Aeroporto Reggio Calabria: De Felice, “la politica ha fallito”

Riportiamo da avveniredicalabria.it:

Di Francesco Creazzo

Secondo De Felice, il ”Tito Minniti” resta poco attrattivo per i passeggeri siciliani perché manca la programmazione da parte degli amministratori

Il trasporto integrato nell’Area dello Stretto è un tasto dolente per l’aeroporto di Reggio Calabria. Uno scalo che si chiama “Aeroporto dello Stretto” ma che, al di fuori dei fasti degli anni ’80, ha sempre avuto pochissimo coinvolgimento dei passeggeri dalla vicina Sicilia. Ne abbiamo parlato col presidente di Sacal Arturo De Felice.

Presidente, la sua presidenza come si pone rispetto a questo tema?

Non è un’area di nostra competenza, anche se la mia presidenza è stata fautrice di un’attiva collaborazione tra le istituzioni delle due sponde, per esempio con l’implementazione del pontile del nostro scalo. La politica non ha fatto nulla. Il pontile, che nel nostro progetto doveva consentire ai passeggeri messinesi di partire più velocemente da Reggio ma anche a quelli provenienti da fuori di poter raggiungere rapidamente le Eolie, giace in uno stato di abbandono nonostante tutte le nostre sensibilizzazioni. E poi avevamo anche provato a ripristinare un collegamento via pullman, ma non ha sortito gli effetti desiderati.

Come mai?

La politica lo ha pubblicizzato poco, non sono stati effettuati controlli sui passeggeri che, addirittura, salivano sul pullman per traghettare gratis.

Cosa manca al “Tito Minniti” per attrarre i siciliani?

Se lei è arrivato con un mezzo su ruote si rende perfettamente conto che è un’impresa persino arrivarci, in aeroporto. Le strade sono in uno stato che, per carità di padre, preferisco non commentare. In secondo luogo, non c’è una regolamentazione sulla sincronizzazione tra aliscafi e voli. Su questo ci vorrebbe un tavolo tecnico che non posso certamente convocare io: è chi amministra che dovrebbe preoccuparsi di questa implementazione. Nonostante questo, dopo il fallimento del 2017, questo scalo è aperto e continua a crescere. La Ryanair arriverà, ci vogliono solo i tempi tecnici e burocratici.

Se la politica è carente, non si potrebbe avviare una trattativa con i privati? Intendo le associazioni datoriali, le Camere di commercio…

Non ricevo manforte da questi enti: zero assoluto. Ho pregato più volte chi ne è responsabile, ho avuto solo risposte evasive e il problema è stato rinviato. Lo stesso vale per altri enti che si dovrebbero occupare di promuovere il turismo: solo dopo un anno e mezzo abbiamo avuto un minimo di protocollo siglato con la Città Metropolitana. Ciononostante posso dire con orgoglio che l’aeroporto è addirittura in leggero attivo. Una cosa impensabile per una realtà che esce fuori da un fallimento da appena un anno.

I “bookmakers” vociferano di una sua discesa in politica…

I bookmakers lasciamoli alle corse. Ho un impegno con Sacal che intendo rispettare.

Fonte: http://www.avveniredicalabria.it/5109/area_dello_stretto_de_felice_A%EF%BF%BDla_politica_ha_fallitoA%EF%BF%BD.html


Condividi!

Voli
VoloteaBlu Express (Blue Panorama)Air ItalyLufthansaEurowingsTransavia
Motori di Ricerca
SkyscannerMomondo
Autonoleggio
AvisBudgetEuropcarGoldcarMaggioreSixtRentalcars
Hotel
Hotels
Bus
TerravisionFlixBus

18 commenti

  1. Nicola tortorella

    Ancora con la storia che Rynair arriverà a Reggio ..mah illudere la gente

  2. le favole le favole……….ancora credo alle favole……………

  3. Titolare l’articolo con “La politica ha fallito” assomiglia al classico rito assolutorio, tutti colpevoli nessun colpevole. Che si facciano nomi e cognomi di chi contribuisce allo sfacelo dell’aviosuperficie reggina, in particolare, e del sistema infrastrutturale calabrese, in generale. Forse ci dovrebbe essere un assessore regionale ai trasporti che dovrebbe occuparsi di questi problemi, anche se capisco che in questo periodo ha ben altro a cui pensare.
    Poveri noi in che mani siamo.

  4. @ PAOLO:
    come favole? non eri tu a dire che la politica stava lavorando per fare avere il linate e altri voli?
    se anche de felice non ci crede, forse ho ragione io.

