Aeroporto Reggio Calabria: l’Avv. A Chizzoniti interviene sulle limitazioni

Riceviamo dall’Avv. A. Chizzoniti e pubblichiamo:

“Affermo senza mezzi termini e mi assumo tutte le responsabilità che alla Sogas dopo il dilagante saccheggio di pubbliche risorse emerge anche il gusto sadico della farsa teatrale e dell’insulto all’intelligenza di un bambino. A questa ormai tragicomica vicenda solo la Procura della Repubblica reggina può – sempre che ritenga di farlo –scrivere la parola fine”. Infatti, correva l’anno 2013, esattamente il 31 ottobre, quando il Presidente della Sogas Porcino diffondeva “urbi et orbi” “la gratitudine all’ENAC per aver notevolmente mitigato le limitazioni tecnico operative anche sul fronte dell’addestramento dei piloti”, aggiungendo che “sarà possibile il training a distanza per i piloti tramite specifica piattaforma e-learning e apposito visual che forniremo alle compagnie”, chiosando, ieri come oggi, in termini trionfalistici “siamo andati oltre ogni più rosea aspettativa”. Anche due anni or sono il Dott. Porcino sottolineava (così come ha fatto oggi in conferenza stampa) che “siamo pervenuti alla mitigazione delle attuali limitazioni esistenti sull’aeroporto grazie alla qualità ed alla autorevolezza dello studio prodotto e presentato all’ENAC. Un’attività che – Porcino dixit – già nell’ottobre 2013 racchiudeva due lunghi anni di sacrifici ed impegno quotidianamente profuso per raggiungere questo importante obbiettivo”. Ed allora, visto che già due anni or sono era stato raggiunto un importante obbiettivo, vuole spiegare la Porcino-Raffa Corporation la portata delle odierne ulteriori mitigazioni maturate a seguito di “tre anni di lavoro” (e siamo a cinque) per ottenere questa rimodulazione che ci è stata rilasciata da ENAC? Quelle sbandierate il 31/10/2013 ubbidivano ad una logica fuorviante e fraudolenta? Siamo alle solite giaculatorie strumentalmente prospettate qualche giorno prima della delicatissima assemblea dei soci volta ad esaminare il bilancio Sogas erede di quello del 2013 del quale la Provincia Regionale di Messina ha già chiesto la nullità al Tribunale delle Imprese di Catanzaro. In questo contesto più da compiangere che da condannare la difesa di ufficio assunta dal Com. Pugliatti, dalle origini grecaniche che ho conosciuto personalmente, laddove anche lui si avventura sul terreno irto e sconnesso delle “limitazioni di tipo tecnico ed operativo che hanno inciso in maniere decisiva per il mancato sviluppo della struttura”. Si informi Com. Pugliatti sul “manico” del binomio Porcino-Calarco e sul disagio dei componenti il c.d.a., alcuni dei quali non possono esercitare il mandato per oggettive difficoltà, sul depotenziamento dello stesso c.d.a. ormai ridotto ad una forma di notaio rogante delle decisioni del Dott. Porcino, sempre più amministratore unico che presidente, sulla invenzione di crediti inesistenti per trasformare le perdite di bilancio in utili d’esercizio, sulle assunzioni – mai contestate – per chiamata diretta di taluni privilegiati, sulla sudditanza di taluni sindacalisti, ecc., tutto fin qui inutilmente devoluto alla verifica della Procura della Repubblica.

Aurelio Chizzoniti


Condividi!

Prenota online e risparmia!
BookingEuropcarExpediaFlixBusLufthansaMeridianaMomondoRentalcarsSkyscannerTerravisionTrainlineTripAdvisorTrivagoVolotea

6 commenti

  1. Bravo Chizzoniti!
    Se poi vogliamo dirla tutta, se realmente avevano eliminato qualcosa, sarebbe bastato pubblicare un notam e farlo entrare in vigore subito, specie per i piloti già abilitati.
    In realtà tra 60 giorni diranno che enac non ha pubblicato nulla, colpa loro, bla bla bla.

  2. Diciamo che gli aeroporti Calabresi si danno un bel da fare.
    Ma li la magistratura sarà più veloce?

  3. @ giuse79:
    certo..invece a reggio tutti assunti per curriculum…mah!

  4. @ giuse79:
    non penso che sia una cosa seria , roberto pubblica sempre i vari comunicati sindacali , gli esposti roboanti del Chizzoniti , quindi se non lo ha pubblicato niente non è nulla di rilevante.

  5. Il solito schifo italiano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Note legali: secondo la normativa vigente ogni utente si assume la responsabilità di ciò che scrive nei commenti. Per richiedere la rimozione di un commento contattare lo Staff attraverso la pagina Contatti.