Aeroporto Reggio Calabria e Crotone: i Comitati scendono in piazza il 24/02/2018

Riceviamo dal Comitato Pro Aeroporto dello Stretto e pubblichiamo:

La situazione di emergenza in cui è ripiombato l’aeroporto dello Stretto, con evidenti conseguenze sul tessuto economico e sociale del territorio, richiede la partecipazione decisiva di tutta la cittadinanza e di coloro che ne rappresentano gli interessi collettivi.
Invitiamo, pertanto, ad aderire alla mobilitazione generale che si terrà sabato 24 febbraio 2018, alle ore 10:30, con partenza Piazza Duomo e direzione in Piazza Italia.
Precisiamo, che la manifestazione, come caratteristica del Comitato, non avrà connotazioni di parte e, pertanto, sarà priva di bandiere politiche. Perseguirà l’unico obiettivo di risollevare le sorti dell’aeroporto e dell’area dello Stretto.
Si è provveduto, inoltre, a inviare preventivamente un’istanza al Prefetto di Reggio Calabria, articolata in specifiche richieste idonee a porre fine alla continua precarietà del servizio di trasporto aereo e a favorire gli investimenti degli operatori economici.


Riceviamo dal Comitato Cittadino Aeroporto Crotone e pubblichiamo:

Manifestazione per dimostrare quanto i cittadini di Crotone vogliono lottare per un diritto alla mobilità di fatto negato.
Tanti giri di parole ma a distanza di mesi la città risulta sempre più penalizzata dalla carenza di infrastrutture!
Bisogna lottare insieme.



Condividi!

Voli
VoloteaBluExpressAirItalyLufthansaEurowingsTransavia
Motori di Ricerca
SkyscannerMomondoTrivago
Hotel
Expedia
Autonoleggio
AvisBudgetEuropcarMaggioreSixtRentalcars
Bus
TerravisionFlixBus

42 commenti

  1. Ancora col piano industriale?
    Ma hanno difficoltà a leggere? E’ noto da mesi e lo stanno migliorando.

  2. manifestare è un diritto sacrosanto ancora di più se fatto in maniera civile e senza simboli politici, si remma tutti dalla stessa parte. favorevolissimo per gli aeroporti di Reggio e Crotone. Ottima iniziativa facciamo sentire la ns voce e nn abbassiamo la testa come i somari

  3. Il piano industriale non è da migliorare perché non c’è. La società incaricata solo adesso a redigerne uno deve avere delle linee di condotta o comunque il progetto di investimenti su Reggio. Chiediamo pertanto che sia sottoscritto l’ impegno con la garanzia del governo tramite il Prefetto quale UTC. Serve l’inpegno per stabilizzare prevalentemente vettori di Linea e non solo punto punto essendo questa non una meta finale.
    La Regione inoltre deve provvedere a inserire in bilancio i fondi per l’infrastruttura e per ridurre il costo del passaggio nave nell’area dello strettoia
    Lá città Metropolitana deve attivare fondi e programmi che stimolino la mobilità con progetti ed eventi.
    Il resto lo facciano cittadini ed imprenditori.

  4. @ carmelo:
    Manifestare per cosa? Ancora non si è capito.
    @ Francesco:
    Il piano industriale c’è; se poi si vuole far finta che non esista solo perchè non dice “spenderemo 10 mln l’anno per avere ryanair” è un altro discorso.

    I vettori sono stabili; pensa che reggio è l’unico aeroporto in cui alitalia ha circa 50 dipendenti suoi! Più stabile di così!

    I fondi per l’infrastruttura c’erano, li hanno fatti perdere.
    la città metropolitana non ha competenze sugli aeroporti.

