Aeroporto Lamezia: UGL TA, “la situazione dei contrattisti a termine prosegue nel suo itinerario di negazione”

Riceviamo da UGL TA e pubblichiamo:

Anche se i fatti sono una storia consumatasi il il 25 febbraio,come centro studi ricordiamo, per urbanità e coerenza, che non esiste archiviazione per determinati comportamenti che esulano dalla quotidianità del vivere civile.
La SACAL, (gestore unico dei tre aeroporti), del signor De Felice, ci sia permesso di dirlo, non essendo in grado, di concretizzare i fatti e gli atti del triangolo aeroportuale calabro, in modo particolare del Lamezia Terme, sfugge alle conclusioni che da circa un anno e più bloccano lo sviluppo della struttura, ritardando all’infinito gli altri temi esistenti, presentati e pressanti sul rapporto con la base. Ritorniamo su di un tema già ampiamente consumato che lascia, ancora oggi,uno strascico di difficile ricucitura, ponendo l’ente nel mirino della contestazione. La società, sulle ultime VERTENZE LAMEZIA relative ai contrattisti a termine, ha preferito defilarsi affidando la sua rappresentanza ai servizi dei personaggi confindustria, che poco sanno o comprendono del trasporto aereo, ma si sono mossi con un loro sistema, estremamente provocatorio e arrogante, allungando ancor di più le possibili, ma improbabili, soluzioni; realtà annullate, per i comportamenti di chi, è fuori dalle strutture del volo. Nel contempo la situazione prosegue nel suo itinerario di negazione, senza portare alcun chiarimento tangibile che possa cancellare il buio di chiamate a tempo che hanno anni ed anni di temporaneità e ormai puzzano di stantio e di marcio. L’incontro convocato a sorpresa, senza alcun rispetto dei tempi di notifica, in quel di Catanzaro presso la sede della confindustria, è la dimostrazione pratica di una manovra a largo raggio gestita,con ogni probabilità, dietro le quinte, dalla società handling per far firmare, in una scorretta imposizione, un foglio di carta inutile, che avrebbe portato solo danni alle aspettative di quei lavoratori. Una proposta già respinta categoricamente da UIL Trasporti e UGL Trasporto Aereo in netta rottura con CGIL e CISL, tanto da richiedere un intervento delle segreterie nazionali per ricucire il tavolo di trattativa senza divisioni di parte e di idee, ma propense a trovare, finalmente, la conclusione del percorso per consentire, agli stagionali, di non essere più delle figure erranti alla ricerca di se stessi. Evidentemente, la ritrovata unità, non è stata digerita dal responsabile di confindustria che ha reagito in modo platealmente fuori luogo e altamente scorretto, è chiaro, ancora una volta, che non c’è la minima idea di cosa sia il trasporto aereo, ma, in particolare, questo personaggio non conosce neppure il dovere di ospitalità, visto che si è proclamato padrone di casa e quindi legittimato a fare quello che voleva. Non ci risulta, comunque, che la sua associazione sia o fosse delegata a trattare e concludere su materie la cui responsabilità è della SACAL, ne, tanto meno, esiste una qualche abilitazione a fare le veci del presidente della Società e della dirigenza.
Allora? Di chi è stata l’idea di concedere alla confindustria il passaporto di figura trattante in prima persona?
Non pensiamo che sia una invenzione propria dell’ente e del personaggio che lo dirige e non crediamo che tale intervento avrebbe appianato le cose annullando le scelte sindacali, tentando di far firmare quell’accordo castrante con la forza o con le minacce, nuovamente respinto da UIL e UGL.
Come centro studi di settore, invitiamo la società a smetterla con i giochini da corridoio e sedersi unitariamente per discutere l’attuazione di un percorso sui vari temi esistenti che non possono essere dimenticati e tralasciati, senza perdere altro tempo perché la storia del settore non può più permetterselo.

Gianfranco Turino
Presidente
Centro studi, ricerche e programmazioni


Condividi!

Voli
VoloteaBluExpressAirItalyLufthansaEurowingsTransavia
Motori di Ricerca
SkyscannerMomondo
Hotel
Expedia
Autonoleggio
AvisBudgetEuropcarGoldcarMaggioreSixtRentalcars
Bus
TerravisionFlixBus

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Note legali: secondo la normativa vigente ogni commentatore si assume la responsabilità di ciò che scrive nei commenti. Per richiedere la rimozione di un commento contattare lo Staff attraverso la pagina Contatti.