Regione Veneto: Sussidi ad Alitalia, anche un volo Venezia – Reggio Calabria

Riporto dal Corriere del Veneto:

Marco Polo, la Regione stringe la mano all’Alitalia.

Sei milioni per sostenere nuove rotte all’aeroporto di Venezia Manzato: bandi per cinque tratte, tra cui Varsavia e Sofia.

VENEZIA — Le prime strette di mano con Roberto Colaninno e Rocco Sabelli risalgono allo scorso maggio, quando la coppia di comando di Alitalia-Cai venne a Venezia per smentire l’accusa di Enrico Marchi di essere «desaparecidos». Ora, dopo il primo compleanno della compagnia di bandiera lo scorso 13 gennaio, il vicepresidente della Regione Veneto Franco Manzato, che ha anche la delega al Turismo, è pronto a stringere: «Metteremo sul piatto 6 milioni di euro nei prossimi due o tre anni per sostenere nuove rotte e il potenziamento di altre – spiega – Stiamo preparando la norma finanziaria, poi partiremo con i bandi». La lista allo studio prevede due destinazioni europee come Varsavia e Sofia, mentre sul piano nazionale partiranno nuovi voli per Lamezia Terme, Reggio Calabria e Olbia. E anche ieri ad Abano Terme il presidente di Alitalia Colaninno ha confermato il ruolo di primo piano di Venezia: «Abbiamo mantenuto la nostra parola, Venezia è diventata una delle basi operative di Alitalia. Adesso andremo avanti con lo sviluppo insieme all’aeroporto. Con Air France e Sky Team (l’alleanza commerciale tra vettori internazionali di cui Alitalia fa parte, ndr) stiamo implementando anche le rotte internazionali».

Bandi regionali L’idea di Manzato è di ripetere quanto fatto dalla Puglia, che ha investito negli ultimi anni circa 60 milioni di euro per avviare venti nuove rotte dagli scali di Bari, Brindisi e Foggia. Ovviamente qui le cifre in ballo sono inferiori, ma non cambia certo lo scopo. «L’obiettivo è quello di lavorare assieme alle compagnie con una strategia unitaria: piano industriale e idea di sviluppo turistico devono combaciare – spiega l’assessore al Turismo –. Il punto di partenza è ovviamente quello di portare turisti a Venezia e in Veneto, ma contiamo di aumentare anche il traffico business. Se Venezia è ben collegata, potrebbe anche diventare maggiormente uno snodo per rotte intercontinentali». Una specie di mini-hub, dunque. L’unico dubbio sono i tempi, visto che siamo sotto elezioni, ma l’uscita di scena dell’ultra-liberale Giancarlo Galan («Non do soldi come fanno in Puglia», disse proprio in quell’incontro di maggio) non può far altro che bene all’accordo.

Nuove destinazioni Oltre a Varsavia (tre voli a settimana), Sofia (quattro a settimana), Lamezia, Reggio e Olbia (quest’ultima solamente d’estate) il piano prevede anche di trasformare da estivo ad annuale il volo per Cagliari e potenziare anche le frequenze verso Catania, Bari e Brindisi. Ovviamente, essendoci di mezzo dei bandi, non si può dare per scontato che tutte le rotte se le aggiudichi Alitalia. «L’impegno della Regione Veneto, che si affianca a quello continuo di Save, può aiutarci a moltiplicare le opportunità – commenta Marchi, presidente del gestore del Marco Polo – Alitalia sta investendo, ha migliorato l’operativo e intende sviluppare il traffico». Un anno fa, quando partì la nuova compagnia, era stato un pianto: le frequenze settimanali erano state quasi dimezzate e infatti nel 2009 Alitalia, con 999 mila 935 passeggeri, ne ha avuti 85 mila in meno rispetto al 2008. «Ma mentre il primo semestre c’era stata una perdita del 20% sull’anno precedente, nel secondo c’è stato un +6,5%», continua Marchi. Nella prima settimana dell’anno la compagnia ha avuto il 41% di passeggeri in più rispetto alla prima settimana di vita nel 2009.

L’exploit di Bergamo Intanto però il Marco Polo ha perso il quarto posto tra gli scali nazionali, superato da Bergamo Orio al Serio, dietro ovviamente a Fiumicino, Malpensa e Linate: i dati a novembre parlano di 6 milioni 621 mila passeggeri per Orio, 6 milioni 281 per Venezia. «Ma noi abbiamo avuto 70 mila movimenti, loro 60 mila, che però essendo per gran parte low cost viaggiano pieni – spiega Marchi – Noi abbiamo deciso di spostare quel traffico a Treviso: sommando i due scali, superiamo gli 8 milioni».

Per maggiori informazioni visita il Forum alla pagina: http://www.aeroporticalabria.com/forum/viewtopic.php?f=17&t=481


Condividi!

Prenota online e risparmia!
AvisBookingBudgetEuropcarExpediaFlixBusMeridianaMomondoRentalcarsSkyscannerTerravisionTripAdvisorTrivagoVolotea

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Note legali: secondo la normativa vigente ogni utente si assume la responsabilità di ciò che scrive nei commenti. Per richiedere la rimozione di un commento contattare lo Staff attraverso la pagina Contatti.