Lettera dei sindacati ai soci Sogas per denunciare la difficoltà della società

Riporto da StrettoWeb.com:

Lettera integrale dei sindacati ai soci Sogas per denunciare la difficoltà della società:

Ai Sig.ri Soci

Dr. Giuseppe Raffa
Provincia di Reggio Calabria
Sede
presidenza@provincia.rc.it

Dott.ssa Antonella Stasi
f.f. Presidente della Regione Calabria
Sede
antonella.stasi@regcal.it

Commissione Straordinaria
Comune di Reggio Calabria
Sede
commissione@reggiocal.it

Dr. Lucio Dattola
C.C.I.A.A. di Reggio Calabria
Sede
presidenza@rc.camcom.it

Commissario Straordinario
Provincia Regionale di Messina
Sede
presidenza@provincia.messina.it

Le OO.SS. con la nota del 24.06.14 in maniera responsabile informavano i sig.ri Enti Soci della grave situazione in cui versa la Sogas e dell’assenza totale delle corrette relazioni industriali.
Le Scriventi sottolineano la grave difficoltà economica della società e il clima insostenibile in cui operano i lavoratori che vantano la corresponsione di quattro mensilità.
La già precaria situazione economico finanziaria dell’azienda, la dubbia capacità di gestione del management, costituito da ottimi professionisti ma senza nessuna specifica competenza in campo aeroportuale, aggravata dal mancato rispetto delle corrette relazioni industriali, rischiano di recare all’azienda ulteriori spese con conseguenti danni economici per i già disastrati bilanci aziendali. Ulteriori voci di spesa potrebbero consistere nella conclusione sfavorevole all’azienda dei numerosi procedimenti disciplinari attivati nell’ultimo periodo, alcuni dei quali, se non altro per i tempi e per la sproporzione tra la mancanza contestata e la sanzione, hanno l’apparenza di ritorsione.
Le OO.SS. stanno inoltre valutando l’avvio di azione legale a tutela delle maestranze per il recupero delle spettanze dovute e per le violazioni di carattere sindacale.
Per quanto sopra scritto le OO.SS. diffidano la società dall’intraprendere iniziative unilaterali che possano generare ulteriori disagi ai lavoratori già anche troppo provati.
In ogni caso, le OO.SS. ribadiscono lo stato di agitazione del personale a prescindere da eventuali azioni legali che verranno intraprese.

FILT CGIL FIT CISL UILTRASPORTI
(A. Scali) (G. Larizza) (G. Rizzo)

Fonte: http://www.strettoweb.com/2014/07/reggio-lettera-dei-sindacati-soci-sogas-per-denunciare-difficolta-societa/154752/


aggiornamento delle ore 14:30

Riporto da Strill.it:

