Aeroporto Reggio Calabria: all’asta i beni SOGAS per 595 mila Euro

AVVISO DI VENDITA TRAMITE PROCEDURA COMPETITIVA TELEMATICA

I CURATORI: Avv. Antonio Caiafa, Avv. Mariella Martino, Dott. Pasquale Pilla

AVVISANO

che a decorrere dal giorno 12/06/2017 (con inizio alle ore 7,00) al giorno 22/06/2017 (con termine alle ore 17.00), avrà luogo in via esclusiva una procedura competitiva telematica a mezzo dei commissionari PBG Sri ed Edicom Servizi Sri accessibil e dai siti www.astemobili.it e www.pbgsrl.it per la vendita del seguente lotto:

– LOTTO UNICO: “complesso dei beni strumentali, arredi, stigliature e autovetture inventariati presso l’aeroporto dello Stretto in Via Provinciale Ravagnese n. 11 89100 Reggio Calabria (RC)” il tutto come meglio descritto nell’ inventario dettagliato disponibile alla consultazione sulla scheda dettagliata presente sui portali dei commissionari alla vendita: www.pbgsrl.it e www.astemobili.it.


Condividi!

Prenota online e risparmia!
BookingEuropcarExpediaFlixBusLufthansaMeridianaMomondoRentalcarsSkyscannerTerravisionTrainlineTripAdvisorTrivagoVolotea

2 commenti

  1. che tristezza… speriamo in un reale e concreto cambio di rotta con la Sacal che riesca a dare aria di rinnovamento per il nostro aeroporto

  2. Se la situazione non fosse così drammatica ci sarebbe proprio da ridere !!! Quando penso che Reggio voleva diventare capitale europea !
    Ma scherziamo, non ci si arriva nemmeno a cavallo ! ma forse fra poco a cammello !!!

    Cari signori politici, provate a raggiungere Reggio da una qualsiasi città europea oltre che da una capitale ! Che sia in aereo o in treno, il discorso è lo stesso.

    Prendiamo un esempio : partendo da l’aeroporto internazionale tripartite di Mulhouse – Basilea (cioè che serve tre paesi : Francia – Svizzera e Germania ; pare dir poco ! ) e bene è necessario minimo un cambiamento d’aereo per arrivare a Lamezia e non a Reggio ; l’unica linea aerea diretta è Basilea – Catania ; per il treno, peggio ancora, i cambiamenti sono minimo tre (fino a cinque !) da Basilea fino a Reggio (cambiamento a Zurigo – Milano e Napoli per tre cambiamenti e per cinque aggiungere Bologna e Roma : come nel dopo guerra mancano solo la terza classe con i sedili di legno !). E dire che una volta, dagli anni sessanta fino ai novanta, esistevano linee dirette che partivano dal nord Europa e arrivavano fino in Sicilia ! si si ! e costavano poco, il prezzo giusto, senza tenere conto di periodi low cost o no.

    Signori politici, non credete sia indispensabile mantenere questi servizi di trasporto passeggeri e non solo merci per evitare la desertificazione di intere regioni ? di conservare gli aeroporti in funzione per ridurre le distanze fra paesi e creare un legame forte fra tutti i paesi di Europa ? Oggi solo dai paesi poveri dell’Europa si può venire facilmente a Reggio a poco costo (ma tanto dobbiamo far lavorare gli schiavi nei nostri paesi « ricchi » ; « ricchi di stortania » dicevano i miei nonni ! e intanto gli italiani se ne vanno all’estero per tentare di guadagnare due soldi e neanche possono tornare facilmente a casa per mantenere il legame con la famiglia e il proprio paese). Pensate agli anziani che vorrebbero viaggiare comodamente senza passare ore e ore da un aeroporto all’altro.

    Insomma, svegliatevi, fate qualcosa ; ricordate che dovete rendere conti a coloro che vi hanno eletto !

    Ma quando cambierà questa Europa che distrugge tutti i valori sociali, che inventa tra l’altro norme presuntamente protettive che solo riempiono le tasche alle multinazionali e ai politici, e forse ad altri poco raccomandabili ?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Note legali: secondo la normativa vigente ogni utente si assume la responsabilità di ciò che scrive nei commenti. Per richiedere la rimozione di un commento contattare lo Staff attraverso la pagina Contatti.