  5. 1-Il piano industriale valido per le condizioni di assegnazione della gestione non c’e tanto é l’incarico affidato oggi alla redazione.
    2-Non si può non avere un vettore tipo Alitalia per evidenti ragioni di continuità del trasporto
    3-Non si possono avere due voli in partenza perché si hanno tempi di transito oltremodo sporopozionati rispetto al tempo di volo
    4-La città Metropolitana non deve sostituirsi alla società di gestione ma deve attivare progetti di mobilità mediante i canali di propria competenza ovvero bandi europei ed accordi di scambio con altre realtà.
    5-La regione deve intrdurre somme come per Lamezia
    6- Sacal/Regione se ha l’interesse per l’estinzione graduale è programmata del terminale la città impedirá che ciò accada.

  6. @ Francesco:
    1- Il piano c’è; è stato divulgato in televisione, su internet e credo anche su questo sito.
    2- Alitalia infatti c’è; è l’unico aeroporto in cui ha dipendenti propri.
    3- Non si capisce; puoi scrivere in italiano?
    4- le competenze della città metropolitana non riguardano i trasporti extraurbani.
    5- non si capisce cosa intendi, di quali somme parli?
    6- anche qui non si capisce, di quale terminale parli? Puoi scrivere in italiano?

  7. demetrio pavone

    Non ci perdiamo in critiche,Non aspettiamo la manna dal cielo,contro la sordità di molti cittadini reggini che va avanti dagli anni ’70,è ora di manifestare contro questi politici locali e nazionali.Noi del 38° parallelo non viviamo solo di aria e di mare.GUAI chi ci toglierà l’AEROPORTO,pertanto giorno 24/02/2018,tutti in Piazza Duomo senza strumentalizzazioni politiche a GRIDARE REGGIO CALABRIA DEVE CONTINUARE A VOLARE MEGLIO DI PRIMA.

  8. Con la testa e con il cuore sarò anch’io alla manifestazione del 24 febbraio. Non posso esserci perché come centinaia di Reggini sono al Nord per lavorare e il viaggio Venezia – Reggio Calabria è una via crucis adesso come 35 anni fa. Abbiamo il diritto di avere più collegamenti possibili dall’aeroporto di Reggio, non solo per portare turisti nel nostro territorio, ma anche per non fare sentire perennemente in colpa chi come me ha così tanta difficoltà a tornare a “casa” dove sono rimasti genitori anziani che si sentono sempre più abbandonati e isolati ! Continuiamo a lottare !

  9. Anni di piani di rilancio e soldi investiti male, Amministratori delegati,con curriculum certo importanti, come si diceva una volta? Si… ecco pezzi da novanta (riferito alle competenze qualificate dei soggetti), che di volta in volta si sono avvicendati alla guida del Tito Minniti… I risultati li sappiamo tutti….. Aeroporto in crisi da una parte… In Sicilia invece crollano i viadotti progettati da altrettanti ingegneri, di quelli bravi s’intende…. Classe politica a mio avviso incapace di progettare il futuro… Ancora dopo anni siamo qui a parlare di rilancio dell’aeroporto…… Ma non è tutta colpa invero della classe politica e dirigenziale…. No anche lo Stato ha le sue colpe…. Provate a pensare se in Italia fosse vietato alle Amministrazioni pubbliche di avere partecipazioni (e di buttar milioni di euro miei e di tutti i cittadini), in infrastrutture che diamine anche Gargamella o persino Puffetta sarebbe in grado di gestire con profitto…. Beh credo che un A.D. consapevole che i milioni di euro arrivano in cassa dal duro lavoro, e non facilmente dalle tasche dei contribuenti…. Beh… Forse….

  10. E’ una vergogna che una regione come la Calabria, che ha tanto da offrire al turismo, sia praticamente tagliata fuori per mancanza di collegamenti. Inoltre vi sembra normale che i cittadini calabresi per raggiungere le altre regioni d’Italia si debbano sbobbare ore e ore di pullman o complicati viaggi in treno?

  11. @ Ambra Medici:
    Non è normale…infatti esiste l’aereo. Partono aerei sia da Reggio che da Lamezia. Non capisco di cosa ti lamenti.

