Air One anticipa la chiusura del volo per Pisa

01. Logo

Air One, saluta e ringrazia, chiudendo con un mese di anticipo il volo da e per Pisa. Risultano cancellati infatti tutti i voli del mese di Ottobre, l’ultimo collegamento sarà quello del 29 Settembre. Dopo la riduzione e successiva non riconferma anche del volo per Bologna, il gruppo CAI formato da Alitalia ed Air One, dimostra di non credere nelle potenzialità dell’Aeroporto dello Stretto, eccezion fatta lungo le direttrici Roma Fiumicino e Milano Linate.

Pur trattandosi di un volo low cost, avevamo espresso le nostre perplessità sulla capienza dell’aeromobile impiegato. I 165 posti dell’A320 sono difficili da riempire su una rotta come Pisa. Non male comunque il quasi 60 % di riempimento fatto registrare nel mese di Giugno, ma non conosciamo gli altri dati per poter capire realmente l’andamento di questa tratta.

Se Alitalia ed Air One ritengono che le rotte per Bologna e Pisa siano una “forzatura”, nessun problema, in un regime di libero mercato è possibile rivolgersi ad altre compagnie aeree in grado di impiegare aeromobili dalla giusta capienza.


Condividi!

Prenota online e risparmia!
BookingEuropcarExpediaFlixBusLufthansaMeridianaMomondoRentalcarsSkyscannerTerravisionTrainlineTripAdvisorTrivagoVolotea

70 commenti

  1. Brutta notizia questa..il volo su Pisa come pure quello su Bologna meritano di “esistere” tutto l’anno e non solo i 3 mesi estivi! E meno male che ad aprile/maggio Alitalia voleva essere l’unico partner della regione..quando lo capiranno che bisogna puntare su altre compagnie ??? Basta regalare soldi ad alitalia quando non mantiene le promesse date (vedere le dichiarazioni di primavera fatte dal loro AD) !!! E finiamola con la scusa dei riempimenti..il 60% è un buon dato, ci sono tratte italiane che viaggiano costantemente vuote e pure li, continuano a tenere la rotta aperta come mai ??? Facciamo sempre gli stessi errori cavolo…come mai Alitalia non ha mai tenuto il volo su Venezia tutto l’anno e invece Volotea si ??? Questo è l’esempio lampante che quando si vuole le cose si possono fare, e Alitalia in tutti questi anni ha dimostrato esattamente il contrario !!

  2. Prima comunicano alla stampa le cancellazioni e poi (chissà quando) avvertono i viaggiatori già in possesso di biglietti regolarmente pagati. Ma non dovrebbe essere il contrario? Quantomeno per buona educazione.

  3. volotea aggiunge nuove frequenze il venerdi e la domenica per il periodo dal 20 dic al 10 gennaio 2013

  4. @ Passenger:
    Non vi è nessun comunicato stampa, ho solo consultato il sito Air One ed ho notato la cancellazione dei voli di Ottobre. Essendo AeroportoRC.com un Portale molto seguito e gestito da appassionati ho scritto semplicemente l’articolo, divulgando appunto la notizia prima di chiunque altro.

  5. @ peppe:
    Grazie, ho notato che le stanno aggiungendo proprio in questo momento, magari aspetto domani prima di fare l’articolo in modo tale da avere la situazione definita.

  6. eh già infatti..nelle tre settimane tra natale e capodanno le frequenze di volotea risultano 5xw a rappresentare la grande riuscita di questa rotta x volotea 🙂

  7. Presto Volotea potrebbe allargare i suoi orizzonti da/per Reggio! E sarebbe ottimo se con la capienza di quell’aereo si operassero rotte 2xw per Pisa e Bologna…

  8. @ unico:
    Ma meritano di esistere in base a quale presupposto? Fammi capire.
    Tu, ad esempio, quante volte hai preso il pisa o il bologna in questi 3 mesi?
    Era tutto previsto, infatti sul roma e sul linate alitalia ha avuto un calo.
    Non conviene tenere il pisa ed il bologna.

  9. @Roberto: infatti, non solo non c’è alcun comunicato stampa, ma addirittura non ne sanno niente neanche al call-center. Mi hanno detto di richiamare a fine settembre. Senza parole.

