Conferenza Stampa: Voli con la Romania di Tarom

Sito Ufficiale Tarom

Conferenza Stampa del Governatore Scopelliti sui nuovi voli dall’Aeroporto dello Stretto con la Romania della compagnia aerea Tarom.

Tale collegamento rientra nell’ultimo Bando del Dipartimento del Turismo della Regione Calabria, nel quale sono previsti contributi di co – marketing per incentivare i flussi turistici, per un importo massimo di 150 mila Euro a tratta.

Da fine Settembre partirà il collegamento con Iasi, mentre da Dicembre sarà collegata anche Bucarest.

———————————————-

Riporto da YesLive.it:

REGGIO CALABRIA. Partiranno sùbito dopo l’estate i primi collegamenti con la Romania: si volerà dall’Aeroporto dello Stretto a Iaşi (e viceversa), ma già a dicembre ci sarà un collegamento settimanale anche tra Reggio Calabria e la capitale romena Bucarest.

È quanto annunciato questa mattina, in conferenza stampa alla sala “Giuditta Levato” di Palazzo Campanella, dal presidente della Giunta regionale Peppe Scopelliti, il dirigente generale “ad interim” del Dipartimento regionale Turismo Pasquale Anastasi, il presidente della Sogas Carlo Porcino e Sarin Georgescu, “general manager” della compagnia di bandiera del Paese balcanico, la Tarom Airlines.

Non è mancata una presenza sorprendente ed esuberante: è stata della partita – con qualche difficoltà, perché in arrivo non dall’Aeroporto dello Stretto ma dallo scalo di Lamezia Terme – l’attrice Ramona Badescu, da 23 anni ormai simbolo positivo della folta comunità romena in Italia.

«Luglio sarà forse la prima corsa che si farà con Tarom – anticipa l’artista –. C’è bisogno di farci conoscere per ciò che siamo: alla fine, in Italia vivono quasi un milione e mezzo di rumeni. In una società multietnica, poi, c’è bisogno d’integrazione e così potremo visitare anche Reggio, Lamezia Terme e tanti altri posti fantastici che conosco ormai da oltre 20 anni. E poi, ci sono ormai anche romeni ricchissimi, non pensiate a un Paese fatto di sole povertà. Quant’è conosciuta la Calabria in Romania? Ancòra pochissimo, purtroppo.

Una terra pur bellissima non basta che “esista”: occorre anche farla conoscere. Così, in Romania ho lavorato con le agenzie di viaggio per far capire che debbono proporre la Calabria per la prossima stagione. E forse come “testimonial” di questo collegamento aereo farò anche altre cose, cartellonistica, magari uno spot televisivo… Ancòra bisogna deciderlo. Ho scritto perfino un brano musicale dedicato, specifico per quest’iniziativa: “Gira gira Calabria”». Almeno dal titolo, va detto, rammenta fortemente l’iniziativa pubblicitaria con cui si va propagandando la Calabria sui vari scenari turistici proprio in queste settimane.

Non è, comunque, un segreto per nessuno che i flussi dalla Calabria verso la Romania serviranno soprattutto i “migranti di ritorno”: la domanda è già enorme, al punto che l’altro vettore aereo romeno molto importante, Wizz Air, vola cinque volte la settimana verso il Paese balcanico da Fontanarossa. In atto, l’unica alternativa “economica” è un estenuante viaggio in pullman, per oltre due giorni di fila.

I voli Tarom saranno però voli di linea, dunque con costi non esattamente “no frills”… un biglietto a/r a tariffa piena potrebbe costare un po’ meno di 600 euro, non proprio abbordabile. «Ma noi di Tarom abbiamo messo a punto varie opzioni tariffarie – fa sapere Georgescu –, in base all’anticipo con cui viene acquistato il biglietto. Per cui, muovendosi per tempo, per esempio un paio di mesi prima, si potrà spendere anche solo 150 euro per un biglietto andata e ritorno – sottolinea con soddisfazione il direttore generale della compagnia di bandiera della Romania -. Avremo vari canali di distribuzione, tra i quali un sito web dedicato».

Del resto, di fattori di soddisfazione ce ne sono parecchi: Iaşi infatti è contemporaneamente il crocevia di un’area in cui è concentrato il 30% delle imprese di stanza in Romania, ma incarna pure una sorta di “grimaldello” per la Moldavia (è situata praticamente al confine tra i due Paesi).