  12. Comunque vada sarò presente alla manifestazione.. per Reggio Calabria… per Crotone …ma sopratutto per Noi Tutti Calabresi !

    E’ vergognoso che la Politica sotto le Elezioni si muova ed esce dal volontario letargo …in ogni parte della Calabria si vede questo ignobile e costante modus operandi…

    La Società Unica Aeroportuale imposta dall’alto e voluta da una “certa” Politica DEVE avere il coraggio di sapere ponderare gli appetiti e SOPRATUTTO sapere rilanciare un valido e idoneo sviluppo industriale sia dell’Aeroporto dello Stretto e sia anche del voluto defunto Aeroporto di Crotone….

    Decorsi i trent’anni…ai posteri l’ardua sentenza!!

    Un Saluto a Tutti Voi da DOMENICO

  13. @ Pilota75:
    Abbiamo le scatole piene di navette, pontili ecc. ecc. quando poi mancano i VOLI. Al nostro aeroporto servono i VOLI non le navette. Con le navette non si vola.

  14. Giuseppe Monizzi

    Sacal ha vinto una gara europea presentando, come legge impone, piani industriali, garanzie economiche e struttura manageriale adeguata, almeno per come verificato da enac che, per conto di noi cittadini/proprietari veri dei nostri aeroporti, li detiene. Non sono beni né di Riggio né di Oliverio, non dimentichiamolo mai! Ormai è venuto fuori che tutto è stato falsato e fatto spudoratamente in maniera illegale! In un Paese europeo e normale le manette già avrebbero tintennato da tempo! Ma quando ci renderemo consapevoli di essere noi cittadini, tutti, titolari di diritti? Se pensassimo ai nostri aeroporti, Crotone e Reggio, come parte di casa nostra affidata a un ente per valorizzarla cosa faremmo? I nostri padri che con sacrificio ci hanno lasciato queste infrastrutture si staranno girando nelle loro tombe! Chissà per cosa verrà ricordata la nostra generazione! Fuori gli incapaci e chiediamo ad enac e a chiunque di valorizzare e riavviare i nostri aeroporti, io da Crotone vedevo finalmente alberghi pieni , pizzerie e negozi riaprire col sorriso quando tanti, ma davvero tanti ci venivano a far visita! Finalmente non più schiavi del politicante di turno! Ma questo era troppo per questi politici/ mafiosi da strapazzo, quindi aeroporto di crotone caput! Il 4 marzo non dimenticheremo! A casa gli incapaci e i truffaldini abituali!!!

  15. @ Nino52:
    Perchè lo dici a me?
    Devi chiedere alle compagnie aeree del perchè non volano da Reggio.

  16. @ Giuseppe Monizzi:
    Scusa ma dove sarebbe venuto fuoi che era tutto falsato?
    Gli atti sono pubblici.
    In un paese normale, uno che dice ciò che hai detto tu sarebbe denunciato per diffamazione e calunnia.

  17. @ Giuseppe Monizzi:
    Caro giuseppe condivido in parte e ti stringo la mano virtualmente.

  18. Giuseppe Monizzi

    @ Pilota75:
    Niente è stato reso pubblico caro amico, tanto che solo dopo minacce di denuncie da parte di validi sindacalisti e dopo un anno la sacal ha reso pubblico il piano industriale che ha dovuto presentare in sede di gara e utile al conseguimento dell’aggiudicazione, e che mai è stato attuato in quanto lo sta riscrivendo, e non so quanto questo sia lecito dato che ha contributo al calcolo di punteggi. Lo stesso dicasi per necessari dati di solidità economica smentiti dopo pubblicamente e spudoratamente dicendo di non essere in grado di gestire Crotone. Tradotto: il mio unico interesse era chiudere un fastidioso scalo concorrente.Struttura che, ribadisco, è pubblica e quindi di ognuno di noi! Non esclusivo bene di De Felice o altri che per conto nostro hanno il DOVERE di gestirla al meglio, non certo di aggiudicarsene la gestione, sbarrando la strada ad altri concorrenti, per chiuderla!

