Aeroporto Lamezia: SACAL interessata al bando per la gestione di Reggio Calabria e Crotone

Riceviamo da SACAL e pubblichiamo:

Sacal, riunione del Consiglio di Amministrazione

Lamezia Terme 26 settembre 2016 – Si è riunito oggi, negli uffici direzionali della Società di gestione dell’Aeroporto di Lamezia Terme, il Consiglio di amministrazione  alla cui attenzione è stata posta, tra gli altri punti all’ordine dl giorno, l’analisi del bando pubblicato da Enac per l’affidamento in concessione degli aeroporti di Reggio Calabria e Crotone. Si aprirà per Sacal, laddove il progetto sarà accolto dagli azionisti nella prossima Assemblea, l’opportunità di costruire un percorso di gestione sinergica e coerente nel trasporto aereo in Calabria. La sfida sarà impegnativa e richiederà la convergenza di tutti gli attori politici e istituzionali su un progetto manageriale rigorosamente ancorato a un Piano Industriale. L’esperienza acquisita dallo scalo aeroportuale lametino e la conoscenza del settore rappresentano un buon punto di partenza per una progettualità responsabile e seria sul sistema unico del trasporto aereo che possa ottimizzare le migliori risorse disponibili sul territorio e potenziarne lo sviluppo.

S.A.Cal. S.p.A.


Condividi!

Prenota online e risparmia!
AvisBookingBudgetEuropcarExpediaFlixBusMeridianaMomondoRentalcarsSkyscannerTerravisionTripAdvisorTrivagoVolotea

44 commenti

  1. Buono! Già vedo i pullman tra reggio e lamezia!

  2. Che sicuramente se accadrà sarà una nota positiva. Sto sognando se nel tempo vedrò un aerostazione nuova e qualche volo in più?
    Saluti @ Pilota75:

  3. @ Luigi:
    voli in più non credo, l’aerostazione nuova è probabile

  4. Un’unica società aeroporti calabrese sarebbe un fatto epocale.

  5. Mi raccomando che Comune e Provincia agiscano con il solito spirito di campanilismo invece che creare sinergie delle quali tutti i cittadini reggini potrebbero avvantaggiarsi.

  6. Magari vince il bando SACAL vorrebbe dire sviluppo per il nostro aeroporto r la nostra città dopo decenni di abbandono, i voli arriverebbero subito di questo ne sono convinto

  7. @ alpha82:
    Invece dubito che ci sarebbe un aumento di voli. Mi puoi spiegare perchè dovrebbero aumentare?
    L’obiettivo è quello di avere una gestione efficiente, col personale giusto per la dimensione di Reggio.
    Poi, se ci sta qualche margine si può pensare a qulche incentivazione, ma allo stato attuale non è così.
    D’altronde, non si capisce perchè, ad esempio, alitalia dovrebbe abbassare le tariffe, solo perchè la gestione si chiama sacal e non sogas…quindi…

  8. Partiamo dal presupposto che il nuovo gestore ci deve guadagnare ed ha tutto l’interesse a sviluppare traffico. Se sia Reggio Calabria che Crotone continueranno con il loro trend di passeggeri è chiaro che il nuovo gestore andrà in perdita.

  9. @ Roberto Sartiano (Fondatore di AeroportoRC.com):
    il gestore che fa anche handling, di solito ci perde.
    I pax di reggio sono questi, al max si può recuperare qualcosa da messina, con delle politiche di trasporto efficienti; ma non immaginate che dopo un anno si facciano 1 mln di pax.
    Poi se mi volete dire il motivo per il quale dovrebbero aumentare.
    Alitalia ci ha provato ad esempio, mettendo il bologna, cancellato prima di partire per scarse prenotazioni.
    dobbiamo fare airsud 2?

  10. @ Pilota75:
    Nessuno ha parlato di 1 milione di pax. Si tratta semplicemente di far funzionare un Aeroporto, cosa che fino ad ora non è avvenuto. Qualche giorno fa ho postato i dati di traffico e sono 20 anni che si registrano 500 mila pax senza nessun accenno di crescita. Le persone si aspettano solo qualche volo in più ed a tariffe low cost. Il resto si vedrà…

  11. Io non credo che il nuovo gestore andrà a prendersi anche l’handling probabilmente a reggio continuerà aviapartner che di sicuro è una multinazionale e non l’ultima arrivata così si andrà a risparmiare un grande quantitativo di denaro. E poi continuare sulla falsa riga di adesso sarebbe un suicidio… Speriamo arrivi SACAL e poi vedrai se arrivano vettori seri

  12. @ Roberto Sartiano (Fondatore di AeroportoRC.com):
    Daccordo con te!

