Aeroporto Crotone: i sindaci della jonica protestano contro SACAL

Riportiamo da Comune.Crotone.it:

Questa è solo una delle prime azioni che mettiamo in campo e non ci fermeremo fino a quando non vedremo gli aerei sulla pista dell’aeroporto Sant’Anna”. Lo ha detto il sindaco Ugo Pugliese non appena sceso da uno dei pullman, dei sei, che sono partiti questa mattina da piazzale nettuno per manifestare a Lamezia presso la sede Sacal.Un appello per il diritto alla mobilità, per il futuro, non solo della provincia di Crotone ma di tutta la fascia jonica, raccolto da sindaci, associazioni, sindacati e comitati cittadini.
A manifestare a Lamezia anche consiglieri comunali della massima assise cittadina, guidata dal presidente del consiglio Serafino Mauro.
Senza colorazione politica ma nell’esclusivo interesse del territorio e di tutta l’area jonica calabrese, partiti alle ore 9.00 da piazzale Nettuno i sei pullman sono arrivati intorno alle ore 11,30 presso l’area cargo terminal dell’aeroporto di Lamezia terme, facendo simbolicamente tappa nei comuni ubicati sulla strada da Botricello a Cropani e presso l’aeroporto Sant’Anna e la cittadella regionale. I manifestanti giunti Lamezia in pullman, si sono ricongiunti con coloro che erano arrivati all’aeroporto lametino con i mezzi propri tra cui una delegazione del Marrelli hospital.
Il nutrito corteo, aperto dai sindaci in fascia tricolore, elevando slogan per la riapertura dell’aeroporto e il diritto alla mobilità, si è recato presso la sede Sacal. Una delegazione dei Sindaci è stata ricevuta dai rappresentanti della società.
Appena conclusa la riunione della delegazione dei sindaci con i rappresentanti della SACAL, ricevuta a seguito della manifestazione indetta per la riapertura dell’aeroporto è stato istituito un tavolo permanente in quanto la SACAL ha comunicato che entro 15 giorni chiuderà trattative con compagnie aeree.
E’ previsto anche un incontro con il presidente della regione Mario Oliverio.
“Si tratta di un tavolo che ha una scadenza precisa. Non siamo venuti a porgere l’altra guancia e se entro la data prefissata non avremo risposte certe andremo avanti con la nostra battaglia per la riapertura dell’aeroporto” ha dichiarato il sindaco Ugo Pugliese.


Condividi!

Voli
VoloteaBluExpressAirItalyLufthansaEurowingsTransavia
Motori di Ricerca
SkyscannerMomondoTrivago
Hotel
Expedia
Autonoleggio
AvisBudgetEuropcarMaggioreSixtRentalcars
Bus
TerravisionFlixBus

19 commenti

  1. Ma perché non dicono ora quali sono le compagnie aeree con le quali stanno trattando?

  2. Il problema è un altro: nel bando co-marketing non hanno potuto inserire le quattro tratte più redditizie perché sulla carta su quelle rotte c’era già CommonSky

  3. Ma perchè non fanno come a Trapani e i comuni mettono i soldi?
    Vogliono le cose con i soldi degli altri?
    La regione ha fatto un bando, se nessuno risponde per crotone mica è colpa loro!

  4. @ Pilota75:
    Come ho già spiegato nel bando non hanno potuto inserire le uniche quattro rotte che avevano qualche speranza

  5. https://www.aeroporticalabria.com/voli-lamezia/aeroporti-calabria-avviso-contributi-alle-compagnie-aeree-per-nuovi-voli-2018-2020/

    Come già spiegato, nel bando non hanno potuto inserire Milano, Bologna, Roma e Londra, praticamente le quattro rotte con più possibilità di sopravvivere

  6. Piena solidarietà agli ABITANTI della Città di Crotone e a quelli della Provincia.
    Non ci sono parole… in questa terra dei poveri.. sempre e comunque bisogna protestare per avere i Servizi e mi fermo qui!

    Comunque la colpa è NOSTRA poiché siamo sempre succubi dei Politici di turno … ogni Votazione Elettorale non riesce ad adeguare gli standard della Buona Amministrazione di questa stupenda terra chiamata Calabria ( in Greco Bizantino: Terra di Ogni Benessere ).

    Dopo il 4 marzo p.v. sarà la volta buona???

    Un saluto a Voi tutti da Domenico.

  7. @ realista:
    Quello è solo un elenco di rotte proposte dalla SACAL che non obbliga nessuna compagnia ad operare quelle rotte. Per Crotone qualsiasi destinazione verrà considerata come NUOVA rotta.