Di seguito l’intervento di Carlo Alberto Porcino, Presidente SO.G.A.S. S.p.A.: E adesso dimissionateci tutti. Questo il commento ironico del Presidente SO.G.A.S. S.p.A., Dott. Carlo Alberto Porcino sulla presa di posizione a mezzo stampa adottata da tre sigle sindacali (Cgil, Cisl e Uil), eccezion fatta per l’UGL, in ordine alla delicata situazione attuale che caratterizza la Società di Gestione dell’Aeroporto dello Stretto.
Quando leggo simili affermazioni mi chiedo come mai nessuno si domandi chi e quanti lavoratori rappresentino queste sigle. Ma, soprattutto, quali interessi tutelino. Ad ogni modo, si facciano pure avanti – risponde provocatoriamente Porcino –  e si accomodino a gestire la Sogas, magari in associazione con gli stessi esperti dotati di particolari competenze “in campo aeroportuale” e con gli stessi portatori di interessi particolari che, negli anni passati, tanto “benessere” hanno prodotto… …di sicuro (sigh!) non per le svuotate casse sociali di Sogas SpA.  Magari, si tratterà degli stessi esperti aeroportuali che, purtroppo, dopo oltre trent’anni, ancora disconoscono le corrette procedure interne e quelle sindacali.  A chi giova, infatti, non ricordare i molteplici casi di insuccesso che hanno visto operare in riva allo Stretto le tante compagnie aeree fantasma, le troppe iniziative “mordi e fuggi” operate dai vari mega direttori del tempo in compagnia dei loro amici professionisti e (im)prenditori venuti dal Nord. Chi dimentica le costosissime “scatole vuote” del recente passato, motivo di distrazione di fondi come già più volte pubblicamente denunciato, e le consulenze e gli appalti d’oro che fino a qualche tempo fa la facevano da padroni in casa Sogas?  Anche allora c’erano ritardi nel pagamento degli stipendi e nei conti si accumulavano debiti su debiti, ma le attuali rappresentanze sindacali, dove erano?
Per risanare l’azienda, sin dal primo giorno in cui siamo arrivati in SO.G.A.S. ci siamo opposti a quel sistema, lo abbiamo smantellato pezzo per pezzo ed è per questo che diamo fastidio.
In fondo, oggi come ieri, si tratta sempre delle stesse rappresentanze, pronte a minacciare cause e giudizi… ebbene che le facciano pure. – sostiene Porcino –  D’altronde, chi mi conosce sa benissimo che il sottoscritto le azioni legali non si limita solo ad annunciarle sui giornali, ma le compie e le porta avanti davvero. Non capisco a quali “sproporzionate” sanzioni si riferiscano. Per il momento, infatti, la società di Gestione si era limitata a delle semplici contestazioni e – sottolinea Porcino –  non sono stati ancora formalizzati quei provvedimenti e quelle sanzioni che, in autonomia, responsabilmente s’intenderà comunque assumere e portare avanti. È inutile mettere la mani avanti. Poi, casomai, vedremo se e quali provvedimenti saranno ritenuti sproporzionati o meno, se la loro adozione sarà giusta o sbagliata: chi sarà competente a farlo certamente si determinerà nel merito.
Finora, comunque, rimane il fatto che non è stata mossa nessuna contestazione ufficiale sul nostro operato come CdA,  che non si sono mai subite censure o che tale circostanza non ha trovato accoglimento oppure ha prodotto esiti a noi sfavorevoli presso le sedi competenti.
Quanto alla crisi di liquidità che attanaglia le casse di SO.G.A.S. S.p.A., non ci siamo mai nascosti.   È vero siamo indietro di quattro mensilità con gli stipendi. Paghiamo lo scotto della crisi e dei ritardi sui pagamenti che ci deve Alitalia, della sofferenza di Blu Panorama nonché tutta una altra serie di aspetti commerciali che stiamo affrontando. Questa problematica – assicura Porcino –  é quotidianamente in cima alla lista delle nostre priorità e dei nostri pensieri.
E se i signori Soci di Sogas Spa non si assumeranno davvero le loro responsabilità, ponendo in essere azioni concrete e supporti di carattere economico, a breve termine, non ci potrà mai essere il superamento di questa situazione di crisi di liquidità.  Se non si darà seguito ad un periodo di CIGS o si farà ricorso ad altro ammortizzatore sociale sarà tutto inutile.
In altre parole, tutti devono dimostrare di avere a cuore le sorti di SOGAS e dei suoi lavoratori, a partire dai Soci ed ovviamente dalla Provincia del Presidente Raffa che é l’unico Ente che, a dire il vero, sta provando a fare la sua parte.  Ma da sola non basta.
Abbiamo prospettato ai soci una molteplicità di soluzioni: prestito obbligazionario, contratti SIEG, contributi di co-marketing… Lo andiamo ripetendo incessantemente, dal maggio 2013.  Da allora, ad esempio, attendiamo ancora qualche segnale concreto da parte della Regione, nonostante gli impegni presi in ripetute assemblee nonché in sede di incontri svoltisi anche alla presenza delle stesse organizzazioni sindacali. Quanto a quest’ultime, a nostro modesto parere, anziché alzare un muro contro muro ed interrompere i rapporti con l’azienda, anziché incentivare lo scontro ed acutizzare il clima di tensione tra i lavoratori, che da par loro sono giustamente già abbastanza esasperati, i sindacati si riapproprino del proprio vero ruolo naturale nonché dei veri temi che possono e devono essere al centro del confronto sindacale in azienda che dovrebbe incentrarsi su altri argomenti, ad esempio, su come superare lo stato di crisi sul pagamento degli stipendi, su come adottare le migliori procedure su Cigs e mobilità, su come mettere in piedi un percorso di riqualificazione del personale oggi altrimenti risultante improduttivo, su come garantire la piena tutela occupazionale a fronte dell’inevitabile processo di esternalizzazione dei servizi di handling, e altresì essere tale confronto utile a chiedere e conoscere quali nuove politiche siano in atto per l’attrazione di nuovi vettori e per garantire l’espansione delle aree commerciali del Terminal e quanto altro. Sono questi alcuni degli itinerari ancora possibili per evitare il peggio. Su questo vorremmo confrontarci, sui diritti di TUTTI i lavoratori dell’azienda, sull’interesse e sulla tutela collettiva di ogni lavoratore e non sull’ostentato ed ostinato “diritto all’impunità” dei soliti noti… Se solo lo capissero.