E poi, ha ampiamente sottolineato Sarin Georgescu durante l’incontro coi cronisti, «il 90% dei rumeni per la vacanza sceglie il mare. Oggi, opta per il mare di Paesi come la Turchia e la Grecia e, in seconda battuta, la più vicina Bulgaria oltre che naturalmente gli stessi lidi romeni; domani, i villeggianti romeni saranno più incentivati a scegliere le splendide località balneari italiane. Anche per questo, vedrete, questo che germoglia oggi sarà un rapporto destinato a durare a lungo: i nostri connazionali quando vanno in vacanza, sono amanti del mare… e voi ce ne avete tanto!».

Del resto, se il presidente Scopelliti ha chiarito come la Tarom abbia presentato la propria domanda nell’àmbito del bando regionale per il trasporto aereo (i cui dettagli sono stati esposti dal dirigente Anastasi), e nei prossimi giorni si conosceranno anche le compagnie aeree che avranno aderito quanto agli altri due scali calabresi di Lamezia Terme e Crotone. E poi, «la Romania era già – spiega il Governatore – tra gli otto Paesi europei nei quali la Calabria aveva deciso d’investire per una campagna di pubblicizzazione del proprio prodotto turistico».

E il presidente Sogas Carlo Porcino, poi, ha avuto modo d’evidenziar come ormai la società che gestisce l’Aeroporto dello Stretto abbia bisogno più che altro di voli internazionali e charter per sviluppare il proprio potenziale oltre i 650mila passeggeri/anno di traffico interno. «Noi siamo convinti che questo volo avrà un buon successo, anche per la serietà di una compagnia di bandiera di grande tradizione.

Però, per il turismo, i voli non bastano – ammonisce Porcino -: nel comparto, chi ne ha il potere deve rilanciare con decisione il “prodotto Calabria” offrendo servizi adeguati a prezzi ridotti. E poi, sul fronte dell’intermodalità, da un lato bisogna risolvere l’annosa questione del collegamento con la sponda messinese; dall’altro, visto che ormai la stazione ferroviaria “Aeroporto” l’abbiamo inaugurata, debbono fermarcisi tutti i treni!, non ci bastano certamente i miseri tre convogli che ci si fermano attualmente, tra l’altro a orari di dubbia utilità».

Fonte:


Condividi!

Prenota online e risparmia!
AvisBookingBudgetEuropcarExpediaFlixBusMeridianaMomondoRentalcarsSkyscannerTerravisionTripAdvisorTrivagoVolotea

36 commenti

  1. commento prima di conoscere i contenuti della conferenza stampa.
    Come è possibile che già si sappia chi si aggiudicherà una rotta se il termine per le manifestazioni di interesse non è ancora scaduto?

  2. @ Pilota75:
    MAGIA!

  3. Non fatevi domande… ognuno si deve fare i fatti suoi… ricordate l’intervista a Monteleone (Report)? Ma lei perché fa queste domande?…

  4. Bucarest potrebbe avere un senso….. Iasi… va beh..

  5. Iasi ha 300mila abitanti e copre una vasta parte della Romania del nord e dell’est. Ha un suo senso, ma i risultati parleranno

  6. L’importante è pubblicizzare questi voli il più possibile!

  7. frequenze? prezzi? ovviamente tutti i calabresi sanno dove si trova iasi…..

  8. ma nella conferenza stampa odierna, si e’ aprlato per caso di quella piccola questione Ryanair???

  9. @ ANTONIO:
    quale piccola questione?

  10. Ve lo diciamo in tutte le lingue del mondo. Ryanair a Reggio Calabria non verrà. Spenzieratevi!

  11. vedere cammello (sordi…)atterrare con carrello

  12. a lamezia mi sembra non ci sia un collegamento con la romania, quindi sono sicuro che se i prezzi saranno low coast questo collegamento spacca, visto che la calabria è piena di romeni

  13. @ ANTONIO:
    a reggio? non penso ryanair abbia in programma reggio, già si è tirata indietro per crotone che la davano per fatta!

  14. I voli ryanair da crotone partiranno ad ottobre per la cronaca.

  15. @ airfly:
    possiamo sapere dove hai appreso questa notizia visto che la società di gestione di crotone dice il contrario?