  10. Quando si saprà qualcosa in più su eventuali nuove tratte Volotea?
    P.S. Perché tutte le compagnie, prima o poi, si “stancano” di Reggio?

  11. ieri sul volo pisa reggio ci stavano si e no 100 pax.

  12. @ Pilota75:

    In base al bacino d’utenza e hai risultati !! I risultati non sono affatto negativi anzi..considerando che sono partiti solo 3 mesi fà e con 0 pubblicità non dimentichiamecelo !!! Le somme non si possono tirare dopo pochi mesi dalla partenza, ma bisognava piuttosto fidelizzare la clientela mantenendo il volo tutto l’anno come avviene in altre realtà e come ha fatto Volotea qui da noi con Venezia.

  13. @ unico:
    I risultati sono stati scarsi.
    Puoi rispondere alla mia domanda?
    Tu, che parli tanto, quante volte hai preso questi voli?

  14. @ Pilota75:

    Punto primo: i risultati non sono stati scarsi e cmq non si possono giudicare solo dopo tre mesi!

    Punto secondo: ci sono tratte dove gli aerei viaggiano vuoti eppure non li chiudono mai perchè ?? Allora non si guarda solo il LF !!

    Punto terzo: che cavolo centra quante volte ho viaggiato su queste tratte..che statistica è scusa ??? magari c’è chi ha viaggiato 1 volta e chi 5..che centra ?? I LF parllano chiaro..la gente c’è, eccome se c’è

  15. Frequent Traveler

    Intervenire o non intervenire?
    Questo è il dilemma!

    Nel mare magnum di colossali c… lette fin’ora dovrei tacere per non rischiare d’essere offensivo nei confronti dei sottodotati, a livello neuronale!
    Possibile mai che parlando di sto c. d’aeroporto l’unica considerazione ricorrente sia chiedersi sempre quali compagnie e quanti voli si possono aprire da reg, invocando questa o quella compagnia manco fosse la dea cali’!

    Perchè non partire dalla radice del problema: quest’aeroporto è degno d’essere definito tale?
    1) E’ dotato di un’aerostazione in grado di reggere un determinato traffico di passeggeri con tutti i servizi annessi, dai collegamenti ai parcheggi?

    2) Quanti collegamenti comunali e regionali con i vari centri sparsi per la provincia ci sono (in questo caso sfruttare i fondi europei x mantenere i costi delle corse a livelli concorrenziali sarebbe auspicabile)

    3)La fallimentare decennale gestione sogas, il cui sito ne è la cartina a tornasole, è mai stata in grado di fare interventi migliorativi? NO! Non publicizza neanche quei due voli aggiunti quest’estate.

    4) Invogliare i cittadini ad usare l’aeroporto significa fare corposi interventi per informare la gente, e puntare a recuperare senza se e senza ma la maggior parte dell’utenza messinese: se si cominciasse a fare in modo che i peloritani sentissero come loro l’aeroporto dello stretto, in termini di numeri, lo scarto sarebbe evidente.

    4) Non è che uno la mattina si alza e viene su questo sito e. “Speriamo che aprano questo volo, speriamo che mettano questo collegamento….” : la gestione di una tratta aerea ossia un colegamento point-to-point, richiede un preciso studio di settore per capire se può essere competitva o meno la suddetta, al di là dei soliti finanziamenti regionali, o comunque sia, finanziamenti che sono sempre a scapito della comunità. Se una compagnia, che possa definirsi tale, e non come le fantomatiche compagnie cui siamo abituati in Italia, Wind Jet ne è l’ultimo esempio, prima di aprire una nuova tratta per implementare il prorpio network non è che apre una pagina facebook e in base ai “Mi piace” che riceve allora decide di aprire il collegamento: si basa sulla domanda reale.

    Alla luce di quanto sopra, (era da tatno che non intervenivo per cui mo me devo sfoga’) e considerando il reale fabbisogno di questa città è meglio avere garantiti collegamenti giornalieri e a prezzi competitivi con roma e milano, piuttosto che ritrovarsi con un pugno di mosche in mano.

    Facciamo così, ai tanto bravi in matematica, ai tanto estrosi e creativi che prevedono (su quali basi poi???) tratte piene e collegamenti internazionali chiederei: per un attimo provate a immaginarvi imprenditori, disponete di un capitale tale da operare una tratta. Quale scegliereste e perchè?