  19. @ Giuseppe Monizzi:
    Non perchè tu non sei a conoscenza del piano industriale significa che non sia pubblico e ampiamente divulgato su reti televisive, giornali e finanche online.
    Informati.
    Perchè De Felice dovrebbe gestirla per conto tuo? sei un azionista della sacal?
    La città di reggio calabria ha deciso di non acquistare le quote della sacal.
    L’aeroporto è aperto, se hai un aereo puoi utilizzarlo. Gli aeroporti esistono per gli aerei non per le persone.

  20. Avete visto la manifestazione a reggio?
    30 persone..ridicoli!
    Neanche tutti gli ex dipendenti sogas…..
    Una manica di ivasati, ignoranti…
    ci stava uno che addirittura ancora parlava degli anni ’70
    Per non parlare delle cavolate di ogni tipo…ahahah

  21. Giuseppe Monizzi

    @ Pilota75:
    Per conto dei proprietari di ogni cosa pubblica che, proprio perché pubblica è di noi tutti. Lo stipendio di De Felice esca da soldi dei calabresi essendo Sacal per lo più di proprietà pubblica, per questo è al mio servizio ed anche al tuo. L’aeroporto è pubblico e deve funzionare perché nasce per questo. Francamente mi pare un concetto semplice, gli arei servono alle persone non solo a chi ne possiede uno privatamente caro amico

  22. @ Pilota75:
    Pilota ogni persona ha diritto di protestare e non è giusto che tu la offenda in questo modo. Non mi sembra che fai più figura tu da leone da tastiera senza identità. Alcune dei tuoi interventi li condivido altri proprio no.
    Saluti

  23. @ Giuseppe Monizzi:
    Sembri un disco rotto, che ripete le cose senza avere alcuna conoscenza dei fatti.
    Un atto di concessione prevede che il concessionario (la sacal in questo caso) mantenga apero l’aeroporto negli orari previsti da enac.
    L’aeroporto di crotone è aperto al traffico? SI
    L’aeroporto di Reggio è aperto al traffico? SI
    L’aeroporto di Lamezia è aperto al traffico? SI

    La sacal sta assolvendo al suo compito.
    Punto.

  24. @ Luigi:
    A chi avrei offeso?

  25. Giuseppe Monizzi

    @ Pilota75:
    Assolutamente errata, mi permetto, la tua affermazione. Se ti do in uso una cosa costosissima come uni scalo aeroportuale devi farlo funzionare al meglio per fornire un servizio ai veri proprietari, le persone che pagano le tasse e devono ricevere servizi e riscontro da ciò. Non hai solo il semplice dovere di aprirlo e per prenderti una cosa tanto costosa e importante presentare libri di favole come piani industriali/ fiaba che ti permettono di superare altri concorrenti magari più capaci e che poi non realizzi . Proprio perché non si tratta del semplice “aprire” si richiedono piani industriali che significano analisi serie e sviluppo, altro che aprire e basta. Comunque rispetto il tuo pensiero ma non lo condivido, con tanto di nome e cognome, anche per eventuali denuncie di diffamazione che non temo, non avendo mai diffamato nessuno ma semplicemente imposto DOVERE a chi ha promesso e sottoscritto impegni che non ha onorato, il tutto con i soldi anche miei, pagando ,io, regolarmente le tasse. Buona serata.
    Sottoscrivo inoltre il rispetto per chi manifesta, anche se dovesse essere solo una persona.

  26. @ Giuseppe Monizzi:
    La mia affermazione non è errata.
    Hai letto il contratto di concessione?
    Sai cosa prevede?
    Sai quali sono i compiti previsti dalla legge per il gestore aeroportuale?