Fonte: http://www.strill.it/citta/2014/07/reggio-il-presidente-della-sogas-alberto-porcino-e-adesso-dimissionateci-tutti/


Condividi!

Prenota online e risparmia!
AvisBookingBudgetEuropcarExpediaFlixBusMeridianaMomondoRentalcarsSkyscannerTerravisionTripAdvisorTrivagoVolotea

31 commenti

  1. Praticamente gli hanno detto ai dirigenti SOGAS:
    trovatevi un’altro lavoro…..
    Difficile soluzione…l’aeroporto é in uno stato politico di abbandono e non frega a nessuno niente!
    Fortunatamente c’é,per gli utenti reggini aspettando tempi migliori,un’altro aeroporto,dove sembra che le cose funzionano per il meglio,ed é a soli 1h,15 da Reggio.

  2. @ Tony:
    tra qualche anno il mercato decretera’ l’esistenza del solo altro aeroporto (purtroppo)

  3. La favola continua….quando và male la colpa é sempre degli altri….
    ancora la dirigenza non ha capito che i soci Sogas non ci sentono tanto da un orecchio su eventuali ricapitolazioni,contributi e quant’altro…sono al fallimento pk non hanno un minimo di programma territoriale/aeroportuale,non hanno supporto dai politici locali e tanto meno in Regione ed é chiaro che i lavoratori
    sono quelli che pagano le conseguenze negative.
    Si parla anche di attrarre nuovi vettori,ma ci dica la Sogas cosa fà in merito a questo,quali sono le loro strategie per incentivare tutto, pax,area dello stretto,tour operetor,sarebbe riguardoso nel rispetto degli utenti che usufruiscono dello scalo.

  4. Stiamo a vedere come evolve la diatriba!

    Certamente occorre privatizzare sul serio la Gestione dell’Aeroporto dello Stretto!

    Senza dubbio per volare io personalmente non andrò a 1h e 15m da casa mia, ma utelizzerò
    il Treno così sarà la volta buona per ITALO di riprogrammare la sua strategia; perchè fermarsi a Salerno!??!

    E poi se devo prendere un Aeroporto griffato andrò a Fiumicino così è più figo
    anzichè sentire l’odore della soppressata e del murseddu !!

    A parte gli scherzi TUTTI NOI dobbiamo essere vigili e combattivi affinchè queste schifezze
    possano cessare una volta per tutti .

    Chi ha orecchie intenda!

    Un Saluto a Tutti Voi da Domenico.

  5. @ DOMENICO:
    puoi sempre andare a catania

  6. @DOMENICO
    Privatizzare? Certo sarebbe bello,ma tu pensi che ci sia qualcuno che si voglia tirare la zappa sui piedi?
    Io no!
    Treno….certo,se poi Italo fermasse sotto casa tua sarebbe il masssimo….lol
    “Tutti noi dobbiamo essere vigili e combattivi” ma che significa?
    Io non ho mai visto nessuno riggitano,o associazione,che và a protestare fuori l’aeroporto…
    Per finire segui il consiglio di Pilota..vai a Catania se non ti piace l’odore di soppressata…
    sourire……

  7. Grazie per i consigli!

    A Catania ci vado per lavoro ma certamente NON per Volare!

    Comunque ho mio cugino che lavora in quel Aeroporto (diciamo occupa un posto decisionale).

    @TONY Ecco perchè dobbiamo essere Vigili e Combattivi proprio per togliere la zappa sui piedi
    altrimenti la Privatizzazione non arriverà o meglio si farà MAI!!