    E’ gradita una risposta!

  16. @ Frequent Traveler:
    Applausi!

  17. @ Frequent Traveler:
    Però devo rispondere alla tua ultima domanda: mi piace il giochino e se proprio disponessi di una compagnia e di a\m adeguato effettuerei una tratta verso l’Europa dell’EST cercando di intercettare il traffico etnico che al momento (almeno in Calabria) non è coperto da alcun volo diretto.

  18. @ Frequent Traveler:
    Giuro che non mi sono clonato!

  19. @ unico:
    1) I risultati sono scarsi e lo dimostra il fatto che hanno chiuso in anticipo la tratta ( o corsa come le chiama Porcino).

    2)Quali sarebbero le tratte in cui gli aerei viaggiano vuoti e non le chiudono?
    mi sembra che Pisae bologna siano state chiuse proprio per questo motivo!

    3) Il sapere quanti voli tu habbia fatto verso/da pisa o bologna non è per farmi i fatti tuoi ma per fare un piccolo sondaggio interno.
    Io ho preso una volta il Reggio-Bologna, il ritorno l’ho fatto via Roma perchè non è che posso aspettare una settimana a Bologna per tornare a casa!
    Visto, poi, che tu te ne esci con dati tutti tuoi, che Bologna e Pisa sono essenziali vorrei capire quanto lo sono per te che da come parli ci dovresti viaggiare almeno ogni mese.

  20. @ Pilota75:

    1) Dipende dal concetto di “scarso”..se volevano i LF al 90% per dire che va bene allora è un altro discorso, ti ricordo anche che il volo per Torino (che è sempre pieno) è stato confermato da Alitalia all’ultimo, in quanto non erano convinti..ma allora di che stiamo parlando ??

    2) Per esempio il Roma-Trieste che non raggiunge manco 30 persone !! Se ragionassimo come dici tu (con LF altissimi) allora metà dei voli in tutto il mondo andrebbe chiuso.

    3)Personalmente al momento queste 2 tratte non mi servono molto, ma ragionando col cervello non si può bocciare un collegamento partito tra l’anonimato solo dopo 3 mesi.

    4) Vorrei ricordare che fù proprio l’AD di alitalia a prospettare altre destinazioni oltre alle classiche Roma-Milano. Anzi proprio il Pisa era nato con l’intento (detto da loro) di favorire l’utenza universitaria che studia li..e che fanno….proprio allo riprendere delle attività universitarie tolgono il volo!! Ma allora di cosa parliamo ???

  21. 1) Il concetto di scarso lo fa il vettore in base al break-even della tratta. Quindi, secondo te, le chiudono solo per farci un dispetto nonostante ci guadagnino…

    2)Da qui si capisce che non hai idea di aviazione di concetti hub-and-spoke e di p-t-p.

    E direi che dopo questa constatazione mi potrei anche fermare qui visto che non vale la pena dialogare in italiano con chi parla in cinese.
    ciao

  22. se valgo come statistica il reg psa l’ho preso otto volte.
    il sedici luglio era full. comunque con il mordi e fuggi non si va da nessuna parte e volotea mi sembra stia facendo la politica giusta per fideilizzare la clientela.

  23. non era il 16 ma il 19 ho sbagliato a digitare

  24. martedi 4 settembre il volo reggio pisa era full lo ha preso mio fratello, il ritorno gia’postato prima.

  25. @ mistero64:
    Su 8 volte solo il 19 luglio era full? Una bella media….

  26. Bisognerebbe avere il coraggio di eliminare CAI e tutto quello che segue , Sono tutti dei Burattini con la cravatta !!!!

  27. @ joe scalise:
    Mi sembrava strano che ancora non avessi scritto.
    mi permetto di suggerirti nuove frasi:
    Governo ladro!
    Quando arrivano lì ‘sù tutti i stessi!
    Chistui simu!

  28. @ mistero64:

    è proprio quello che dico io..con il mordi e fuggi non si va da nessuna parte e non fidelizzi la clientela! Ci lamentavamo delle varie myair, club air, itali ecc..che dopo aver preso i soldi duravano 2-3 mesi e se ne andavano. Alitalia-Air One cosa hanno fatto di diverso ???