  5. @ Pilota75:
    ho detto che se vuole la politica il volo lo mettono nn cambiare le parole. E poi a maggio si vota, guarda caso!!!!!!!!!

  6. @ PAOLO:
    E’ evidente, da quanto affermato da Sacal, che la politica non è interessata a reggio.
    discorso finito, a maggio si votano le europee che non hanno alcun impatto con l’aeroporto di reggio (infatti non ho mai votato).

  7. @ Pilota75:
    Si vota anche per il sindaco mi sa…..

  8. è inutile scaricare le colpe, tutti sono responsabili perchè non all’altezza dei loro compiti. Dovrebbero fare un corso in lombardia,in piemonte, in emilia romagna per imparare a gestire le aziende. Com’è possibile che a Reggio sono tutti miopi, mai un problema che venga risolto. Fatevi ogni tanto una domanda! Poi vi lamentate che i vostri figli sono costretti ad andare via. Certo se i loro padri sono incapaci, è ovvio. L’aeroporto è importante anche senza i siciliani, potrebbe portare sviluppo insieme a dei progetti turistici e non solo. Se non siete capaci dimettetevi!!! Date spazio a chi ha voglia di far crescere la città, che sta morendo!

  9. @ pino furnari:
    Hai perfettamente ragione, concordo in tutto.

  10. ma il piano industriale?

  11. Sempre a proposito di De Felice, ieri c’è stato un botta e risposta tra la Dieni e il presidente Sacal.
    La prima accusando SACAL di mancata programmazione, il secondo ribattendo con la solita manfrina che ha salvato l’aeroporto.
    Ora, la Dieni non mi starà simpatica, però le sue preoccupazioni mi sembrano fondate. Questa mancanza di certezza spinge quei 4 gatti che prenotano su REG e quei 2 TO a programmare tutta l’attività da altri scali.

    Ragionamento che finisce qui ed evita ulteriori considerazioni soggettive.

    Saluti

  12. @ Autsaider:
    La Dieni, però, dovrebbe fare pace col cervello; su questo DeFelice ha ragione.
    fino a 1 mese fa la ragazza pontificava:
    https://www.corrieredellacalabria.it/regione/reggio-calabria/item/174229-aeroporto-di-reggio-dieni-la-proroga-e-merito-di-alitalia-e-del-ministero/

  13. @ Pilota75:
    Rientrava nel concetto di simpatia.

    Comunque siamo messi bene…alla grande.

  14. @ Autsaider:
    Per un aeroporto regional andiamo bene.

  15. @ Pilota75:
    E per favore non c’e’ bisogno di usare l’aggettivo “regional” quando ti riferisci all’aeroporto di Reggio, mi sa tanto di sfottò.

  16. Roberto Sartiano (Fondatore di AeroportiCalabria.com)

    @ Franco:
    Nessun sfottò. La dicitura corretta è “Regional”, lo usa anche ENAC nei suoi documenti, report, ecc…
    Lo vedi che sei anche tu ad alimentare polemiche anche quando non c’è motivo?

  17. @ Franco:
    sfottò? E’ la dicitura pe ri piccoli aeroporti in ambito europeo!
    Ripeto, se non hai idea di aviazione, evita di scrivere.
    @ Roberto Sartiano (Fondatore di AeroportiCalabria.com):
    grazie.

  18. @ Gio:
    perchè tifoso?
    Io non sono un appassionato, io vivo nel mondo dei trasporti.
    che non sia un esperto lo pensi e dici tu.

    posso avere i pregi al pari di molte altre città?
    E’ da ieri che chiedo un motivo uno per cui un turista dovrebbe stare qui un fine settimana (al netto quindi dei bronzi che li visiti in 20 minuti) e nessuno mi risponde.

    Secondo te nel mondo sono tutti cretini che non vedono questo potenziale inespresso di Reggio…per questo non va avanti la città perchè tutti sono convinti di stare nella civiltà.

    Fai una cosa, prendi un volo da lamezia per la germania a 10 euro, fatti un giro a colonia, francoforte, monaco e forse capirai perchè nessuno verrà mai qui neanche per 10 minuti…mettiti nei panni di uno di milano, cosa viene a fare qui? per soffrire?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Note legali: secondo la normativa vigente ogni commentatore si assume la responsabilità di ciò che scrive nei commenti. Per richiedere la rimozione di un commento contattare lo Staff attraverso la pagina Contatti.