  16. Ehi, ragazzi, che bello! A Iasi ci sono tante università e, soprattutto, c’è un bel CASINO’:

  17. Ma come si può !!!!!!!!!

    leggete questo stralcio dell’articolo tratto dal sito il Dispaccio:
    …L’attrice Ramona Badescu, scelta come testimonial per la campagna pubblicitaria e presente in sala, si dice entusiasta e onorata di partecipare a questa iniziativa che collega la Calabria con la sua terra d’origine, “l’accoglienza, la generosità e la disponibilità del popolo calabrese devono essere conosciuti anche in Romania” afferma, e nell’esaltare le bellezze paesaggistiche della regione si tradisce e dice: “Ho avuto modo di ammirarle nelle ore di viaggio venendo in macchina dall’aeroporto di Lamezia, oggi non c’era un volo Roma – Reggio”.

    Non ci posso credere !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  18. @ Migrante:
    Si…5 voli non sono abbastanza!

  19. Forse non erano graditi gli orari 🙂

  20. Se questi sono i prezzi non vedo come si possano attrarre i vari “migranti di ritorno” come sopra citato. Wizz Air era molto ma molto meglio…

  21. @ unico:
    infatti…continueremo ad andare a catania

  22. @ Pilota75:

    è proprio questo il rischio ad oggi molto alto che c’è…andranno a ct o continueranno a partire in pullman con questi prezzo chi se lo può permettere ???

  23. Wizz Air Hungary (ICAO WZZ, (IATA W6)
    Wizz Air Ukraine (ICAO WAU, (IATA WU)
    wizz air non è una compagnia romena ma ungherese con una consociata ucraina , la compagnia a basso costo rumena è carpatair,

  24. scusatemi mi ero dimenticato di blue air che collega catania a bucaresti con prezzi accettabili-

  25. Iasi è la capitale culturale della Romania. Una bellissima città.

  26. Causa troppo lavoro non ho potuto assistere a questa Conferenza Stampa!

    Spero che TAROM possa avere l’intelligenza nonchè la lungimiranza nell’applicare prezzi equi e giusti per i Romeni e perchè no per gli Italiani ed i tanti Italo-Romeni.

    Gli Stranieri in Calabria sono senza ombra di dubbio concentrati nell’unica vera e grande Città di questa regione e pertanto la mossa va nel senso giusto!

    Benvenuta TAROM !

    Un saluto a Voi Tutti da Domenico.

  27. Trovo quest’articolo molto interessante e mi fa pensare…!!*!?
    rgds

  28. Ti stavo giusto facendo la stessa domanda?

  29. Ancora una compagnia che zoppica arriva a REGGIO.
    ma b a s t a , lo sapete come andrà a finire !!!!
    meglio dari i soldi à RYANAIR almeno quella è solida e ci si puo contare, i voli e i passeggeri ci saranno.

  30. @ Gabs:
    In realtà la sua destituzione è di una settimana fa, ma si sa che ormai si va avanti solo a bugie.

  31. Iasi è la seconda città della Romania per abitanti ed è a pochi chilometri dalla Moldavia e dalla sua capitale, non mi sembra così male come rotta, speriamo solo in prezzi umani altrimenti non so quanto successo avrà…

  32. @ Giuseppe:
    E’ così importante che non fa neanche 200.000 pax l’anno…

  33. Un Roma-Bucarest con Tarom, anche se prenotato con largo anticipo, dovrebbe costare da circa 70€ a 200€. Roma-Iasi poco sotto i 100 €. Speriamo che qui si rimanga sotto i 100 anche se si prenota qualche settimana prima.

  34. @ Migrante:
    Il guaio è che questa gente non si vergogna di nulla. La Tarom comunque è a rischio chiusura.

  35. @ CHISTI SIMU:
    hanno detto che i prezzi partiranno da 150 euro. Inoltre non avendo concorrenza (che a fco hanno) non vedo perchè dovrebbero mantenere prezzi bassi; hanno aerei datati che consumano un botto.

  36. @ Pilota75:
    Mi pare che si riferissero a biglietti A/R. Io parlavo di singole tratte. Comunque hai ragione, non avendo concorrenza… Quanto agli aerei, ultimamente hanno comprato qualche nuovo A318.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Note legali: secondo la normativa vigente ogni utente si assume la responsabilità di ciò che scrive nei commenti. Per richiedere la rimozione di un commento contattare lo Staff attraverso la pagina Contatti.