  13. @ alpha82:
    Non può, infatti è scritto nel bando che i precedenti contratti di subconcessione contratti da sogas sono annullati.

  14. @ Roberto Sartiano (Fondatore di AeroportoRC.com):
    Ok, ma siamo realisti.
    Alitalia manterrà il monopolio; trovami una buona ragione per la quale dovrebbe abbassare le tariffe.
    BV andrà probabilmente via essendo insostenibile per chi arriva il nuovo contrato (infatto avia già sta mettendo in mobilità).
    ryan, sappiamo che non viene.
    U2 non ci pensa neanche, non siamo un mercato che interessa.
    Ricordo poi che siamo un apt con delle limitazioni e senza ils.
    accetto suggerimenti, seri e motivati, non i soliti nomi tanto per.

  15. @ Pilota75:
    Quindi farebbero prima a chiudere lo scalo secondo te… A me non risulta che avia ha messo in mobilità i dipendenti forse tu ne sarai più informato… anche se subconcessioni decadono dovranno sempre sedersi e ricontrattare altrimenti non c’è alcuna convenienza per il futuro gestore tanto vale metterci un catenaccio e chiudere l’aeroporto definitivamente. Per me le cose non andranno come dici tu.

  16. @ Pilota75:
    Tu chiedi suggerimenti seri e motivati…… vai a scuola.
    Per quanto riguarda l aeroporto se una società è interessata al mio avviso vuole guadagnare ed espandersi, lasciando perdere gli ultimi 20 anni di gestione politica che nn ha nessun interesse difar cassa anche perché i soldi sono dei cittadini , secondo te sacal non vuole tirare i messinesi e programmare eventualmente dei charter per le eolie, come si è visto negli anni passati voler puntare da Lamezia per arrivare alle isole.

  17. Magari se sarà SACAL potrebbe sfruttare la sua solidità economico/patrimoniale e tentare in qualche piccolo investimento che almeno inizialmente sarebbe coperto dagli introiti di Lamezia. Ovviamente poi anche Reggio e Crotone dovranno avere una loro autonomia gestionale. Comunque l’importante sarà che a nuova società operi con oculatezza e senza sprechi, certo non si vedranno tante assunzioni ingiustificate degli amici degli amici con gente senza compiti precisi.

  18. Per il bene di questa Città speriamo che Sacal non si intrometta nel bando di gara e la smetta con la complicità della Regione Calabria nell’opera di prelevamento dei passeggeri rimasti ancora a servirsi dell’Aeroporto dello Stretto, altro che aumento dei voli, avremmo a disposizione soltanto due voli uno la mattina e l’altro la sera perché durante il resto della giornata costringeranno i passeggeri a servirsi del loro aeroporto, così coroneranno il loro sogno di poter arrivare ai tre milioni di passeggeri oltre i quali non potranno andare.

  19. @ Fabio P.:
    Ma sei sicuro delle solodita economica di sacal.

    Se non ricordo male ha chiuso il bilancio in perdita. Ma forse mi ricordo male.

  20. @ diavoli_da:
    Se tu, Società di Gestione, finanzi Ryanair vai in perdita, se ci pensa la Regione no.

  21. @ Roberto Sartiano (Fondatore di AeroportoRC.com):
    Quindi se erriva sacal a reggio vuol dire che la ragione finanzia gli investimenti.

    Con sogas non poteve pwrche erano aiuti di stato.

  22. @ Pilota75:
    Secondo me tu sei pagato per sparare cavolate.
    nn c’è altra spiegazione alla tua ignoranza e arroganza.

  23. Sacal é piena di debiti circa 15 milioni che se si aggiudicherà la gestione degli apt li scaricherà su quest ultimo definendone la chiusura di entrambi, il tutto camuffato da investimenti e supportati dal politicante di turno che vuole far credere di costruire il 4 aeroporto….

  24. @ diavoli_da:
    Io non ho detto questo. Ti ho detto che se è SACAL che deve pagare Ryanair, va in perdita come succede nel 90 % delle Società di Gestione di qualsiasi Aeroporto. Se se ne fa carico la Regione tramite bandi, incentivi, ecc… il costo di Ryanair non va a gravare sul Bilancio SACAL.

  25. ma la Sacal non è al 70% di proprietà di enti pubblici?

