Aeroporto Lamezia: SACAL, “38 milioni di investimenti in autofinanziamento”

Riceviamo da SACAL e pubblichiamo:

Sacal per i prossimi tre anni oltre 38 milioni di investimenti in autofinanziamento

Lamezia Terme 3 febbraio 2017 – Dati positivi per la Sacal vengono confermati dall’Enac nel report 2017 “Stato di attuazione degli investimenti aeroportuali in Italia”. Nel documento tecnico finanziario, che analizza lo stato di avanzamento degli interventi previsti nel Piano Quadriennale degli investimenti 2016/2019, emerge lo sforzo economico finanziario della società di gestione per lo sviluppo infrastrutturale. Oltre gli aspetti tecnici, il documento analizza anche i dati di traffico dell’aeroporto di Lamezia Terme che, nell’arco temporale di dieci anni, dal 2005 al 2015, ha incrementato i volumi di traffico passeggeri con una crescita media del 6% annuo. Nel 2015 lo scalo lametino ha raggiunto oltre 2.300.000 passeggeri e nel 2016 supera i 2.500.000 con un incremento del 7,7%,  sebbene il Report stesso evidenzi la scarsa accessibilità ai poli aeroportuali da parte dell’utenza per la carenza di mezzi di collegamento, criticità che limita fortemente lo sviluppo aeroportuale e dell’intera economia regionale.

Come viene evidenziato nel Report, la spesa prevista dal Piano quadriennale degli investimenti 2016/2019 per la costruzione del’aerostazione passeggeri, infrastrutture di volo, viabilità e parcheggi, reti e impianti, manutenzione straordinaria, è di 63.921.000 euro di cui 32.471.000 da finanziamento pubblico e 31.450.000 la quota spettante alla società di gestione dell’aeroporto di Lamezia Terme. Nel corso del 2016, nel rispetto del Piano approvato da Enac a ottobre 2015, il totale corrisposto è stato di 2.390.000 euro in autofinanziamento, per interventi effettuati per l’aerostazione passeggeri, le infrastrutture di volo, la manutenzione straordinaria, le reti e impianti.

“Un investimento importante messo in campo da Sacal – commenta il presidente della società di gestione dell’aeroporto di Lamezia Terme – che, in linea con il timing e con le previsioni di spesa del Piano Quadriennale, ci ha consentito di assicurare lo sviluppo e il mantenimento delle infrastrutture e garantire standard di qualità elevati ai nostri passeggeri. Siamo ancora all’inizio, nei prossimi tre anni il nostro impegno di spesa sarà considerevole. Per il 2017 prevediamo per Sacal un investimento di circa 2 milioni di euro, nel 2018 di 24.500.000 di euro e 11.925.000 nel 2019. Naturalmente – aggiunge il presidente Colosimo – la fetta più importante sarà impegnata per la costruzione della nuova aerostazione, per la quale la Sacal parteciperà con un investimento del 67%

rispetto al 33% di finanziamento pubblico. Con un impegno così importante in termini economici e di gestione, il finanziamento di Ryanair, ad oggi a totale carico di Sacal, e con importanti ricadute negative sul bilancio, richiederà per il suo mantenimento un’adeguata sinergia con i principali attori pubblici del sistema turistico calabrese.”

S.A.Cal. SpA


Condividi!

Prenota online e risparmia!
BookingEuropcarExpediaFlixBusLufthansaMeridianaMomondoRentalcarsSkyscannerTerravisionTrainlineTripAdvisorTrivagoVolotea

6 commenti

  1. Vediamo se i soliti noti continueranno a dire che la regione paga Ryanair….

  2. Sarebbe tutto molto bello se Sacal fosse una società privata, ma visto che è per la stragrande maggioranza composta da soci pubblici i soldi di cui si parla sono principalmente pubblici…E le “importanti ricadute negative sul bilancio” di cui si accenna saranno principalmente pagate da soci pubblici di cui sopra…Da qui la patetica chiusura del comunicato…

  3. @ xxx:
    ma tu conosci la differenza tra capitale societario e contributi?
    se hanno fatto un muto bancario per pagare ryanair, mi spieghi come fanno ad essere pubblici i soldi?

  4. …Della banca! È chi le paga le rate?

  5. @ xxx:
    Le rate si pagano con i ricavi.

  6. Pare che a breve inzieranno i lavori preparatori per due o tre nuovi stand

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Note legali: secondo la normativa vigente ogni utente si assume la responsabilità di ciò che scrive nei commenti. Per richiedere la rimozione di un commento contattare lo Staff attraverso la pagina Contatti.