    @Pilota75

    Fatti meno l’esperto che mi sa che tu per andare contro l’aeroporto, te la faresti mettere pure in quel posto! E cmq ora esce fuori che se il volo non è full non conviene ?? Vediamo allora i voli che partono da Lamezia full e chiudiamo le rotte che hanno un LF del 60-70 % e vediamo come la mettiamo poi..e cmq sto ancora aspettando risposta per i punti 3 e 4 non ripetere le cose a cantilena che hai stufato

  29. quoto con unico.
    il psa ha registrato dei buoni riempimenti per me full significa che non c’era un posto libero , le altre volte c’erano pochi posti liberi (chiaro così?).
    non credo che ci siano molte rotte che viaggiano sempre piene in italia (naturalmente in quel caso sono investimenti nel tempo da noi soldi ed energie sprecati….. brutta cosa i riggitani)

  30. @UNICO e @MISTERO64 condivido appieno il Vostro ragionamento!

    ALITALIA e il suo cagnolino AIR ONE devono sapere che operando in tal modo già avevano condannato senza appello le tratte su PISA e BOLOGNA!

    Quindi si prega il Pres. Porcino ( SOGAS ) di alzare le fottute chiappe da quella poltrona al fine di provvedere ad una puntuale quanto concreta sostituzione di quelle due tratte con altra idonea Compagnia (VOLOTEA ? perchè no?).

    Il 12 settembre u.s. ho preso il volo a.r. Reggio Milano con un mio parente sia l’andata che il ritorno il Volo Alitalia A320 era pieno a Tappo praticamente era un carnaio così anche il ritorno (ho visto interi gruppi familiari provenienti da Australia , 4 belle ragazze Austriache di Vienna frequentanti l’Università per Stranieri Dante Alighieri di Reggio Calabria, uno Scozzese che insegna Inglese in un istituto linguistico a Reggio e diversi turisti fai da te) MENTRE l’attiguo volo per Cagliari e Trieste avevano da me contati e ricontati non oltre 25 passeggeri ciascuno (Quindi Alitailia vai a chiudere quei voli serali di ritorno!! Certo che non puoi farlo perchè la Regione Sardegna e ancora di più il quasi Stato del Friuli V.G. il deretano te lo fa diventare rosso!!).

    Ma a Reggio Calabria tutto si può e questo lo sappiamo il perchè: la storia regionale Docet!!

    Per ultimo devo dire che finalmente la Sogas ha messo un simpatico BAR nella Sala Partenze dell’Aeroporto dello Stretto, ho comprato due bottiglie di acqua minerale ad € 1,00 cadauno mentre a Milano le stesse costano cadauno € 3,00!!

    Un Saluto a voi Tutti da Domenico.

  31. Vorrei far notare che purtroppo la matematica condanna chi sostiene che i voli viaggiano sempre pieni.
    Il buon Francesco Tripepi nelle sue tabelle dei Dati di Traffico ha calcolato approssimativamente i posti offerti e successivamente da Assaeroporti i posti occupati.

    Luglio: http://www.aeroporticalabria.com/sezione-generale/dati-di-traffico-luglio-2012/
    Giugno: http://www.aeroporticalabria.com/sezione-generale/dati-di-traffico-giugno-2012/

    Cioè se a Luglio abbiamo avuto circa 90 mila posti offerti e ne sono stati occupati circa 63 mila evidentemente 27 mila posti sono stati invenduti.
    A Giugno circa 83 mila offerti, 53 mila occupati e 30 mila invenduti.
    Con questo non voglio nemmeno dire che però si viaggia vuoti. Anzi mediamente tutte le rotte viaggiano al 60 – 65 % di load factor. Naturalmente ci sono periodi in cui ci sono dei picchi verso l’alto e periodi di scarsa affluenza, ma è del tutto fisiologico.
    Il problema sta nel capire quanto incidono nel bilancio di una compagnia aerea i posti invenduti. Faccio un esempio:
    Se la compagnia percepisce su una rotta dei contributi di co-marketing può permettersi il lusso di viaggiare anche al 40 % di load factor.
    Se invece non vi sono i contributi di co-marketing avere un riempimento medio del 60 % potrebbe non essere sufficiente.

  32. @Mistero64 e Domenico

    Esatto, voi avete capito il vero problema che altri fanno finta di non capire!

