Sogas, oggi incontro in Regione, Nicolò: Il Governo cambi passo per la Calabria

Riporto da Strill.it:

“L’aeroporto dello Stretto rappresenta uno dei punti strategici e di rilancio dell’intero sistema calabrese ed il suo potenziamento è quanto mai necessario anche alla luce della cronica debolezza delle infrastrutture viarie e ferroviarie che interessa la nostra regione”.
Così, il vicepresidente del Consiglio regionale Alessandro Nicolò ha aperto l’incontro che ha avuto questa mattina con il presidente della Sogas (Società gestione Aeroporto dello Stretto), Carlo Alberto Porcino.
“La riunione – ha spiegato Nicolò- è servita per analizzare aspetti concreti della complessa problematica e a formulare proposte che, da un punto di vista strettamente infrastrutturale, potrebbero essere messe in campo al fine di rendere l’infrastruttura concretamente fruibile, pienamente accessibile in ottica intermodale e potenzialmente competitiva sul fronte dello sviluppo aviation.
Purtroppo, – ha aggiunto il vicepresidente- il Governo continua a fare orecchie da mercante. Prova eloquente è il decreto ‘Sblocca Italia’ che va in direzione opposta anche ai tanti bei propositi che sono stati portati avanti, ma solo a parole. Non esiste, infatti, alcuna azione che tenga conto delle reali esigenze della Calabria, ed in particolare della città dello Stretto, ed è sempre più allarmante lo stato di emarginazione nell’ambito dei circuiti economici di una terra che vede sempre più soffocate le proprie vocazioni di sviluppo”.
“Chiediamo al Governo – ha proseguito Nicolò – un cambio di passo affinchè gli impegni assunti per la Calabria non siano solo parole al vento. Siamo ancora in attesa dello sblocco del finanziamento, per un importo di circa undici milioni di euro, da parte del Cipe, riguardo il completamento della nuova aerostazione del Tito Minniti di Reggio Calabria. Sarebbe un peccato mortale perdere di vista il grande progetto, ormai realtà, della Città Metropolitana, status riconosciuto di recente, per il quale ci siamo fermamente battuti nella consapevolezza che si tratta di una nuova dimensione ricca di prospettive di crescita, che include la valorizzazione del territorio soprattutto dal punto di vista delle infrastrutture”.
Ancora, il vice presidente Nicolò ha ribadito come “i notevoli ritardi sul perfezionamento dei lavori di ammodernamento della autostrada Salerno – Reggio Calabria, nonché il mancato decollo dei collegamenti via mare che dovevano essere garantiti dal Consorzio Metromare, di fatto, penalizzino la piena percezione positiva da parte dell’utenza”.
Da parte sua il presidente della Sogas ha aggiunto: “Esiste un pontile, realizzato attraverso l’impiego di risorse pubbliche, in area limitrofa al sedime aeroportuale idoneo all’attracco di mezzi di attraversamento veloce dello Stretto, il cui corretto ed ancora oggi possibile utilizzo istituirebbe un canale diretto di collegamento posto a servizio dell’utente, già interessato da specifico studio di fattibilità ad opera del Gestore aeroportuale. Altresì, proprio nelle immediatezze dello stesso pontile, esiste una fermata ferroviaria della c.d. metropolitana leggera di superficie, recentemente realizzata da RFI e già funzionante, così da prefigurare nei fatti una piattaforma intermodale sulla base della cui esistenza è plausibile ritenere come concreta soluzione percorribile l’idea di uno spostamento a mare del Terminal passeggeri, da inserirsi comunque in un contesto di ri-funzionalizzazione e potenziamento del tessuto viario limitrofo”.
Nel corso dell’incontro, Porcino ha illustrato al vicepresidente del Consiglio due potenziali soluzioni. La prima, riguarda l’annessione di nuove aree ed abbattimento di ostacoli posti sul fronte sud e nord della città che comporterebbe se non il prolungamento vero e proprio, quantomeno l’adeguamento a standard prestazionali superiori rispetto a quelli attuali (cosi da far venire meno le deroghe attuali sulle strip). La seconda, la variazione della direttrice dell’asse della pista principale in uso 15-33, secondo un orientamento che consentirebbe una pressoché totale mitigazione delle attuali criticità correlate alle manovre di avvicinamento che tanto oggi, ancora, penalizzano lo scalo reggino. “Quest’ultima ipotesi – ha concluso Porcino- sicuramente avrebbe però una significativa contropartita dal punto di vista strettamente operativo per quel che attiene le fasi realizzative di tale opera che comporterebbero di fatto la prolungata chiusura dello scalo”.

Fonte: http://www.strill.it/citta/2014/09/sogas-oggi-incontro-in-regione-nicolo-il-governo-cambi-passo-per-la-calabria/


Condividi!