    Chi ha detto che NESSUNO o ASSOCIAZIONE protesta?
    Per PRIMO ci sono i Ragazzi del Sito che sono una vera e propria GUARDIA VIGILANTE
    sul Nostro Aeroporto e vi assicuro che non solo SOGAS ma anche le Compagnie leggono
    quello che questo Forum scrive!

    Secondo ognuno nel proprio campo di lavoro fa e farà la Sua parte per l’Aeroporto.

    Semplice basta avere la voglia e la forza altrimenti si è morti dentro e fuori!

    Comunque la Calabria a me piace ma sopratutto mi piacerebbe vederLa sempre
    più giusta e sviluppata ma …. satremo a vedere.

    Un Saluto a Tutti Voi da Domenico

  8. @DOMENICO
    Semplicemente…
    hai scritto un nulla associato al senza senso.

  9. @ Tony:
    il nulla mbrischiato col niente….domenico è così…gli basta dire BRAVA SOGAS, BRAVA VOLOTEA, BRAVA ALITALIA e dare la colpa di tutto a catamzaro, dopo di che il nulla….

  10. @Pilota75
    In ogni caso,e a parte quello che scrive,mi é simpatico,pk é un sanguigno….proprio come alcuni tipi di arance riggitane….
    Mi dispiace solo che non ama la soppressata…ha ha ha… naturalmente scherzo.
    Senza offesa Domenico

  11. Questa sera arrivando ho trovato un aereo Alitalia fermo. È guasto?. Il Milano ha occupato l’unico stallo libero in quanto c’era anche un aereo sanitario fermo che è partito subito dopo. Comunque fa un bel effetto vedere tre aerei Alitalia allineati a fare il night stop.

  12. Tra qualche settimana tornero’ nella Locride con un volo su Lamezia, probabilmente sentiro’ odore di soppressata e n’duja, ma va bene lo stesso in quanto e’ piu’ vantaggioso di Reggio. Non me ne vogliano gli amici reggini, ma evitero’ il “profumo di pescistocco” di Ravagnese e le tante chiacchiere che da anni si fanno a vuoto.

  13. @ Rbrvrc:
    si un guasto, ripartito come AZ8841

  14. @Ken
    A parte i profumi di soppressata,n’duja, pescestocco,(a proposito,Mammola, che é nella locride,mi risulta che é la patria dello stocco….quindi quanto a odori…….)
    mi spieghi in dettaglio,tu che sei della Locride, il vantaggio che hai avuto atterrando a Lamezia e non a Reggio?

  15. @ Tony:
    c’è bisogno di chiederlo? è evidente, a3 scorrevole fino alla strada dei due mari….

  16. @ Tony:

    Ti spiego con piacere che viaggiando in tre si e’ ottenuto un risparmio di circa 500 euro in totale con arrivo a Lamezia rispetto a Reggio(parlo di voli Alitalia via Fiumicino). Per quanto riguarda la viabilita’, non ritengo che sia molto piu’ veloce l’A3 e la SS Jonio-Tirreno rispetto alla SS 106, sopratutto per tutti i residenti da Locri in giu’. Se Reggio offrisse servizi e qualita’ ai propri utenti stai sicuro che l’intera Provincia sceglierebbe il Minniti con grande piacere.

  17. E no Pilota…
    per quantificare il vantaggio, bisogna mettere in considerazione tante cose, dal luogo dove tu vivi quale aeroporto in partenza é piu’ conveniente in termine di tragitto(magari ne hai uno a 20km ma il prezzo del volo e maggiore di un’altro a 50km), in quale apt ti conviene arrivare rispetto la distanza del luogo dove tu vuoi raggiungere, se parti col sacco a spalla o valigia in stiva (questo determina il vero costo del biglietto soprattutto con FR),etc etc….
    Non so se mi sono spiegato bene Pilota…

  18. @Ken
    In ogni caso non é facile quantificare una vera convenienza in oggetto, il solo vantaggio sul prezzo del biglietto non quantifica alla fine un guadagno,troppi fattori,come ho scritto sopra, si devono calcolare, cmq capisco benissimo che la Locride non é che sia tanto vicinissima a Reggio,e la comodità nel raggiungere un apt ha la sua importanza.

  19. Ragazzi una domanda ma il volo odierno per Torino è decollato dalla 29 11??

  20. @ Xxx889:
    No impossibile la Pista 11 – 29 è chiusa mi pare da 3 anni. E’ decollato dalla 33 ed ha virato a sinistra risalendo verso l’aspromonte perche c’era BV in avvicinamento prima di Messina.