    @Myers

    Se non sbaglio sia il Bologna che il Pisa sono finanziati dalla regione calabria, eppure dopo solo 3 mesi se ne sono foxxxxx e hanno abbandonato la rotta!! Basta buttare soldi con Alitalia CAI..basta pensare che non volevano neanche confermare il Torino che viaggia sempre full ed è pure sovvenzionato!!!

  33. @ Roberto Sartiano (“Myers”):
    Fiato sprecato…ormai non rispondo nemmeno, vedrai che tra un po si stancano di dire le solite cose.
    Noto con piacere che ora non nominano più l’aeroporto di Lamezia ma parlano genericamente di rotte semivuote, giusto per non essere accusati di campanilismo.

  34. @ Pilota75:

    Sto ancora aspettando le risposte..visto che non sai cosa dire faresti bene a non scrivere..tanto sempre cose negative dici possiamo benissimo farne a meno

  35. @ unico:
    Io non mi sorprendo, si sapeva che per Pisa e Bologna il contributo della Regione sarebbe bastato solo per la Stagione Estiva.
    Sulla nostra Pagina Fan di Facebook ci segnalano che l’AZ1155 proveniente da Fiumicino viaggia con circa 50 passeggeri su 165 posti.

  36. @ unico:
    visto che non ci hai dormito la notte e poichè ho qualche minuto di tempo da perdere ti rispondo:
    3)hai dimostrato di essere il tipico reggino buccazzaro, che vuole le cose anche se non gli servono.
    Scommetto vorresti anche un diretto reggio-londra ma non lo useresti mai…

    4)Non so dove hai letto sta cosa dell’AD di Alitalia, pertanto non la posso commentare.
    La convenzione con l’unipisa credo esista ancora, ma cosa centra?

    4)

  37. @ Roberto Sartiano (“Myers”):

    Ed allora sarebbe più corretto dire: Sono finiti i soldi delle sovvenzioni regionali, chiuduamo tutto e c’è ne andiamo via !!! Basta trovare la scusa dei LF e dare la colpa ai passeggeri.

  38. @ unico:
    vedi che continui a non capire una mazza di aviazione?
    E’ più corretto dire: poichè sulla tratta non si vola neanche con i biglietti regalati ce ne andiamo dove davvero utilizzano l’aereo per muoversi.
    Infatti a breve apriranno la base di Catania dove venderanno biglietti con soldi e non noccioline.

  39. @ Pilota75:

    Ahahah bella questa..dove eri ad aprile maggio di quest’anno quando venivano annunciati i voli in pompa magna con relative interviste (fasulle) dell’ad di cai ?? Vatti a rinfrescare la memoria prima di sparare minchiate

  40. @ unico:
    Forse me la sono persa, me la linki l’intervista all’ad di cai che parla di reggio e di questi voli?

  41. @ Pilota75:

    Se la trovo con molto piacere..era stata postata anche qui..forse myers ti può essere d’aiuto

  42. @ unico:
    No no, trovala e postala tu e poi vediamo chi ride ultimo e chi dice minchiata.
    Ti avviso di non propormi quella dell’AD di SAT (gestione di Pisa) o di Stolfa (ex direttore commerciale di AZ, andato via).

  43. @ Pilota75:

    Ah allora vedi che le sai..non fare u fintu babbu..cambia disco

  44. @ unico:
    quindi era come dicevo io , dici cose false, l’ad di alitalia non ha mai parlato di reggio e di tutte le minchiate che hai detto….

  45. Alla fine reggio dimostra di essere quello che è un piccolo aeroporto locale sufficiente a mantenere 2 voli per roma e per linate.
    La cosa comica è che tutti pretendono che reggio ed il suo aeroporto siano definiti anche turistici ma poi sabato e domenica si cancellano i voli perchè non ci viaggia nessuno…tutti a parlare e nessuno ad analizzare i fatti.

  46. @ Roberto Sartiano (“Myers”):
    Roberto, tu che sei super partes, mi indichi dove ci sarebbero queste dichiarazioni dell’AD di Alitalia?

