Sogas: verso il superamento delle attuali limitazioni per la concessione Enac ventennale

Riporto da Strill.it:

Il Presidente Sogas Carlo Porcino unitamente con il CdA della Società di Gestione dell’Aeroporto dello Stretto sta operando in diretta sinergia con l’Amministrazione Provinciale di Reggio Calabria presieduta da Giuseppe Raffa quale socio di maggioranza della stessa.
Grazie al prezioso tramite del deputato reggino on. Nino Foti, componente della Commissione Parlamentare Trasporti, Poste e Telecomunicazioni, i vertici di Sogas SpA sono riusciti ad avviare un proficuo e costante dialogo con i vertici nazionali di Enac. Proprio in tale ottica, il Presidente Carlo Porcino ringrazia il Presidente Nazionale ENAC, dott. Vito Riggio, per l’attenzione e la disponibilità in tal senso dimostrata nel favorire il superamento delle attuali limitazioni propedeutico all’ottenimento della concessione pluriennale Enac di lungo periodo.
Le azioni già poste in essere sono volte a perseguire tale obiettivo ponendo in essere tutte le iniziative necessarie e ritenute più idonee alla mitigazione delle criticità infrastrutture di volo dell’Aeroporto dello Stretto.
Trattasi infatti di una conseguenza naturale che vede il logico superamento delle attuali limitazioni che si riferiscono ad una situazione risalente nel tempo a quasi venti anni fa. Oggi grazie agli sforzi compiuti in questa direzione, le attuali situazioni delle infrastrutture aeroportuali sono fortemente migliorate.
I lavori di  ristrutturazione e potenziamento della pista 15-33 sono ultimati, così come il prolungamento della testata della pista 33 ed il prolungamento della testata della pista 15. Inoltre, è stata completata la realizzazione della back-track così come il sistema di raccolta e trattamento delle acque meteoriche.
A breve si procederà a definire anche gli interventi in materia di radioassistenze, di ausili alla navigazione aerea e in ordine agli AVL in atto esistenti. Tutto ciò  al fine di individuare il migliore utilizzo dello scalo sotto il profilo operativo. La finalità conseguente è anche quella di rivedere, per quanto possibile attualmente, le attuali limitazioni imposte da AIP AD2LICR, sempre comunque nel mantenimento dei più alti standard di sicurezza.
Per coordinare tutti questi interventi, come da intese raggiunte in occasione del loro ultimo incontro romano tra il presidente del CdA Sogas Spa ed il Presidente dell’Enac prof. Vito Riggio,  è stato scelto un uomo di provata esperienza conferendo apposito incarico al Comandante Antonino Pugliatti, già Capo Pilota della flotta Airbus family ed MD11 di Alitalia, “reggino” doc, autentico punto di riferimento in Alitalia che vanta grande esperienza aeronautica per la predisposizione di uno studio aeronautico aggiornato alle significative modifiche infrastrutturali ad oggi intervenute e in ordine agli interventi ancora da completarsi. Questa iniziativa si inserisce nel quadro delle azioni volte al superamento delle limitazioni oggi esistenti cosi da ottenere da parte di Enac una concessione pluriennale di maggiore e più lungo periodo, in ipotesi ventennale, quale requisito indispensabile per garantire un adeguato periodo di ammortamento per potenziali investitori interessati al processo di privatizzazione dello scalo reggino.

Fonte:

———————————————————————————————

Breve nota di AeroportoRC.com:

Il Comandante Antonino Pugliatti, in passato, prima dei lavori di riqualifica della Pista 15 – 33 dell’anno 2004, dimostrò per la prima volta come un Airbus A321 Alitalia da quasi 200 posti, potesse operare sullo scalo di Reggio Calabria senza problemi. Seguirono infatti alcuni voli da e per Roma Fiumicino.


Condividi!

Prenota online e risparmia!
AvisBookingBudgetEuropcarExpediaFlixBusMeridianaMomondoRentalcarsSkyscannerTerravisionTripAdvisorTrivagoVolotea

6 commenti

  1. Speriamo bene!!

    Questo dimostra che quando vi è attenzione ai problemi e si cerca di risolverli occorre sempre che la Politica dia una mano, altrimenti non si va da nessuna parte.

    un Saluto a Tutti voi da Domenico.

  2. E’ possibile che questi di sogas debbano sempre scrivere minchiate? Non sanno neanche loro i lavori che hanno fatto e che dovranno fare….non conoscono la materia…sembrano scesi dalla luna…tutte le società italiane hanno la concessione per 40 anni e loro mirano a 20…mistero!
    Per inciso, la certificazione non ha alcuna relazione con le limitazioni.

  3. I agree with Pilota75’s comments.

    regards

  4. Qualcuno può aggiornarci sullo stato dei lavori di rifacimento dell’aeroporto? Grazie.

  5. work in progress 😉

  6. Ma ci è o ci fa?
    Di seguito la nota diffusa dall’ufficio stampa della Giunta Regionale della Calabria:

    “Gli aeroporti di Reggio Calabria e Crotone, così come avevamo annunciato, non chiuderanno. Un primo importante traguardo per scongiurarne la chiusura è stato infatti raggiunto”. È quanto afferma il Presidente della Regione Giuseppe Scopelliti – informa una nota dell’Ufficio stampa della Giunta
    regionale – in merito alla proposta elaborata dall’Enac e deliberata dal Consiglio di Amministrazione e consegnata al Ministro delle Infrastrutture e Trasporti Corrado Passera per la definizione del piano nazionale aeroportuale. Il Piano dell’Enac persegue infatti una visione di rete delle infrastrutture aeroportuali del Paese ed è stato realizzato seguendo la volontà del Ministro Passera di riordinare il sistema. Prevede una riclassificazione di tutti gli aeroporti italiani e definisce una mappa nazionale di 42 scali. “Sono molto soddisfatto – prosegue il Presidente Scopelliti – che fra 18 scali individuati nella mappa come di “servizio” ci siano l’Aeroporto di Reggio Calabria e di Crotone oltre, ovviamente, l’Aeroporto di Lamezia Terme che viene annoverato tra gli scali “strategici”. Un risultato significativo che si accompagna all’importante lavoro che stiamo portando avanti per definire nuovi accordi con le compagnie aeree. Un’operazione che servirà – conclude il Presidente Scopelliti – ad incrementare notevolmente il traffico passeggeri sugli aeroporti di Reggio Calabria e Crotone e mettere al sicuro la permanenza dei due scali all’interno del piano nazionale aeroportuale e rafforzare la rete calabrese”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Note legali: secondo la normativa vigente ogni utente si assume la responsabilità di ciò che scrive nei commenti. Per richiedere la rimozione di un commento contattare lo Staff attraverso la pagina Contatti.