Prenota online e risparmia!
BookingEuropcarExpediaFlixBusLufthansaMeridianaMomondoRentalcarsSkyscannerTerravisionTrainlineTripAdvisorTrivagoVolotea

22 commenti

  1. Si, ora si da la colpa al Governo, domani sarà colpa degli extraterrestri…
    Ancora con il Pontile… Scusate posso ridere?
    Ancora con lo spostamento lato mare dell’Aerostazione? Posso ridere?
    Abbattimento ostacoli oppure spostamento Pista 15 – 33? Non rido più, mi viene da piangere…

  2. È vergognoso! Sono ridicoli! Non sanno più a chi dare la colpa e si cerca per forza un colpevole responsabile di quanto accade nel nostro territorio! Ma che vadano tutti quanti a f……lo! Basta tutto questo è offendere l’intelligenza di tutti noi! Renzi perché non collaudi i lavori in testata 33! Ed ancora Renzi perché non sblocchi i finanziamenti per l’aerostazione? Continuiamo…. Renzi perché non dici a Volotea di non andare via dal 13 settembre, perché non dici a Blue Panorama di restare oltre ottobre (ancora oggi 3 settembre non è possibile acquistare per FCO E LIN a novembre, e per GOA e VCE già da settembre). Scusate avevo dimenticato adesso arriva Vueling che servirà FCO! Adesso si capisce perché Sogas ha manifestato interesse a cedere l’handling, ovvio che il costo del personale è abnorme se si gestisce un solo volo al giorno! Spiegatemi chi verrà a REG a gestire l’handling di un solo volo nella situazione attuale?

  3. Dico, avete letto?
    “La riunione – ha spiegato Nicolò- è servita per analilizzare aspetti concreti della complessNicolò lematica e a formulare proposte che, da un punto di vista strettamente infrastrutturale, potrebbero essere messe in campo al fine di rendere l’infrastruttura concretamente fruibile, pienamente accessibile in ottica intermodale e potenzialmente competitiva sul fronte dello sviluppo aviation”

    Questa è la classica supercazzola. Non sa che dire e parla non dicendo alcunché.
    Infrastruttura fruibile? Sviluppo aviation? Il punto di vista infrastrutturale?
    Qualcuno spieghi al pediatra Nicolò di cosa ha bisogno questo aeroporto. Di sviluppo aviation infrastrutturale come se fosse antani ne parliamo dopo.
    Ecco, il problema è questa gente.

  4. Scusate, ho dimenticato di citare l’ottica intermodale.

  5. La Politica e la Sogas sono ormai alla frutta è palese, non sanno più cosa dire, cosa inventarsi ed a cosa aggrapparsi. Hanno tirato talmente la corda che prima o poi si spezzerà. Non ci sarà un futuro per questo Aeroporto.

  6. Se non vi fate venire un’idea innovativa di cambiamento,rischiate di sparire anche voi del Sito.
    In fondo é da anni che si parla di un morto…e alla fine, non é piu’ interessante.
    I primi segnali ci sono , tanti, hanno abbandonato i commenti,e non importa se erano interessanti o meno…

  7. @ Tony:
    Tu dici che se da Reggio Calabria non si vola il nostro Sito chiude.
    Io ti dico che se da Reggio Calabria non si vola il nostro Sito avrà un seguito di 2,5 milioni di passeggeri + 500 mila passeggeri.

  8. Come nn mai azzeccato il titolo dello articolo! Il Governo cambi passo con la Calabria e la comunicazione proveniente da Torino ne è, un esempio……..
    Alla Domenico: elettore stai attento quando vai a votare……. ( scusa se ho approfittato di un tuo ” cavallo di battaglia” ….)

  9. @ Luigi:
    Lamezia e Crotone hanno cambiato passo con Ryanair, ma forse quelle due Città non stanno in Calabria…

  10. Ragazzi.. eppure Renzie ieri a RTL 102.5 ha detto che crede in Reggio… stu….

  11. lle sorti di aeroporti come quello di Reggio possono cambiare solo se arrivano compagnie aeree del calibro come Ryanair o Easy jet

  12. qui noon verrà mai nulla.. purtroppo… valiamo poco..

  13. @Roberto Sartiano
    Io ho detto quello che penso, ma dalla tua risposta intuisco che sta per partorire qualcosa d’ interessante….. ma.. i 500.000….hummmm

  14. @ Tony:
    Ne ero sicuro che avessi intuito nel modo corretto, però per il momento frena i facili entusiasmi perche è da inizio Estate che ci stiamo pensando e stiamo studiando bene la situazione gettando le idee. Per ora conserviamo il tutto nel cassetto quando ci saranno i presupposti vedremo il da farsi.

  15. Bene,studiate e agite,pk secondo me i presupposti ci sono da un pezzo….
    Auguri
    Io sono con Voi

  16. @ Tony:
    Grazie per il supporto. I presupposti ci sono sempre stati solo che forse adesso per come si stanno mettendo le cose non possiamo più ignorarli.

  17. @ Roberto Sartiano:

    Lamezia ???? Questa è l’idea ??

  18. @ Roberto Sartiano: io sono tra coloro che auspicano questo” passaggio oltre” del sito per capirci: dallo stretto fino al Pollino

  19. Il sito nasce con uno scopo preciso..non vedo cosa centri Lamezia o crotone…se poi per sopravvivere ci si combina cosi

  20. @ Unico:
    nel senso di ……cadere così in basso (da considerare altri aeroporti)?…… allora io che sono catanzarese non dovrei interessarmi dell’aeroporto di RC? a me (come credo a Sartiano e ad altri) piace intanto l’aviazione in genere.

  21. scusate ma mesi fa porcino non aveva venduto come successo l’eliminazione delle limitazioni? era tutto finto allora…..e ancora teniamo li uno che conta palle…mah!

  22. e bravo porcino rifacciamo la pista , dopotutto per collaudare 63 mt non sono bastati due anni pensa per rifarla
    si avvicinano le elezione ed anziche promettere voli ( che nesso vedrà mai ) ci promettono un aeroporto nuovo …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Note legali: secondo la normativa vigente ogni utente si assume la responsabilità di ciò che scrive nei commenti. Per richiedere la rimozione di un commento contattare lo Staff attraverso la pagina Contatti.