segnalare il tanfo con cui venni accolto in arrivo a REG…e ancora oggi….che sconforto!

  7. MaiFuoriReggio

    la puzza di fogna all aeroporto dovrebbe essere valorizzata, in quanto peculiarità di reggio. così come le case abusive, il mattone e il ferro a vista, la lordura per le strade, l’inciviltà dei suoi abitanti etc etc. se si hanno limoni bisogna vendere limonate. non ci crede + nessuno che siamo città metropolitana, città turistica, capitale della musica e terra della fata morgana. siamo una piccola città provinciale, sporca e brutta. dobbiamo insistere su questo, almeno in europa saremmo una meta “diversa”. certo le città del sudamerica, dell africa sono + concorrenziali, ma credo che abbiamo dalla nostra la vicinanza all’europa, per cui un turista americano potrebbe decidere di fare un tour dolce-salato tipo: le bellezze di firenze e le bruttezze di reggio calabria. è un’idea, e non sto neanche scherzando.

  8. Frequent Traveler

    @ MaiFuoriReggio:
    Ma…una volta non era l’essenza di Bergamotto la peculiarità di Reggio?

  9. Francesco Turak

    Capisco l’amarezza chesi evince dai vostri commenti
    Tuttavia uno si dovrebbe chiedere dove stia la magistratura… ??

  10. Sul fatto di valorizzare l’orrore urbanistico di questa città a scopo turistico sono perfettamente d’accordo. Vi è un turismo alla ricerca del brutto. Il problema è che questo genere di turismo si rivolge al terzo mondo. Purtroppo la nostra città è da terzo mondo ma è un’enclave unica in Europa e nel mondo occidentale. Il contesto è troppo ristretto. Proviamoci.

  11. La Fatta Morgana

    sì, è vero, la città forse è un luogo troppo piccolo per generare il turismo “del brutto”, però possiamo contare su una provincia abbastanza estesa, l’area “metropolitana” di reggio offre secondo me molto, basta pensare alla bruttezza di posti come gioia tauro, rosarno, melito porto salvo, le innumerevoli ” marine ” sulla jonica, tipo condofuri marina, bova marina etc. se si fa network secondo me si crea un bel circuito di schifezze urbanistiche. poi reggio è capofila, basta pensare a piazza orange, le periferie mai finite, la via marina stessa fa schifo coi suoi gazebo abusivi e il suo mare fognesco, o il tempietto, o anche tutto il litorale sud, insomma se io fossi un t.o. ne avrei di materiale per creare un pacchetto ad hoc, di cui la puzza di fogna all’arrivo all’aeroporto rappresenterebbe davvero la ciliegina sulla torta.

  12. La Fatta Morgana

    ah, un’ultima cosa, vedo su alcune pagine pubblicitarie di reggio, che si da ampio spazio alle foto della fontana posta nella rotatoria di lato all’aeroporto. in queste foto la fontana funziona. ma voi l’avete mai vista in funzione? se sì, in che anno?
    tra l’altro non ho mai capito una cosa: ma il costosissimo mosaico fatto da maestri ravennati al suo interno, ma chi lo vede? forse è stato fatto per farlo vedere a chi parte o arriva in aereo? o si pensa che uno va a contemplare e sedersi su una fontana posta su una rotatoria anche abbastanza pericolosa, dove si cerca di passare il + in fretta possibile a causa del tanfo insopportabile ( almeno io quando arrivo in quel punto con la macchina accellero il + possibile onde evitare che la puzza mi invada l’abitacolo ). insomma la cosa bella di reggio e che su qualsiasi cosa uno si chiede: PERCHE’? in questo senso uno vede reggio e si chiede mille perchè, quindi è un turismo stimolante mentalmente.

  13. Frequent Traveler

    @ La Fatta Morgana:
    Ahahahahah 😉
    In effetti quel mosaico è davvero…fuori luogo.