  47. @ Pilota75:
    Parliamo dell’ex AD di Alitalia.
    Noi contiamo, nel giro di tre anni, di attivare da Reggio tutte le direttrici Nord/Sud, e Bologna, Pisa e Torino sono attive o saranno attivate quanto prima, Si, in passato lo scalo reggino è risultato penalizzato su Linate, ma va tenuto anche presente che per noi in un passato anche recente il “Tito Minniti” è stato un aeroporto costoso, troppo costoso. Abbiamo la necessità che queste sacche, profonde, di inefficienza vadano scomparendo, percorso che, devo dire, è già iniziato. Credo che questa partnership possa portare lontano, lo penso veramente, ma la condizione imprescindibile è che ci sia fiducia reciproca. Alitalia è pronta ma una cosa deve essere chiara: noi non possiamo essere considerati un partner per il territorio: noi dobbiamo essere IL partner.

  48. @ Roberto Sartiano (“Myers”):
    Roberto, Stolfa non era AD ma direttore marketing.
    Tra l’altro il signore in questione non è più in alitalia e addirittura la sua funzione è stata cancellata…
    C’è una bella differenza tra AD e direttore marketing.

  49. @ Roberto Sartiano (“Myers”):
    Faccio cmq notare l’ultima frase nella quale si nota la condizione dettata da laitalia e disattesa da sogas con le sue campagne anti-alitalia e l’apertura a volotea.
    Per carità, forse hanno fatto bene, però alitalia aveva avvisato.
    Mi sembra superfluo fare notare che quanto detto da stolfa rimane sua opinione personale visto che non lavora più in az e il nuovo AD ha modificato l’organizzazione interna; probabile che quanto dichiarato abbia contribuito alla sua cacciata!

  50. @ Pilota75:
    Si scusa mi sono confuso era direttore marketing.

    Guarda, si rivolgeva più che altro alla Regione Calabria per aver messo la concorrenza di Blu Express su Fiumicino e Linate.
    Volotea e Sogas non hanno colpe.

  51. Frequent Traveler

    @ Paolo:
    Visto che sei l’unico che ha provato a rispondere…
    Il volo verso una non precisata località dell’est potrebbe essere una possibilità. Ma con quale frequenza lo metteresti? Credi realmente che, per esempio, un volo giornaliero riuscirebbe a riempirsi?
    Sarebbe solo e comunque un traffico molto limitato alimentato da un bacino di emigrati.
    Per il resto, non mi pare d’aver letto altre possibili e concrete soluzioni da parte di altri forumisti…

    Se non le solite sparate a zero su Alitalia che, occorre ricordare, non è più compagnia di bandiera, ma è stata regalata ai compagnucci di merenda del nano, a fine 2008, ergo adesso è una compagnia privata che ha come obiettivo primario e come è giusto che sia (se la si guarda dal punta di vista di un’azienda) il conseguimento di UTILI.
    Ed è altresì chiaro che AIR ONE ha tutti gli interesi ad andare a colmare il vuoto lasciato da Uin Get a CTA, dove i LF hanno coefficienti molto buoni, e col c. che ti mantengono il PSA-REG visto che tra l’altro il parco aerei di AP conta di una o due macchine x base d’armamento.
    Chiamasi mercato. Da non confondere con quello di piazza del popolo 😉

  52. Frequent Traveler

    @ Roberto Sartiano (“Myers”):
    “Volotea e Sogas non hanno colpe.”

    Escludendo Volotea…Sogas ha colpa solo di esistere alle attuali condizioni.

  53. Notizie sulla privatizzazione?

  54. Il problema di fondo è che quì (per fortuna pochi) qualcuno è convinto che reg oltre i voli per roma e milano non può andare, altri (come sottoscritto) pernsa che il bacino d’utenza sono molto più ampi di quelli attuali (i bacini si creano e si distruggono). il mondo dell’aviazione oggi è fortemente drogato per cui molte compagnie vanno non dove ti porta il cuore ma dove ti portano i soldi (non mi venite a dire che è dovuto all’analidi dei dati di traffico l’apertura del volo da bergamo a quel paese improniciabile della finlandia. è indubbio che reg sconta colpe sue (sogas) e non sue (politiche che hanno privilegiato determinati assi). non credo che la nuova az sia infallibile nella programmazione anche perchè fa cosa strane (per esempio il psa: volevi fare concorrenza a fr, non scendere a suf ma effettua il volo per reg con un notevole lancio pubblicitario e togli pax a fr) e in generale alcune scelte sono catastrofiche (la base a psa e i voli, pagati anzi incentivati profumatemente da trieste) quindi le cavolate le fanno anche loro anche perchè se credi in una rotta la apri e la pubblicizzi altrimenti non la apri proprio. sul fatto che inseguono i guadagni da privati è fuori dubbio però mi sembra che abbiano rimandato il pareggio del bilancio…quindi errori ne commettono anche loro. il problema, ripeto, è il mordi e fuggi non serve, quindi il problema è sempre la programmazione: speriamo nel socio privato.
    p.s. qualche volta in questo forum mi sembra di sentire il bigliettaio che la sogas aveva fatto diventare principe e che sparla (per non dire altro) della città.
    sempre d’accordo con domenico (forse perchè siamo i vecchietti del gruppo).

