Sogas: Bilancio 2013

Disponibile sul sito della Regione Calabria il Bilancio 2013 di Sogas:

Bilancio 2013 Sogas


aereopiccolo Sogas incontra ENAC per discutere le criticità Nota di AeroportoRC.com:

Osservando il Bilancio, in particolare il Conto Economico riporta una perdita d’esercizio di 2.872.293 Euro, ma la relazione del Collegio Sindacale sostiene che la perdita sia di 1.472.293 Euro.
Perché sul Conto Economico alla voce Costi della produzione viene scritto 6.874.849 Euro mentre il Collegio Sindacale alla stessa voce imputa 5.474.849 Euro? La differenza è 1.400.000 Euro.

Osservando la relazione sulla gestione gioca un ruolo chiave la vicenda ristrutturazione Aerostazione, con parte dei fondi distratti nel 2010 utilizzati per mandare avanti la gestione, ma non ancora restituiti. Il riappalto appare dunque lontano e senza un piano industriale che contempli anche i lavori certi sull’Aerostazione, la concessione viene messa da ENAC in standby. Abbiamo sempre sostenuto che la concessione passa prima dall’approvazione da parte di ENAC di un Master Plan e di un Piano degli Interventi che risultano tutt’oggi mancanti.

Passo indietro per le limitazioni, come abbiamo sempre sostenuto noi di AeroportoRC.com, adesso sembrerebbe che ENAC abbia accolto (ma di fatto non ancora in vigore), solo la richiesta di rivisitazione delle limitazioni tecniche, tra cui rientrano le componenti di vento al traverso tarate su aeromobile MD80 che naturalmente non hanno più ragione di esistere essendo lo scalo servito dai moderni e più efficienti Airbus A320. Nessuna variazione dunque per l’abilitazione in volo richiesta ai comandanti.

A contribuire maggiormente alla perdita strutturale è l’attività di Handling. Con il 95 % dei voli gestiti da Alitalia in autoproduzione pari a circa 2000 toccate all’anno sulla pista, il personale Handling Sogas si ritrova a gestire solo 250 toccate!
L’attività di Handling è la fonte di maggiori ricavi per una società di gestione, se è limitata dalla mancanza di compagnie aeree operanti sullo scalo logicamente vengono meno le risorse per andare avanti.

Per la privatizzazione l’unica società che aveva mostrato interesse si è ritirata e finalmente come scriviamo da tempo su questo Sito si è capito (dopo 7 anni) che bisogna offrire garanzie al privato, ovvero ottenere la concessione (almeno ventennale) e mettere sul piatto almeno il 51 % delle azioni. Come dire? Finora questo scherzetto ci è costato 743.755,85 Euro.

Lo Staff di AeroportoRC.com


Condividi!

Prenota online e risparmia!
AvisBookingBudgetEuropcarExpediaFlixBusMeridianaMomondoRentalcarsSkyscannerTerravisionTripAdvisorTrivagoVolotea

13 commenti

  1. Relazione impietosa di Porcino.
    Ma come si fa a sostenere che l’attività di handling è in totale fallimento e chiedere ancora soldi?
    Gli spiegate per favore che la summer inizia a fine aprile e non a giugno?
    Non era li gratuitamente? Perchè parla di 115mila euro di compenso amministratori?
    No comment sul resto…

  2. Molto presto partirà la definitiva approvazione,da parte del governo,del piano nazionale aeroporti dove si determinano ufficiosamente gli scali intercontinentali,strategici,e di interesse nazionali.
    Per quest’ultimo(interesse nazionale)dove sembra collocato l’aeroporto dello stretto,incombono come una mannaia per il nostro aeroporto, le condizioni per meritarsi questa qualifica.
    Brevemente lo rammento a chi non lo sà.
    Requisito di efficienza gestionale dove si deve dimostrare l’equilibrio economico/finanziario attuale e in futuro.
    Tutto questo parte da subito, e entro 3 mesi dall’entrata in vigore del DPR,si deve produrre la dimostrazione del rispetto della condizione e sarà Enac/Ministero Infrastrutture a valutare e verificare tutto. Se tutto questo non convince,come io temo,ci sarà una seconda possibilità dove si dovrà presentare un piano industriale che dimostri di centrare gli obbiettivi e se questo non é convincente si rischia il declassamento ad aeroporto d’ interesse regionale.
    C’é ne sarebbe un’altro di requisito importante,ma basta già questo a mettere in seria difficoltà la Sogas, a meno che…non ci sarà un aiutino dal cielo…..

  3. @ Tony:
    Tranquillo ci pensano loro a declassarsi con le loro mani.

  4. @ Tony:
    ma davvero sei convinto che il problema sia questo?
    Reggio lo possono fare anche scalo mondiale…sempre 600.000 pax fa (forse).
    Se non sono in grado di asfaltare 100 mt di pista…ma dove vogliono andare…ahahah

  5. @Pilota75
    Questo postato rappresenta un probblema imminente e non di poco conto,che si aggiunge a tanti altri importanti probblemi che affliggono l’aeroporto. Il dato pax attuale a poca importanza per il momento,come anche del resto una compagnia che và o una che viene. Il mio riferimento non era indirizzato a questo.

  6. @ Tony:
    significa che l’aeroporto non ha la capacità economica di stare in piedi e si chiude la sogas. non vedo il problema. capita a migliaia di aziende ogni giorno.

  7. @ giuse79:
    pubblicità elettorale.
    Perchè non dicono che a Roma, in ENAC, già si parla di bando per la gestione di crotone e la prossima e reggio?

  8. dite a Porcino che gli 800.000 euro di BV li può scrivere nel ghiaccio….

  9. @ Pilota75:
    perche li può scrivere nel ghiaccio che novità ci sono

  10. @ aiofb:
    Chiedilo a lui che non è volgare quanto me.

  11. @ aiofb:
    E’ uscito fuori che Blue Panorama ha oltre 150 milioni di debito. Il commissario ha proposto l’ammissione degli 800 mila Euro nella categoria chirogafari, quindi Sogas prende il numerino e si mette in fila…

  12. @ Roberto Sartiano:
    Sono 218 milioni circa, 165 milioni sono quelli proposti dal commissario straordinario. Poichè non è un concordato (rigettato due volte) non li vedranno mai, fallirà prima.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Note legali: secondo la normativa vigente ogni utente si assume la responsabilità di ciò che scrive nei commenti. Per richiedere la rimozione di un commento contattare lo Staff attraverso la pagina Contatti.