    Perchè non ti informi e studi prima di scrivere corbellerie?
    Il piano industriale non è relativo allo sviluppo del traffico ma è relativo alla struttura ed alla gestione dei servizi aeroportuali.
    Infatti hanno presentato un piano industriale coerente con le finalità della gestione e del bando.

  27. Giuseppe Monizzi

    @ Pilota75:
    troppa supponenza e prepotenza in questo sito che pensavo fosse serio, buona fortuna a tutti ed evviva la bella Reggio Calabria!

  28. @ Giuseppe Monizzi:
    Scusa, che senso ha mettere di mezzo il Sito quando la conversazione è solo tra te e Pilota75? Prenditela con lui… no?
    Grazie.

  29. @ Giuseppe Monizzi:
    supponenza?
    ti ho citato le leggi e il contratto e ancora parli?
    Ma tu lo hai letto il contenuto della concessione? SI o NO?
    Conosci i compiti del gestore aeroportuale? Non la tua volontà ma ciò che prevede la legge.
    addio

  30. il diritto ha manifestare è sacro ed è stato comquistato con tanti sacrifici, soprattutto se si tratto di manifestazioni pacifiche e nn strumentalizzate. Condivido come tanti in questo sito questo diritto e mi dispiaccio per chi ha solo
    pensieri negativi in merito. Una stretta di mano virtuale per il Sig. Monizzi che ha fatto una disamina coerente. Nn mollare

  31. @ carmelo:
    nessuno ha contesato il diritto a manifestare.
    Allo stesso modo esiste il diritto di opinione.
    Per me, per i giornali, telegiornali e opinione pubblica, la manifestazione è stata un flop.

  32. Ma no, dai Pilota75…..
    Forse non ti sei accorto che tra i 30 c’era il buon Domenico la cui presenza lascia pochi dubbi sulla connotazione politica di quella breve e strumentale passeggiata.

  33. @ Emigrato:
    Non conosco Domenico personalmente; ma avevo capito (da quanto letto nei vari comunicati) che non avevano alcuna connotazione politica.
    Ora capisco alcune cose.
    Grazie.

  34. @ Emigrato:
    Ah hai ascoltato anche tu l’intervento di DOMENICO…

  35. @ Roberto Sartiano (Fondatore di AeroportiCalabria.com):
    @ Pilota75

    Ascoltato no.
    – Letto la sua inconfondibile firma –
    “Un Saluto a Tutti Voi da DOMENICO”
    si.

  36. Caro Pilola75
    il diritto di opinione è un diritto è vero assolutamente concorde con te quello di offendere credo di no ( 30 persone..ridicoli!).
    un sincero saluto

  37. @ carmelo:
    Non è un’offesa ma una constatazione. Quanti erano? Lo hanno scritto tutti i giornali che non c’era nessuno.

  38. @ Pilota75:
    Sarebbe stata una constatazione se ti fossi limitato a scrivere che erano in 30. Nel momento in cui li apostrofi come “ridicoli” li stai offendendo.
    Il fatto in se’ che siano stati in pochi non li rende ridicoli.

  39. @ Dome:
    a me han fatto ridere nel leggere i cartelloni “Reggio deve volare” e a Reggio non è fregato nulla della manifestazione; quindi sono ridicoli.
    Se poi ci vuoi vedere un’offesa fai pure.

  40. Mi domando quando si faranno interventi costruttivi , sempre le solite cose si leggono.

  41. @ PAOLO:
    credo mai visto il basso livello di preparazione della maggior parte dei frequentatori.
    O si chiedono cose impossibili oppure si affermano cose che non stanno nè in cielo nè in terra.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Note legali: secondo la normativa vigente ogni commentatore si assume la responsabilità di ciò che scrive nei commenti. Per richiedere la rimozione di un commento contattare lo Staff attraverso la pagina Contatti.