  55. @ mistero64:
    Mistero64, sono circa due anni che ripeti le stesse cose senza che siano suffragate da alcun dato.
    Se le rotte vanno male, nonostante siano abbondantemente pagate da contributi vari è colpa di chissà quale congiunzione astrale.
    Le compagnie, in realtà, odiano reggio e gli piace perdere qualche milione di euro solo per farci dispetto.
    Alla fine del tuo ragionamento reggio dovrebbe avere le stesse destinazioni di Catania (6 milioni di pax) e di Lamezia (2 milioni di pax) solo per poter leggere un timetable ricco di destinazioni.
    Ovviamente poi non ci vola nessuno; ma questo è colpa delle compagnie che, poverette, vogliono anche essere pagate per far volare gli aerei, non si accontentano della gioia e dell’onore di poter toccare il sacro suolo del Minniti!

    Alla fine, fuor di ironia, resta il fatto (dati non pubblicati da me ma da altri) le uniche rotte che reggono sono il roma ed il linate…rassegnati.

  56. La Classifica delle Città Italiane per qualità della vita, vede Reggio Calabria sempre tra le ultime posizioni. Nel 2011 eravamo al posto numero 94 su 107. Nel 2010 al posto numero 103 su 107.

    http://www.ilsole24ore.com/pdf2010/SoleOnLine5/_Oggetti_Correlati/Documenti/Notizie/2011/12/qvita-2011.pdf

    Sapete dove risultiamo primi in classifica? Solo nel “Clima” inteso come differenza tra il mese più caldo ed il mese più freddo.

    Con queste premesse, stiamo ancora a discutere di voli Internazionali e di collegamenti con tutte le Città italiane?

  57. @ Roberto Sartiano (“Myers”):
    Sarà anche questo un complotto….e poi è un po come lo studio nomisma che è vecchio di due anni e non tiene conto che ora a Reggio ci sono 2 fontane ed una piazzetta in più…spero che qualcuno provveda a farlo notare!

  58. Frequent Traveler

    @ Roberto Sartiano (“Myers”):
    Sarebbe bello vedere sviluppato il bacino di REG, che di potenzialità ne ha. Ma torniamo a quanto detto ampiamente altre volte, non ultimo nel post di cui sopra: dev’essere una sinergia di più forze che unite e coese potranno produrre buoni risultati!

    L’articolo del Sole24 non fa altro che confermare la grettezza e miopia, nonchè ignoranza, della società di gestione e della classe politica. Scelta sempre dai reggini.
    Nonchè la lungimiranza, scrupolosa competenza escatologica (…tiè!) di chi lo ha pubblicato. 😉

    Per buona pace di chi bazzica questo forum.

    Però alla fine…eccheppalle….stiamo parlando sempre delle stesse cose, pare quasi il cane che si morde la coda…i soliti sensazionalisti, i soliti idealisti, i soliti realisti….stesso giro virtuoso, cambiano soltanto morfologia e lemmi (oddio per alcuni, spiace dirlo, manco quelli: la grammatica italiana per alcuni è davvero una chimera lontana!!)

    E’ uno sfogo, il mio, che a conti fatti anche da qui, poco si può fare. Anzi se ce ne fosse possibilità mi piacerebbe sostenerla. Ma…mala tempora currunt…e non solo per l’aeroporto, a livello nazionale.

  59. @ Frequent Traveler:
    2x non di piu, da aumentare nella summer e sotto le festività. Per me si, con queste frequenze un volo potrebbe funzionare. E visto che mi chiedi per dove, vedrei bene: Bucarest,Cracovia,Varsavia.Non tutte e tre sia chiaro, ma una delle tre.