  21. @ Roberto Sartiano:
    Mi sembrava strano ero a mare e lo visto virare verso sud e mi sembrava che era partito dalla29 11 grazie roberto

  22. E adesso dimissionateci tutti…….
    Ma che originale questa Sogas
    Probabilmente in organico avrà un esperto in comunicazione e marketing……

  23. Peccato! Forse in Sogas sarebbe servito più un esperto in aviation che in comunicazione…..

  24. @ TONY Rispondo al Tuo POST 10,

    Sei veramente geniale, la Tua similitudine delle arance sanguigne reggine col temperamento del sottoscritto
    è veramente ORIGINALE, nessuno fino adesso è stato così profondo, complimenti per questo MI SEI SIMPATICO !

    Poi concordo con Te, non a TUTTI può piacere il ragionamento che ognuno esprime poichè siamo
    diversi e ognuno con il proprio bagaglio culturale e sociale!

    Un lampante esempio: Certamente se VOLOTEA decide di incrementare ovvero aprire altre tratte dall’Aeroporto
    dello Stretto BISOGNA sempre dire BRAVA!
    Sfido chiunque che quella esortazione possa esprimere il NULLA!!

    Ad altri GRANDI CERVELLI lascio libero il campo per spiegarci ovvero convincerci di NON dire BRAVA VOLOTEA
    se le altre Compagnie NON hanno il coraggio e sopratutto la freschezza di una Giovane e Dinamica Compagnia!

    Dare la colpa a qualcuno solo per darla è da STUPIDI ma affermare che la colpa è sempre di Catanzaro è da IMBECILLI quando non si hanno gli occhi aperti.

    Che fine farà oggi la Sezione Distaccata del T.A.R. di Reggio Calabria?
    Perchè, circa 10 anni fa, NON si ha avuto il coraggio di portare fino in fondo la piena AUTONOMIA del TAR di RC? Perchè NESSUNO ha contrastato quel qualcuno che si era prodigato di ostacolarla con forza? da dove veniva quella ferma opposizione? Da quale città?
    Quindi si chiude il TAR di RC (costo ZERO allo Stato perchè ubicato su proprietà demaniale) e si trasferisce
    il TUTTO a Catanzaro (costo abbastanza ALTO allo Stato perchè si deve pagare la pigione a un privato) solo perchè
    il solito riggitano ha gli occhi chiusi!!

    Ecco il dopo il NULLA!!!

    Adesso passiamo alla allucinante DIATRIBA vediamo chi sono i burattini che tirano le fila
    a quale logica ubbidiscono e sopratutto sotto la CAMPAGNA ELETTORALE appena iniziata
    perchè anche l’Aeroporto dello Stretto non sfugge a questa logica!

    Se la Sogas non fosse una espressione politica ma solo commerciale privata a NESSUNO
    sarebbe venuto in mente di darla in Pasto alla CAMPAGNA ELETTORALE, e mi fermo qui altrimenti
    non basterebbe un intero FORUM!

    Un Saluto a Tutti Voi da Domenico.

  25. @ DOMENICO:
    scusa ma brava cosa che a settembre volotea lascia reggio……

  26. @ Pilota75:
    Eh appunto..stavolta sono d’accordo con pilota… volotea se ne va e le diciamo brava? mah

  27. @ Angelo:
    come vedi ha rispettato in pieno il suo copione; cosa centra il tar con l’aeroporto? nulla…ma bisogna sempre dare la colpa a catanzaro.

  28. @ giuse79:
    Ci sono 100 comunicati da una parte e 100 dall’altra, ma voi pensate che all’opinione pubblica interessi qualcosa? Cosa si spera di ottenere con 200 comunicati? Tempo perso…

  29. @ Roberto Sartiano:
    Concordo pienamente. È tutto assurdo.

  30. @ giuse79:
    Non è assurdo sono cose che chi se ne intende di aviazione già aveva preventivato da tempo. Noi ad esempio lo abbiamo sempre scritto su questo Sito ed i fatti ci stanno dando ragione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Note legali: secondo la normativa vigente ogni utente si assume la responsabilità di ciò che scrive nei commenti. Per richiedere la rimozione di un commento contattare lo Staff attraverso la pagina Contatti.