Lavoratori Consulta ed Omega

Servizio di TeleReggio:

http://www.telereggiocalabria.it/?format=html&Itemid=3&option=com_content&view=article&catid=7:stagione-attuale&id=19:tele-reggio-news&layout=default&data=20090615 ( 15 Giu – Parentopoli alla Sogas )

In sintesi, 10 lavoratori della società Consulta, rimangono a casa, perchè i loro contratti a termine, non verrano rinnovati.
A detta di Chizzoniti, 5 dipendenti invece si sono salvati “per una banale coincidenza sono parenti o amici di esponenti sindacali aziendali della UIL”.
Medesima sorte invece toccherà ai sedici dipendenti della Omega, ormai da mesi senza stipendio. I suddetti lavoratori protesteranno presso le sedi opportune con un corteo.

Per maggiori informazioni visita il Forum alla pagina: http://www.aeroporticalabria.com/forum/viewtopic.php?f=20&t=266


Condividi!

Prenota online e risparmia!
BookingEuropcarExpediaFlixBusLufthansaMeridianaMomondoRentalcarsSkyscannerTerravisionTrainlineTripAdvisorTrivagoVolotea

5 commenti

  1. Dall’illusione alla realtà. Prima si illudono le persone di dargli un lavoro e poi si cacciano. Non so mi piacerebbe fare una verifica se le assunzioni o i licenziamenti hanno una qualche relazione con scadenze politiche oltre che con le amicizie. Mi dispiace molto per i lavoratori che non hanno visto rinnovato il contratto e per quelli che non ricevono lo stipendio, perchè questo non dovrebbe mai accadere. Però vorrei fare una nota polemica, se mi è consentito, con questi stessi lavoratori. Innanzitutto vorrei sapere se sono entrati in Sogas, semplicemente inviando il CV o per altre “vie”. Io opto per la seconda, scusate la franchezza. Allora se il principio per lavorare è questo, non dovrebbe meravigliare i lavoratori lasciati a casa, che poi invece rimangano a lavorare quelli che hanno una “seconda via” diciamo migliore. La verità è che il principio “io sono più furbo e tu sei fesso” alcune volte fa molto male, oltre al fatto che sta distruggendo la società reggina (Atam, Sogas, Reges, Enti pubblici….continuate voi). Se invece di usare gli enti pubblici per fare incetta di voti o favori vari, ci si concentrasse a farli funzionare, probabilmente quei dieci lavoratori non sarebbero stati licenziati e anzi ne sarebbero stati necessari degli altri. Mi sarebbe piaciuto veder pubblicare nel sito Sogas una ricerca di personale, con la relativa scritta inviare il CV, e veder lavorare le persone senza dover ringraziare nessuno. E’ vero sono troppo idealista. In ogni caso se si vuole uscire dal guado, bisogna quantomeno correggere l’eccesso di clientelismo.

  2. Vi copio un articolo del giornalista Monteleone. Direi che anche questo punto di vista è interessante! prima di sparare a zero…riflettiamo! qui dice cose che nessuno ha mai avuto il coraggio di sputtanare! questo ragazzo è davvero in gamba! leggete…

    Parentopoli aeronautiche

    Nessun cenno, ancora, su questo spazio, sulla vicenda della vergognosa “parentopoli” che vede protagonisti l’80% dei politici reggini. Amanti, cugini, nipoti, fratelli, figli, amici e mogli infilati nelle società miste, negli uffici, ricompensati con incarichi e consulenze.

    Non il timore di una querela da parte del sempre più nervoso Scopelliti o di qualche suo sodale (ad esempio di chi ha smentito – in privato – l’assunzione di una convivente perché “non è sua moglie”. L’avesse fatto pubblicamente, forse, avrebbe dovuto sposarla.

    Nemmeno il timore dell’accusa di avere parlato di cose un po’ datate e di farlo strumentalmente in campagna elettorale.

    Fa sorridere la presa di posizione di Aurelio Chizzoniti, paffuto Presidente del Consiglio Comunale, politico che apprezzo per le sue molto poco “politically correct” esternazioni su più aspetti della vita istituzionale di questa regione.

    Da mesi denuncia incapacità gestionali – presunte – in capo ai vertici di Sogas Spa, la società che gestisce l’aeroporto di Reggio Calabria. Ed appena una settimana fa ha deciso accendere un faro su una parentopoli taciuta dai più.

    Quella in aeroporto. Appunto.

    E tira fuori le gravi colpe di 5 – ripeto cinque – dipendenti di società esterne a Sogas che sarebbero parenti o prossimi congiunti di alcuni esponenti sindacali.

    Cinque dipendenti di private società che hanno con Sogas rapporti di carattere commerciale, disciplinati di un contratto.

    Si obietterà che anche la parentopoli comunale riguarda società “private”. Questo non è vero. Perché Sogas non partecipa al capitale né di Consulta nè di Omega, l’impresa di pulizie (sic!) che vanta un ramo d’azienda anche nei “servizi aeroportuali”. Altra storia.

    Dimentica, però, Chizzoniti che un caso ben più grave di parentopoli “comunale” ha toccato, sensibilmente dal punto di vista politico, proprio la Sogas e non società esterne.

    Dimentica Chizzoniti che nel 2007, elezioni per il rinnovo del Consiglio Comunale che presiede, per impedire all’assessore alle Politiche Abitative Michele Raso (da Chizzoniti francesizzato “Michelle Rasò”) di portare i suoi 1200 voti al centro-sinistra (faceva parte dell’Udeur) si mosse bene la macchina “organizzativa” che, in un sol colpo, portò all’assunzione “del di lui figlio” – per usare espressione cara al Presidente – e l’apporto dei “di lui voti” alla coalizione di Scopelliti nella lista de “L’Italia di Mezzo” che non raggiunse il quorum, ma valse comune un seggio in Giunta.

    Erano gli anni del maggior debito di Sogas, guidata da Pietro Fuda.

    All’epoca Chizzoniti era un tantinello meno critico con l’amico Senatore.

    Ed oggi è un tantinello smemorato.

    antonino monteleone

  3. Grazie per la segnalazione. Antonino è un grande.

    Per correttezza inserisco il Link all’articolo:

    http://www.antoninomonteleone.it/2009/06/24/parentopoli-aeronautiche/

  4. si scusate, a me l’hanno passato via mail! non ho pensato di trovare il link 😉 comunque ho visto che è riportato fedelmente!
    Io di questa storia non avevo idea! e penso che farebbero meglio a stare zitte certe persone che hanno dietro delle magagne di questa portata!

  1. Pingback: www.LiberaReggio.org » Archivio » La settimana della ReggioSfera

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Note legali: secondo la normativa vigente ogni utente si assume la responsabilità di ciò che scrive nei commenti. Per richiedere la rimozione di un commento contattare lo Staff attraverso la pagina Contatti.