Sogas incontra ENAC per discutere le criticità

Riporto da Strill.it:

“Le criticità e gli ostacoli che hanno frenato lo sviluppo del nostro scalo saranno a breve superate, pertanto, siamo un po’ più ottimisti in merito alle prospettive future in quanto riteniamo di poter raggiungere quei traguardi tanto ambiti che finalmente consentiranno il rilancio del nostro aeroporto”.

È quanto si legge in una nota diffusa dalla Società di Gestione dell’Aeroporto dello Stretto in esito all’incontro svoltosi presso la sede della Direzione Centrale dell’Ente Nazionale per l’Aviazione Civile e al quale hanno preso parte i funzionari responsabili dell’ENAC guidati dal Direttore Generale Alessio Quaranta, il Presidente della SO.G.A.S. S.p.A. Carlo Alberto Porcino, il management e i tecnici della società, il socio Provincia di Reggio Calabria, rappresentata dal Presidente Giuseppe Raffa, il socio Regione Calabria, rappresentata dall’Assessore ai Trasporti Luigi Fedele, l’on. Nino Foti e l’on. Vincenzo Garofalo componente della Commissione Trasporti della Camera dei Deputati.

”Come concordato con le Organizzazioni Sindacali e con l’Assemblea dei Soci – prosegue la nota – abbiamo portato all’attenzione dell’ENAC due temi che riteniamo fondamentali per il rilancio del nostro aeroporto: quello relativo al superamento delle c.d. limitazioni tecnico – operative (vincoli peraltro già mitigati da altri provvedimenti che l’ENAC aveva assunto  in precedenza) e quello relativo alla proposta di concessione trentennale. Due interventi strutturali che aprirebbero nuove prospettive per il nostro scalo e darebbero stabilità al futuro societario”.

”A tal proposito abbiamo riscontrato grande disponibilità da parte del Direttore Generale Quaranta che ha apprezzato lo sforzo del management e dei soci, impegnati a dare stabilità economica e finanziaria alla società, e ha manifestato la propria volontà di portare nel prossimo Consiglio di Amministrazione dell’ENAC, previsto per Dicembre, la proposta di concessione trentennale previo il rispetto degli impegni, da parte della compagine societaria SO.G.A.S., relativi alla realizzazione dell’aerostazione, che rientra peraltro nel piano industriale e di stabilità finanziaria a suo tempo presentato dalla società, e alla garanzia di stabilità finanziaria attraverso la ricapitalizzazione da parte dei Soci.

Lo stesso direttore generale Quaranta inoltre, ha dato disposizioni agli uffici competenti, affinché si rendano disponibili ad affiancare la stessa SO.G.A.S. S.p.A. per il raggiungimento di questi obiettivi.

”Siamo molto soddisfatti in merito all’esito dell’incontro odierno – conclude la nota – e crediamo di aver fornito una risposta convincente anche a quelle che erano state le richieste dei sindacati in merito ad una necessaria stabilità economica e gestionale. Con l’auspicata concessione trentennale, infatti, raddoppieranno gli introiti previsti per ogni passeggero con un’importante ricaduta in termini economici che potrebbe consentire di superare l’attuale perdita strutturale. L’abbattimento delle limitazioni invece renderà maggiormente attrattivo il nostro scalo sia ad un eventuale socio privato che a nuove compagnie aeree con nuove rotte e nuove destinazioni per i nostri passeggeri. Il rilancio del nostro aeroporto passa anche dal raggiungimento di questi obiettivi, e siamo convinti di aver compiuto oggi un passo molto importante”.

Fonte: http://www.strill.it/citta/2014/10/reggio-sullaeroporto-le-rassicurazioni-enac-si-alla-concessione-trentennale/


aereopiccolo AeroportoRC.com Nota di AeroportoRC.com:

Ci auguriamo che questo non sia l’ennesimo viaggio a vuoto a Roma, ma ci preme sottolineare qualche aspetto. In merito alle limitazioni tecniche-operative le nostre ultime informazioni risalgono a Luglio 2013, quando ENAC dopo aver ricevuto la documentazione prodotta dalla Sogas, si era riservata il diritto di acquisire ulteriori informazioni da operatori aerei per poter avere un quadro più chiaro considerando la delicatezza dell’argomento. Da allora nulla si è sbloccato.

