Non c’è pace per l’Aerostazione: rescisso il contratto

Riporto da GazzettadelSud.it:

26/04/2014
Tutti i fronti aperti all’interno dello scalo “Tito Minniti”. Si tenta di avviare un nuovo appalto per mettere al sicuro i fondi ma è necessario l’ok dell’Enac.

Si allungano ancora i tempi per vedere realizzata la nuova aerostazione nello scalo “Tito Minniti”. Dopo i contenziosi e le battaglie giudiziarie arriva la rescissione del contratto con la ditta “Mucciola” aggiudicataria dei lavori di ristrutturazione. La Sogas sta già lavorando per rimettere in moto l’appalto milionario pressata anche dalla scadenza imposta per la rendicontazione delle spese fissata al 2015. Per arrivare puntuale all’a ppuntamento occorre superare un iter complesso che vede coinvolta anche l’Enac che aveva messo i sigilli ala cantiere. Dopo i sopralluoghi il cantiere deve essere riaperto per consentire alla nuova ditta di prendere possesso e iniziare nuovamente le attività praticamente ferme subito dopo la concessione dell’appalto. L’impresa Mucciola (colpita da un’interdittiva che poi però ha subito diversi stop ad opera della magistratura amministrativa) deve riprendersi tutti i suoi macchinari e tutto quello che da tempo ha lasciato all’interno di parte del cantiere. Ma i rapporti tra Sogas e la stessa azienda proseguiranno quasi certamente davanti al Tribunale. Si profila, infatti, una maxi richiesta di risarcimento del danno avanzata dall’impresa ai danni della società di gestione per la vicenda inerente l’appalto di realizzazione della nuova aerostazione del “Tito Minniti”. Così come arriveranno le penali da parte della Sogas riguardo all’avanzamento dei lavori del progetto milionario.

Fonte: http://www.gazzettadelsud.it/news//89585/Non-c-e-pace-per-l.html


Condividi!

Prenota online e risparmia!
BookingEuropcarExpediaFlixBusLufthansaMeridianaMomondoRentalcarsSkyscannerTerravisionTrainlineTripAdvisorTrivagoVolotea

2 commenti

  1. POsso dire anche questa volta che lo avevo previsto 2 anni fa?
    nOn ci voleva un genio per capirlo.
    ora la domanda: porcino ha dichiarato di voler attivare azione risarcitoria e di responsabilità nei confronti dei vecchi amministratori della sogas per malagestione.
    Avrà la stessa onestà intellettuale, nei suoi confronti, alla luce del fatto che adesso, per la sua fretta di cacciare mucciola questa chiederà un maxi risarcimento?

    Domanda retorica ovviamente…sarà colpa dell’asteroide che ha mancato la terra 1 anno fa ed ha rilasciato polveri sottili…è la vita!

  2. giuseppe scalise

    @ Pilota75:
    Non Solo a Te , vivo a Milano da circa 50 anni , anche qui Santi li conti sul palmo di mano , togli il Pollice ! Certo la speranza che le cose filassero per il verso giusto è sempre nei Nostri Sogni ! Sempre più che mai , Viva la nostra Calabria , quella vera !!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Note legali: secondo la normativa vigente ogni utente si assume la responsabilità di ciò che scrive nei commenti. Per richiedere la rimozione di un commento contattare lo Staff attraverso la pagina Contatti.