  26. I Bilanci SACAL sono pubblici, chi vuole può approfondire:

  27. La cosa strana è che con un solo bando si affidano due apt, il che vuol dire che a prescindere dal piano e dall economia chi vuol gestirli entrambi é di gran lunga in vantaggio su una singola richiesta di gestione..

  28. @ marco:
    Non è strano… diciamo che ENAC vuole fornire l’assist per la creazione della Società unica regionale. Da una parte si potrebbe essere d’accordo, ma dall’altra un po meno visto che Reggio Calabria poteva avvicinarsi di più verso Catania. Voci però dicono che SAC non sia intenzionata a partecipare. Poi siccome gli investitori privati non mi pare stiano facendo la fila per partecipare, allora SACAL potrebbe essere il male minore. O preferite la chiusura dello scalo?

  29. @ PAOLO:
    Vedo che ti piace porprio dimostrare la tua ignoranza in materia!
    L’unica cosa che non organizza una società di gestione, sono proprio i voli charter.
    Mi fai un esempio, data e volo, di un charter per le eolie da lamezia? Destinazione che notoriamente non ha le strutture per questo tipo di clientela?

  30. @ Aviation:
    Mi dici la tua ricetta invece?

  31. @ xxx:
    Quindi?

  32. @ Pilota75:
    Ma secondo te una società di gestione nn lavora in sinergia con un T.o., quali voli alle isole imbecille, tempo fa c è stato l accordo tra sacal e compagnia di navigazione delle isole tramite sindaco di Lipari per arrivare a Lamezia in aereo e poi in aliscafo alle isole, pensa quanto può convenire partire da Reggio, Apri la mente nn essere ottuso.

  33. @ Pilota75:
    Dimenticavo, Dato che sono ignorante in materia mi spieghi perche la Sacal e le altre società di gestione partecipano alla Bit.

  34. @ PAOLO:
    Cretino, lo hai scritto tu che negli anni scorsi han puntato sulle eolie per i charter.
    Partecipano alla Bit perchè paga la regione.
    Non sono quelli i canali con cui una compagnia contratta le condizioni per utilizzare lo scalo.
    ancora non hai detto come pensi che la sacal possa far aumentare il traffico da reggio.
    Realtà non fantasia pls.

  35. @ Pilota75:
    Quindi… se Sacal investe 1 milione di euro di tasca propria in realtà almeno 700mila di quegli euro sono soldi pubblici, con tutto quello che ne segue dal punto di vista politico/decisionale.
    Mi sembrava un importante spunto di riflessione visto che nei precedenti commenti (non solo a questo articolo) si fa quasi sempre riferimento a Sacal come se fosse composta esclusivamente da privati che investono soldi propri, mentre in realtà il 70% degli investimenti deriva da denaro pubblico.
    Mi scuso se l’osservazione non fosse stata opportuna…

  36. @ xxx:
    Quindi? cosa dovrebbe accadere? che le decisioni le prende il comune di lamezia? mi va bene, mi sembra che finora ne abbiano prese di ottime.
    quello di reggio, e la Provincia mi sembra che abbiano portato al fallimento di sogas.

  37. @ Pilota75:
    Arrivare a suf in aereo e poi da li trasferirsi tramite aliscafo….. o forse conosci qualche aeroporto nelle isole??
    Quindi perché paga la Regione é obbligata ad andare alla bit vero???
    Ti riporto questo
    Lamezia Terme – Sacal ha preso parte alla Bit, la Borsa internazionale del turismo nei giorni scorsi a Milano. La rassegna ha registrato oltre 150 mila presenze complessive, delle quali 108 mila di operatori professionali e 20 mila dall’estero. Oltre 5 mila sono state le imprese rappresentate, in arrivo da 152 paesi.
    In questa grande kermesse la società aeroportuale lametina ha giocato fino in fondo le sue carte in competizione con gli altri scali, con l’obiettivo di dare sempre maggiore visibilità al più grande aeroporto calabrese e sviluppare nuove opportunità commerciali con tour operator e vettori.
    Nei quattro giorni di Bit allo stand della Sacal, nel padiglione 15 dedicato alle regioni italiane, sono stati numerosi gli incontri, i contatti, gli scambi di valutazioni e le visite dei protagonisti del mercato turistico ed aereo. Tanti anche gli operatori professionali, gli enti turistici, i rappresentanti delle istituzioni, i giornalisti di settore ed i semplici viaggiatori che hanno ritirato il materiale promozionale ed informativo di Sacal.

    Lo sviluppo per Reggio dipende da quale compagnia porti e quali prezzi applica , poi dipende anche chi contatta i vettori una cosa esempio e sogas un altra è sacal.