Per quanto riguarda la concessione trentennale, essa è strettamente legata alla presentazione di un Master Plan. L’Aeroporto di Reggio Calabria in data 17 Luglio 2014 è uno dei pochi Aeroporti d’Italia sprovvisto di Master Plan pluriennale approvato da ENAC. Correlato al Master Plan esiste un Piano di Intervento che rappresenta uno strumento attuativo degli interventi su un orizzonte temporale di breve periodo. Bene, l’Aeroporto dello Stretto al 17 Settembre 2014 si colloca tra quei 4 Aeroporti affidati in gestione parziale e NON dotati di Piano degli Interventi.

Infine ci preme sottolineare che il procedimento di rilascio della concessione trentennale richiede tempi lunghi (si parla di anni), e senza dubitare dei notevoli benefici che apporterebbe allo scalo, vorremmo tenere presente che l’Aeroporto dello Stretto ha bisogno di ossigeno adesso, non tra qualche anno.

Ed intanto il 30 Novembre 2014 scadrà la certificazione triennale del gestore dello scalo.

Lo Staff di AeroportoRC.com


Condividi!

Prenota online e risparmia!
AvisBookingBudgetEuropcarExpediaFlixBusMeridianaMomondoRentalcarsSkyscannerTerravisionTripAdvisorTrivagoVolotea

7 commenti

  1. Ragazzi, voi sì che siete competenti! Lo farei gestire a voi lo scalo, altro che ai “soliti noti”! Che poi, questa gente, sa cosa sia un Master Plan o un Piano d’Intervento?

  2. Ma che taccia Porcino e la Sogas……..
    dopo anni di gestione sgangherata si vanta adesso di un incontro con l’ Enac che non produrrà nessun beneficio.
    Ogni minima cosa che fa chiama subito i giornalisti (amici ovviamente).
    Come tutti credo di apprezzare le persone che portano prima i risultati e poi magari i possono permettere di vantarsi.

  3. Mi sa tanto della solita propaganda elettorale .
    povera Reggio

  4. le elezioni si avvicinano

  5. @ Cristina:
    Non dobbiamo essere competenti di Master Plan e quant’ altro.
    Noi siamo la parte più importante: siamo chi usufruisce dell’ aeroporto e siamo chi lavora direttamente o indirettamente con l’ indotto dell’ aeroporto.
    L’ aeroporto esiste x noi e x le ns esigenze.
    Motivo per cui, siccome paghiamo le tasse in Italia, in Calabria e al Comune di RC abbiamo il diritto di usufruire di uno scalo moderno e nello stesso tempo criticare chi gestisce lo scalo dato che, proprio per la loro incompetenza, non possiamo essere contenti della situazione visto che per andare in qualunque parte d’ Italia si deve viaggiare da Lamezia e di conseguenza anche gli operatori aeroportuali sono allo stremo.
    Ma perfavore…..e non dovrei criticarli……li metterei alla gogna per 5 giorni e 5 notti con un cartello “incompetenti e sperperatori di denaro pubblico”

    Le competenze tecniche le lasciamo a chi guadagna bei soldini dall’ aeroporto . SOLDI SPESI DALLO STATO A VUOTO.

  6. Alla fine sempre le solite chiacchiere e niente di concreto.

  7. @ andrea:
    Il tuo ragionamento non fa una grinza, ma mi pare di capire che chi guadagna bei soldini all’aeroporto non sia poi così competente se la situazione è quella che è. Il mio è solo un semplice auspicio: se i ragazzi del sito ( o anche altri giorvani meritevoli) potessero gestire loro lo scalo, mandando via certi cialtroni che è evidente sono incompetenti, ne guadagneremmo noi tutti che paghiamo le tasse. Per cui, largo ai giovani capaci e meritevoli, quali sono i ragazzi del sito. Fossi un privato, li assumerei seduta stante

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Note legali: secondo la normativa vigente ogni utente si assume la responsabilità di ciò che scrive nei commenti. Per richiedere la rimozione di un commento contattare lo Staff attraverso la pagina Contatti.