  14. Saluto voi tutti , parlare di cose incompiute non è cosa nuova , non sarebbe la nostra bella Italy ! Prendiamo come esempio i Nostri Gestori , ( Politici )quant’Amore , Devozione ed enorme spirito di applicazione dimostrano litigando un l’altro !!!! Venite al Nord ,dove si pensa che tutto va Beneeee !

  15. @Joe Scalise hai fatto una giusta osservazione!

    E’ vero in questa Italia ci sono tante cose che non funzionano!

    Ma NOI Reggini siamo sempre bravi a denigrare sempre e comunque ogni cosa, E’ VERO il depuratore ha grossi problemi specialmente in estate e poi costruirlo proprio
    in quel posto a pochi metri dell’aeroporto è stata una scelta infelice (forse il proprietario bonanima Cav. Crucitti non aveva Santi in paradiso per bloccare l’esproprio del terreno??)
    MA dire che la città è ricoperta di merda è proprio una enormità assurda, ci sono tante cose positive e belle nella Nostra Città ma le cose brutte subito vengono esaltate e ingigantite!

    Ho vissuto a Roma per non parlare di alcuni ghetti a Milano ma non per questo si dice che Roma o Milano siano piene di merda!!

    L’abusivisnmo edilizio l’abbiamo fatto NOI (nonni, genitori, fratelli, cugini e amici e compari) mica si è generato da solo, QUINDI finalmente ADESSO questo fenomeno è stato stroncato o meglio si è esaurito da solo MA adesso occorre recuperare il tessuto Urbano tutto e pensare per il Futuro.

    Tanto lavoro, tanto lavoro e alla fine i risultati ci saranno!!

    Un Saluto a Tutti Voi da Domenico.

  16. @ Domenico. La merda che ricopre la città non è materiale ma morale. Questa è una città quasi totalmente (mi verrebbe di togliere il quasi) in mano ai mafiosi. E anche gli onesti (siamo pochi ma ci siamo) si comportano come mafiosi: arroganti, maleducati, senza sorriso, tracotanti. Chi come me gira molto vede le differenze. Reggio, purtroppo, è unica (in negativo). Le uniche cose belle sono quelle che le ha dato la natura e che noi, figli degenerati, siamo quasi riusciti a distruggere del tutto.

  17. @ tutti i partecipanti del Forum.
    La soluzione e` di una complessita` enorme e ci sono troppi problemi che sembrano insolvibili. Le colpe per questa situazione(non quella del depuratore)a chi si possono additare? Forse in primis sono proprio i “reggini” e gli abitanti della provincia che non riescono a fare “squadra” poiche` ognuno pensa al proprio tornaconto fregandosene per un bene comune. La classe politica locale non e` stata mai di spessore e/o di peso determinante nelle palazzine di “Roma” questa ha sempre svolto un’attivita` di “beggar” e poi contabile (per modo di dire) per l’amministrazione dei fondi/sussidi che arrivano da Brussels o da Roma cercando di tappare falle e dare un contentino qui` e uno li` cosi alle prossime elezioni questo puo` essere il fattore determinante per rimanere ancora in carica(col c..o nella comoda poltrona) . Purtroppo la Calabria e` una terra povera e quindi sottomessa al “giogo” delle varie forze, che siano queste politiche o mafiose.Il futuro di Reggio e nella mani dei giovani e devono essere quest’ultimi a fare sentire il proprio peso specialmente quando si va a votare. Per concludere e per tornare al vero soggetto di questo Forum che e` l’aeroporto, questo forse e` una delle poche cose di cui i reggini devono considerarsi fortunati. Molte altre citta`italiane possono solo sognarselo di avere un’aeroporto cittadino con rotte nazionali importati. L’impressione che molti partecipanti al Forum danno e` che non si e` mai contenti e che molti di questi propongono delle rotte per quei pochi a cui queste possono far comodo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Note legali: secondo la normativa vigente ogni utente si assume la responsabilità di ciò che scrive nei commenti. Per richiedere la rimozione di un commento contattare lo Staff attraverso la pagina Contatti.