Charter: questi sconosciuti al Tito Minniti…

Diverse settimane addietro, sul Forum “AviazioneCivile.com”, l’utente “SkySurfer” ha fornito in 2 post distinti, l’elenco dei voli Charter che opereranno da Lamezia a partire da questo mese di Aprile sino a Novembre inoltrato.
Si tratta o di voli totalmente Charter oppure di voli semicharterizzati, ovverosia, vi è la possibilità di acquistare liberamente la singola tratta.
La quantità di voli di cui beneficierà lo scalo di Lamezia è veramente impressionante, con la parte da leone svolta dai Charter provenienti dalla Germania.

A titolo di esempio, le destinazioni tedesche che saranno collegate con Lamezia sono:

Stoccarda, Sabato con Germanwings 04/04-24/10
Stoccarda, Sabato con Air Berlin 25/04-01/10
Stoccarda, Domenica con Air Berlin 22/03-01/11
Karlsruhe/Baden-Baden, Domenica con Air Berlin 26/04-01/11
Dusseldorf, Sabato con Air Berlin 25/04-31/10
Dusseldorf, Domenica con Air Berlin 05/04-01/11
Colonia/Bonn, Sabato con Germanwings 04/04-24/10
Colonia/Bonn, Domenica con Air Berlin 26/04-25/10
Dresda, Domenica con Air Berlin 26/04-01/11
Lipsia/Halle, Domenica con Air Berlin 26/04-01/11
Friedrichshafen, Domenica con Air Berlin 26/04-01/11
Hannover, Domenica con Air Berlin 26/04-01/11
Amburgo, Domenica con Air Berlin 26/04-01/11
Berlino/Tegel, Domenica con Air Berlin 26/04-01/11
Monaco di Baviera, Sabato con Air Berlin 25/04-31/10
Monaco di Baviera, Domenica con Air Berlin 22/03-01/11
Monaco di Baviera/2, Domenica con Air Berlin 26/04-25/10
Francoforte, Domenica con Air Berlin 05/04-01/11
Norimberga, Domenica con Air Berlin 26/04-01/11
Norimberga, Mercoledi con Air Berlin 25/03-14/10

Si contano anche arrivi provenienti dalla Svizzera, dall’Austria, dal Benelux e dalla Francia.

Notevole anche il volume di traffico prodotto dai pellegrinaggi Charter, si contano 26 rotazioni in totale verso località situate in Francia, Israele e Turchia.

Naturalmente, questa non è la situazione completa, in quanto man mano che si avvicina la stagione estiva, nuove destinazioni si aggiungono.

Pensate per un attimo cosa vuol dire per un aeroporto poter accogliere questi voli Charter…, numero dei passeggeri che si incrementa e fatto più importante, i benefici economici per la società di gestione in primis (un aereo che atterra, necessita di assistenza e questo significa introiti certi per le casse Sacal) oltre ad una non trascurabile ricaduta economica per il territorio calabrese (ovviamente per coloro che usano i Charter in accoppiata con una vacanza nel Tirreno Cosentino o sulla costa Vibonese, piuttosto che nella Locride o Jonio Catanzarese).

Non siamo a conoscenza della quantità di passeggeri che ad esempio utilizzano tali voli e che ricadono nel sempre più incerto bacino d’ utenza del Tito Minniti e nemmeno della quantità di vacanzieri che utilizzano tali Charter per trascorrere una settimana di vacanza, ad esempio,  nella Locride (e che potrebbero usare ad esempio lo scalo reggino). Crediamo che tali passeggeri esistono e sono sicuramente una perdita per l’economia della nostra Provincia così come per le vuote casse Sogas.

Naturalmente, come più volte sottolineato, l’Aeroporto dello Stretto presenta “difficoltà aggiuntive” rispetto agli altri aeroporti, abilitazione e lunghezza pista (attenzione quest’ultima può essere una limitazione solo per alcuni aeromobili, Air Italy Polska, ha dimostrato che anche il Boeing 757 – 200 (Posti 220) può operare a Reggio Calabria), però a nostro giudizio si è perso un anno senza nulla fare per incentivare quantomeno questo tipo di attività che può fornire numeri importanti (vale a dire passeggeri), denaro alle casse Sogas e soprattutto un incentivo allo sviluppo turistico della Città e della sua Provincia.

Risulta quindi importante pensare al cosidetto “Turismo di importazione” piuttosto che al “Turismo di esportazione”. In tal senso il progetto Passaporto per l’Europa si è perfezionato puntando quest’anno su tutti e due gli obiettivi quando invece negli altri anni si è pensato di più al “Turismo di esportazione”.

Le colpe ovviamente vanno sempre ripartite e non sono mai attribuibili ad un unico soggetto.
Operatori turistici limitati alle realtà locali e non capaci di pubblicizzare in tempo e in maniera adeguata il “prodotto” Reggio Calabria e Provincia, Enti pubblici che non sanno farsi promotori e da collanti tra le parti chiamate in causa e infine anche chi gestisce il nostro scalo.

E’ un sogno poter immaginare di vedere Reggio Calabria e la sua Provincia “Vendute” per il periodo estivo a prezzi competitivi con la collaborazione degli operatori del settore? E’ un sogno immaginare la nostra città e la nostra Provincia finalmente operative sul piano della promozione e non limitarsi a spendere quattrini pubblici per campagne all’estero, gemellaggi, feste e festini?
Forse è un sogno ma con la buona volontà e la fattiva collaborazione, può diventare realtà.

Per maggiori informazioni visita il Forum alla pagina: http://www.aeroporticalabria.com/forum/viewtopic.php?f=20&t=244


Condividi!

Prenota online e risparmia!
BookingEuropcarExpediaFlixBusLufthansaMeridianaMomondoRentalcarsSkyscannerTerravisionTrainlineTripAdvisorTrivagoVolotea

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Note legali: secondo la normativa vigente ogni utente si assume la responsabilità di ciò che scrive nei commenti. Per richiedere la rimozione di un commento contattare lo Staff attraverso la pagina Contatti.