  38. @ Pilota75:
    potrebbe accadere che il comune di Lamezia o il Comune di Catanzaro o la Provincia di Catanzaro ecc. debbano decidere di stanziare fondi finalizzati allo sviluppo di uno scalo aeroportuale diverso da Lamezia…a questo punto non è detto che le decisioni siano esclusivamente dettate da motivazioni economiche, ma potrebbe subentrare l’aspetto politico e di immagine (…come spesso è subentrato per simili decisioni relative allo scalo lametino).
    Credo che questo sia un punto negativo rispetto ad una società di gestione a maggioranza privata.
    Comunque il tempo ci dirà….

  39. Mi viene difficile pensare ad una Società unica senza la partecipazione della Città metropolitana. Penso che assisteremo ad un rimpasto di quote. Anche il Comune di Crotone dovrà avere il suo peso in SACAL.

  40. @ Roberto Sartiano (Fondatore di AeroportoRC.com):
    io sinceramente credo che sacal sia un carrozzone tipo sogas.

    negli ultimi anni la regione o che per essa hainvestito ingenti risorse portando i passeggeri a più di due milioni , ma credo che se un giorno qualunque la regione o che per essa chiude i rubinetti sacal diventa ne più ne meno un carrozzone .
    molti mi faranno notare che sogas è una vergogna nazionale e su questo non ci piove , ma è diventata una barzelletta perché la politica ha deciso di ricapitalizzare e coprire le perdite anno per anno anzichè investire gli stessi denari per portare compagnie aeree e generare profitti per la sogas , adesso mi chiedo se arriva sacal e si trova ad interfacciarsi con lo stesso schema politico che cosa può cambiare?

    invece se per assurdo arrivasse una multinazionale che si occupa di aviazione forse reggio e messina unite potrebbero avere un aeroporto piccolo è funzionale alle proprie esigenze culturali ed economiche ,

    sinceramente quando viene fatto notare che lamezia e baricentrica nella regione calabria mi viene da sorridere , io continuo a pensare che gli investimenti vadano fatti dove cè il nuclei di abitanti maggiore e reggio e messina unite fanno più abitanti del resto della calabria intera e ci aggiungerei anche la lucania per aumentare il bacino d’utenza dell’aeroporto do lamezia ,

    quindi che il sindaco falcomatà si dia una bella svegliata , perché senno passera alla storia per lo sprovveduto che ha chiuso il minniti e lasciato a terra la sua città .

  41. @ Roberto Sartiano (Fondatore di AeroportoRC.com):
    esempio siciliano:sac catania gestisce con capitale di maggioranza la soaco di comiso che sarà stata pure una start-up ma che in 3 anni ha già raggiunto i livelli di reggio c. e non ha per nulla scalfito la crescita dell’aeroporto di Catania.
    Ricordo che sac e soaco sono per intero società a capitale pubblico, le strutture distano meno di 100km l’una dall’altra e anche in caso di necessità sono alternative l’una all’altra(vedi problemi connessi alla cenere dell’etna)…
    p.s. se sacal gestirà Reggio C. e Crotone ci saranno solo benefici per tutti!!!
    In prospettiva sarà poi corretto che Sacal sia messa sul mercato con una maggioranza di soci privati!

  42. In un articolo su strill si parla di sopralluogo da parte della sacal e che altre quattro società hanno chiesto di poter effettuare dei sopralluoghi

  43. @ Fausto:
    si, copiata paro paro dal lametino…per fortuna che hanno scritto riproduzione riservata…

  44. @ giuseppe:
    finalmente un post “serio”. i voli ryanair di Crotone non hanno impedito che Sacal raggiungesse i 2.5 milioni di pax. solodo porta soldo e volo porta volo.
    a molti di voi, pur di non essere “sottomessi all’oppressore” andrebbe bene anche la fine del Tito. l’ultima rovina di Reggio è quella di essere diventata città “METROPOLITANA” UN TERMINE CHE RIEMPIE LA BOCCA E NON PRODUCE NIENTE.
    la gestione unica calabrese è l’unica speranza per il Tito ed il Pitagora.
    e poi state sempre a litigare, insultarvi, e basta.
    ancora ai boia chi molla, e basta.
    siamo l’ultima regione d’Italia ed invece di fare rete si parla ancora del potere catanzarese, del potere cosentno etc etc.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Note legali: secondo la normativa vigente ogni utente si assume la responsabilità di ciò che scrive nei commenti. Per richiedere la rimozione di un commento contattare lo Staff attraverso la pagina Contatti.