  60. Frequent Traveler

    @ Paolo:
    E magari lo metteresti x il fine settimana…
    Traffico Emigrants….e perchè no, puttan tour? (t’ho sgamato!)

    😉

  61. @ pilota.beh venezia az non la consedera come winter, volotea si chi sono i pazzi? non ho detto che voglio gli stessi pax di cta, ma che viste le condizioni di trenitalia sulla direttiva nord sud si può osare di più. poi non ti preocupare appena le regioni non potranno più sganciare soldi vedremo i veri flussi (che i soldi sono finiti mi sembra testimoniato dal trasporto ferroviario locale dove senza soldi trenitalia taglia) per cui la vedo nera non solo per reggio ma per l’intero traffico di molti apt. io i dati te li dico solo che tu non li capisci in quanto destinatario del credo assoluto (corre voce che hanno visto uno camminare sulle acque del parco fluviale di lamezia).

  62. Quando finirà la pila su Lamezia (perchè tranquilli il giorno arriverà) allora si che rideremo…

    @Mistero64:

    Quelli di volotea sono pazzi da legare, non seguono l’esempio Alitalia e viaggiano in perdita su venezia, sai come è..o si viaggia full (magari con gente pure in piedi) oppure conviene chiudere immediatamente ihihihi

  63. @ mistero64:
    Sai se volotea è sovvenzionata?
    Il fatto è che tu non parli con dati alla mano ma con discorsi politici.
    Il giorno che sarai in grado di dimostrare qualcosa con dati scientifici ti cederò il diritto della brioche che vanto su FT, avendo io vinto la scommessa.

  64. @ unico:
    Il giorno che finirà la pila su lamezia, reggio chiuderà.

  65. ritengo utile segnalare un concetto che sembra essere sfuggito a molti. Il sistema dei trasporti non serve solo a riempire le tasche delle compagnie che lo gestiscono ma è un servizio indispensabile per la comunità, sostenuto e foraggiato ampiamente dallo Stato e dagli Enti locali. Parlare del trasporto aereo solo in termini di convenienza aziendale è perlomeno riduttivo. L’aeroporto di Pisa è uno dei più grandi del nord ma sopratutto copre un territorio molto esteso come l’intera toscana e parte della liguria; non solo, ma quel particolare territorio, sul quale insistono molte importanti Università (pisa, firenze, siena, genova), è stato da tempo penalizzato dal trasporto ferroviario nella direttrice sud-nord per cui si trova ad essere difficilmente raggiungibile dalla calabria e dalla sicilia. Mantenere, dunque, un volo da Reggio verso questa località è prima di tutto un insostituibile servizio al comprensorio dello Stretto (mezzo milione di abitanti) e alle due province correlate, altrimenti condannati ad incredibili peregrinazioni per poterci arrivare.

  66. Giuseppe COSTARELLA

    Perchè non sfruttare la linea Reggio-Venezia con la Volotea? Magari con fermata a Pisa???

  67. il 22 maggio scrissi dicendo che l’affare della regione nel proporre alitalia con voli da e per REGGIO E CROTONE non mi intusiasmava.
    Oggi purtroppo devo dire che avevo visto bene.
    Alitalia saluta e parte.
    Certo non lo fa solo con la Calabria onde ha preso tanti soldi per dare in cambio un pessimo servizio ma badiamo a chi diamo i nostri soldi.
    Meritiamo compagnie SERIE E CHE CREDONO NEL NOSTRO TERRITORIO

  68. Io viaggio anzi, ho viaggiato sul volo Pisa-Reggio 5 volte da quando hanno messo il diretto,e ho trovato l’aereo sempre full…cmq per ridurre i costi e avere il pieno basterebbe anche solo un volo a settimana magari il sabato…..il fatto è che non c’è volontà né rispetto per chi viaggia…………frase antica quanto veritiera : Riggiu non vindiu mai ‘ranu……..e non lo venderà mai visti gli addetti alla vendita.

  69. @ Giuseppe COSTARELLA:
    E’ che è un autobus?un treno?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Note legali: secondo la normativa vigente ogni utente si assume la responsabilità di ciò che scrive nei commenti. Per richiedere la rimozione di un commento contattare lo Staff attraverso la pagina Contatti.