  8. @ realista:
    ma cosa vuoi spiegare…..
    cosa c’entra il bando?
    La verità che non si vuole accettare è che crotone non fa passeggeri.
    Andassero a roma col pullman.

  9. @ DOMENICO:
    La colpa è vostra perchè date ai politici tutta questa confidenza.
    Ma cosa ne sa un sindaco che si permette di far parte del tavolo “tecnico”…cosa ne capisce di tecnico?

  10. @ Roberto Sartiano (Fondatore di AeroportiCalabria.com):
    Nessuno può obbligare una compagnia a mettere una nuova rotta. Non siamo in una dittatura.
    Nell’elenco per cui è stato previsto il contributo regionale per Crotone non si è potuto inserire Roma, Milano, Bologna e Londra perché ad operare su quelle rotte c’era già Flyservus.
    Di conseguenza chiunque volesse aprire rotte da Crotone per queste quattro città o per qualsiasi altra città non prevista dal bando potrà farlo perché siamo in una democrazia ma dovrà farlo senza quei contributi.

  11. @ realista:
    Ma ti rendi conto di ciò che dici?
    Flyservus avrebbe preso contributi? Lo sai qual è la procedura per concedere contributi?
    Concorso solo sulla tua prima affermazione.
    Quindi spiegalo ai crotonesi che pretendono di volare..possono andare a Lamezia!

  12. Alcuni politici stanno dicendo al popolo che quelle quattro rotte non potevano essere inserite perché già presenti a Lamezia.
    Assolutamente falso, considerando che per Reggio sono state inserite senza alcun problema sia Bologna che Londra. E se non sono state inserite Roma e Milano è perché su queste due rotte sono già presenti a Reggio Alitalia e Blu Express.
    Quindi se quelle quattro rotte non potevano essere inserite è perché l’Unione Europea non permette bandi quando c’è già qualcun altro. E mi sembra una regola giusta.

  13. @ Pilota75:
    Nessuno ha detto che Flyservus ha preso contributi. Non mettermi in bocca frasi che non ho detto.

  14. Purtroppo quando su una tratta opera ufficialmente un altro operatore, seppur a libero mercato, l’Unione Europea non permette di indire bandi per dare contributi.
    Questa è la legge e mi sembra una legge giusta.

  15. @ realista:
    Ti prego di non insistere con il tuo ragionamento sbagliato. Ti ho spiegato che in quell’elenco ci sono solo delle destinazioni individuate da SACAL e proposte alle compagnie senza alcun vincolo. Ciò non toglie che i contributi possono essere concessi alla compagnia che abbia intenzione di fare Crotone – New York, ma non presente in elenco, come Crotone – Roma, non presente, ma considerata lo stesso NUOVA rotta e quindi candidata ad avere il contributo.
    Chiudo qui perché si sta parlando del nulla. Nessuna compagnia parteciperà sapendo di avere il contributo per 3 anni ed essendo obbligata a mantenere il collegamento per altri 3 anni senza contributo.

  16. @ Roberto Sartiano (Fondatore di AeroportiCalabria.com):
    Ok, se è così mi fa piacere di essermi sbagliato.
    Mi sembri tuttavia un po’ troppo pessimista sul 3+3

  17. Pilota75, potresti aiutarmi ad interpretare questo articolo del bando?

    Art. 7 COLLEGAMENTI AMMESSI A CONTRIBUTO E ARTICOLAZIONE IN LOTTI
    1. Sono ammessi a contributo esclusivamente i collegamenti riportati in Allegato 1, da intendersi quali connessioni degli aeroporti della Calabria con le destinazioni ivi indicate e viceversa.

  18. @ realista:
    Hai ragione, ho riletto meglio il bando, purtroppo andavo a memoria ricordando il vecchio bando.
    Quindi bisogna attenersi alle destinazioni specificate nell’allegato 1, ovvero quell’elenco di rotte. Bene, a maggior ragione andrà deserto…

  19. @ realista:
    Continuo a non capire ancora il nesso tra l’art.7 e flyservus.
    Tu dici he flyservus non avrebbe preso contributi..allora perchè doveva fare tali rotte?

    Di solito i collegamenti per roma e milano non si mettono a bando perchè sono gli unici in cui esiste (o potrebbe esistere) un minimo di concorrenza (vedi reggio e lamezia).
    Metterli a bando sarebbe un suicidio per un aeroporto.
    Ma questo il “tecnico” sindaco non lo sa..ma siede al tavolo tecnico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Note legali: secondo la normativa vigente ogni commentatore si assume la responsabilità di ciò che scrive nei commenti. Per richiedere la rimozione di un commento contattare lo Staff attraverso la pagina Contatti.